/ Gli ipocriti censori dell'odio

Gli ipocriti censori dell'odio

Gli ipocriti censori dell'odio
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


di Giorgio Cremaschi

La senatrice del PD Filippin, con il concorso entusiasta di berlusconiani e centristi, ha presentato una legge per rimuovere le notizie scomode. Se la legge  passasse, qualsiasi potente e prepotente di turno potrebbe rivolgersi al Garante della Privacy, che in cinque giorni cancellerebbe dalla rete e da qualsiasi altro luogo quella notizia, quel commento. Così   anche   la   censura   verrebbe   privatizzata,   come   tutto   il   resto,   e   avremmo   un funzionario del governo, questo in realtà è il Garante, che amministrerebbe la libertà di opinione per conto dei poteri forti. L'avesse fatto il governo venezuelano sentireste che indignazione da parte dei professionisti dei diritti umani altrui. Invece da noi questa legge liberticida   va   avanti   senza   particolare   scandalo,   avvalendosi   della   copertura   della Presidente della Camera e di tutta la compagnia degli indignati contro "l'odio".  

L'on. Boldrini da  tempo ha richiesto misure contro le Fake News in  rete, con  uno strabismo da far invidia ad una ambasciatrice USA degli anni 50. Così in un paese ove il 98%della stampa è in mano a gruppi di potere industriali e finanziari e ove abbiamo misurato con il referendum costituzionale il pluralismo reale delle tv. In un paese dove il pensiero unico, i suoi dogmi, le sue bugie sono presentati come verità assoluta dai mass media. 

In un paese dove basterebbe una settimana diverità su giornali e tv per far saltare il palazzo, in questo paese al novantesimo posto nel mondo per la libertà d'informazione, la presidente della Camera e il PD  se la pigliano con la rete. Nella quale si annidano certo anche bufale e posizioni ignobili, ma che resta comunque la principale fonte di delegittimazione delle falsità e delle ipocrisie del potere. Che per questo vuole la censura. Ora vengono messi in campo addirittura i sentimenti, una commissione parlamentare dedicata alla deputata laburista Jo Cox assassinata durante la Brexit,  ha chiesto misure contro ogni forma di odio. Gli odiatori dell'odio partono da veri fatti orribili, persecuzioni, violenze omicidi. Oppure da manifestazioni   odiose di sessismo, razzismo e fascismo.   Però si fa finta di dimenticare che le leggi per colpire questi reati ci sono tutte e se questo non avviene è per colpa di governi, autorità ed istituzioni, non della carenza legislativa. Inventarsi ora il generico reato   d'odio  significherebbe affidare al potere il diritto di giudicare i sentimenti. Perché  allora non obbligare per legge all'amore?  

Io che odio il capitalismo e gli sfruttatori, che faccio mie le parole del grande Edoardo Sanguineti, che scrisse che i poveri dovrebbero tornare all'odio di classe, perché i potenti comunque li odiano; io che odio il potere ingiusto sarò fuorilegge? Mentre nei luoghi e nel mercato del lavoro i diritti fondamentali delle persone sonocancellati nel nome del mercato, mentre le leggi Minniti colpiscono le opposizioni e lelotte sociali, ora la censura sulle notizie e il reato d'odio dovrebbero anche disciplinare le coscienze. 

Scriveva Primo Levi che il fascismo si ripresenta sempre, ma mai allo stesso modo. Sarà per questo che la Presidente della Camera ha accolto con tutti gli onori ed i consensi il presidente del cosiddetto parlamento ucraino, senza riconoscere in lui il fondatore di un partito neonazista. Si vede che, come tutti i potenti,   era riuscito a mascherare il suo odio con ipocrisia e malafede. 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

L'AntiDiplomatico presenta il premio miglior bufala dell'anno: vota la tua preferita

“Premio migliore Bufala del 2017” lanciato da l’AntiDiplomatico; in lizza le dieci bufale più strombazzate quest’anno dai media mainstream

  “Premio migliore Bufala del 2017” lanciato da l’AntiDiplomatico; in lizza le dieci bufale...
Notizia del:

Scoop de 'Il Sole 24 Ore': ecco chi finanzia le fake news in Italia

La clamorosa notizia viene incredibilmente ignorata

  Vi è una grande inflazione ipertrofica e stupefacente nelle ultime settimane a parlare, a trattare...
Notizia del:

L’assalto alle “fake news” è un attacco ai media alternativi

“Etichettare le notizie che non ti piacciono come “notizie false” è la forma più sciatta di critica ai media”, afferma Jim Naureckas

  di Dave Lindorff - Voci dall'Estero   Sono giorni difficili in cui essere un giornalista...
Notizia del:

L'incredibile ricetta politica della Boldrini: "Più Europa per sconfiggere il neo-liberismo"

Laura Boldrini sta lanciando la sua volata come uno dei volti che deve provare a rimettere in piedi i cocci di...
Notizia del:

El Pais nostalgico colonialista rimpiange la “Dottrina Monroe” per l’America Latina

La cosiddetta dottrina Monroe sostiene l’idea della supremazia degli Stati Uniti d’America sull’intero continente americano

di Fabrizio Verde Il passato 6 di novembre sulle colonne del quotidiano iberico ‘El Pais’, nella...
Notizia del:

«Fame in Venezuela»: i media mainstream si basano su fonti sballate

Nell’ultimo anno e mezzo i media hanno criticato il governo venezuelano per la gestione della crisi, ma le cifre che hanno citato non corrispondono a quelle FAO

di Jacob Wilson - Center for Economic and Policy Research   Due settimane fa, l'Organizzazione...
Notizia del:

Tutte le bufale del rapporto farsa di Amnesty International contro il Venezuela

Perché la ONG dei diritti umani soffia sul vento di guerra contro Caracas?

di Alessandro Bianchi e Fabrizio Verde   A chi non piace la pace e il dialogo in Venezuela?   A...
Notizia del:     Fonte: AVN

Dicono il Venezuela sia sull'orlo del fallimento... intanto paga tempestivamente gli obbligazionisti

Nel bel mezzo di un durissimo assedio internazionale la Repubblica Bolivariana dà prova di forza e robustezza economica

  A dar credito alla narrazione dominante sul Venezuela il paese sudamericano sarebbe sull’orlo del...
Notizia del:     Fonte: AVN

Paco Ignacio Taibo II: «Vorrei che mi spiegassero come è possibile che in una dittatura siano state realizzate 23 elezioni»

Lo scrittore messicano ha spiegato che «viviamo in un mondo dove la qualità dell’informazione è molto bassa»

  Lo scrittore e storico messicano, ma di origine spagnola, Paco Ignacio Taibo II è stato ospite del...
Notizia del:

Tutte le bufale del servizio delle Iene sul Venezuela

di Alessandro Bianchi e Fabrizio Verde   Una delle operazioni mediatiche più tristi, subdole e di bassa propaganda nella già disastrata televisione italiana è andata in...
Le più recenti da Dalla parte del lavoro
Notizia del:

Pensioni, lavoro e diritti sociali: l'Italia è come la Grecia

La letterina della Commissione UE appena giunta al governo italiano chiarisce tutto. I burocrati europei confermano che la legge Fornero è un tabù intoccabile. E che il governo si è già formalmente impegnato su questo

di Giorgio Cremaschi Un vecchio governo democristiano avrebbe sicuramente evitato questo crisi da burla...
Notizia del:

"Le cose nel mondo del lavoro si sono rimesse in moto. Ed è solo l'inizio."

USB primo sindacato alla GD di Bologna

di Giorgio Cremaschi  La fabbrica metalmeccanica GD di Bologna, quasi 1500 dipendenti, è stata...
Notizia del:

Difesa comune europea: l'UE vuole portare i popoli alla guerra contro la Russia

di Giorgio Cremaschi In politica progetti disastrosi e criminali a volte nascono come idee di finto buonsenso. La firma del trattato di difesa europea da parte di 23 paesi, non tutti i 27 stati...
Notizia del:

L'Armata Branca(ccio)leone

  di Giorgio Cremaschi   Se i suoi promotori Anna Falcone e Tomaso Montanari, invece che inseguire i giri di valzer della sinistra di palazzo, avessero provato a mettersi in...
Notizia del:

Ai cretini che: "scioperano di venerdì per fare il ponte"

di Giorgio Cremaschi I primi segnali sullo sciopero generale proclamato da USB COBAS UNICOBAS sono molto buoni. Trasporti bloccati in tutto il paese e tante adesioni nel lavoro pubblico come in...
Notizia del:

100 anni e non li dimostra

di Giorgio Cremaschi  La Rivoluzione d'Ottobre è la più importante rivoluzione dell'epoca moderna. Finora almeno, aggiungo con un moto di ottimismo.   Il 25...
Notizia del:

Braccianti di Rignano: il coraggio dei braccianti, la vergogna dell'Italia

  di Giorgio Cremaschi    Coraggio, diritti, dignità, scandisce a pugno chiuso Aboubakar Soumahoro, per tutti Abou, mentre inizia il suo intervento in una sala di Foggia,...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa