/ Laura Boldrini negli Usa a sostenere Killary: l'ipocrisia va in p...

Laura Boldrini negli Usa a sostenere Killary: l'ipocrisia va in paradiso

Laura Boldrini negli Usa a sostenere Killary: l'ipocrisia va in paradiso
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Apprendiamo dall'Ansa:

La candidatura di Hillary Clinton per i Democratici alla presidenza degli Stati Uniti d'America è un evento importante "non solo per gli Usa ma per tutto il mondo perché per la prima volta una figura femminile riesce a vincere pregiudizio e misoginia. Diventa candidata ufficiale come presidente degli Stati Uniti. E' un passaggio storico. Questo aiuterà tutte le donne del pianeta ad andare avanti e a far capire che il genere femminile non è un impedimento". Lo afferma la presidente della Camera Laura Boldrini, intervenendo alla "Vita in diretta" su Rai 1 in collegamento dagli Usa.

Laura Boldrini, presidente della Camera dei Deputati italiana, è volata negli Stati Uniti a portare gli ossequi al padrone a stelle e strisce insieme al ministro della controriforma liberticida Maria Elena Boschi. Entrambe a Philadelphia per la farsa della Convention democratica che, dopo le ultime rivelazioni di Wikileaks, di democratico ha lasciato, sbiadito, solo il nome del partito. La candidatura di Hillary Clinton, colei che più di tutti rappresenta la sadica e malata strategia di politica estera neo-conn e colei che porterebbe il mondo sul possibile precipizio della terza guerra mondiale, è descritta da Boldrini come un evento storico. Il tutto perché è una donna. Vi rendete conto dell'assurdità di quest'affermazione? Vi rendete conto come questa strumentalizzazione rovini completamente giustissime battaglie per le pari opportunità di tante donne che lottano per un mondo in cui Hillary Clinton non sarebbe mai a capo della pria potenza mondiale? E' la stessa retorica con cui si plaudiva l'ascesa di un afro-americano, che poi si è rivelato il presidente che ha utilizzato più di tutti quello che Noam Chomsky ha correttamente definito il "terrorismo occidentale", l'utlizzo indiscriminato dei droni. 

Quello che è chiaro in questa corsa elettorale è che Killary, soprannome nato dalla sadica gestione della Libia da Segretario di Stato, rappresenta oggi il candidato della guerra, il candidato di quei neo-conn che cercano l'apocalisse in Medio Oriente e che vogliono portare la Nato ai confini con la Russia - aprendo scenari potenzialmente apocalittici. Chi ha cuore il futuro del mondo dovrebbe ribellarsi a tutto questo. Dopo Somalia, ex Jugoslavia, Afghanistan, Iraq, Libia, Siria, Ucraina a dare l'ordine della prossima guerra "umanitaria" potrebbe essere una donna. A produrre le centinaia di migliaia di nuovi profughi che disperati verranno nelle nostre coste, scappando dalle bombe "progressiste" e dalle bombe "che combattono la misoginia", potrebbe essere una donna. In uoo scenario, è facile da prevedere, in cui poi Laura Boldrini tornerebbe a Lampedusa a mostrare al mondo la sua ipocrita indignzazione che volutamente ignora le cause.

P.s. Questo selfie è solo per cuori forti...



Alessandro Bianchi
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Il presidente filippino molla Trump per Putin: «Dalla Russia compreremo gas e armi»

di Eugenio Cipolla L’arrivo alla Casa Bianca di Donald Trump, che con il tempo sembra sempre più essere un’anatra zoppa, e l’ipocrisia dell’Unione Europa, sempre pronta...
Notizia del:

Esplosione a Manchester: 22 morti e 60 feriti. L'Isis rivendica l'attacco

Lunedì sera c’è stata un’esplosione alla Manchester Arena, un palazzetto di Manchester, nel Regno Unito, nel quale si stava tenendo un concerto della popstar americana Ariana...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Iran: "Uguali radici e origine degli attentati terroristici di Manchester e Miryaveh"

L'Iran ha esortato a porre fine al terrorismo, dal momento che questa piaga non varia e ciò che è accaduto a Manchester è lo stesso che accade in Medio Oriente.

"Crediamo fermamente che siano uguali nelle radici e nelle origini ideologiche gli atti terroristici a Miryaveh...
Notizia del:     Fonte: SANA

Il mainstream lo ignora, ma di terrorismo si muore ogni giorno in Siria. Homs, attentato provoca 4 morti e più di 30 feriti

Quattro persone sono state uccise e altre 30 sono rimaste ferite, oggi, a causa dell'esplosione di un pick-up azionata dai terroristi vicino alla centrale elettrica principale nel quartiere al-Zahraa nella città di Homs.

Il reporter dell'agenzia di stampa siriana, SANA, ha riferito che due terroristi hanno fatto esplodere un pick-up...
Notizia del:

I media cinesi esaltano lo smantellamento della rete di spionaggio della CIA in Cina tra il 2010 e il 2012

Il Global Times, pubblicato da Quotidiano del Popolo, scrive in un editoriale nelle sue edizioni cinese e in lingua inglese che se le notizie che la Cina "ha in modo sistematico smantellato operazioni...
Notizia del:

Rohani: " “il problema del terrorismo non si risolve tenendo riunioni e versando denaro nelle tasche delle superpotenze”

Proprio mentre il presidente americano Donald Trump si è recato in visita in Arabia Saudita annunciando il rinnovamento dell’amicizia tra Ryad e Washington, in Iran si è assistito al...
Notizia del:

Alberto Negri - Manchester, centinaia i foreign fighters tornati per uccidere

di Alberto Negri, Il Sole 24 Ore* Se fosse confermata la pista jihadista, questo attentato era tra le tragiche eventualità da mettere in conto. Dopo l'attentato del lupo solitario Khalid...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa