/ Glenn Greenwald demolisce il Washington Post: «Ha prodotto due de...

Glenn Greenwald demolisce il Washington Post: «Ha prodotto due delle sconfitte piu' umilianti per il giornalismo americano degli ultimi anni»

Glenn Greenwald demolisce il Washington Post: «Ha prodotto due delle sconfitte piu' umilianti per il giornalismo americano degli ultimi anni»
 

Si tratta delle stesse storie che diffondono senza alcuna verifica i nostri media che in questi giorni sono impegnati nel denunciare la nuova narrazione riguardante la post-verità e le fake news

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 

Continuano senza soluzione di continuità le accuse verso la Russia e Vladimir Putin, da parte del circuito mainstream, di aver influito sul risultato delle elezioni presidenziali e di aver sabotato il sistema elettrico del Vermont. 

 

Secondo il giornalista d’inchiesta Glenn Greenwald il ‘Washington Post’ «ha prodotto due delle sconfitte più umilianti per il giornalismo americano degli ultimi anni. Due umiliazioni che hanno avuto luogo solo nelle ultime sei settimane, sostenendo due fatti completamente fittizi circa la minaccia rappresentata dalla Russia e dal presidente Vladimir Putin». 

 

Greenwald passa poi alla descrizione delle due sconfitte per il giornalismo americano mainstream, che insieme a quello europeo sta perdendo ogni residuo di credibilità presso l’opinione pubblica, come mostrato plasticamente da eventi come la Brexit e la vittoria di Donald Trump alle scorse elezioni presidenziali statunitensi. 

 

«La prima è stata il 24 novembre, quando hanno sostenuto, sulla base di quanto dichiarato da un gruppo anonimo di recente formazione, il tentativo riuscito da parte del Cremlino di inserire la propria propaganda nel dibattito americano. (…) Questo gruppo anonimo ha affermato che una serie di mezzi di comunicazione statunitensi come Drudge Report di essere strumento della propaganda del Cremlino».

 

Il reporter di ‘The Intercept’ ha poi spiegato come «questo articolo sia stato visualizzato oltre 200 milioni di volte», una storia enorme creata dal ‘Washington Post’ per gettare discredito sulla propaganda alternativa. 

 

Ma la storia più paradossale è quella riguardante il presunto sabotaggio russo alla rete elettrica del Vermont. «Ancora più imbarazzante - spiega Greenwald - è stato quando il Washington Post ha scritto che la Russia aveva sabotato la rete elettrica del Vermont. I funzionari del Vermont come il governatore e senatore Pat Leahy hanno rilasciato dichiarazioni affermando che Vladimir Putin stava cercando di mettere in pericolo la sicurezza dei cittadini del Vermont. L’intera storia si è rivelata essere una totale invenzione. Non c’è stata alcuna intrusione nella rete elettrica americana. Il malware è stato trovato su un laptop che non aveva nulla a che fare con la Russia. I media americani, nella loro isteria, hanno fatto propria questa storia diffondendola». 

 

Si tratta delle stesse storie che diffondono senza alcuna verifica i nostri media che in questi giorni sono impegnati nel denunciare la nuova narrazione riguardante la post-verità e le fake news. Una narrazione sempre al servizio del potere. Proprio i media mainstream risultano essere i principali produttori di fake news, con i media alternativi pronti a smontarle. Forse è proprio questo il vero motivo della campagna montata?

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: democracynow.org
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Siria denuncia le operazioni 'illegali' degli Stati Uniti a Raqqa

Il governo siriano ribadisce l'illegittimità delle operazioni degli Stati Uniti nella città di Raqqa contro il gruppo terroristico ISIS (Daesh, in arabo).

"Senza il coordinamento con il governo siriano, qualsiasi attacco nordamericano contro Daesh o dell'esercito...
Notizia del:

Primo incontro Putin-Le Pen: ecco l’asse che può demolire l’Unione Europea

di Eugenio Cipolla Il giorno dopo le ennesime tensioni diplomatiche con Kiev, causate dall’omicidio dell’ex deputato russo del Partito Comunista Voronenko, oggi a Mosca i riflettori erano...
Notizia del:     Fonte: Jpost

Netanyahu a Putin: Israele continuerà i suoi attacchi aerei in Siria

"Se è fattibile dal punto di vista militare e dell'intelligence, allora attacchiamo, e così continueremo", ha dichiarato il primo ministro israeliano.

Il primo ministro israeliano Benjamín Netanyahu, ha dichiarato ai giornalisti in Cina che ha informato...
Notizia del:

Video. Snowden: "A nessuno frega del microfono nel microonde, quando può utilizzare quello nella tua tasca!"

L'ex analista della CIA ha discusso diverse questioni riguardanti la sicurezza informatica durante il CeBIT Technology Conference che si tiene ad Hannover, in Germania.

"Viviamo nell'epoca d'oro della sorveglianza", ha dichiarato Edward Snowden in una videointervista...
Notizia del:     Fonte: Sputnik

Siglato accordo di cooperazione tra Sputnik e Prensa Latina

Cooperazione bilaterale e scambi di esperienze tra le due agenzie di informazioni

  L’agenzia di informazioni ed emittente radio russa Spuntnik ha firmato un accordo di cooperazione...
Notizia del:     Fonte: Sana.sy

Assad sul piano degli Stati Uniti per Raqqa: Liberarla dall'ISIS, per darla a chi?

Il presidente siriano Bashar al Assad ha messo in discussione i piani della coalizione guidata dagli Stati Uniti per liberare Raqqa.

Il presidente siriano Bashar al-Assad ha rilasciato un'intervista ai media russi in cui ha discusso, tra gli...
Notizia del:     Fonte: Jpost.com

Israele avverte che attaccherà la difesa aerea siriana nonostante la presenza russa

Il regime israeliano ha minacciato di distruggere i sistemi di difesa aerea della Siria, nel caso di abbattimento di uno dei suoi aerei da guerra.

"La prossima volta che i siriani utilizzeranno i loro sistemi di difesa aerea contro i nostri aerei, li...
Notizia del:     Fonte: Haaretz

Dopo il raid in Siria, la Russia convoca l'ambasciatore israeliano

L'ambasciatore di Israele in Russia è stato convocato dal Ministero degli Esteri russo, oggi, per fornire chiarimenti in merito all'attacco dell'aviazione di Israele in Siria avvenuto la notte scorsa

Come ha riportato il quotidiano israeliano 'Haaretz, il Ministero degli Esteri russo ha convocato l'ambasciatore...
Notizia del:     Fonte: Jpost

L'intelligence israeliana teme la liberazione del Golan siriano occupato da parte di Iran e Hezbollah

L'intelligence israeliana esprime il suo timore per un'imminente liberazione delle alture del Golan siriano occupato da parte di Al-Nuyaba e per la crescente influenza iraniana nella zona.

"La cosiddetta 'Brigata di liberazione del Golan' acuisce la minaccia rappresentata dalla presenza...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Russia, Lavrov invita il mondo intero a sostenere la lotta contro il terrorismo in Siria

In una conferenza stampa tenuta insieme al suo omologo tedesco Gabriel, Lavrov ha invitato «tutto il mondo a contribuire alla lotta contro i terroristi di Daesh e del Fronte al Nousra in Siria»

  Il ministro degli Esteri della Russia, Sergej Lavrov, ha dichiarato che la lotta contro i terroristi di...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Hispantv

VIDEO. Yemen, bambini senza futuro a causa dell'aggressione dell'Arabia Saudita

L'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) avverte che il costo umano del conflitto, che si è intensificata due anni fa con l'intervento saudita, è più importante dei danni materiali.

Roa, ha 12 anni, sogna di diventare un insegnante, ma ora non può nemmeno andare a scuola. Con la sua famiglia...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

I curdi delle FDS accolgono positivamente l'Esercito siriano nell'offensiva di Raqqa

Un portavoce dalle "Forze siriane Democratiche" (FDS) ha dichiarato che la sua organizzazione si compiace della partecipazione della partecipazione nelle prossimi operazioni per la liberazione di Raqqa.

In alcune dichiarazioni pubblicate dal quotidiano siriano Al-Watan, e riportate dal sito di informazione 'Al-Masdar-News',...
Notizia del:

Giù le mani dalla INNSE

RICEVIAMO E IMMEDIATAMENTE PUBBLICHIAMO Sappiamo dell'urto che stanno reggendo gli operai della INNSE. Infatti il padrone, attraverso sanzioni e provvedimenti disciplinari, sta accanendosi...
Notizia del:

Giorgio Napolitano e #EuropeTogheter

** E' proprio in questo momento che capisci che domani alle 14 è importante essere presenti a Porta San Paolo per manifestare contro l'Unione Europea, causa principale della morte...
Notizia del:

Primo incontro Putin-Le Pen: ecco l’asse che può demolire l’Unione Europea

di Eugenio Cipolla Il giorno dopo le ennesime tensioni diplomatiche con Kiev, causate dall’omicidio dell’ex deputato russo del Partito Comunista Voronenko, oggi a Mosca i riflettori erano...
Notizia del:

"Il mistero del Premier Palace": chi era Denis Voronenkov?

di Danilo Della Valle   Il mistero del Premier Palace. Non si tratta di un titolo di un libro giallo ma di un caso spy-thriller che da ieri sta impegnando, e ahinoi appassionando, diverse persone...
Notizia del:

Si scava sotto i piedi dell'“ultimo dittatore d'Europa

Una volta provocato lo smottamento, si correrà in suo “soccorso” alla maniera di majdan.

di Fabrizio Poggi   E' di 12 morti il bilancio della notte di sangue in Cecenia, per il tentativo...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa