/ L'Unione Europea impone sanzioni al Venezuela. Europarlamentare C...

L'Unione Europea impone sanzioni al Venezuela. Europarlamentare Couso attacca: «Fuori dal Diritto Internazionale»

L'Unione Europea impone sanzioni al Venezuela. Europarlamentare Couso attacca: «Fuori dal Diritto Internazionale»
 

«La UE, come una brutta copia degli Stati Uniti, impone sanzioni unilaterali e fuori dal Diritto Internazionale al Venezuela. Vana pretesa di piegare un popolo che continuerà ad esercitare il suo inalienabile diritto alla Difesa», risponde Javier Couso

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 

Luce verde per nuove sanzioni al Venezuela. Questa volta è l’Unione Europea a lanciarsi in scia a Stati Uniti e Canada che hanno deciso di applicare nuove sanzioni unilaterali. Il via libero è arrivato dai ministri degli esteri dell’Unione che hanno deciso di creare un regime giuridico per imporre sanzioni a dirigenti venezuelani e imporre un embargo su armi e attrezzature che possono essere utilizzate per la repressione della popolazione. 

 

«Oltre agli sforzi politici e diplomatici per sostenere una soluzione pacifica e negoziata alla crisi politica (in Venezuela), il Consiglio (Europeo) ha deciso all’unanimità di adottare misure restrittive, sottolineando la sua preoccupazione per la situazione nel paese», si legge in un comunicato emesso dall’organismo europeo. 

 

Di segno nettamente diverso è l’opinione dell’Europarlamentare iberico Javier Couso, che attraverso Twitter attacca: «La UE, come una brutta copia degli Stati Uniti, impone sanzioni unilaterali e fuori dal Diritto Internazionale al Venezuela.

Vana pretesa di piegare un popolo che continuerà ad esercitare il suo inalienabile diritto alla Difesa». 

 

Intanto l’ambasciatrice venezuelana presso l’UE, Claudia Salerno, definisce queste nuove sanzioni come «eteree». Le misure restrittive, inoltre, arrivano curiosamente il giorno successivo un annuncio fatto dal presidente Maduro: il 15 di novembre riprenderanno i colloqui di pace tra governo e opposizione. 

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Euronews

Russia: Gli Stati Uniti intendono rimanere in Siria per sempre

Gli Stati Uniti cercano di separare una vasta regione dal resto del territorio siriano, ha avvertito ieri il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, il quale ha ribadito che Washington intende rimanere nel paese arabo a tempo indefinito.

"(Gli statunitensi) sembrano voler dividere gran parte del territorio siriano dal resto del paese, per creare...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Nasrallah: Possiamo distruggere le piattaforme petrolifere israeliane nel giro di poche ore

Il segretario generale di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah ribadisce che la presenza degli USA nella regione è data dalla volontà di impadronirsi delle risorse naturali.

In occasione della ricorrenza del martirio di due leader del Movimento di resistenza libanese Hezbollah, il segretario...
Notizia del:

Attivista indigena denuncia: «I media nascondono gli interessi europei in Guatemala»

La redazione di Cubainformación TV ha intervistato Aura Lolita Chávez Ixcaquic

di Fabrizio Verde   Aura Lolita Chávez Ixcaquic, leader del Consiglio dei popoli K'iche per...
Notizia del:

Turchia, il primo ministro Yildirim afferma che Ankara è pronta a combattere contro gli Usa

Intervistato dall’emittente televisiva tedesca ‘Ard’, il primo ministro turco Binali Yildirim, ha dichiarato che la Turchia «ha un problema con le Ypg» e che nel caso gli Stati Uniti decidessero di entrare in guerra al fianco dei curdi siriani, «combatteremo anche contro di loro»

  Aumentano le tensioni in Siria tra Turchia e Stati Uniti. il governo di Ankara si è infatti detto...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia: Al-Nusra e 'Caschi bianchi' preparano un attacco chimico per accusare Damasco

Il gruppo terroristico di Al-Nusra (noto anche come il fronte Fath Al-Sham) e il corpo chiamato 'Caschi Bianchi' hanno trasportato più di 20 contenitori di cloro verso un villaggio situato nella provincia siriana di Idlib per preparare un attacco chimico e quindi accusare il governo siriano di questo crimine.

"La sera del 12 febbraio il Centro russo per la riconciliazione delle parti in guerra ha ricevuto una telefonata...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Abbas a Putin: Gli USA non siano l'unico mediatore nel conflitto con Israele

Arrabbiato dai recenti passi di Washington a favore di Israele, il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha espresso la sua opposizione all'omologo russo Vladimir Putin nei riguardi degli Stati Uniti come unico mediatore nei negoziati di pace con il regime Tel Aviv.

"In questo ambiente, prodotto delle azioni degli Stati Uniti, dichiariamo che da questo momento ci rifiutiamo...
Notizia del:

Venezuela: l'impatto delle sanzioni USA colpisce tutto il popolo

L'economista e direttore di Datanalisis, Luis Vicente León, ha chiarito che le sanzioni applicate al Venezuela colpiscono tutti allo stesso modo

da Lechuguinos   Il direttore della società Datanalisis in Venezuela, Luis Vicente León,...
Notizia del:

Il governo di Caracas respinge i tentativi USA di provocare un colpo di stato in Venezuela

Telesur (Traduzione de l'AntiDiplomatico) Il governo della Repubblica bolivariana del Venezuela ha chiesto a Washington di "fermare immediatamente tutti gli assalti e le minacce"...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia: L'ISIS usa base USA per salvarsi dall'esercito siriano

La Russia torna a denunciare la presenza illegale degli Stati Uniti in Siria che, lungi dal contribuire alla sconfitta del gruppo terroristico ISIS (Daesh in arabo), gli prepara una zona sicura nlla sua base nel paese, facilitando così la sua fuga dall'esercito siriano.

"L'ISIS si sente a proprio agio ad Al-Tanf (che si trova vicino al confine con la Giordania e l'Iraq),"...
Notizia del:     Fonte: http://www.redstar.ru

Siria, gli Stati Uniti hanno fatto crollare di proposito un ponte costruito dai militari russi

Gli esperti siriani ritengono che le serrature di una diga vicina siano state aperte con lo scopo deliberato di distruggere il ponte costruito dagli ingegneri russi.

Un'indagine condotta da specialisti siriani ha stabilito che la distruzione, il 7 gennaio scorso, di un ponte...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Noam Chomsky spiega quello che si nasconde dietro la chiamata alle armi con "l'intervento umanitario"

Telesur   "Quasi ogni atto aggressivo di una grande potenza è giustificata per motivi umanitari", afferma l'intellettuale statunitense Noam Chomsky in un'intervista...
Notizia del:

Ricordando, da Gaza, le Fosse Ardeatine

di Patrizia Cecconi - Pressenza Gaza city, 18 febbraio Durante tutta la notte da Gaza city si sono sentiti gli echi dei bombardamenti sulla Striscia di Gaza. Prima erano lontani, poi si sono...
Notizia del:

In Florida al massacro di 14 studenti e 3 insegnanti si reagisce così...

di Francesco Erspamer La foto sotto è di oggi (la riprendo da NBC News) e mostra come hanno reagito centinaia di abitanti della zona della Florida dove è avvenuto il massacro di 14...
Notizia del:     Fonte: Al Mayadeen

VIDEO. Consulente Media YPG: L'esercito siriano è il benvenuto ad Afrin in qualsiasi momento

Le Unità di Protezione popolare curde, YPG, ribadiscono che l'esercito siriano è benvenuto nella regione di Afrin, dove da alcune settimane la Turchia ha avviato una brutale aggressione.

Il consigliere dei media delle Unità di protezione popolare (YPG), Rizan Haddou, ha dichiarato venerdì...
Notizia del:     Fonte: The News York Times

The New York Times: "La CIA ha interferito più di 80 volte nelle elezioni di altri Paesi"

Sin dal suo inizio, la CIA ha anche contribuito a rovesciare i leader eletti in altri paesi, sostenuto colpi di stato, ha organizzato omicidi per ragioni politiche e sostenuto i governi anti-comunisti, si legge in un articolo del quotidiano statunitense, 'The New York Times'.

La Central Intelligence Agency (CIA) degli Stati Uniti ha interferito nelle elezioni in diversi paesi sin dall'inizio...
Notizia del:     Fonte: Euronews

Russia: Gli Stati Uniti intendono rimanere in Siria per sempre

Gli Stati Uniti cercano di separare una vasta regione dal resto del territorio siriano, ha avvertito ieri il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, il quale ha ribadito che Washington intende rimanere nel paese arabo a tempo indefinito.

"(Gli statunitensi) sembrano voler dividere gran parte del territorio siriano dal resto del paese, per creare...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Nasrallah: Possiamo distruggere le piattaforme petrolifere israeliane nel giro di poche ore

Il segretario generale di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah ribadisce che la presenza degli USA nella regione è data dalla volontà di impadronirsi delle risorse naturali.

In occasione della ricorrenza del martirio di due leader del Movimento di resistenza libanese Hezbollah, il segretario...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa