/ Intanto nella Grecia occupata...

Intanto nella Grecia occupata...

Intanto nella Grecia occupata...
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Scene di ordinaria follia nella Grecia sotto occupazione della Troika e dell'euro.

La polizia antisommossa greca ha sparato oggi gas lacrimogeni contro gli agricoltori che protestavano contro la nuova imposizione fiscale i maggiori costi di produzione, imopsti dal governo di Tsipras per adempiere alle nuove imposizione della Troika.



Nel tentativo di evitare che una folla di oltre 1.000 persone potesse immettersi verso il ministero dell'Agricoltura, la situazione oggi ad Atene è degenerata.



I manifestanti hanno risposto alle cariche della polizia con bastoni, pietre e tanta rabbia. Sono seguiti due arresti come riporta il blog KTG

Questo è il quadro di Vathis Square oggi.










"Lo Stato sta prendendo il 75 per cento del mio reddito ... tutti abbiamo bisogno di farmaci," ha dichiarato Manolis Bobodakis a Reuters.



Una delegazione di 40 membri diretti verso il ministero dell'Agricoltura di Atene centrale, è stato raggiunto da dove altri contadini che cercano di incontrare il ministro per lo Sviluppo rurale e dell'alimentazione Vangelis Apostolou.



Secondo la stampa greca, i manifestanti si sono infuriati dopo che la polizia ha bloccato l'ingresso del palazzo con gli autobus della polizia, raccontando che i contadini che i funzionari non erano disponibili.



Un numero di agricoltori ha addebitato il costo della costruzione e fracassato le finestre di due autobus della polizia parcheggiate. La polizia ha risposto con gas lacrimogeni, disperdendo la folla nelle strade laterali. Lo ha riportato sempre Reuters.



Gli agricoltori sono stati anche colpiti duramente dall'aumento dei contributi pensionistici e dei costi di produzione, innescati dalla rimozione di agevolazioni fiscali su elementi chiave come carburante e fertilizzanti.

"Ci stanno uccidendo", ha dichiarato Panagiotis Koutsomikos, un apicoltore sempre a Reuters.



Atene ha dovuto alzare le tasse per soddisfare i nuovi diktat della Troika. Scene di ordinaria follia in un paese sotto occupazione finanziaria da ormai troppi anni.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Venezuela, due candidati dell'opposizione riconoscono risultati delle elezioni

Henri Falcon e Laidy Gomez, il primo sconfitto mentre l'altra eletta, ammettono la vittoria del chavismo e riconoscono la regolarità del processo elettorale

  Mentre in Italia i media mainstream tentano di accreditare una poco credibile narrazione su brogli che...
Notizia del:

Venezela: Maduro respinge accuse di brogli. Gratitudine al Papa che ha incoraggiato il dialogo

Maduro ha tenuto a rivendicare che le elezioni regionali si sono svolte “in modo impeccabile” con “una partecipazione record del 61,4 per cento” e il 54 per cento dei consensi per i candidati bolivariani

da Faro di Roma   In collegamento tv con diverse ambasciate (a Roma la rappresentanza presso la Fao)...
Notizia del:

Repubblica e le Fake news. Nuovo incredibile capitolo sul Venezuela

Repubblica e le Fake news. Nuovo capitolo. Dopo avervi mentito per mesi e essere stati umiliati per l'ennesima volta dalla storia, il giornale megafono del neo-liberalismo e dell'imperialismo...
Notizia del:

Raqqa, facciamo chiarezza su chi combatte il terrorismo in Siria

Alla luce della nuova distorcente campagna giornalistica di regime su quanto sta accadendo a Raqqa, è sempre più opportuno precisare che il ruolo fondamentale nella vittoria contro l'ISIS...
Notizia del:     Fonte: AVN

Elezioni regionali, la gioia di Maduro: «Ha trionfato la pace, la Patria Grande, il Venezuela bolivariano e chavista»

Maduro ha inoltre richiesto un controllo del 100% delle schede elettorali, affinché non vi sia alcun dubbio sul processo, visto che la destra come da copione ha già gridato ai brogli

  Il presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Nicolás Maduro, ha celebrato presso il...
Notizia del:

L'uruguayano Luis Almagro da "primo ministro delle colonie" a candidato presidente in Venezuela?

Intanto circola già in rete un documento firmato da un sedicente Movimiento Occidental Independiente, che propone la Republica Independiente de Merida, Tachira Y Zulia: gli Stati della “mezzaluna” fertile, dove ha vinto l'opposizione. 

di Geraldina Colotti L'uruguayano Luis Almagro, Segretario generale dell'Osa, si candida alla presidenza......
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia avverte sul "piano B" degli Stati Uniti per rovesciare Assad

Il ministro degli esteri russo ritiene che la coalizione guidata dagli Stati Uniti protegga i terroristi in Siria per tornare al suo 'piano B': rovesciare il presidente siriano.

Gli indizi indicano come la coalizione che dice di combattere il gruppo terroristico ISIS(Daesh, in arabo), protegga...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa