/ Il Cremlino su "hacker russi" e "fake news": "Istruzioni precise ...

Il Cremlino su "hacker russi" e "fake news": "Istruzioni precise distribuite nei vari paesi".

Il Cremlino su hacker russi e fake news: Istruzioni precise distribuite nei vari paesi.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

"Hacker russi", il nuovo mantra dei "fake" media in fallimento. In un'importante conferenza stampa, il portavoce del Ministero degli esteri russo Maria Zakharova torna sull'ultima boutade (più che bufala) dei giornali italiani: l'attacco hacker russo alla Farnesina.

Queste le parole della Zakharova:  "Torno ad occuparmi della questione perché abbiamo raccolto ulteriori informazioni. Posso dire che la Russia non ha ricevuto nessuna richiesta formale dall'amministrazione italiana a chiarire la situazione.". E, quindi, la facile conclusione: "Apparentemente, le autorità italiane hanno preso questa informazione dai media.".



Chiaro? La strategia è sempre la stessa: i "fake" media lanciano una bufala-boutade per alimentare l'allerta sociale contro la Russia e giustificare, tra l'altro, un riarmo della Nato che prevedrà milioni di euro in più per ogni paese nella "Difesa" e le truppe al confine con Mosca. E i governi che prendono informazioni da quegli stessi media.  

Non è la prima volta che queste informazioni totalmente ingiustificate vengono rivolte alla Russia, sottolinea Zakharova. "E' tutto creato in modo artificioso per spaventare le persone. L'ironia è che la prassi disonesta di molti colleghi occidentali diviene poi conoscenza comune tra le persone anche se poco dopo i fatti vengono smentiti".

La conclusione di Zakharova, che commenta nel video anche l'altra boutade-bufala dell'attacco hacker russo contro Macron, è la parte più interessante. "Sembra che alcune istruzioni siano mandate ad alcuni paesi per usare questa metodologia precisa. Vediamo gli stessi errori ripetuti. Non solo si ripetono le accuse degli hacker russi e delle "fake news", ma si copiano esattamente gli stessi errori in differenti paesi. E' facile iniziare a pensare che ci siano istruzioni distribuite nei vari paesi.".

 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

AAA ONG dei diritti umani cercasi... L’Ucraina nega l’ingresso alla cantante (disabile) che doveva rappresentare la Russia all’Eurovision

di Eugenio Cipolla Nell’assurdo gioco delle ripicche tra Russia e Ucraina, connesse all’attuale situazione della guerra in Donbass e della decisione della Crimea di ritornare russa, oggi...
Notizia del:

E' questa la miglior risposta possibile al bieco razzismo di Dijsselbloem

Cioè, nei Paesi Bassi il consumo pro capite di birra annuo è il triplo dell'Italia, la prostituzione è legale e noi siamo gli acolizzati mignottari? Eugenio Cipolla **   ...
Notizia del:

Ucraina, l'esperimento NATO passa alla "Dottrina della Sicurezza Nazionale dell'Informazione"

di Partito Comunista di Ucraina da solidnet.org Traduzione di Marx21.it  Il presidente dell'Ucraina ha varato la Dottrina della Sicurezza Nazionale dell'Informazione con...
Notizia del:     Fonte: IRNA

Hezbollah iracheni: Attaccheremo i soldati statunitensi se non lasceranno l'Iraq

Gli Hezbollah iracheni avvertono che dopo l'espulsione dell'ISIS dall'Iraq attaccheranno le forze nordamericane se non lasciano il loro paese.

Ja'far al-Husseini, portavoce del Movimento di Resistenza Islamico in Iraq (Kataib Hezbollah) ha dichiarato...
Notizia del:     Fonte: Jpost

Netanyahu a Putin: Israele continuerà i suoi attacchi aerei in Siria

"Se è fattibile dal punto di vista militare e dell'intelligence, allora attacchiamo, e così continueremo", ha dichiarato il primo ministro israeliano.

Il primo ministro israeliano Benjamín Netanyahu, ha dichiarato ai giornalisti in Cina che ha informato...
Notizia del:     Fonte: Haaretz - Akevot.org

Il governo israeliano finanziò la creazione della sezione locale di Amnesty International

Il governo israeliano finanziò la creazione della sezione locale di Amnesty International negli anni sessanta e settanta per renderlo un docile strumento della sua immagine internazionale, secondo i documenti ufficiali rivelate dal quotidiano Haaretz.

I documenti, secondo il quotidiano israeliano 'Haaretz, sono stati ottenuti dall'Istituto di Ricerca...
Notizia del:

11 settembre: le famiglie di 800 vittime hanno fatto causa all'Arabia Saudita

 Pix 11, un media di New York, ha riferito che le famiglie di 800 vittime hanno intentato una causa contro l'Arabia Saudita per il suo ruolo negli attentati dell'11 settembre 2001. Rappresentate...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa