/ Gli ipocriti censori dell'odio

Gli ipocriti censori dell'odio

Gli ipocriti censori dell'odio
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


di Giorgio Cremaschi

La senatrice del PD Filippin, con il concorso entusiasta di berlusconiani e centristi, ha presentato una legge per rimuovere le notizie scomode. Se la legge  passasse, qualsiasi potente e prepotente di turno potrebbe rivolgersi al Garante della Privacy, che in cinque giorni cancellerebbe dalla rete e da qualsiasi altro luogo quella notizia, quel commento. Così   anche   la   censura   verrebbe   privatizzata,   come   tutto   il   resto,   e   avremmo   un funzionario del governo, questo in realtà è il Garante, che amministrerebbe la libertà di opinione per conto dei poteri forti. L'avesse fatto il governo venezuelano sentireste che indignazione da parte dei professionisti dei diritti umani altrui. Invece da noi questa legge liberticida   va   avanti   senza   particolare   scandalo,   avvalendosi   della   copertura   della Presidente della Camera e di tutta la compagnia degli indignati contro "l'odio".  

L'on. Boldrini da  tempo ha richiesto misure contro le Fake News in  rete, con  uno strabismo da far invidia ad una ambasciatrice USA degli anni 50. Così in un paese ove il 98%della stampa è in mano a gruppi di potere industriali e finanziari e ove abbiamo misurato con il referendum costituzionale il pluralismo reale delle tv. In un paese dove il pensiero unico, i suoi dogmi, le sue bugie sono presentati come verità assoluta dai mass media. 

In un paese dove basterebbe una settimana diverità su giornali e tv per far saltare il palazzo, in questo paese al novantesimo posto nel mondo per la libertà d'informazione, la presidente della Camera e il PD  se la pigliano con la rete. Nella quale si annidano certo anche bufale e posizioni ignobili, ma che resta comunque la principale fonte di delegittimazione delle falsità e delle ipocrisie del potere.
Che per questo vuole la censura. Ora vengono messi in campo addirittura i sentimenti, una commissione parlamentare dedicata alla deputata laburista Jo Cox assassinata durante la Brexit,  ha chiesto misure contro ogni forma di odio. Gli odiatori dell'odio partono da veri fatti orribili, persecuzioni, violenze omicidi. Oppure da manifestazioni   odiose di sessismo, razzismo e fascismo.   Però si fa finta di dimenticare che le leggi per colpire questi reati ci sono tutte e se questo non avviene è per colpa di governi, autorità ed istituzioni, non della carenza legislativa. Inventarsi ora il generico reato   d'odio  significherebbe affidare al potere il diritto di giudicare i sentimenti. Perché  allora non obbligare per legge all'amore?  

Io che odio il capitalismo e gli sfruttatori, che faccio mie le parole del grande Edoardo Sanguineti, che scrisse che i poveri dovrebbero tornare all'odio di classe, perché i potenti comunque li odiano; io che odio il potere ingiusto sarò fuorilegge? Mentre nei luoghi e nel mercato del lavoro i diritti fondamentali delle persone sonocancellati nel nome del mercato, mentre le leggi Minniti colpiscono le opposizioni e lelotte sociali, ora la censura sulle notizie e il reato d'odio dovrebbero anche disciplinare le coscienze. 

Scriveva Primo Levi che il fascismo si ripresenta sempre, ma mai allo stesso modo. Sarà per questo che la Presidente della Camera ha accolto con tutti gli onori ed i consensi il presidente del cosiddetto parlamento ucraino, senza riconoscere in lui il fondatore di un partito neonazista. Si vede che, come tutti i potenti,   era riuscito a mascherare il suo odio con ipocrisia e malafede. 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

Ken Livingstone sulle accuse di spionaggio a Corbyn: «Troppo di sinistra anche per il KGB»

L'ex sindaco di Londra intervistato da RT

  L’ex sindaco di Londra Ken Livingstone, anche conosciuto come Ken il rosso, ha canzonato le accuse...
Notizia del:     Fonte: https://ahtribune.com

'La BBC tradisce i principi giornalistici più elementari quando si parla di Siria'

Il giornalista e accademico Jeremy Salt, in un articolo, sottolinea che seppur nelle guerre la verità è la prima vittima, negli ultimi 15 anni, a partire dalla guerra in Iraq fino al conflitto in Siria, la falsificazione prodotta dai media statunitensi e britannici ha raggiunto livelli senza precedenti.

Jeremy Salt è  giornalista e professore universitario presso il Dipartimento di Scienze Politiche...
Notizia del:

Iran: l'arresto di Ahmadinejad è una fake news

La denuncia del giornalista Alireza Mataji

  Il pensiero illusorio (in inglese, wishful thinking), conosciuto anche come pensiero desideroso o pensiero...
Notizia del:

Guerra mediatica al Venezuela: nel 2017 i media statunitensi hanno generato 3880 fake news

La guerra mediatica è particolarmente cruenta. I suoi echi giungono anche in Italia. Infatti nella nostra periferia dell’impero il circuito mediatico mainstream ricicla di continuo le fake news a stelle e strisce prodotte contro la Rivoluzione Bolivariana

di Fabrizio Verde   Contro il Venezuela è guerra totale. Una micidiale offensiva cha va dall’assedio...
Notizia del:     Fonte: RT

Le immagini false sulle proteste in Iran che circolano sui social network

Le immagini di manifestazioni in altri paesi, e persino film, circolano sui social network mostrate come fossero proteste anti-governative in Iran.

I comunicatori influenti hanno fotografato dimostrazioni in altri paesi, e persino film di finzione, e li hanno...
Notizia del:

Non è la Russia ma Israele a intossicare l'informazione. Lo scandalo che scompare prima che sia troppo tardi

Così come è stato per l’indecente storia dei servizi segreti italiani (che, tramite mazzette, pilotavano  l’opinione pubblica ), scompare prima di nascere lo “scandalo”...
Notizia del:

Perché quella dell'antrace è l'ennesima bufala contro la Corea del Nord

Mai sentito parlare del generale Frank Schwable?   Capo di Stato maggiore nel corpo dei Marines, nel 1952, durante i bombardamenti americani sulla Corea del Nord, precipitato per un guasto...
Notizia del:

Cari Grasso e Boldrini non siete credibili

di Francesco Valerio Della Croce Due presidenti delle Camere che si presentano oggi paladini di sinistra e Costituzione, mentre in 5 lunghi anni non hanno mosso un mignolo per dare a vedere questo...
Notizia del:

Video shock sulla povertà in Venezuela.... Ah no scusate è la Colombia

La denuncia del giornalista venezuelano Oswaldo Rivero

  Gli stessi media internazionali che utilizzano fiumi d’inchiostro e servizi lunghissimi per provare...
Notizia del:

Il trionfo di Maduro alle ultime elezioni per La Stampa diventa: "In Venezuela non c'è più forza per protestare"

Il vortice di menzogne e mistificazioni è divenuto talmente intricato da rendere praticamente impossibile a un semplice lettore di scorgere la realtà dietro la propaganda anti-venezuelana imperante sui principali media

  di Fabrizio Verde Utilizzare fake news a sostegno di precedenti fake news propalate per giustificare...
Le più recenti da Dalla parte del lavoro
Notizia del:

Embraco, non esiste una terza via: o nazionalizzazioni o massacro sociale

di Giorgio Cremaschi L'Embraco Whilpool  licenzia, butta in mezzo alla strada 500 operai e le loro famiglie, mandando a stendere il ministro Calenda e tutto il governo italiano. Hanno...
Notizia del:

La strage continua: altro operaio assassinato a Pisa. Non esprimete cordoglio voi ipocriti che parlate di produttività

di Giorgio Cremaschi  Mentre incontravamo gli operai della Piaggio abbiamo saputo che un altro operaio era stato assassinato ai cantieri navali di Pisa. Un operaio è stato assassinato...
Notizia del:

Militanti e candidati di Potere al Popolo fermano uno sfratto con tre bambini in provincia di Brescia

  A Ospitaletto in provincia di Brescia militanti e candidati di Potere al Popolo hanno fermato lo sfratto di una famiglia con tre bambini. La casa è pignorata perché il...
Notizia del:

Gli assassini sono tra noi

di Giorgio Cremaschi Come una bomba è esplosa una fabbrica chimica vicino a Como, diversi operai sono feriti gravi, ci auguriamo che ce la facciano, così come speriamo che la popolazione...
Notizia del:

Ecco perché la Borsa di New York è crollata

"E' la crisi della globalizzazione bellezza e le tue chiacchiere non possono farci niente."

di Giorgio Cremaschi La Borsa di New York è crollata sotto un peso pari a quello che dieci...
Notizia del:

Il ritorno del fascismo ha molti complici

Il killer nazifascista di Macerata ha ottenuto un successo travolgente. Il dibattito ufficiale   minimizza la  gravità del suo crimine, ignora le sue vittime e si concentra tutto...
Notizia del:

Macerata, la colpa non è solo dei fascisti. E' anche di chi li ha sdoganati

IL RAID RAZZISTA ASSASSINO DI MACERATA ERA NELL'ARIA DA TEMPO - Da tempo in Italia le forme più violente di razzismo e fascismo sono state legittimate dalle campagne contro i migranti e contro...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa