/ Il ministro degli Esteri tedesco: il tentativo di Obama di umilia...

Il ministro degli Esteri tedesco: il tentativo di Obama di umiliare la Russia è stato un errore

Il ministro degli Esteri tedesco: il tentativo di Obama di umiliare la Russia è stato un errore
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
di Eugenio Cipolla


Berlino scarica gli Stati Uniti e Obama. Oggi il ministro degli Esteri tedesco, Sigmar Gabriel, ha ammesso che le politiche e gli atteggiamenti del passato da parte degli Stati Uniti nei confronti della Russia sono stati un errore. In un’intervista concessa al quotidiano Welt am Sonntag, il capo della diplomazia tedesca si è augurato un cambio di rotta della nuova amministrazione Usa nei rapporti con la Russia, sperando che Washington si  muova al più presto per resettare i rapporti con Mosca, creando nuovi legami.




“Sarebbe bello se la nuova amministrazione americana andasse alla ricerca di un nuovo inizio nei rapporti con la Russia, creando nuovi contatti e impostando nuovi negoziati”, ha detto Gabriel. “Senza la Russia – ha continuato – non possiamo far fronte al conflitto in Siria, in Libia, in Ucraina e nelle altre parti del mondo colpite da guerre”.


Per Gabriel il fatto che “Barack Obama abbia cercato di umiliare la Russia è stato un grosso errore e mi auguro che adesso Washington lo corregga”. In questo momento secondo il politico tedesco “sembra che Mosca e Washington si stiano allontanando a vicenda”.


L’appello del diplomatico tedesco arriva a pochi giorni dall’invito al Congresso Usa del segretario di Stato, Rex Tillerson, a non bloccare la possibilità di un dialogo costruttivo con la Russia. “Vorrei chiedere al congresso – aveva affermato Tillerson – di garantire al presidente norme flessibili al fine di regolare le sanzioni, in modo da soddisfare le esigenze delle situazione diplomatiche, in continua evoluzione”.


Nel corso del suo intervento, Tillerson ha riconosciuto che attualmente le relazioni tra Usa e Russia “sono deteriorate”, ma che è arrivato il momento di scegliere se migliorarle o degradarle ulteriormente. “Le due più grandi potenze nucleari del mondo non possono avere un rapporto di questo tipo, è nostro dovere spostare in un’altra posizione”. 
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

USA, ricerca rivela che sotto la presidenza Trump sono cresciuti i gruppi neonazisti

Nel 2017 c’erano 954 gruppi d'odio nel paese, un aumento del 4 percento rispetto all'anno precedente quando il numero è aumentato del 2,8 percento, ha dichiarato l'osservatorio dei diritti civili nel suo censimento annuale di tali gruppi

da teleSUR   Il numero di gruppi di odio degli Stati Uniti è aumentato per il terzo anno consecutivo,...
Notizia del:

Ghouta, le solite fake news di regime come su Aleppo (oggi finalmente libera dai terroristi)

di Mauro Gemma La Siria sovrana è nuovamente sotto attacco mediatico, in attesa di una nuova aggressione dei banditi con la bandiera a tre stelle, sostenuti dalle potenze imperialiste e dai...
Notizia del:

Prof. Erspamer: "M5S e Potere al Popolo devono tenere duro e arriveranno al potere"

di Francesco Erspamer* Se non ci fosse il M5S e se non fosse tatticamente essenziale sostenerlo per provare a far fuori in una volta sola Renzi e Berlusconi, voterei Potere al popolo. Di conseguenza...
Notizia del:

Stati canaglia contro il Venezuela: ecco chi è l'Asse del male oggi

  di Geraldina Colotti - editoriale di Radio Revolucion   Un gruppo di stati canaglia cerca di stroncare il processo di integrazione latinoamericano guidato da Cuba e Venezuela. E...
Notizia del:     Fonte: Sputnik - Ruptly

VIDEO. I curdi ribadiscono che l'offensiva turca non ha impedito all'esercito siriano di arrivare ad Afrin

I bombardamenti effettuati dall'aviazione militare turca contro il Cantone siriano di Afrin non è riuscito a impedire l'ingresso dell'esercito siriano o costringerlo a ritirarsi, hanno riferito le Unità di Protezione Popolare curde.

In dichiarazioni rese oggi all'agenzia di stampa russa Sputnik, il portavoce del YPG, Reizan Hedu, ha negato...
Notizia del:     Fonte: CNN

Siria, le armi consegnate dagli Stati Uniti all'opposizione sono finite in vendita su Internet

I terroristi schierati nel nord della Siria vendono fucili d'assalto M-16 prodotti negli Stati Uniti su Internet che erano stati forniti alla cosiddetta opposizione moderata in Siria, secondo la CNN.

La CNN ieri ha raccontato che i suoi giornalisti hanno contattato un residente di Idlib via Telegram fingendosi...
Notizia del:

Ucraina, Petro Porosenko “legalizza” l'aggressione al Donbass

di Fabrizio Poggi Nel tardo pomeriggio di ieri, forze ucraine hanno attaccato l'area di Kalinovo, nella Repubblica popolare di Lugansk, con l'impiego di mortai pesanti da 120 mm e artiglieria...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa