/ Kerry accusa Londra di aver impedito a Obama l'attacco alla Siria...

Kerry accusa Londra di aver impedito a Obama l'attacco alla Siria nel 2013

Kerry accusa Londra di aver impedito a Obama l'attacco alla Siria nel 2013
 

John Kerry ha dichiarato che Londra è la colpevole del fallimento del presidente uscente degli USA di non aver portato a termine la sua minaccia di lanciare un attacco contro il governo siriano nel 2013.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Nel corso di una conferenza stampa, ieri, a Washington, il Segretario di Stato USA, John Kerry, ha detto che Barack Obama non ha mai fatto marcia indietro sulla sua promessa di bombardare il governo siriano nel caso di uso di armi chimiche contro i civili, secondo quanto ha riportato il quotidiano britannico The Guardian.
 
Nel 2012, Obama disse che il possibile uso di armi chimiche da parte di Damasco contro i civili era il superamento della 'linea rossa' e che avrebbe provocato una risposta militare da parte degli Stati Uniti.
 
Le osservazioni di Obama sono state pronunciate dopo che i gruppi armati sostenuti da alcuni paesi stranieri, hanno accusato il presidente siriano Bashar al-Assad, di essere dietro l'attacco chimico del 21 agosto, 2013, nella zona rurale di Damasco.
 
Nel frattempo, le autorità siriane avevano categoricamente respinto l'accusa dicendo che l'attacco alla periferia di Damasco, era stato opera lavoro dei gruppi armati stessi.
 
"Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, decise di usare la forza e pubblicamente annunciò la sua decisione, che avremmo agito, avremmo fatto tutto il necessario per rispondere a questa flagrante violazione del diritto internazionale e che la linea rossa era stata superata" , ha affermato Kerry ai giornalisti.
 
Tuttavia, nel momento in cui Washington avrebbe dovuto realizzare la sua promessa, l'ex primo ministro britannico David Cameron consultò il Parlamento per svolgere una votazione su un intervento militare in Siria con gli Stati Uniti, ma la mozione fu respinta.
 
Con 285 voti contrari e 272 voti a favore, i parlamentari britannici espressero il loro atteggiamento contrario agli attacchi degli Stati Uniti in programma in Siria.
 
Allo stesso tempo molti senatori nordamericani in virtù di quanto accaduto nel Parlamento del Regno Unito, chiesero che l'intervento militare del suo paese in Siria passasse attraverso il processo costituzionale e che fosse messo ai voti dal Congresso. Questa richiesta ha impedito ad Obama di adempiere la sua promessa in tempo,  ha aggiunto Kerry.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: The Guardian
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

Raqqa nella mani di USA e Arabia Saudita: "Il 'regime' siriano non metterà più piede qui"

Come era prevedibile, una volta liberata dall'ISIS, il destino di Raqqa sembra quello di cadere nelle mani degli USA che chiudono ogni accesso alla città al governo siriano.

In un incontro a Raqqa con il Consiglio civile nella città di Ain Issa, Brett McGurk, l'inviato degli...
Notizia del:     Fonte: AFP

L'Occidente pronto ad accusare Damasco per l'uso di armi chimiche senza valutare tutte le prove e Mosca minaccia il veto all'ONU

La Russia minaccia di negare il proprio consenso al rinnovo del mandato, previsto a novembre, per gli esperti di armi chimiche dell'ONU e dell'OPCW che indagano sugli attacchi in Siria.

Secondo l'AFP, questo rinnovamento è soggetto a una resa dei conti nel Consiglio di Sicurezza tra...
Notizia del:     Fonte: Newsweek

Newsweek: Gli Stati Uniti hanno perso la guerra in Siria

Nonostante i cambiamenti costanti, date le circostanze, tutti i piani statunitensi sono falliti in Siria. La Russia e l'Iran sono i vincitori di questa guerra.

"Molto è cambiato da quando, nel 2012, l'allora presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha...
Notizia del:

«Distruggere e disarticolare»: Il vero obiettivo di Donald Trump in Messico

L'obiettivo è finire di distruggere e smantellare l'economia messicana per convertirla in un semplice appendice marginale e mal remunerata di Wall Street

di John M. Ackerman - RT   Enrique Peña Nieto e Luis Videgaray sono pronti a firmare qualsiasi...
Notizia del:

Cosa aspetta l'Unione Europea a riconoscere le elezioni regionali in Venezuela?

L’eurodeputato Javier Couso Permuy, che fa parte della Delegazione Ue all’Assemblea parlamentare euro-latinoamericana, ha denunciato nei giorni scorsi l’esistenza di un documento preventivo dell’Unione europea per non riconoscere a priori il risultato delle elezioni venezuelane

da ilsimplicissimus   La notizia come avviene sempre più spesso è che manca la notizia:...
Notizia del:

La stampa italiana parla di brogli in Venezuela, la prof. Riccio denuncia: «Giornalismo senza etica»

La docente di Lingua e Letterature ispano-americane presso la Facoltà di Lingue e Letterature straniere dell’Istituto Universitario Orientale di Napoli ai microfoni de l'AntiDiplomatico evidenzia inoltre come Maduro sia un «uomo politico di grande taglia»

di Fabrizio Verde   All’indomani della netta vittoria ottenuta dal Partito Socialista Unito del...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

Le forze irachene liberano i confini con la Siria e l'Iran dalla presenza dei curdi

Le forze irachene continuano ad avanzare rapidamente contro le milizie curde e assumono il controllo di diverse zone di confine del paese.

Come riportato dal sito 'Al masdar News',la Polizia Federale irachena, sostenuta da forze pro-governative...
Notizia del:     Fonte: http://nsarchive.gwu.edu

Svelati documenti che confermano la complicità degli USA nel massacro di 500.000 comunisti indonesiani

I documenti non classificati rivelano il sostegno statunitense all'esercito indonesiano per eliminare il Partito Comunista Indonesiano (PKI) tra il 1965 e il 1966.

La National Security Archive dell'Università George Washington, ha reso pubblico ieri un totale di...
Notizia del:     Fonte: Embajada de la República Bolivariana de Venezuela en Italia

Il Venezuela respinge categoricamente i tentativi del Governo degli USA di non riconoscere la volontà del popolo venezuelano

La Repubblica Bolivariana del Venezuela, riaffermando il suo stato indipendente e sovrano, condanna con forza le minacce del Governo del Presidente Donald Trump

La Repubblica Bolivariana del Venezuela respinge categoricamente i tentativi del Governo degli Stati Uniti...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia avverte sul "piano B" degli Stati Uniti per rovesciare Assad

Il ministro degli esteri russo ritiene che la coalizione guidata dagli Stati Uniti protegga i terroristi in Siria per tornare al suo 'piano B': rovesciare il presidente siriano.

Gli indizi indicano come la coalizione che dice di combattere il gruppo terroristico ISIS(Daesh, in arabo), protegga...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Maduro denuncia azioni di Facebook e Instagram contro il governo venezuelano

Nicolás Maduro inoltre ha affermato che l'ultimo processo elettorale per il rinnovo dei governatori è stato libero e finanche a vantaggio dei partiti dell'opposizione

  Il presidente venezuelano Nicolás Maduro ha affermato che l'ultimo processo elettorale per il...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

L'Esercito siriano verso importante successo contro al Qaeda nel Golan e, di nuovo, l'aviazione israeliana lo attacca

La forza aerea israeliana ha bombardato l'esercito siriano all'interno delle alture del Golan, questa sera, con la solita giustificazione di essere stata attaccata.

Secondo la 90esima Brigata dell'esercito siriano, citata dal portale di notizie 'Al Masdar News',...
Notizia del:

Raqqa nella mani di USA e Arabia Saudita: "Il 'regime' siriano non metterà più piede qui"

Come era prevedibile, una volta liberata dall'ISIS, il destino di Raqqa sembra quello di cadere nelle mani degli USA che chiudono ogni accesso alla città al governo siriano.

In un incontro a Raqqa con il Consiglio civile nella città di Ain Issa, Brett McGurk, l'inviato degli...
Notizia del:

Alberto Negri - I sonnambuli europei, George Orwell e la Catalogna

Foto: Orwell nella milizia del P.O.U.M., sul fronte di Aragona. Orwell è l'uomo alto al centro. In basso accanto a lui, sua moglie Eileen O'Shaughnessy, che lo seguì in Spagna. Così...
Notizia del:

Turismo e alloggio a Cuba: le bufale di Deutsche Welle smentite una a una

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformación (traduzione di Francesco Monterisi) Le cifre relative alla crescita del turismo a Cuba sono eloquenti: per la fine del 2017 si prevede...
Notizia del:     Fonte: AFP

L'Occidente pronto ad accusare Damasco per l'uso di armi chimiche senza valutare tutte le prove e Mosca minaccia il veto all'ONU

La Russia minaccia di negare il proprio consenso al rinnovo del mandato, previsto a novembre, per gli esperti di armi chimiche dell'ONU e dell'OPCW che indagano sugli attacchi in Siria.

Secondo l'AFP, questo rinnovamento è soggetto a una resa dei conti nel Consiglio di Sicurezza tra...
Notizia del:     Fonte: Newsweek

Newsweek: Gli Stati Uniti hanno perso la guerra in Siria

Nonostante i cambiamenti costanti, date le circostanze, tutti i piani statunitensi sono falliti in Siria. La Russia e l'Iran sono i vincitori di questa guerra.

"Molto è cambiato da quando, nel 2012, l'allora presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa