/ Elezioni in Venezuela: dichiarazione ufficiale degli osservatori ...

Elezioni in Venezuela: dichiarazione ufficiale degli osservatori spagnoli

Elezioni in Venezuela: dichiarazione ufficiale degli osservatori spagnoli
 

Sul quotidiano iberico Publico la dichiarazione che smonta tutte le fake news sulle regionali del 15 ottobre

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


da Publico
 

In riferimento alla posizione assunta da Stati Uniti ed Unione Europea, che hanno deciso di disconoscere in anticipo i risultati delle elezioni regionali celebrate la scorsa domenica in Venezuela, e le preoccupanti informazioni sulla proposta del Governo di Spagna all’Unione Europea affinché vengano imposte nuove sanzioni, noi osservatori spagnoli che abbiamo preso parte a una delle due missioni internazionali di verifica del processo elettorale vogliamo evidenziare i seguenti fatti comprovati da noi stessi in situ: 

 

1) Il processo elettorale di queste regionali ha soddisfatto tutti i requisiti e le garanzie di trasparenza richieste: libertà di campagna e propaganda elettorale per tutti i partiti e candidati - inclusi gli oppositori che hanno partecipato a tutto il processo - ; diritto di voto universale, libero, segreto e diretto; il controllo di tutte queste garanzie attraverso 15 audit di tutte le fasi del processo e dello scrutinio, il tutto avallato dai rappresentanti dell’opposizione che hanno firmato tutti gli atti.

 

2) L’opposizione ha potuto contare su mezzi e libertà più che sufficienti per sviluppare la propria campagna elettorale, incluso il controllo dei grandi media della carta stampata e televisivi. Nonostante questo afferma che il Venezuela è «una dittatura», con un importante quotidiano venezuelano che nella giornata di riflessione del sabato titolava in prima pagina: «Votare contro la dittatura». 

 

3) I partiti dell’opposizione hanno avuto rappresentati di lista in tutti i seggi elettorali e hanno potuto verificare la trasparenza di ogni fase del voto, in un sistema che prevede di fasi di esecuzione che rendono praticamente impossibile ogni tipo di manipolazione: controllo dell’identità verificato biometricamente mediante verifica informatica del documento e dell’impronta digitale; scelta elettronica del candidato attraverso un touch screen; stampa del voto effettuato che sarà depositato in un’urna; seconda verifica dell'elettore mediante firma e stampa delle impronte digitali sulla lista del censimento; e verifica popolare finale (effettuata la notte elettorale stessa nel 54% dei seggi elettorali, ma presto estesa al 100%) che prevede il controllo della coincidenza di tutti i dati.

 

4) L’esame a sorpresa di 120 seggi elettorali distribuiti in differenti zone del paese, incluso il cruciale Stato di Miranda nei pressi della capitale, ha permesso agli osservatori di essere testimoni della piena libertà dei votanti, senza pressioni, così come l’efficace assistenza prestata dai funzionari del Consiglio Nazionale Elettorale (CNE) ai votanti, affinché questi potessero comprendere appieno il funzionamento delle macchine utilizzate e le distinte fasi del voto.  

 

5) Il processo è totalmente informatizzato e la sicurezza delle trasmissioni criptate verso la sede CNE è totale, oltre a essere confermata in tutti i casi dalle successive verifiche manuali - davanti ai rappresentati di tutte le forze politiche - della coincidenza tra i dati forniti dal sistema informatico, i controlli biometrici e le schede stampate depositate nell’urna elettorale.

 

6) Naturalmente ci sono stati piccoli incidenti, come l'apertura tardiva di alcuni seggi a causa del ritardo nel giungere sul posto dei membri, le rotture iniziali di alcune macchine - che gli operatori hanno risolto in poco tempo - e altri che sono abituali in qualsiasi consultazione elettorale. Considerati insieme, non sono stati più importanti di quelli che di solito si verificano durante una giornata elettorale nei paesi democratici più avanzati del mondo e non hanno in alcun modo influenzato i risultati finali di queste elezioni.

 

7) Pertanto, noi osservatori riteniamo che il sistema elettorale venezuelano è uno dei migliori - se non il migliore - al mondo, incomparabilmente più sicuro e invulnerabile a tutte le interferenze che attualmente si verificano in Spagna e in altri paesi europei. Pertanto, non comprendiamo come le autorità dei paesi dell'UE, oltre agli Stati Uniti, sostengano in anticipo, senza prove o verifiche, le accuse di brogli dell'opposizione venezuelana.

 

8) Di conseguenza, gli osservatori spagnoli del processo elettorale vogliono esprimere la loro totale fiducia nella validità dei risultati offerti dalla CNE. Ed esprimono anche preoccupazione per l'irresponsabilità dei tentativi di delegettimarlo, un atteggiamento che può incitare la violenza che i partiti avversari stanno invocando con la richiesta di manifestazioni di piazza invece di presentare i reclami come previsto dalla legislazione elettorale.

 

Gli osservatori spagnoli che firmano questa dichiarazione e hanno fatto parte del gruppo di ‘osservatori elettorali’ della comunità internazionale sono: Javier Couso, deputato di Izquierda Unida; Sara Vilà, senatrice di En Comú Podem; Eva Solla, vicepresidente del Parlamento della Galizia e Carlos Enrique Bayo, giornalista di Público.

 

(Traduzione dallo spagnolo per l’AntiDiplomatico di Fabrizio Verde)

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

La mano visibile del mercato, guerra economica in Venezuela: Geraldina Colotti intervista l'economista venezuelana Curcio

  Durante il nostro viaggio in Venezuela come osservatori internazionali in occasione delle elezioni comunali, abbiamo intervistato l’economista venezuelana Pasqualina Curcio, autrice del libro...
Notizia del:

Video shock sulla povertà in Venezuela.... Ah no scusate è la Colombia

La denuncia del giornalista venezuelano Oswaldo Rivero

  Gli stessi media internazionali che utilizzano fiumi d’inchiostro e servizi lunghissimi per provare...
Notizia del:

Il trionfo di Maduro alle ultime elezioni per La Stampa diventa: "In Venezuela non c'è più forza per protestare"

Il vortice di menzogne e mistificazioni è divenuto talmente intricato da rendere praticamente impossibile a un semplice lettore di scorgere la realtà dietro la propaganda anti-venezuelana imperante sui principali media

  di Fabrizio Verde Utilizzare fake news a sostegno di precedenti fake news propalate per giustificare...
Notizia del:     Fonte: Aporrea

La Cina sottolinea l'importanza della stabilità del Venezuela

  La Cina ha sottolineato oggi che le elezioni municipali in Venezuela che hanno dato la vittoria al governo si sono tenute "senza contrattempi” ed ha assicurato che la stabilità...
Notizia del:     Fonte: http://www.2001.com.ve/

Venezuela, Maduro denuncia: gli Stati Uniti hanno scelto il candidato dell'opposizione alle prossime presidenziali

La «destra nordamericana» gestisce a proprio piacimento l’opposizione venezuelana, in maniera «volgare».

  Dopo aver esercitato il suo diritto di voto, in una giornata che ha regalato un altro trionfo al chavismo...
Notizia del:

Venezuela: perché il chavismo è tornato alla vittoria?

di Marco Teruggi - teleSUR   Il chavismo ha conquistato la sua terza vittoria elettorale in meno di quattro mesi. Nuovamente, in maniera schiacciante. Le prime furono le elezioni per l'Assemblea...
Notizia del:

Venezuela, una "dittatura" che celebra tre elezioni in un anno

da Mision Verdad   Il 30 luglio di quest'anno si sono svolte le elezioni per l'Assemblea nazionale costituente (ANC) con una partecipazione di 8 milioni e 89 mila elettori, che rappresentano...
Notizia del:

Venezuela nuovamente alle urne. Osservatori da tutto il mondo certificano l'inattaccabilità del sistema di votazione

di Geraldina Colotti Caracas Il Venezuela nuovamente alle urne, domenica 10 dicembre, per le elezioni comunali a cui si presentano 1550 candidati e candidate. Quasi 20 milioni di cittadini...
Notizia del:

Elezioni in Russia, Zjuganov: «Lotta tra la nostra squadra e Putin»

Ancora una volta il grande favorito per la vittoria è il presidente uscente

  Le prossime elezioni presidenziali in Russia ripropongono una sfida già vista nel 2000 e nel 2012,...
Notizia del:

Honduras: un imbroglio mascherato?

"Siamo al 6 dicembre e non abbiamo ancora nulla di definitivo, non sappiamo cosa accadrà", ha denunciato il giornalista Javier Rodríguez Carrasco

da RT   In questa nuova edizione del programma "El Zoom", il giornalista Javier Rodríguez...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Reuters

Gli USA creeranno una coalizione internazionale per contrastare l'Iran

La decisione è stata annunciata dall'ambasciatrice statunitense all'ONU, Nikki Haley.

Gli Stati Uniti creeranno una coalizione internazionale per contrastare l'Iran ha informato l'ambasciatrice...
Notizia del:     Fonte: USA Today - AP(foto)

Gli Stati Uniti hanno acquistato armi per i "ribelli siriani" e 'alcune' sono finite nelle mani dell'ISIS

Sofisticate armi militari statunitensi fornite 'segretamente' ai "ribelli siriani" sono rapidamente cadute nelle mani dell'ISIS, secondo uno studio pubblicato oggi.

Lo studio, come riferisce il quotidiano statunitense, 'USA Today', sostiene che il possesso da parte...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

Le forze aeree russe in Siria bombardano le postazioni jihadiste per l'offensiva delle truppe siriane a Idlib

Le rimanenti forze aeree russe continuano a bombardare le postazioni dei gruppi terroristici, in particolare quelli affiliati ad al Qaeda particolarmente radicati tra la provincia di Hama e Idlib.

All'inizio di questa settimana, il presidente russo Vladimir Putin ha fatto una visita a sorpresa all'aeroporto...
Notizia del:

Argentina, Cristina contro la brutale repressione della polizia. "Così non si governa"

"Per dodici anni e mezzo ci sono state manifestazioni a favore e contro, come in qualsiasi democrazia, ma non abbiamo mai visto episodi come quelli di adesso"

Telesur L'ex-presidente e attuale senatrice dello stato argentino, Cristina Fernández de Kirchner...
Notizia del:

Quanti disoccupati ci sono in Italia?

Allo stato attuale è classificato come “occupato” chiunque, di età superiore ai 14 anni, abbia lavorato almeno un’ora nella settimana di riferimento, a fronte di una retribuzione

di Gennaro Zezza - economia e politica   Il tasso di disoccupazione è una delle...
Notizia del:     Fonte: The Telegraph

Interferenza "low cost": Facebook quantifica in meno di 1 euro la spesa pubblicitaria russa durante la Brexit

Il social network ha informato il comitato elettorale britannico che l'Agenzia di ricerca su Internet ha speso una "piccola somma di denaro" su tre annunci sull'immigrazione.

Meno di un euro: nello specifico, 83 centesimi, l'equivalente a 97 centesimi o 73 pence britannici. Questo...
Notizia del:

"Giustificare le azioni che violano la sovranità della Siria è inaccettabile"

La portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, durante la sua conferenza stampa settimanale definisce 'goffi' e 'inaccettabili', le giustificazioni statunitensi riguardo la permanenza in Siria.

La portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakhárova, ha parlato anche della situazione in Siria...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa