/ Ceo di JP Morgan: "I Bitcoin, una frode destinata a fallire"

Ceo di JP Morgan: "I Bitcoin, una frode destinata a fallire"

Ceo di JP Morgan: I Bitcoin, una frode destinata a fallire
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Il CEO di JPMorgan Chase Jamie Dimon ha denunciato la "cripto moneta", i cosiddetti bitcoin, come una frode destinata a fallire.

"La moneta non funzionerà. Non puo resistere un business dove alcuni possono inventare una valuta dal nulla e pensare che le persone che la acquistano siano veramente intelligenti" ha dichiarato Dimon in una conferenza con investitori a New York.

Il presidente della principale banca Usa ha incoraggiato a diffidare di traders che commercino questa moneta virtuale. "Li licenzierei in un secondo per due ragioni. E' contro le nostre regole. Sono stupidi ed è molto pericoloso
,” ha dichiarato Dimon così come riporta Reuters. 





Dimon ha poi fatto un parallelo tra la bolla attuale dei bitcoin con la mania dei tulipani del 17° secolo che ha gonfiato i prezzi a livelli inverosimili per poi crollare ed essere ricordata come una delle bolle speculative più note della storia.  

I Bitcoin sono attualmente scambiati a $3,970, con una perdita di $1,000 da settembre quando si era incredibilmente avvicinato ai cinque dollari.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Zimbabwe: Mugabe annuncia dimissioni

La notizia sarebbe stata accolta con giubilo dai parlamentari riuniti presso l’Assemblea ad Harare

  Altro colpo di scena in Zimbabwe dove lo scenario politico sembra essere in continuo divenire. Questa volta...
Notizia del:

Lugansk: arresti ai vertici dell'intelligence della LNR

Uomini armati del Berkut e di altri non meglio precisati reparti delle forze armate della Repubblica popolare stanno presidiando gli edifici e le aree attigue al Ministero degli Interni

di Fabrizio Poggi Situazione non esattamente chiara in queste ore a Lugansk. Uomini armati del Berkut e...
Notizia del:

Vladimiro Giacché: "Angela Merkel paga per il populismo che ha alimentato"

"E' il momento di iniziare ad avere uno sguardo un po' più sobrio e disincantato su questa Unione Europea dalle regole così asimmetriche e caratterizzata da processi di decisione così poco democratici e trasparenti."

Sul futuro della Germania abbiamo pubblicato ieri questa analisi approfondita di Federico Nero che vi invitiamo...
Notizia del:     Fonte: Haaretz

Israele riconosce che Assad ha vinto la guerra contro i terroristi

Il ministro della Difesa israeliano, Avigdor Lieberman, riconosce che la Siria ha vinto la lotta contro il gruppo terroristico ISIS (Daesh, in arabo) e allo stesso tempo chiede al suo governo lo stanziamento di altri fondi per le forze armate per la presenza di Iran e Hezbollah nel paese arabo.

Il presidente siriano "(Bashar) al-Assad haterminato la lotta, perché ora controlla il 90 per cento...
Notizia del:     Fonte: Reuters

Il Libano dispone per il suo esercito la stato di "massima allerta" per affrontare il "nemico israeliano" al confine

All'esercito libanese è stato ordinato di rimanere vigile sul confine meridionale del paese.

Il capo dell'esercito libanese ha esortato i militari ad essere completamente pronti ad affrontare il "nemico...
Notizia del:

Parag Khanna, le profezie del "filosofo" glamour che piace ai governi

Parag Khanna, filosofo della politica, esperto di relazioni internazionali, afferma che tra 30 anni il mondo sarà dominato da città-stato, megalopoli interconnesse tra di loro (ma non lo...
Notizia del:     Fonte: http://kremlin.ru

Putin incontra Assad in Russia e dichiara: Vinta la guerra contro i terroristi, bisogna trovare una soluzione politica

Putin ha ricevuto oggi il suo omologo siriano, Bashar al-Asad, a Sochi e si è congratulato con lui per la fine dell'operazione militare contro il terrorismo nel paese arabo.

"Voglio congratularmi con voi per i risultati ottenuti dalla Siria nella lotta contro il terrorismo. (...)...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa