/ Difesa comune europea: l'UE vuole portare i popoli alla guerra co...

Difesa comune europea: l'UE vuole portare i popoli alla guerra contro la Russia

Difesa comune europea: l'UE vuole portare i popoli alla guerra contro la Russia
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


di Giorgio Cremaschi

In politica progetti disastrosi e criminali a volte nascono come idee di finto buonsenso. La firma del trattato di difesa europea da parte di 23 paesi, non tutti i 27 stati quindi, della Unione Europea, è uno di questi progetti. Oggi il regime mediatico, quello che fa campagna elettorale per Casapound per capirci, presenta questo trattato come un passo scontato e necessario da tempo. Siamo europei, perché non difenderci assieme, visto che gli USA di Trump non ci vogliono più proteggere come prima? E poi mettendo assieme le risorse magari si risparmierà qualcosa. I giornali pubblicano al riguardo pure l'elenco dei carri armati differenti tra loro, che l'accordo europeo potrebbe uniformare. 
Sempre così la UE , grandi valori e poi miserabili affari, la Nona di Beethoven e la Bolkestein. 

Con questo finto buon senso cominciò anche la storia della moneta unica. Che bello, tutti gli stati con le stesse banconote, tutti gli europei con gli stessi soldi in tasca! Cominciò così quarant'anni fa la storia dell'Euro. Che oggi vuol dire austerità obbligata da trattati, da Maastricht al Fiscal Compact, che impongono la distruzione dello stato sociale e il taglio dei salari. Noi li abbiamo persino messi in Costituzione. 

La difesa europea è ancora più pericolosa, perché riguarda spese militari e guerra. Contro chi è la difesa comune, infatti, se non contro la Russia? Del resto l'idea non è nuova, nel 1952 fu varato un primo trattato di difesa europea, con le stesse parole e lo stesso nemico. Poi la Francia, troppo vicina la guerra per accettare il riarmo della Germania, fece saltare l'accordo. Oggi è proprio la Francia di Macron che spinge per l'esercito europeo. Perché debole in economia, il paese transalpino ha però l'esercito, nucleare, più forte della UE. Così la Francia offre alla Germania le proprie truppe e spera così di condividere con il paese più potente il dominio sul continente. A sua volta la Germania potrà finalmente raggiungere quella potenza militare, anche nucleare, che finora non ha avuto, nonostante l'enorme potere economico. Così come l'euro ha rafforzato l'egemonia del capitalismo tedesco in Europa, la difesa europea lo riarmerà a spese di tutti i cittadini del continente. 

Così dopo aver fatto per anni guerra sociale ai suoi popoli con l'austerità, ora la UE si prepara a portare quei popoli alla guerra vera. Intanto si esercita contro il Venezuela e contro la Catalogna. Siamo ancora in tempo a fermarli, se subito cominceremo a smascherare e contrastare le favole europeiste che, oramai dovrebbe essere chiaro, nascondono storie orrende.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

Pensioni, lavoro e diritti sociali: l'Italia è come la Grecia

La letterina della Commissione UE appena giunta al governo italiano chiarisce tutto. I burocrati europei confermano che la legge Fornero è un tabù intoccabile. E che il governo si è già formalmente impegnato su questo

di Giorgio Cremaschi Un vecchio governo democristiano avrebbe sicuramente evitato questo crisi da burla...
Notizia del:     Fonte: RT

Presto non avremo più bisogno delle banche. Parla l'esperto di criptovalute Falkvinge

Secondo l’esperto «la criptovaluta non ha davvero bisogno di sostituire il dollaro USA, sostituire l'euro. Ha solo bisogno di sopravvivere mentre questi colossi crollano sotto il loro stesso peso. E quando accadrà, sarà molto veloce»

  Siamo agli albori di un cambiamento epocale. Una nuova era dove le banche non saranno più un intermediario...
Notizia del:     Fonte: TASS

Netanyahu a Putin: Israele non permetterà all'Iran di guadagnare terreno in Siria

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha detto al presidente russo Vladimir Putin durante la loro conversazione telefonica che Israele non accetterà i tentativi dell'Iran di ottenere un punto d'appoggio in Siria.

"Una conversazione ha avuto luogo [tra Netanyahu e Putin ndt] ed è durata circa mezz'ora. Hanno...
Notizia del:

'Incontro di Assad e Putin mostra il fallimento della politica di Israele'

L'ex primo ministro israeliano, Ehud Barak ha affermato che la visita del presidente siriano Bashar al-Assad in Russia dimostra la sconfitta della politica israeliana.

L'ex primo ministro israeliano Ehud Barak, in una serie di messaggi pubblicati ieri sul suo account del social...
Notizia del:     Fonte: Haaretz

Israele riconosce che Assad ha vinto la guerra contro i terroristi

Il ministro della Difesa israeliano, Avigdor Lieberman, riconosce che la Siria ha vinto la lotta contro il gruppo terroristico ISIS (Daesh, in arabo) e allo stesso tempo chiede al suo governo lo stanziamento di altri fondi per le forze armate per la presenza di Iran e Hezbollah nel paese arabo.

Il presidente siriano "(Bashar) al-Assad haterminato la lotta, perché ora controlla il 90 per cento...
Notizia del:

Dalla Nunziatella spirano venti di guerra su Napoli

Dalle notizie che trapelano dall’accordo di Bruxelles sembra che nello specifico l’hub formativo di Napoli si specializzerà sugli attacchi a distanza ovvero la guerra coi droni. Wargames

da Contropiano   Venti di guerra spirano su Napoli. Nessun attacco in vista ma la conferma che l’accademia...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Hezbollah celebra la sconfitta dell'ISIS in Siria, nonostante i sabotaggi degli USA

Il segretario generale di Hezbollah Seyed Hassan Nasrallah ha celebrato la fine dell'ISIS in Siria nonostante il sostegno degli Stati Uniti a questo gruppo terroristico.

Durante un discorso televisivo, Nasrallah, questa sera, ha fatto riferimento alla recente liberazione della città...
Notizia del:     Fonte: Hispantv - SABA

FOTO. I bambini yemeniti denunciano i crimini subiti da USA e Arabia Saudita

Oggi, in occasione della Giornata mondiale dei diritti dell'infanzia, i bambini yemeniti hanno manifestato la loro condanna per i crimini commessi ai loro danni da parte di Arabia Saudita e USA.

"I bambini nel mondo celebrano i loro diritti e i bambini dello Yemen muoiono per il silenzio del mondo...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia sfida Israele e Stati Uniti: Hezbollah rimarrà in Siria

L'ambasciatore russo in Libano avverte che Hezbollah "non andrà via dalla Siria", sfidando così Israele e gli Stati Uniti, che stanno cercando il ritiro del movimento di resistenza libanese.

"Chiunque ha cercato di rovesciare il presidente siriano Bashar al-Asad, ora, con tutti i mezzi, cerca il...
Notizia del:

Dopo Brexit e Catalogna, che ne sarà dell'Unione Europea?

Il futuro più probabile dell'Europa è un super-Stato neoliberista gestito congiuntamente da Berlino e Bruxelles

di C J Polychroniou - Al Jazeera   Il futuro dell'Unione europea è di sicuro in dubbio.   La...
Le più recenti da Dalla parte del lavoro
Notizia del:

Pensioni, lavoro e diritti sociali: l'Italia è come la Grecia

La letterina della Commissione UE appena giunta al governo italiano chiarisce tutto. I burocrati europei confermano che la legge Fornero è un tabù intoccabile. E che il governo si è già formalmente impegnato su questo

di Giorgio Cremaschi Un vecchio governo democristiano avrebbe sicuramente evitato questo crisi da burla...
Notizia del:

"Le cose nel mondo del lavoro si sono rimesse in moto. Ed è solo l'inizio."

USB primo sindacato alla GD di Bologna

di Giorgio Cremaschi  La fabbrica metalmeccanica GD di Bologna, quasi 1500 dipendenti, è stata...
Notizia del:

L'Armata Branca(ccio)leone

  di Giorgio Cremaschi   Se i suoi promotori Anna Falcone e Tomaso Montanari, invece che inseguire i giri di valzer della sinistra di palazzo, avessero provato a mettersi in...
Notizia del:

Ai cretini che: "scioperano di venerdì per fare il ponte"

di Giorgio Cremaschi I primi segnali sullo sciopero generale proclamato da USB COBAS UNICOBAS sono molto buoni. Trasporti bloccati in tutto il paese e tante adesioni nel lavoro pubblico come in...
Notizia del:

100 anni e non li dimostra

di Giorgio Cremaschi  La Rivoluzione d'Ottobre è la più importante rivoluzione dell'epoca moderna. Finora almeno, aggiungo con un moto di ottimismo.   Il 25...
Notizia del:

Braccianti di Rignano: il coraggio dei braccianti, la vergogna dell'Italia

  di Giorgio Cremaschi    Coraggio, diritti, dignità, scandisce a pugno chiuso Aboubakar Soumahoro, per tutti Abou, mentre inizia il suo intervento in una sala di Foggia,...
Notizia del:

Ora è ufficiale: i salari stanno calando. Solo con la lotta di classe potranno riprendersi

Cremaschi: "La ripresa riguarda solo i guadagni dei padroni, se vogliamo che tocchi anche i salari il lavoro deve riappropriarsi della lotta di classe. Che da trent'anni è monopolio dei ricchi. Questa la verità da portare in sciopero il 10 e in manifestazione a Roma l'11 novembre."

di Giorgio Cremaschi L'Osservatorio Jobpricing, un centro studi non certamente sovversivo che comunica...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa