/ "Le cose nel mondo del lavoro si sono rimesse in moto. Ed è solo ...

"Le cose nel mondo del lavoro si sono rimesse in moto. Ed è solo l'inizio."

Le cose nel mondo del lavoro si sono rimesse in moto. Ed è solo l'inizio.
 

USB primo sindacato alla GD di Bologna

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

di Giorgio Cremaschi 


La fabbrica metalmeccanica GD di Bologna, quasi 1500 dipendenti, è stata sempre la roccaforte della Fiom in una provincia dove l'organizzazione della CGIL è sempre stata tutto per i metalmeccanici. Ora con le ultime elezioni delle RSU cambia tutto. La lista della USB, costituita da pochissimo tempo in fabbrica, dopo un accordo aziendale pessimo, quasi respinto dai lavoratori, e un contratto nazionale ancora peggiore, questa lista composta in gran parte da ex militanti Fiom - sostenuta dall'entusiasmo di tante e tanti e dal lavoro meticoloso di Sergio Bellavita - é diventata il primo sindacato. 547 voti ha raccolto la USB, 467 la FIOM, 137 la FIM e 35 la UILM. 





È un fatto sindacale e politico enorme che dimostra come sia in atto un cambiamento nel paese.

Già il successo dello sciopero dell'10 novembre aveva mostrato come ci siano sempre più lavoratori che non si rassegnano alla complice passività di CGILCISLUIL verso la distruzione dei loro diritti. 

Ora la vittoria della USB e la sconfitta della FIOM in una delle fabbriche più avanzate e sindacalizzate del paese segna un salto ulteriore.

La Fiom è in crisi più ancora della CGIL, perché la svolta moderata e la normalizzazione imposta da Landini ha brutalmente cancellato decenni di storia conflittuale dell'organizzazione. Dopo un periodo di shock, ancora più forte dopo la firma di un contratto nazionale senza aumenti e pieno solo di flessibilità, i metalmeccanici hanno cominciato a reagire.

Ridicola e penosa la risposta della FIOM alla suo sconfitta, con il lamento sul trionfo del "populismo sindacale".

Il linguaggio renziano conferma l'incapacità di capire. Dopo anni di ritirate, mentre cresce ancora il peso dello sfruttamento, una parte del mondo del lavoro, ancora non grande ma sempre più in espansione, rialza la testa. E quando la fa non vede al suo fianco CGILCISLUIL, ma altre organizzazioni, tra le quali sempre più spesso l'USB.

Sono i lavoratori che disdettano il mandato affidato ai vecchi sindacati confederali, sono i lavoratori che cercano nuove vie per la rappresentanza dei propri interessi. A Bologna è successo in un fatto sindacale che ha le stesse dimensioni di una sconfitta del PD nelle elezioni per il sindaco. Le cose nel mondo del lavoro si sono rimesse in moto. Ed è solo l'inizio.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da Dalla parte del lavoro
Notizia del:

Berlusconi candida Bonanni il "broker" che tanto male ha fatto ai lavoratori

di Giorgio Cremaschi Sì proprio lui, il sindacalista con stipendio e pensione d'oro, che con governi e padroni ha messo la firma anche sulla carta da cesso, si candiderebbe con Berlusconi. In...
Notizia del:

Oggi manifestiamo a Ghedi contro la criminale installazione di nuove bombe atomiche in Italia

di Giorgio Cremaschi La decisione di Gentiloni e di chi l'ha preceduto di installare a Ghedi e ad Aviano 80 bombe atomiche di nuova generazione, cioè fatte per essere usate magari con...
Notizia del:

SPORCHI ASSASSINI, ANCORA UNA STRAGE DI OPERAI

"All'interno della città più ricca ed europea d'Italia, Milano, si è uccisi sul lavoro come nell'800"

di Giorgio Cremaschi Adesso sentiremo le solite frasi di cordoglio, che dureranno meno del solito perché...
Notizia del:

Cremaschi, ecco perché mi candido con "Potere al Popolo"

"Nasce una lista diversa da tutte le altre, che si propone di organizzare il popolo oppresso e sfruttato ben oltre la scadenza elettorale.  Forza con le firme e poi ..Potere al Popolo."

di Giorgio Cremaschi  Le compagne e i compagni di Bologna, per l'uninominale, e di Napoli, per...
Notizia del:

VIDEO. La bufala del "boom degli occupati" smontata in pochi minuti in TV

di Giorgio Cremaschi Sono stato invitato alla trasmissione di La7 "L'aria che tira". Si doveva parlare di lavoro e ci era stato chiesto di portare tabelle per illustrare la nostra...
Notizia del:

Valanga di aumenti di tariffe. E' la privatizzazione, bellezza.

di Giorgio Cremaschi Gas, elettricità, autostrade, persino l'acqua che avrebbe dovuto restare pubblica, con l'inizio dell'anno una valanga di aumenti di tariffe di servizi essenziali...
Notizia del:

IL PROSSIMO 20 GENNAIO MANIFESTIAMO CONTRO LE CRIMINALI BOMBE ATOMICHE ITALIANE

Mentre i mass media concentrano l'attenzione sulla disfida dei bottoni nucleari tra Kim e Trump, il governo italiano, zitto zitto quatti quatto, installa le sue criminali bombe atomiche. Il governo...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa