/ Kerry accusa Londra di aver impedito a Obama l'attacco alla Siria...

Kerry accusa Londra di aver impedito a Obama l'attacco alla Siria nel 2013

Kerry accusa Londra di aver impedito a Obama l'attacco alla Siria nel 2013
 

John Kerry ha dichiarato che Londra è la colpevole del fallimento del presidente uscente degli USA di non aver portato a termine la sua minaccia di lanciare un attacco contro il governo siriano nel 2013.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Nel corso di una conferenza stampa, ieri, a Washington, il Segretario di Stato USA, John Kerry, ha detto che Barack Obama non ha mai fatto marcia indietro sulla sua promessa di bombardare il governo siriano nel caso di uso di armi chimiche contro i civili, secondo quanto ha riportato il quotidiano britannico The Guardian.
 
Nel 2012, Obama disse che il possibile uso di armi chimiche da parte di Damasco contro i civili era il superamento della 'linea rossa' e che avrebbe provocato una risposta militare da parte degli Stati Uniti.
 
Le osservazioni di Obama sono state pronunciate dopo che i gruppi armati sostenuti da alcuni paesi stranieri, hanno accusato il presidente siriano Bashar al-Assad, di essere dietro l'attacco chimico del 21 agosto, 2013, nella zona rurale di Damasco.
 
Nel frattempo, le autorità siriane avevano categoricamente respinto l'accusa dicendo che l'attacco alla periferia di Damasco, era stato opera lavoro dei gruppi armati stessi.
 
"Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, decise di usare la forza e pubblicamente annunciò la sua decisione, che avremmo agito, avremmo fatto tutto il necessario per rispondere a questa flagrante violazione del diritto internazionale e che la linea rossa era stata superata" , ha affermato Kerry ai giornalisti.
 
Tuttavia, nel momento in cui Washington avrebbe dovuto realizzare la sua promessa, l'ex primo ministro britannico David Cameron consultò il Parlamento per svolgere una votazione su un intervento militare in Siria con gli Stati Uniti, ma la mozione fu respinta.
 
Con 285 voti contrari e 272 voti a favore, i parlamentari britannici espressero il loro atteggiamento contrario agli attacchi degli Stati Uniti in programma in Siria.
 
Allo stesso tempo molti senatori nordamericani in virtù di quanto accaduto nel Parlamento del Regno Unito, chiesero che l'intervento militare del suo paese in Siria passasse attraverso il processo costituzionale e che fosse messo ai voti dal Congresso. Questa richiesta ha impedito ad Obama di adempiere la sua promessa in tempo,  ha aggiunto Kerry.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: The Guardian
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: AP

"L'opposizione siriana" invita Trump a deporre Assad

L'"opposizione siriana" ha invitato, ieri, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, a correggere gli errori di Barack Obama in Siria, appoggiato i sedicenti "ribelli" per deporre Assad.

L'Alto Comitato di negoziazione, HNC, guidato da Nasr al-Hariri, ha riferito che spera di convincere l'Amministrazione...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

ISIS in difficoltà, l'Esercito siriano si avvicina sempre di più a Palmira

Come riporta Al Masdar-News, dopo aver raggiunto le pendici, venerdì scorso, l'Esercito siriano è riuscito a conquistare il punto più alto della strategica Collina Hayyal, ieri...
Notizia del:     Fonte: http://mppre.gob.ve/

Venezuela, Tareck El Aissami afferma che l'attacco imperialista sara' fermato dalla verita' dei fatti

da mppre.gob.ve   «Il presidente Nicolás Maduro ha dato la definizione perfetta, come analisi politica di questo attacco. Si tratta di un’inerzia imperiale di due amministrazioni...
Notizia del:     Fonte: AP

Lettera di Ahmadinejad a Trump: "L'ingerenza continua degli USA ha portato, guerra, divisione e morte"

Nella sua lettera, l'ex presidente iraniano si è riferito alle guerre degli Stati Uniti in Medio Oriente ed ha criticato il veto di Trump sull'immigrazione, che interessa sette paesi a maggioranza musulmana, compreso l'Iran.

I media iraniani, oggi, hanno pubblicato una lettera dell'ex presidente iraniano, Mahmoud Ahmadinejad, all'attuale...
Notizia del:     Fonte: http://italia.embajada.gob.ve/

Venezuela, lettera del vicepresidente Tareck El Aissami al Dipartimento del Tesoro degli USA

da italia.embajada.gob.ve   LETTERA PUBBLICA AL DIPARTIMENTO DEL TESORO DEGLI STATI UNITI D'AMERICA   Sig. Steven T. Mnuchin Washington, D.C.   Come cittadino venezuelano,...
Notizia del:     Fonte: CNN

McCain si reca in Siria in segreto e incontra le forze USA

Secondo la CNN, il senatore statunitense John McCain è stato in Siria la scorsa settimana, dove ha visitato le truppe degli Stati Uniti e ha sostenuto la necessita di un'azione militare più aggressiva nel paese arabo.

Questo viaggio segreto è stato confermato, ieri, da Julie Tarallo, portavoce del senatore repubblicano,...
Notizia del:     Fonte: http://www.mpprijp.gob.ve/

La mole di accordi antidroga firmati dal Venezuela smentisce le fake news statunitensi

Il paese sudamericano è attivo e impegnato nella lotta globale per fermare questo flagello e anche se dal 2006 il governo degli Stati Uniti ha accusato il Venezuela di non cooperare nella guerra contro la droga nei suoi rapporti unilaterali, l’evidenza dimostra il contrario

da Ministerio del Poder Popular para Relaciones Interiores, Justicia y Paz    Il Governo del Venezuela...
Notizia del:     Fonte: Al MAsdar- Walla

I Jet da combattimento israeliani hanno attaccato le postazioni dell'esercito siriano e di Hezbollah in Siria

L'aviazione israeliana ha bombardato, ieri notte, le posizioni dell'esercito siriano e di Hezbollah vicino al confine con il Libano.

Un aereo da guerra israeliano ha lanciato missili contro obiettivi dell'esercito siriano e combattenti del...
Notizia del:     Fonte: sueddeutsche.de

L'Arabia Saudita intende inviare forze di terra e speciali in Siria

Il ministro degli esteri saudita, Adel al-Jubeir, ha dichiarato che Riyadh potrebbe inviare truppe di terra in Siria per combattere il gruppo terroristico ISIS (Daesh, in arabo).

In un'intervista esclusiva con il quotidiano tedesco Sueddeutsche Zeitung, pubblicata ieri, Al-Jubeir ha...
Notizia del:     Fonte: kp.ru

Cosa potrebbe accadere se Trump attaccasse l'Iran?

Esperti e analisti hanno analizzato le possibili conseguenze di un attacco degli USA all'Iran.

Dopo l'insediamento alla Casa Bianca, Donald Trump, ha descritto l'Iran come lo "stato numero del...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

La retorica americana contro la Russia ha seguito negli anni la stessa strategia

Agli aspiranti giornalisti, agli storici, o ai cittadini politicamente impegnati, Gleen Greenwald di The Intercept suggerisce la lettura delle newsletter di IF Stone, un intrepido e indipendente giornalista...
Notizia del:

La tradizione nazista dell'Ucraina golpista

di Fabrizio Poggi Corsa ai fasti del Terzo Reich nel paese più europeista, più democratico, più liberale del vecchio continente, nella terra chiamata a costituire il “vallo...
Notizia del:

Il Nafta ha danneggiato il Messico molto più di quello che potrebbe fare qualsiasi muro

di Mark Weisbrot* Il Presidente Trump difficilmente realizzerà il suo sogno di obbligare il Messico a pagare il muro da lui proposto lungo il confine sud degli Stati Uniti. Se fosse costruito,...
Notizia del:

ROMA: DALL'ASSEDIO DI GAZA ALL'ASSEDIO MEDIATICO

"L'assedio israeliano è anche questo. Forse iniziare a parlarne è il modo per cominciare a romperlo."

Inizia oggi l'Israeli Apartheid Week, una serie di eventi che, ogni anno, si svolgono in oltre 200 città...
Notizia del:     Fonte: AP

"L'opposizione siriana" invita Trump a deporre Assad

L'"opposizione siriana" ha invitato, ieri, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, a correggere gli errori di Barack Obama in Siria, appoggiato i sedicenti "ribelli" per deporre Assad.

L'Alto Comitato di negoziazione, HNC, guidato da Nasr al-Hariri, ha riferito che spera di convincere l'Amministrazione...
Notizia del:     Fonte: AP

Lettera di Ahmadinejad a Trump: "L'ingerenza continua degli USA ha portato, guerra, divisione e morte"

Nella sua lettera, l'ex presidente iraniano si è riferito alle guerre degli Stati Uniti in Medio Oriente ed ha criticato il veto di Trump sull'immigrazione, che interessa sette paesi a maggioranza musulmana, compreso l'Iran.

I media iraniani, oggi, hanno pubblicato una lettera dell'ex presidente iraniano, Mahmoud Ahmadinejad, all'attuale...
Notizia del:

Studentessa a Romano Prodi: "Lei ha svenduto il nostro futuro e in cambio di cosa?"

Pubblichiamo il video e l'intervento della studentessa di Rethinking economics Bologna indirizzato a Romano Prodi.  di Cristina Re "Salve professore, Sono Cristina di...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa