/ Addis Abeba, 30° Vertice dell'Unione Africana (UA). “Senza l'indi...

Addis Abeba, 30° Vertice dell'Unione Africana (UA). “Senza l'indipendenza, l'Africa non è nulla"

Addis Abeba, 30° Vertice dell'Unione Africana (UA). “Senza l'indipendenza, l'Africa non è nulla
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it



di Marx21.it


Il 28 e 29 gennaio si è svolto ad Addis Abeba il 30° Vertice dell'Unione Africana (UA) che ha avuto come tema principale di discussione “la lotta contro la corruzione”.


Il presidente della Commissione dell'UA, il ciadiano Moussa Faki Mahamat ha dichiarato che “la corruzione associata ai flussi finanziari illeciti, priva ogni anno l'Africa di quasi 50 miliardi di dollari” e ha invitato tutti i paesi del continente a condurre con energia “una lotta globale”.


Il Vertice ha affrontato anche le problematiche legate alla riforma di questo organismo panafricano, ma non ha raggiunto un accordo, rinviando la discussione alla prossima sessione che si terrà, nel mese di luglio, a Nouakchot, la capitale della Mauritania.


Sono in particolare Egitto e Sudafrica, due delle principali economie africane, a non concordare con alcune clausole proposte per l'autofinanziamento dell'organizzazione, come quella relativa a una tassa su determinate importazioni.


Riguardo a questo punto che si propone l' “indipendenza finanziaria dell'UA”, Mahamat ha voluto sottolineare che non si tratta solo di una questione di “razionalità, efficacia ed efficienza”, ma anche di dignità e sovranità nelle decisioni: “Senza l'indipendenza, l'Africa non è nulla, con l'indipendenza può essere tutto”.


Il rappresentante ciadiano ha citato l&#

39;esempio del cosiddetto Fondo Per la Pace, destinato a finanziare le missioni dell'UA nei numerosi conflitti armati che scuotono il continente: “Nel 2017, grazie ai contributi dei paesi membri, abbiamo registrato una significativa riduzione dei contributi di paesi stranieri – soprattutto Stati Uniti e Unione Europea -  al 74% dei bilanci programmati. Nel 2018, la quota ricevuta da questi partner si ridurrà ulteriormente, al 59%.” Se questa tendenza dovesse mantenersi, L'Unione Africana potrebbe raggiungere l'autosufficienza nel finanziamento entro il 2020.


Tra gli altri temi dibattuti dai dirigenti dei 55 paesi membri dell'UA, vi sono quelli relativi alla “lotta al terrorismo”, al fenomeno delle migrazioni e le guerre nel continente.


In merito alla illegale occupazione del Sahara Occidentale da parte del Marocco, la relazione del commissario per la pace e la sicurezza dell'UA, l'algerino Smail Chergui, ha chiesto ai capi di Stato di esortare il governo di Rabat ad accettare il ritorno della missione dell'UA a El Aiune, il cui territorio si trova ora sotto il controllo dei marocchini. La missione è capeggiata dall'ex presidente del Mozambico Joaquim Chissano.


Il  Vertice si è concluso con l'elezione alla presidenza annuale dell'UA del capo dello Stato del Ruanda, Paul Kagame, che ha sostituito il guineano Alpha Condé e ha deliberato che la prossima sessione si terrà in Egitto, nel 2019, quando le redini della comunità saranno assunte da Abdel Fattah al-Sissi, qualora venga riconfermato presidente del proprio paese, nelle elezioni previste per la fine di marzo.


Fonte: Avante,pt

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: BBC - The Guardian

Londra riprende il progetto di "finanziamento ad Al-Qaeda" in Siria

Il Regno Unito ha ripreso un controverso programma di miliardi di sterline per addestrare 'polizia' nelle aree occupate dai gruppi armati in Siria, un progetto sospeso più di due mesi fa a causa di accuse di aver finanziato gruppi 'estremisti' affiliati ad Al- Qaeda.

Il progetto è cessato nel novembre dello scorso anno dopo che un'indagine ha rivelato che le forze...
Notizia del:     Fonte: The Jerusalem Post

Israele prevede la guerra nel Golan nel 2018 per i progressi dell'esercito siriano

In mezzo a tensioni crescenti in Medio Oriente, un alto generale delle forze armate di Israele, ha messo in guardia contro la "crescente possibilità di una guerra" sulle alture del Golan seguito i progressi dell'esercito siriano contro i gruppi estremisti e "ribelli".

In dichiarazioni rilasciate durante un'intervista alla radio dell'esercito, il comandante delle operazioni...
Notizia del:     Fonte: RT arabic - AP news - Ria Novosti

VIDEO. Le forze siriane entrano ad Afrin e la Turchia bombarda

Le unità dell'esercito siriano sono entrate oggi nel distretto di Afrin, dove le forze armate turche e le sue milizie alleate stanno portando avanti un'aggressione contro le YPG curde.

Le forze filo-governative siriane hanno iniziato ad entrare ad Afrín nonostante le minacce provenienti...
Notizia del:

Così si impone e trionfa in Italia e nel mondo il nuovo fascismo della finanza e delle corporation

di Francesco Erspamer* Da trent'anni il gioco dei liberisti è sempre quello e il fatto che continuino a vincere dipende solo dalla mancanza di lucidità, capacità e coraggio...
Notizia del:     Fonte: https://www.israelnationalnews.com

VIDEO. Ministro israeliano: L'ISIS non è una minaccia strategica per Israele

Il ministro dell'Economia israeliano Naftali Bennett ammette che Tel Aviv non ha mai visto il gruppo terroristico ISIS (Daesh in arabo) come una "minaccia esistenziale o strategica" e crede che la distruzione di questo gruppo potrebbe rafforzare la posizione dell'Iran in Siria e in Iraq.

"Non abbiamo mai visto l'ISIS come una minaccia esistenziale o strategica, (e) non si dovrebbe rimuovere...
Notizia del:     Fonte: Ruptly - Al Masdar News

VIDEO. 'Afrin è siriana' I commenti dei residenti sulle relazioni tra YPG e governo siriano

La popolazione di Afrin ha commentato le ultime indiscrezioni sul possibile accordi tra le YPG e l'esercito siriano per combattere l'offensiva turca.

I residenti di Afrin nel nord-ovest della Siria, hanno commentatole recenti indiscrezioni, secondo le quali,...
Notizia del:

Pyongyang: "Se non ci fossero stati gli USA, la pace e l'unificazione nazionale sarebbe realtà"

di Fabrizio Poggi    Decise prese di posizione dei media della RPDC contro il tentativo statunitense di minare il pur embrionale processo di avvicinamento tra Pyongyang e Seoul, che ha...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa