/ "L'indipendenza o niente": Il Venezuela condanna le dichiarazioni...

"L'indipendenza o niente": Il Venezuela condanna le dichiarazioni ostili di Trump

L'indipendenza o niente: Il Venezuela condanna le dichiarazioni ostili di Trump
 

Facciamo un appello a tutti i patrioti del Venezuela, senza distinzione di colore o parte politica, a unirci in difesa del nostra sacro suolo, del nostro sacro popolo, di fronte all’insolente aggressione straniera

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 

1. La Repubblica Bolivariana del Venezuela rifiuta nel modo più categorico e assoluto le dichiarazioni inamicali e ostili del Presidente degli Stati Uniti d'America, Donald Trump, rilasciate il giorno 11/08/2017, quando ha minacciato la nostra patria con un intervento militare. Minacce che sono a tutti gli effetti una violazione dei propositi e dei principi sanciti dalla Carta delle Nazioni Unite e del diritto internazionale, con particolare riguardo l'utilizzo o la minaccia dell'uso della forza contro l'indipendenza politica degli Stati.

 

2. Le dichiarazioni bellicose del presidente Donald Trump, chiaramente inquadrate all'interno dell'aggressione sistematica dell’amministrazione degli Stati Uniti contro il Venezuela, rappresentano una minaccia diretta per la pace, la stabilità, l'indipendenza, l’unità territoriale, la sovranità e il diritto all'autodeterminazione della Repubblica Bolivariana del Venezuela, e avvengono solo un giorno dopo che il Capo di Stato e di governo del Venezuela, Nicolás Maduro, ha avuto rinnovato il suo invito a stabilire rapporti d’alto livello, di uguaglianza e di cooperazione con il governo degli Stati Uniti d'America sulla base del rispetto reciproco.

 

3. La grave minaccia del presidente Donald Trump intende trascinare l'America Latina e i Caraibi verso un conflitto che altererebbe in modo permanente la stabilità, la pace e la sicurezza della nostra regione, dichiarata nel 2014 zona di pace dai 33 Stati membri della Comunità degli Stati Latinoamericani e dei Caraibi (CELAC).

 

4. La Repubblica Bolivariana del Venezuela, avvisa ancora una volta la comunità internazionale sulle grandi minacce che crescono attorno ad essa con intensità crescente, in un periodo in cui l’amministrazione degli Stati Uniti riafferma il suo spirito e la sua vocazione neocoloniale nella Nuestra América, con un palese disprezzo del popolo venezuelano e della sua comprovata vocazione pacifista e libertaria.

 

5. La Repubblica Bolivariana del Venezuela fa un appello ai membri della comunità internazionale e ai popoli liberi del mondo, a esprimere la sua chiara e inequivoca condanna a questo pericoloso attentato contro la pace e la stabilità nel continente Americano. E arrivato il momento in cui le organizzazioni internazionali e i fori multilaterali della regione e del mondo riaffermino la validità delle norme del diritto internazionale e fermino l'azione aggressiva dell'impero Statunitense contro il popolo venezuelano negli ultimi cent’anni.

 

Facciamo un appello a tutti i patrioti del Venezuela, senza distinzione di colore o parte politica, a unirci in difesa del nostra sacro suolo, del nostro sacro popolo, di fronte all’insolente aggressione straniera.

 

"L'indipendenza o niente" - Simón Bolívar
Caracas, 12 agosto 2017

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Embajada de la República Bolivariana de Venezuela en Italia
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Siria denuncia i massacri dei civili e danni per 2,5 miliardi di dollari nel settore petrolifero a causa degli attacchi aerei USA

Dopo le continue denuncie all'ONU sulle morti dei civili, il governo siriano lamenta anche danni per miliardi di dollari nel settore petrolifero a causa degli attacchi della Coalizione guidata dagli USA che illegalmente opera nel paese arabo.

In una lettera inviata al Segretario generale delle Nazioni Unite e al presidente del Consiglio di sicurezza...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

L'Iran tornerà ad arricchire l'uranio al 20% se gli Stati Uniti non rispetteranno l'accordo sul nucleare

L'Iran è in grado di avviare entro cinque giorni il processo di arricchimento dell'uranio del 20% presso la centrale nucleare Fordow se gli USA non rispetteranno l'accordo sul nuclerare.

Il capo dell'Organizzazione dell'energia atomica iraniana (AEOI), Ali Akbar Salehi, ha dichiarato che...
Notizia del:

Una minaccia attraversa il mondo

Una minaccia attraversa il mondo, le élite mondiali hanno deciso di dare battaglia non solo per le risorse naturali dei paesi, ma anche per l’imposizione totalitaria della propria visione culturale

di Elias Jaua Milano - Ciudad CCS   C’è uno schema ricorrente nelle cosiddette ‘resistenze’...
Notizia del:

Evo Morales: «Gli Stati Uniti dotarono di armi chimiche Saddam per la guerra contro l'Iran»

Il presidente boliviano denuncia la «doppia morale dell'impero»

  Attraverso il proprio profilo Twitter, il presidente dello Stato Plurinazionale di Bolivia, Evo Morales,...
Notizia del:     Fonte: ilsole24ore.com

La lotta al jihadismo a dovrebbero fare anche i nostri alleati arabi, compratori di armi e partner d’affari, che manovrano questi movimenti. Ecco un’altra ragione che alimenterà ancora a lungo il jihadismo

È in Afghanistan che è caduto il vero Muro, dieci anni prima di quello di Berlino, quando la vittoria dei mujaheddin, alleati dell’Occidente, sull’Armata Rossa è stata resa possibile dai petrodollari dell’Arabia che impone l’ortodossia del wahabismo, ideologia fondante del regno dei Saud

di Alberto Negri - Il Sole 24 Ore   L’Isis può perdere la partita in Iraq e in Siria, ma...
Notizia del:

Respingere le minacce di Trump contro il Venezuela

Dichiarazione del Centro Brasiliano di Solidarietà ai Popoli e Lotta per la Pace

  da cebrapaz.org.br Traduzione di Marx21.it Vari movimenti sociali e governi hanno condannato...
Notizia del:     Fonte: http://globovision.com/

Venezuela: l'oppositore Capriles avrebbe ricevuto ingenti finanziamenti dalla multinazionale Odebrecht

A rivelarlo è l’emittente televisiva Globovision, notoriamente vicina all’opposizione venezuelana

  Guai giudiziari in arrivo per Henrique Capriles. L’ex candidato presidenziale, sconfitto da Maduro,...
Notizia del:

Il latte nero del terrore: Breve storia della “guerra sporca” anticomunista in italia (1945-73)

Occorre riprendere in mano la storia della “guerra sporca” così come si è articolata strutturalmente nel nostro Paese, per capirne i passaggi di fase che ha attraversato e la sua sostanziale riproposizione in chiave aggiornata

di Giacomo Marchetti - Contropiano   Il clima politico-sociale che la cura Minniti sta imponendo al...
Notizia del:     Fonte: Sana.sy

Assad: "Abbiamo contrastato il progetto occidentale, ma la battaglia deve continuare fino alla vittoria"

Nel corso di una conferenza organizzata dal Ministero degli esteri, il Presidente siriano, Bashar al Assad ha dichiarato che "l'Occidente ora vive un conflitto esistenziale ogni volta che percepisce che uno Stato vuole prendere parte al suo ruolo."

"Abbiamo pagato un prezzo molto alto in questa guerra, ma siamo stati in grado di contrastare il progetto...
Notizia del:     Fonte: Avn

Venezuela, la Costituente assume alcune competenze dell'Assemblea Nazionale per garantire pace e stabilità. L'opposizione calpesta ancora la Costituzione

Delcy Rodriguez ha ricordato che l’Assemblea Nazionale Costituente è stata eletta da oltre 8 milioni di persone attraverso elezioni libere, dirette e universali, al fine di frenare il piano sedizioso della destra contro la pace del popolo e la Rivoluzione Bolivariana

di Fabrizio Verde   L’Assemblea Nazionale Costituente del Venezuela ha approvato un decreto dove...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Siria denuncia i massacri dei civili e danni per 2,5 miliardi di dollari nel settore petrolifero a causa degli attacchi aerei USA

Dopo le continue denuncie all'ONU sulle morti dei civili, il governo siriano lamenta anche danni per miliardi di dollari nel settore petrolifero a causa degli attacchi della Coalizione guidata dagli USA che illegalmente opera nel paese arabo.

In una lettera inviata al Segretario generale delle Nazioni Unite e al presidente del Consiglio di sicurezza...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

L'Iran tornerà ad arricchire l'uranio al 20% se gli Stati Uniti non rispetteranno l'accordo sul nucleare

L'Iran è in grado di avviare entro cinque giorni il processo di arricchimento dell'uranio del 20% presso la centrale nucleare Fordow se gli USA non rispetteranno l'accordo sul nuclerare.

Il capo dell'Organizzazione dell'energia atomica iraniana (AEOI), Ali Akbar Salehi, ha dichiarato che...
Notizia del:

Una minaccia attraversa il mondo

Una minaccia attraversa il mondo, le élite mondiali hanno deciso di dare battaglia non solo per le risorse naturali dei paesi, ma anche per l’imposizione totalitaria della propria visione culturale

di Elias Jaua Milano - Ciudad CCS   C’è uno schema ricorrente nelle cosiddette ‘resistenze’...
Notizia del:

Evo Morales: «Gli Stati Uniti dotarono di armi chimiche Saddam per la guerra contro l'Iran»

Il presidente boliviano denuncia la «doppia morale dell'impero»

  Attraverso il proprio profilo Twitter, il presidente dello Stato Plurinazionale di Bolivia, Evo Morales,...
Notizia del:

Ucraina: schiavitù per i lavoratori e bombe per il Donbass

Questi non sono che i frutti di quella majdan Nezaležnosti, piazza Indipendenza, che il 24 agosto si appresta a celebrare il 26° anniversario della nezaležnosti

di Fabrizio Poggi - Contropiano   Oltre alla guerra nel Donbass, alla crisi economica che ha ridotto...
Notizia del:     Fonte: http://globovision.com/

Venezuela: l'oppositore Capriles avrebbe ricevuto ingenti finanziamenti dalla multinazionale Odebrecht

A rivelarlo è l’emittente televisiva Globovision, notoriamente vicina all’opposizione venezuelana

  Guai giudiziari in arrivo per Henrique Capriles. L’ex candidato presidenziale, sconfitto da Maduro,...
Notizia del:     Fonte: TASS

VIDEO. L'aviazione russa elimina più di 200 terroristi dell'ISIS diretti a Deir Ezzor

I terroristi stavano viaggiando verso la città siriana in un convoglio formato da circa venti veicoli, compresi carri armati.

L'aviazione russa ha eliminato oltre 200 membri dell'ISIS, colpendo un convoglio con armi pesanti diretto...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa