/ L'Iran chiede alla Turchia la "fine immediata" degli attacchi in ...

L'Iran chiede alla Turchia la "fine immediata" degli attacchi in Siria

L'Iran chiede alla Turchia la fine immediata degli attacchi in Siria
 

Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano Bahram Qasemi ha chiesto la "fine immediata" delle operazioni militari della Turchia contro le milizie curde nella città di Afrin, nel nord della Siria, avvertendo che queste offensive possono alimentare solo "le fiamme della guerra e dell'annientamento".

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

"La Repubblica islamica ha sottolineato, in modo serio, la necessità di salvaguardare l'integrità territoriale della Siria e rispettare la sua sovranità nazionale per prevenire il peggioramento della crisi umanitaria nel territorio siriano e difendere la popolazione innocente del paese", ha sottolineato oggi il portavoce del ministero degli Esteri iraniano Bahram Qasemi, chiedendo alla Turchia la fine delle sue operazioni militari nel nord della Siria, nel Cantone di Afrin.
 
In questo modo, ha invitato tutti i paesi, in particolare la Turchia, ad essere uno dei quattro garanti del processo di pace in Siria, ad adempiere ai propri impegni nei negoziati per risolvere la crisi siriana attraverso la politica, in particolare il dialogo Astana.
 
Qasemi ha assicurato che la "crisi devastante" che attraversa la Siria è radicata in azioni provocatorie e interventi illegali da parte di potenze al di fuori della regione, compresi gli Stati Uniti e alcuni governi bellicosi della zona, come nel caso del regime sionista di Israele.

 
"La crisi siriana non finirà mentre le forze degli Stati Uniti e dei loro alleati, tra cui i gruppi takfiri continuano a mantenere la loro presenza illegale e illegittima in Siria; cosa che non è stata richiesta da Damasco o per favorire gli interessi del popolo siriano", ha criticato.
 
Infine, ha fatto un appello ai "paesi responsabili" della comunità internazionale, in particolare i paesi confinanti della Siria, al fine di evitare di effettuare qualsiasi azione che incoraggi la presenza illegale di forze straniere e provocare il rafforzamento di gruppi terroristici nell'area e che rispettino il processo pacifico e diplomatico per porre fine ai problemi.
 
Nonostante gli avvertimenti da parte del governo di Damasco sulla violazione del suo territorio, la Turchia ha annunciato ieri una nuova offensiva ad ??Afrin contro le Unità di Protezione Popolare curde, YPG, sostenuta dagli Stati Uniti . La Russia, da parte sua, ha criticato la decisione di Ankara.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Hispantv
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: RT

La Russia esorta alla cessazione delle "ambizioni occupanti" degli Stati Uniti in Siria

Mosca esorta gli Stati Uniti a smettere di fare minacce irresponsabili contro la Siria, attraverso l'inviato speciale della Russia all'ONU, Vasili Nebenzia, durante la riunione del Consiglio di sicurezza dell'ONU.

"L'obiettivo di lottare contro terroristi non deve essere una cortina fumogena per realizzare questi...
Notizia del:     Fonte: Ruptly

VIDEO. Portavoce YPG: Le forze siriane sono venute per difendere Afrin, ma nessun accordo con Damasco

Il portavoce delle YPG curde di Afrin ha dichiarato ai giornalisti che un numero crescente di forze del governo siriano si è unito alla loro lotta contro la Turchia ad Afrin "per difendere il suolo della patria", ma ha negato il raggiungimento di un accordo con Damasco.

Il portavoce delle YPG ha dichiarato che "[le Forze popolari siriane] sono venute qui per difendere il suolo...
Notizia del:     Fonte: TASS - Interfax

Mosca: "La crisi del Ghouta orientale è colpa di chi sostiene i terroristi"

I terroristi non permettono ai civili di lasciare le aree sotto il loro controllo, impedendo l'operazione del corridoio umanitario, secondo il Centro russo per la riconciliazione delle parti in conflitto in Siria.

"La responsabilità della situazione nel Ghouta Orientale(sobborgo di Damasco) è di coloro...
Notizia del:     Fonte: RT

"L'obiettivo della risoluzione proposta all'ONU è rovesciare il governo siriano"

Le delegazioni di Svezia e Kuwait hanno presentato all'ONU una bozza di risoluzione sull'introduzione di un cessate il fuoco per 30 giorni in Siria, per la Russia è solo una proposta per rovesciare il governo siriano.

L'obiettivo della risoluzione proposta all'ONU sembra essere il rovesciamento del governo siriano, ha...
Notizia del:     Fonte: Der Tagesspiegel

Intelligence tedesca: è ora di iniziare un dialogo con Assad sulla lotta al terrorismo

Il capo dei servizi segreti tedeschi, Bruno Kahl, ha sottolineato la necessità di avviare un dialogo con le autorità siriane e il presidente Bashar al-Assad in materia di lotta contro il terrorismo.

Come ha riportato il quotidiano tedesco 'Der Tagesspiegel, finora la proposta di Bruno Kahl capo del BND il...
Notizia del:     Fonte: Sputnik - Ruptly

VIDEO. I curdi ribadiscono che l'offensiva turca non ha impedito all'esercito siriano di arrivare ad Afrin

I bombardamenti effettuati dall'aviazione militare turca contro il Cantone siriano di Afrin non è riuscito a impedire l'ingresso dell'esercito siriano o costringerlo a ritirarsi, hanno riferito le Unità di Protezione Popolare curde.

In dichiarazioni rese oggi all'agenzia di stampa russa Sputnik, il portavoce del YPG, Reizan Hedu, ha negato...
Notizia del:     Fonte: CNN

Siria, le armi consegnate dagli Stati Uniti all'opposizione sono finite in vendita su Internet

I terroristi schierati nel nord della Siria vendono fucili d'assalto M-16 prodotti negli Stati Uniti su Internet che erano stati forniti alla cosiddetta opposizione moderata in Siria, secondo la CNN.

La CNN ieri ha raccontato che i suoi giornalisti hanno contattato un residente di Idlib via Telegram fingendosi...
Notizia del:     Fonte: BBC - The Guardian

Londra riprende il progetto di "finanziamento ad Al-Qaeda" in Siria

Il Regno Unito ha ripreso un controverso programma di miliardi di sterline per addestrare 'polizia' nelle aree occupate dai gruppi armati in Siria, un progetto sospeso più di due mesi fa a causa di accuse di aver finanziato gruppi 'estremisti' affiliati ad Al- Qaeda.

Il progetto è cessato nel novembre dello scorso anno dopo che un'indagine ha rivelato che le forze...
Notizia del:     Fonte: The Jerusalem Post

Israele prevede la guerra nel Golan nel 2018 per i progressi dell'esercito siriano

In mezzo a tensioni crescenti in Medio Oriente, un alto generale delle forze armate di Israele, ha messo in guardia contro la "crescente possibilità di una guerra" sulle alture del Golan seguito i progressi dell'esercito siriano contro i gruppi estremisti e "ribelli".

In dichiarazioni rilasciate durante un'intervista alla radio dell'esercito, il comandante delle operazioni...
Notizia del:     Fonte: RT arabic - AP news - Ria Novosti

VIDEO. Le forze siriane entrano ad Afrin e la Turchia bombarda

Le unità dell'esercito siriano sono entrate oggi nel distretto di Afrin, dove le forze armate turche e le sue milizie alleate stanno portando avanti un'aggressione contro le YPG curde.

Le forze filo-governative siriane hanno iniziato ad entrare ad Afrín nonostante le minacce provenienti...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: RT

La Russia esorta alla cessazione delle "ambizioni occupanti" degli Stati Uniti in Siria

Mosca esorta gli Stati Uniti a smettere di fare minacce irresponsabili contro la Siria, attraverso l'inviato speciale della Russia all'ONU, Vasili Nebenzia, durante la riunione del Consiglio di sicurezza dell'ONU.

"L'obiettivo di lottare contro terroristi non deve essere una cortina fumogena per realizzare questi...
Notizia del:     Fonte: Al Mayadeen

Nasrallah: Gli Stati Uniti continuano a complottare contro l'Asse della Resistenza

Nasrallah ha insistito sulla necessità di sostenere la Resistenza per contrastare i complotti degli interni ed esterni.

Il Segretario generale di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah, ha avvertito che gli Stati Uniti, dopo aver fallito...
Notizia del:     Fonte: http://eng.mil.ru

"I terroristi bloccano l'invio di aiuti ai civili nel Ghouta Orientale"

Le azioni dei gruppi armati in Siria ostacolano il processo di pace e provocano misure reciproche da parte delle forze governative, si legge nella dichiarazione del ministero della Difesa russo.

I leader dei gruppi terroristici Jaysh Al-Islam e Jabhat Al-Nusra aggravano deliberatamente la situazione a Ghouta...
Notizia del:

Quello che i grandi media non ti raccontano su Ghouta Orientale

I media accusano nuovamente Assad di crimini contro l'umanità e diffondono la posizione dei paesi occidentali, rifiutandosi di prendere in considerazione gli argomenti del governo siriano stesso e di riconoscere la complessità della situazione

Sputnik   Il sobborgo orientale di Ghouta, a est della capitale siriana, ha occupato le prime pagine,...
Notizia del:     Fonte: SANA

Siria: la Francia, sponsor del terrorismo, non farà parte del processo di pace

La Francia "non è abilitata" a svolgere un ruolo nel processo di pace in Siria, per il suo supporto al terrorismo ha le mani macchiate del sangue dei siriani, ha avvertito il Ministero degli Affari Esteri siriano in un comunicato.

Nella lettera, inviata in due copie alle Nazioni Unite (ONU) e il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia: "Psicosi di massa" sul Ghouta dei media occidentali non aiuta la situazione

Il Segretario generale delle Nazioni Unite ha chiesto un immediato cessate il fuoco nel Ghouta Orientale, sobborgo di Damasco per fornire aiuti umanitari alla popolazione ed evacuare i feriti.

Il Consiglio di sicurezza dell'ONU si è riunito con urgenza ieri su iniziativa della Russia per affrontare...
Notizia del:     Fonte: Ruptly

VIDEO. Portavoce YPG: Le forze siriane sono venute per difendere Afrin, ma nessun accordo con Damasco

Il portavoce delle YPG curde di Afrin ha dichiarato ai giornalisti che un numero crescente di forze del governo siriano si è unito alla loro lotta contro la Turchia ad Afrin "per difendere il suolo della patria", ma ha negato il raggiungimento di un accordo con Damasco.

Il portavoce delle YPG ha dichiarato che "[le Forze popolari siriane] sono venute qui per difendere il suolo...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa