/ Ex Lady Pesc Ashton lo scrive: l'Iran ha ragione. Non ci si può f...

Ex Lady Pesc Ashton lo scrive: l'Iran ha ragione. Non ci si può fidare degli Stati Uniti

Ex Lady Pesc Ashton lo scrive: l'Iran ha ragione. Non ci si può fidare degli Stati Uniti
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

 

L’ex capo della diplomazia europea, Lady Pesc, Catherine Ashton in un articolo pubblicato da Perspect ha denunciato le minacce del presidente nordamericano Donald Trump contro il patto nucleare firmato tra l’Iran e il Gruppo 5 +1.

A proposito di quell’accordo, che lei come capo delegazione dell’Unione Europea negoziò per molti anni, la Ashton scrive: “Molto prima che Donald Trump arrivasse al potere negli Stati Uniti, i politici iraniani si preoccupavano che Washington non sostenesse in modo duraturo il suo impegno stipulato nell'accordo nucleare", raggiunto nel 2015 dall'Iran e dal Sestetto.



Poi la Ashton commentando le frequenti minacce del presidente degli Stati Uniti all'accordo nucleare, noto come il piano globale di azione comune (JCPOA), scrive che gli iraniani avevano ragione nel non fidarsi della Governo di Washington.

E poi ha ribadito: "Poiché l'accordo è multilaterale" ed è stato "approvato dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (UNSC), nessuna amministrazione statunitense può minacciare unilateralmente".

 
Qui per leggere tutto l’articolo della Ashton

 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Il clan europeista e i finti rivoluzionari della Lega

“Il nostro appoggio è chiarissimo. Con un futuro governo forte e grazie all’influenza di Berlusconi, l’Italia è destinata ad avere maggior presenza nelle decisioni...
Notizia del:

Nuclear Posture Review 2018, L’Italia nel piano nucleare del Pentagono

  di Manlio Dinucci* - Il Manifesto   Il Nuclear Posture Review 2018, il rapporto del Pentagono sulla strategia nucleare degli Stati uniti, è attualmente in fase di revisione...
Notizia del:     Fonte: https://www.ft.com

Afrin, i curdi chiedono aiuto agli USA di fronte all'attacco della Turchia

Le cosiddette 'forze democratiche siriane' (FDS) hanno chiesto agli Stati Uniti e alla coalizione contro l'ISIS, di "assumersi le proprie responsabilità" e difenderle contro la Turchia, che sta conducendo un'intensa campagna militare contro la città di Afrin, nord della Siria.

"La coalizione internazionale, il nostro partner nella lotta contro il terrorismo, deve assumersi le sue...
Notizia del:     Fonte: Reuters

Raqqa, visita a 'sorpresa' dell'incaricato per gli 'aiuti umanitari' degli Stati Uniti

Mark Green, un alto funzionario degli Stati Uniti, ha fatto una visita a 'sorpresa' a Raqqa,nord della Siria, polverizzata dagli attacchi della Coalizione anti-ISIS, per scopi 'umanitari'.

Secondo quanto ha riferito l'agenzia britannica 'Reuters' Mark Green, che è responsabile degli...
Notizia del:

VIDEO: La Corea del Nord presenta con un museo le atrocità degli Stati Uniti dal 1950 al 1953

Un centro espositivo espone a Pyongyang dipinti con le torture di donne e assassini di bambini praticati dagli Stati Uniti durante la guerra di Corea

Mentre la guerra fredda tra Washigton e Pyongyang si sviluppa con toni sempre più accesi, il paese asiatico...
Notizia del:

Prof. Erspamer: "Il 4 marzo voterò il Movimento Cinque Stelle. E' l'unico modo per porre fine al regime piddino-berlusconiano"

di Francesco Erspamer* Sono convinto che in Italia l’unico modo per fermare la decadenza economica, morale e sociale sia porre fine al regime piddino-berlusconiano e all’intera casta...
Notizia del:

LA RUSSIA INVITA UFFICIALMENTE L’EGITTO AI COLLOQUI DI PACE SULLA SIRIA

Il governo egiziano ha ricevuto un invito ufficiale da parte del governo russo per partecipare ai colloqui di pace che si terranno nella località di Sochi a fine gennaio 2018.  Lo ha comunicato...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa