/ Gli Stati Uniti ordinano alle milizie curde di fermare l'avanzata...

Gli Stati Uniti ordinano alle milizie curde di fermare l'avanzata dell'esercito siriano

Gli Stati Uniti ordinano alle milizie curde di fermare l'avanzata dell'esercito siriano
 

Le milizie curdo siriane, sostenute dagli Stati Uniti, hanno in programma di inviare le loro forze ad Al-Tanf, vicino al confine con l'Iraq, per fermare l'avanzata dell'esercito siriano.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Come riportato dai media locali, le Unità di Protezione popolare, YPG prevedono di schierare le loro forze sul confine siro-iracheno, nord-est del valico di frontiera di Al-Tanf, dove la sedicente coalizione internazionale anti-ISIS (Daesh, in arabo), guidata dagli Stati Uniti, addestra e consiglia i 'ribelli moderati'.
 
Secondo questo rapporto, il dispiegamento delle milizie curde ad Al-Tanf arriva su richiesta della stessa Coalizione e cerca di espellere le forze siriane e i suoi alleati nella zona.
 
Una fonte vicina alle YPG, in forma anonima, ha aggiunto che le forze democratiche siriane, SDF, guidati dalle stesse YPG presto faranno tappa nella zona per svolgere questa missione.
 
"Le SDF non permetterà al 'regime' (siriano) e alle sue milizie di prendere il controllo del confine con l'Iraq e la Giordania", ha dichiarato la fonte.
 
Egli ha inoltre aggiunto che le SDF si sposteranno in qualsiasi scelta dalla zona sella Siria secondo gli ordini della coalizione, che sia a Daraa o in provincia di Idlib.
 
Le Forze speciali sono di stanza dallo scorso anno ad Al-Tanf, un confine strategico che attraversa il territorio siriano e iracheno, nel sud-est della provincia centrale di Homs, dove le truppe governative combattono anche per sconfiggere l&# 39;ISIS.
 
Tuttavia, le autorità siriane denunciano l'illegale presenza militare degli Stati Uniti nel loro territorio, dal momento che non credono che la Coalizione voglia combattere l'ISIS, ma piuttosto preparare il terreno per imporre una no-fly zone e quindi mettere il governo di Damasco nel mirino.
 
Gli sforzi dell'esercito siriano, sostenuto dalle forze del Movimento di Resistenza Islamico in Libano (Hezbollah) per avanzare attraverso il sud-est della Siria hanno coinciso con l'arrivo delle unità mobilitazione irachene popolare (Al-Hashad Al-Shabi) ai confini della Siria. La ripresa del controllo delle zone di confine, secondo vari analisti, è un cattivo scenario per Washington.
 
Nelle ultime settimane, la Coalizione ha bombardato tre volte le truppe filogovernative alla periferia di Al-Tanf, in difesa dei gruppi armati che Washington considera "moderati".
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Basnews
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: rupty

Raqqa, la denuncia dei civili: La Coalizione "ha bombardato deliberatamente" quando c'erano bambini nelle strade

I sopravvissuti agli attacchi della coalizione guidati dagli Stati Uniti segnalano che gli aerei hanno usato fosforo bianco quando hanno bombardato un'area residenziale in Siria.

Molti civili nella provincia Raqqa raccontano di essere stati bersaglio di bombardamenti effettuati in questa...
Notizia del:     Fonte: Tass - Haaretz

Netanyahu ribadisce a Putin di temere più l'Iran che l'ISIS in Siria

Il primo ministro del regime israeliano in un incontro con il Presidente russo Putin ha ribadito che la presenza dell'Iran in Siria rappresenta una minaccia per Israele e per il mondo intero.

Israele utilizzerà i mezzi necessari per proteggere se stesso e impedire all'Iran di rafforzare la...
Notizia del:

John Pilger ha ragione. Se il Venezuela cade, l'umanità cade

"Gli USA hanno già invaso il Venezuela con gruppi sovversivi come la NED, che supportano una cosiddetta 'opposizione', che cerca rovesciare con la forza un governo eletto"

di Luis Hernández Navarro - Cubainformazione (Traduzione di Francesco Monterisi*)   John...
Notizia del:     Fonte: teleSUR/Avn

I punti chiave della conferenza stampa internazionale di Nicolás Maduro

Il presidente della Repubblica, Nicolás Maduro, ha dichiarato che in nessuna circostanza tradirà la Rivoluzione Bolivariana e non darà mai il potere a chi ha storicamente aggredito il popolo venezuelano

di Fabrizio Verde   Il presidente venezuelano Nicolás Maduro ha dichiarato in una conferenza...
Notizia del:

Cuba: il paese con la più rapida crescita di internet... o il contrario?

I grandi media internazionali continuano a sottolineare che il governo di Cuba ostacola lo sviluppo di Internet per "timore della libertà di informazione". Un argomento che ogni giorno è più debole

di José Manzaneda - coordinatore di Cubainformación (Traduzione di Francesco Monterisi*)   I...
Notizia del:

Cuba, l'isola ferita solidale con il popolo spagnolo colpito dal terrorismo

I cubani solidarizzano con il popolo spagnolo, e gli altri che negli ultimi tempi hanno sofferto le conseguenze delle azioni terroristiche, perché sanno cosa vuol dire perdere i propri cari

di Arthur González (Traduzione di Francesco Monterisi*)   Rabbia ed impotenza si uniscono...
Notizia del:

Già pronto il piano USA per l'invasione del Venezuela?

Per realizzare l’«opzione militare» minacciata da Trump potrebbe essere adottata, pur in un diverso contesto, la stessa strategia messa in atto in Libia e in Siria

  di Manlio Dinucci* il manifesto, 22 agosto 2017 I riflettori politico-mediatici, focalizzati...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Siria denuncia i massacri dei civili e danni per 2,5 miliardi di dollari nel settore petrolifero a causa degli attacchi aerei USA

Dopo le continue denuncie all'ONU sulle morti dei civili, il governo siriano lamenta anche danni per miliardi di dollari nel settore petrolifero a causa degli attacchi della Coalizione guidata dagli USA che illegalmente opera nel paese arabo.

In una lettera inviata al Segretario generale delle Nazioni Unite e al presidente del Consiglio di sicurezza...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

L'Iran tornerà ad arricchire l'uranio al 20% se gli Stati Uniti non rispetteranno l'accordo sul nucleare

L'Iran è in grado di avviare entro cinque giorni il processo di arricchimento dell'uranio del 20% presso la centrale nucleare Fordow se gli USA non rispetteranno l'accordo sul nuclerare.

Il capo dell'Organizzazione dell'energia atomica iraniana (AEOI), Ali Akbar Salehi, ha dichiarato che...
Notizia del:

Una minaccia attraversa il mondo

Una minaccia attraversa il mondo, le élite mondiali hanno deciso di dare battaglia non solo per le risorse naturali dei paesi, ma anche per l’imposizione totalitaria della propria visione culturale

di Elias Jaua Milano - Ciudad CCS   C’è uno schema ricorrente nelle cosiddette ‘resistenze’...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: AFP

Yemen, attacco della coalizione saudita su un hotel provoca 35 morti

Un altro terribile massacro dell'Arabia saudita compiuto nello Yemen con l'appoggio di USA e Gran Bretagna ha provocato la morte di più di 30 persone nei pressi di Sanaa.

Un nuovo bombardamento della coalizione guidata dall'Arabia Saudita ha colpito un albergo vicino alla capitale...
Notizia del:     Fonte: rupty

Raqqa, la denuncia dei civili: La Coalizione "ha bombardato deliberatamente" quando c'erano bambini nelle strade

I sopravvissuti agli attacchi della coalizione guidati dagli Stati Uniti segnalano che gli aerei hanno usato fosforo bianco quando hanno bombardato un'area residenziale in Siria.

Molti civili nella provincia Raqqa raccontano di essere stati bersaglio di bombardamenti effettuati in questa...
Notizia del:     Fonte: Tass - Haaretz

Netanyahu ribadisce a Putin di temere più l'Iran che l'ISIS in Siria

Il primo ministro del regime israeliano in un incontro con il Presidente russo Putin ha ribadito che la presenza dell'Iran in Siria rappresenta una minaccia per Israele e per il mondo intero.

Israele utilizzerà i mezzi necessari per proteggere se stesso e impedire all'Iran di rafforzare la...
Notizia del:

John Pilger ha ragione. Se il Venezuela cade, l'umanità cade

"Gli USA hanno già invaso il Venezuela con gruppi sovversivi come la NED, che supportano una cosiddetta 'opposizione', che cerca rovesciare con la forza un governo eletto"

di Luis Hernández Navarro - Cubainformazione (Traduzione di Francesco Monterisi*)   John...
Notizia del:

Cuba: il paese con la più rapida crescita di internet... o il contrario?

I grandi media internazionali continuano a sottolineare che il governo di Cuba ostacola lo sviluppo di Internet per "timore della libertà di informazione". Un argomento che ogni giorno è più debole

di José Manzaneda - coordinatore di Cubainformación (Traduzione di Francesco Monterisi*)   I...
Notizia del:

Cuba, l'isola ferita solidale con il popolo spagnolo colpito dal terrorismo

I cubani solidarizzano con il popolo spagnolo, e gli altri che negli ultimi tempi hanno sofferto le conseguenze delle azioni terroristiche, perché sanno cosa vuol dire perdere i propri cari

di Arthur González (Traduzione di Francesco Monterisi*)   Rabbia ed impotenza si uniscono...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Siria denuncia i massacri dei civili e danni per 2,5 miliardi di dollari nel settore petrolifero a causa degli attacchi aerei USA

Dopo le continue denuncie all'ONU sulle morti dei civili, il governo siriano lamenta anche danni per miliardi di dollari nel settore petrolifero a causa degli attacchi della Coalizione guidata dagli USA che illegalmente opera nel paese arabo.

In una lettera inviata al Segretario generale delle Nazioni Unite e al presidente del Consiglio di sicurezza...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa