/ Le bufale che spianano la guerra in Siria: “l’inquisitrice” Boldr...

Le bufale che spianano la guerra in Siria: “l’inquisitrice” Boldrini in prima linea a diffonderle

Le bufale che spianano la guerra in Siria: “l’inquisitrice” Boldrini in prima linea a diffonderle
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
di Francesco Santoianni

La campagna mediatica sulla strage di Idlib - finalizzata, sostanzialmente, a trascinare Trump ad una guerra contro la Siria e, quindi, contro Putin ha ottenuto un primo successo: il criminale raid missilistico della notte dell'aviazione Usa contro una base siriana.

E così mentre alcuni giornali, finora  non certo teneri con il “regime di Assad”, timidamente, fanno propria la verosimile ricostruzione dell’accaduto (fuoriuscita di gas tossico - stipato insieme ad armi ed esplosivi – da un arsenale dei “ribelli”, colpito dall'aviazione di Damasco) le grandi corporation mediatiche – in primo luogo in Italia Repubblica e Corriere - restano pervicacemente inchiodati  alla leggenda della strage con il gas, incomprensibilmente ordinata da Damasco.

Un caso a sé resta, comunque, “Il Fatto Quotidiano” che, pur di confermare questa bufala spara l’incredibile articolo “Siria, i testimoni del bombardamento” che narra le gesta di tale Omar Najdat (“intervistato” telefonicamente). Il quale, già sepolto sotto le macerie di un fantomatico “ospedale di Khan Sheikhoun” – colpito e inondato di gas dall’aviazione di Assad – sarebbe riuscito a sgusciare fuori, caricare due feriti (anch’essi saturi di gas) in un’auto che, poi, avrebbe guidato per 86 chilometri fino ad un altro fantomatico “ospedale ad Idlib”; dove, comunque, non si capisce cosa ci sarebbe andato a fare e come avrebbe fatto a restare ancora vivo, considerando che, a suo dire, lì “non ci sono medicine, ma curano le intossicazioni da gas facendoti lavare il viso e spogliandoti dei vestiti”.

Ma abbassando lo sguardo dalle buffonate dei media mainstream, occupiamoci di tre questioni dirimenti della strage consumatasi nella provincia di Idlib, e cioè: quale gas ha prodotto la strage; le modalità (intenzionale o accidentale) della diffusione del gas; chi erano i detentori del gas.

Per quanto riguarda il tipo di gas sarebbe da escludere il Sarin o altri agenti nervini, aventi una tossicità elevatissima e che si estrinseca anche con una microscopica gocciolina che sfiora la pelle. Questo risulta essere incompatibile con attendibili video che mostrano sia soccorritori privi dei più elementari mezzi di protezione intenti a manipolare le vittime del gas, sia le stesse vittime le quali non mostrano i vistosi sintomi (primi tra tutti il rilascio di feci e urine) dei gas nervini. Ma, allora, cosa ha prodotto la strage? Verosimilmente un composto di Cloro, come emergerebbe da alcune autopsie.

Ipotizzo, Cloruro di carbonile (impiegato comunemente dall’industria): il famoso “Fosgene” della Prima guerra mondiale che viene fornito dalla Turchia ai suoi tagliagole impegnati in Siria. Del resto, le prove di arsenali chimici in mano ai “ribelli siriani” sono innumerevoli e addirittura evidenziate da fonti insospettabili. Ad esempio, la giornalista RAI Lucia Goracci che, in un edificio abbandonato dai “ribelli siriani”, fa riprendere contenitori di gas tossici (forse, senza rendersi conto che le scritte in alfabeto latino su quei contenitori evidenziano la responsabilità di qualche paese occidentale nella fornitura).

Ma come si è prodotta la strage? Convincente ci sembra quanto riferito dal generale Igor Konashenkov, portavoce delle Forze armate russe: un bombardamento operato da caccia siriani contro postazioni di jihadisti nell’area di Idlib, che, distruggendo il deposito di esplosivi (nel quale erano stipate anche armi chimiche), avrebbe provocato la fuoriuscita del gas. Che ha, così,  colpito anche civili. Una versione che sta conoscendo crescenti consensi, anche alla luce di autorevoli pareri e che si spera diventi unanime dopo l’imminente  Conferenza stampa, indetta dalle Forze armate russe e siriane. Intanto, contro questa versione si sta scatenando una strampalata campagna stampa (in Italia, capitanata da Il Post) che spaccia la prima dichiarazione russa (che escludeva la responsabilità di aerei russi) come “prova” della malafede del Cremlino.



Il tutto condito dalle strabilianti considerazioni del bufalaro  Eliot Higgins - assurto al ruolo di “esperto” - o di tale Daniele Raineri che ci illumina sul perché Assad avrebbe fatto bombardare con il gas un’area piena di civili siriani tenuti da anni in ostaggio dai “ribelli”: “Assad ha usato le armi chimiche perché poteva farlo, perché sapeva che non ci sarebbe stata una reazione militare della comunità internazionale”.

That's all folks. Ma su questa bufala di Assad che, mentre sta vincendo la guerra – per inesplicabili motivi - uccide con il gas la sua gente, varrà la pena di ritornarci. Ci ritorneremo noi, perché Laura Boldrini, auto-proclamatasi regina del "fact-checking" e inquisitrice di verità nell'informazione, sarà impegnata a diffonderle.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Tasnim

L'Iran avverte: Gli Stati Uniti cercano di riportare l'Iraq e la Siria nel caos

Un importante consigliere del leader della rivoluzione islamica in Iran avverte sui tentativi degli Stati Uniti di riportare l'Iraq e la Siria nel caos.

"Gli Stati Uniti cercano di generare conflitti e caos sia in Iraq che in Siria, in particolare nella città...
Notizia del:     Fonte: RT

Mosca: "Gli Stati Uniti sono in Siria senza una base legale, minando le norme del diritto internazionale"

Il rifiuto degli Stati Uniti di ritirare le loro truppe dalla Siria è un riflesso dell'atteggiamento sdegnoso di Washington nei confronti delle norme del diritto internazionale, secondo il vice ministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov.

Gli Stati Uniti sono in Siria senza una base legale, sminuendo le regole del diritto internazionale, ha dichiarato...
Notizia del:     Fonte: https://function.mil.ru/ - Ruptly

La Russia avvia il ritiro dei suoi aerei e della polizia militare dalla Siria

I bombardieri russi Tu-22M3 e un battaglione della polizia militare sono tornati in Russia oggi, dopo aver adempiuto alla loro missione antiterroristica in Siria, si legge in un comunicato del Ministero della Difesa russo

Il ministero della Difesa russo, in un comunicato, ha riferito che i bombardieri Tu-22M3, che sono intervenuto...
Notizia del:     Fonte: The New Yorker

'The New Yorker': Gli Stati Uniti sono costretti ad accettare Bashar al-Assad fino al 2021

Il governo degli Stati Uniti visti gli sviluppi degli ultimi anni sul campo di battaglia sono costretti ad accettare che il presidente siriano Bashar al-Assad rimanga al potere fino al 2021, secondo il settimanale statunitense, 'The New Yorker'.

Data la realtà dei campi di battaglia in Siria e gli ultimi progressi dell'esercito contro i gruppi...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia: In Siria, negli ultimi 7 mesi, eliminati 32.000 terroristi e liberati 67000 Km² di territorio

Il comandante del gruppo militare russo in Siria, il generale Sergey Surovikin ha riferito al presidente russo Vladimir Putin che 32.000 terroristi sono stati uccisi in Siria negli ultimi sette mesi.

"Più di 67.000 chilometri quadrati di territorio siriano, più di 1.000 località, 78...
Notizia del:     Fonte: Bloomberg

Ex CEO di LafargeHolcim accusato di aver finanziato il terrorismo in Siria

L'ex direttore esecutivo di LafargeHolcim Ltd., Eric Olsen, è stato sottoposto a un'indagine formale e accusato di aver finanziato gruppi terroristici nell'ambito di un'inchiesta francese sulle operazioni del produttore di cemento. Lo ha riporta il sito web Bloomberg.

Eric Olsen, ex direttore esecutivo di LafargeHolcim Ltd che dimessosi poi dalla società lo scorso aprile,...
Notizia del:     Fonte: Reuters

Ex Comandante FDS: Migliaia di terroristi dell'ISIS hanno lasciato Raqqa dopo una accordo con gli USA

Un disertore e ex comandante delle milizie curdo-siriane ha ritrattato la sua versione sulla caduta di Raqqa ed ha raccontato, nel corso di un'intervista con la Reuters, che migliaia di terroristi dell'ISIS hanno abbandonato la città dopo un accordo segreto approvato dagli Stati Uniti.

Talal Silo, ex comandante delle forze democratiche siriane, FDS, ha  raccontato che il suo gruppo ha disposto...
Notizia del:     Fonte: CNN - http://stat.mil.ru/

Gli F-22 degli USA ostacolano i Jet russi in Siria, però fuggono quando arrivano i SU-35

Il Pentagono denuncia un "comportamento pericoloso" degli aerei russi, ma Mosca ricorda che "non c'è spazio aereo degli Stati Uniti in Siria e non esisterà".

Il ministero della Difesa russo ha risposto alle dichiarazioni rilasciate nelle ultime ore da rappresentanti...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

VIDEO. Palestinesi e siriani uniti contro il riconoscimento di Gerusalemme capitale israeliana

Numerosi cittadini palestinesi e siriani sono scesi in strada per protestare e respingere la decisione di Trump su Al-Quds (Gerusalemme).

La decisione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, di riconoscere Gerusalemme come capitale del regime...
Notizia del:     Fonte: RT

'Missione Compiuta': Le forze armate russe confermano la sconfitta dell'ISIS in Siria

Dopo aver liberato il territorio siriano dai terroristi dell'ISIS, le forze armate russe si concentreranno sugli aiuti alla popolazione per ripristinare la vita pacifica nel paese.

Il gruppo terroristico ISIS è stato completamente sconfitto nel territorio della Siria, ha annunciato...
Le più recenti da I media alla guerra
Notizia del:

Sit in antifascista di Repubblica: qualcosa non torna

Intanto, i nostri complimenti al cameraman di RAI Tre che con davvero prodigiose inquadrature - riprendendo la gente in prospettiva ravvicinata e con una valanga di primi piani - è riuscito a trasformare...
Notizia del:

La Pinotti va a Como per l'"antifascismo". Ma la foto del soldato nazista è ancora nel suo studio?

  Ovviamente, neanche una parola dei media mainstream sulla imbarazzante foto incorniciata troneggiante nell’ufficio del ministro della Difesa Roberta Pinotti. Per giorni circolata sui social...
Notizia del:

Avvisate i "paladini anti bufale", il Sole 24 Ore ha già mostrato da dove nascono le Fake news in Italia

Vi spaventano con Putin, ma il Sole 24 Ore vi ha mostrato da dove nascono le Fake news. Da allora il giornalista dello scoop Nicola Borzi ha tutto sotto sequestro e non può fare il suo lavoro...

di Francesco Santoianni Tutti in Italia si sono, giustamente, scandalizzati per il giornalista picchiato...
Notizia del:

Perché il Video del disertore nordcoreano che scappa nel Sud è una bufala

Impazza su tutti i media mainstream la video bufala del disertore dell’esercito nordcoreano che scappa nella Corea del Sud. Ad attestarla un davvero incredibile video (lo trovate alla fine di questo...
Notizia del:

Candidati al Premio migliore Bufala 2017. Lorenzin: "A Londra, per il morbillo sono morti centinaia di bambini"

  “Premio migliore Bufala del 2017” lanciato da L’Antidiplomatico; in lizza le dieci bufale più strombazzate quest’anno dai media mainstream: Qui il video riassuntivo:   1)...
Notizia del:

L'Unione Europea cerca "debunker" per scoprire le "fake news". Ecco come mandare il curriculum

Una sbalorditiva iniziativa dell’Unione Europea: nell’ambito di un programma della Commissione Europea “contro le notizie false “ istituisce una “Commissione di esperti...
Notizia del:

Studenti diffidate del decalogo "anti bufale" della Boldrini. In gioco c'è il vostro futuro

  Il costo è ancora imprecisato, ma saranno quattro milioni gli studenti italiani costretti a sorbirsi #bastabufale, l’iniziativa della Boldrini sulla quale già ci eravamo soffermati...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa