/ "L'indipendenza o niente": Il Venezuela condanna le dichiarazioni...

"L'indipendenza o niente": Il Venezuela condanna le dichiarazioni ostili di Trump

L'indipendenza o niente: Il Venezuela condanna le dichiarazioni ostili di Trump
 

Facciamo un appello a tutti i patrioti del Venezuela, senza distinzione di colore o parte politica, a unirci in difesa del nostra sacro suolo, del nostro sacro popolo, di fronte all’insolente aggressione straniera

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 

1. La Repubblica Bolivariana del Venezuela rifiuta nel modo più categorico e assoluto le dichiarazioni inamicali e ostili del Presidente degli Stati Uniti d'America, Donald Trump, rilasciate il giorno 11/08/2017, quando ha minacciato la nostra patria con un intervento militare. Minacce che sono a tutti gli effetti una violazione dei propositi e dei principi sanciti dalla Carta delle Nazioni Unite e del diritto internazionale, con particolare riguardo l'utilizzo o la minaccia dell'uso della forza contro l'indipendenza politica degli Stati.

 

2. Le dichiarazioni bellicose del presidente Donald Trump, chiaramente inquadrate all'interno dell'aggressione sistematica dell’amministrazione degli Stati Uniti contro il Venezuela, rappresentano una minaccia diretta per la pace, la stabilità, l'indipendenza, l’unità territoriale, la sovranità e il diritto all'autodeterminazione della Repubblica Bolivariana del Venezuela, e avvengono solo un giorno dopo che il Capo di Stato e di governo del Venezuela, Nicolás Maduro, ha avuto rinnovato il suo invito a stabilire rapporti d’alto livello, di uguaglianza e di cooperazione con il governo degli Stati Uniti d'America sulla base del rispetto reciproco.

 

3. La grave minaccia del presidente Donald Trump intende trascinare l'America Latina e i Caraibi verso un conflitto che altererebbe in modo permanente la stabilità, la pace e la sicurezza della nostra regione, dichiarata nel

2014 zona di pace dai 33 Stati membri della Comunità degli Stati Latinoamericani e dei Caraibi (CELAC).

 

4. La Repubblica Bolivariana del Venezuela, avvisa ancora una volta la comunità internazionale sulle grandi minacce che crescono attorno ad essa con intensità crescente, in un periodo in cui l’amministrazione degli Stati Uniti riafferma il suo spirito e la sua vocazione neocoloniale nella Nuestra América, con un palese disprezzo del popolo venezuelano e della sua comprovata vocazione pacifista e libertaria.

 

5. La Repubblica Bolivariana del Venezuela fa un appello ai membri della comunità internazionale e ai popoli liberi del mondo, a esprimere la sua chiara e inequivoca condanna a questo pericoloso attentato contro la pace e la stabilità nel continente Americano. E arrivato il momento in cui le organizzazioni internazionali e i fori multilaterali della regione e del mondo riaffermino la validità delle norme del diritto internazionale e fermino l'azione aggressiva dell'impero Statunitense contro il popolo venezuelano negli ultimi cent’anni.

 

Facciamo un appello a tutti i patrioti del Venezuela, senza distinzione di colore o parte politica, a unirci in difesa del nostra sacro suolo, del nostro sacro popolo, di fronte all’insolente aggressione straniera.

 

"L'indipendenza o niente" - Simón Bolívar
Caracas, 12 agosto 2017

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Embajada de la República Bolivariana de Venezuela en Italia
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

USA, ricerca rivela che sotto la presidenza Trump sono cresciuti i gruppi neonazisti

Nel 2017 c’erano 954 gruppi d'odio nel paese, un aumento del 4 percento rispetto all'anno precedente quando il numero è aumentato del 2,8 percento, ha dichiarato l'osservatorio dei diritti civili nel suo censimento annuale di tali gruppi

da teleSUR   Il numero di gruppi di odio degli Stati Uniti è aumentato per il terzo anno consecutivo,...
Notizia del:

Crisi umanitaria in Venezuela? Solo una fake news, afferma esperto dell'ONU

L'avvocato e storico statunitense Alfred de Zayas, esperto nel campo dei diritti umani, ha messo in guardia sull'uso del termine crisi umanitaria per intervenire in Venezuela e rovesciare l'attuale governo

di Fabrizio Verde   «Ho comparato le statistiche del Venezuela con quelle di altri paesi e non...
Notizia del:

Viola Carofalo (Potere al Popolo) a Pagina12: «Il Venezuela nostra principale fonte d'ispirazione»

La giovane ricercatrice universitaria di Napoli è stata nominata "capo politico" del nuovo partito della sinistra italiana, Potere al Popolo, che cercherà di emulare i suoi pari di Spagna e Francia alle elezioni generali del 4 marzo

di Federico Larsen - Pagina12   Il suo movimento è stato accolto in Europa come la rinascita...
Notizia del:

"Il Venezuela è un pioniere nel mondo". Nicolas Maduro annuncia la pre-vendita della criptomoneta Petro

RT  Questo mercoledì inizia la prevendita del cosiddetto Petro, una criptovaluta diversa da tutte le altre perché creata direttamente dal governo venezuelano e sostenuta dalle...
Notizia del:     Fonte: Ruptly - Al Masdar News

VIDEO. 'Afrin è siriana' I commenti dei residenti sulle relazioni tra YPG e governo siriano

La popolazione di Afrin ha commentato le ultime indiscrezioni sul possibile accordi tra le YPG e l'esercito siriano per combattere l'offensiva turca.

I residenti di Afrin nel nord-ovest della Siria, hanno commentatole recenti indiscrezioni, secondo le quali,...
Notizia del:     Fonte: RT

Lavrov: "La Russia esorta gli Stati Uniti a non giocare con il fuoco in Siria"

La Russia è preoccupata per le azioni degli Stati Uniti che mirano alla "disintegrazione della Siria".

La Russia "esorta gli Stati Uniti a non giocare con il fuoco in Siria e a calibrare attentamente i suoi...
Notizia del:     Fonte: Euronews

Russia: Gli Stati Uniti intendono rimanere in Siria per sempre

Gli Stati Uniti cercano di separare una vasta regione dal resto del territorio siriano, ha avvertito ieri il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, il quale ha ribadito che Washington intende rimanere nel paese arabo a tempo indefinito.

"(Gli statunitensi) sembrano voler dividere gran parte del territorio siriano dal resto del paese, per creare...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Nasrallah: Possiamo distruggere le piattaforme petrolifere israeliane nel giro di poche ore

Il segretario generale di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah ribadisce che la presenza degli USA nella regione è data dalla volontà di impadronirsi delle risorse naturali.

In occasione della ricorrenza del martirio di due leader del Movimento di resistenza libanese Hezbollah, il segretario...
Notizia del:

Attivista indigena denuncia: «I media nascondono gli interessi europei in Guatemala»

La redazione di Cubainformación TV ha intervistato Aura Lolita Chávez Ixcaquic

di Fabrizio Verde   Aura Lolita Chávez Ixcaquic, leader del Consiglio dei popoli K'iche per...
Notizia del:

Una giornalista britannica rivela: «I Caschi Bianchi agiscono come terroristi»

Vanessa Beeley ha condotto un'inchiesta sul ruolo svolto dai caschi bianchi nel conflitto in Siria e la buona immagine di cui questi godono nei grandi media occidentali

da RT   La giornalista britannica Vanessa Beeley ha condotto un’inchiesta sul caschi bianchi,...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

USA, ricerca rivela che sotto la presidenza Trump sono cresciuti i gruppi neonazisti

Nel 2017 c’erano 954 gruppi d'odio nel paese, un aumento del 4 percento rispetto all'anno precedente quando il numero è aumentato del 2,8 percento, ha dichiarato l'osservatorio dei diritti civili nel suo censimento annuale di tali gruppi

da teleSUR   Il numero di gruppi di odio degli Stati Uniti è aumentato per il terzo anno consecutivo,...
Notizia del:

Ghouta, le solite fake news di regime come su Aleppo (oggi finalmente libera dai terroristi)

di Mauro Gemma La Siria sovrana è nuovamente sotto attacco mediatico, in attesa di una nuova aggressione dei banditi con la bandiera a tre stelle, sostenuti dalle potenze imperialiste e dai...
Notizia del:

Prof. Erspamer: "M5S e Potere al Popolo devono tenere duro e arriveranno al potere"

di Francesco Erspamer* Se non ci fosse il M5S e se non fosse tatticamente essenziale sostenerlo per provare a far fuori in una volta sola Renzi e Berlusconi, voterei Potere al popolo. Di conseguenza...
Notizia del:

Stati canaglia contro il Venezuela: ecco chi è l'Asse del male oggi

  di Geraldina Colotti - editoriale di Radio Revolucion   Un gruppo di stati canaglia cerca di stroncare il processo di integrazione latinoamericano guidato da Cuba e Venezuela. E...
Notizia del:     Fonte: Sputnik - Ruptly

VIDEO. I curdi ribadiscono che l'offensiva turca non ha impedito all'esercito siriano di arrivare ad Afrin

I bombardamenti effettuati dall'aviazione militare turca contro il Cantone siriano di Afrin non è riuscito a impedire l'ingresso dell'esercito siriano o costringerlo a ritirarsi, hanno riferito le Unità di Protezione Popolare curde.

In dichiarazioni rese oggi all'agenzia di stampa russa Sputnik, il portavoce del YPG, Reizan Hedu, ha negato...
Notizia del:     Fonte: CNN

Siria, le armi consegnate dagli Stati Uniti all'opposizione sono finite in vendita su Internet

I terroristi schierati nel nord della Siria vendono fucili d'assalto M-16 prodotti negli Stati Uniti su Internet che erano stati forniti alla cosiddetta opposizione moderata in Siria, secondo la CNN.

La CNN ieri ha raccontato che i suoi giornalisti hanno contattato un residente di Idlib via Telegram fingendosi...
Notizia del:

Ucraina, Petro Porosenko “legalizza” l'aggressione al Donbass

di Fabrizio Poggi Nel tardo pomeriggio di ieri, forze ucraine hanno attaccato l'area di Kalinovo, nella Repubblica popolare di Lugansk, con l'impiego di mortai pesanti da 120 mm e artiglieria...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa