/ Marine Le Pen vuole portare la Francia fuori dall'euro e ridenomi...

Marine Le Pen vuole portare la Francia fuori dall'euro e ridenominare il debito francese in una nuova valuta

Marine Le Pen vuole portare la Francia fuori dall'euro e ridenominare il debito francese in una nuova valuta
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 
La candidata francese alla presidenza e leader del Fronte Nazionale, Marine Le Pen, ha detto che vuole portare la Francia fuori dall'euro e ha aggiunto di voler ridenominare il debito pubblico francese in una nuova moneta nazionale.

"Sempre più cittadini europei si rendono conto che le loro economie sono state soffocate con l'euro", ha detto ai giornalisti a margine di una conferenza stampa a Parigi, citata da Bloomberg .

Inoltre, seguendo l'esempio britannico, la Le Pen ha detto che prima di lasciare l'euro avrebbe proposto un referendum sulle relazioni della Francia con l'Unione europea e si è impegnata a tenere un tale voto entro sei mesi in caso di vittoria elettorale.

"Una moneta nazionale potrebbe essere legata a una moneta comune", ha aggiunto, senza fornire ulteriori dettagli sulla connessione. 

Come osserva Politico, il capo del Fronte Nazionale ha da tempo chiesto una "Frexit," l'uscita della Francia dall'Unione europea. Ma questa volta ha detto che dopo un referendum, l'Europa dovrebbe mantenere una moneta comune, l'euro, in parallelo al franco francese. E' la prima volta che Le Pen riconosce, tuttavia implicitamente, che il ritiro dalla zona euro unilateralmente potrebbe portare a fluttuazioni valutarie, che l'ECU è stato progettato per prevenire. La maggior parte degli elettori francesi non supportano il ritiro da parte dell'Unione Europea, secondo i sondaggi del 2016.

"Voglio una valuta nazionale con l'euro come moneta comune", ha detto la Le Pen a BFMTV.  

Come aggiunge Politico, il cambiamento è venuto come Le Pen ha lanciato la sua campagna presidenziale e ha presentato una serie di proposte.

Sull'euro, i quadri Fronte nazionale hanno ripetutamente lasciato intendere che Le Pen potrebbe annacquare la sua posizione prima delle elezioni. Il ritiro brutale dalla zona euro è particolarmente impopolare con gli elettori anziani che vogliono proteggere i loro beni dalle oscillazioni valutarie.

Eppure, Philippe Murer, consigliere economico di Le Pen, ha detto a POLITICO che la sua posizione sulla moneta non era cambiata radicalmente. Un ritorno all' ECU, un paniere di valute europee che esisteva prima dell'euro, è una delle diverse opzioni in fase di studio in caso di recesso dall'Euro, ha detto.  

"La nazione deve essere in grado di decidere per se stessa. "

Può essere un argomento controverso: dopo aver avuto un vantaggio sostanziale nei sondaggi precedenti nel 2016, secondo i sondaggi più recenti, la Le Pen si trova dietro il suo sfidante principale, François Fillon nelle ultime settimane, in particolare nel secondo turno delle elezioni presidenziali in cui Fillon avrebbe un vantaggio del 65%. Poi, se il 2016 ci ha insegnato qualcosa, è che i sondaggi sono quasi sempre sbagliati.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da Europlot
Notizia del:

Modello Melanchon: posizione netta e di rottura verso i Trattati Europei

Redazione di Contropiano In Francia il rassemblement della sinistra radicale intorno alla figura di Jean-Luc Mélenchon è riuscito a raggiungere il 19,6% dei voti, risultando...
Notizia del:

Comitato contro la guerra Milano: imbarazzante bandiera dei "ribelli" siriani in Manifestazione per la Palestina

"Ciò costituisce una grave provocazione contro il codice di onestà e coerenza a cui dovrebbero ispirarsi tutti i sinceri progressisti che sono in difesa dell’emancipazione della Palestina."

Il Comitato Contro La Guerra Milano si riconosce nel comunicato del PCPS (https://comitatocontrolaguerramilano.wordpress.com/2017/12/11/comunicato-del-pcps-comitato-palestinese-per-la-pace-e-la-solidarieta),...
Notizia del:

Politici spiati, nuove rivelazioni dal Processo Occhionero. Oltre 3,5 milioni di mail spiate (per conto di chi?)

  A proposito di reti, spionaggio, hacker e pericolo per la democrazia. Vi ricordate dei fratelli Occhionero, arrestati il 9 gennaio scorso con l'accusa di aver avviato un'attività...
Notizia del:

Il crollo del consenso politico tedesco potrebbe propagarsi sull'Europa

  di Cui Hongjian* - Global Times Il fallimento di una coalizione tripartita tra la Democrazia Cristiana del Cancelliere tedesco Angela Merkel (CDU), il Partito Democratico Libero (FDP) e...
Notizia del:

Partito Comunista Portoghese contro la cooperazione "strutturata permanente": "No al militarismo. No alla Nato"

di Pedro Guerreiro, Segreteria del Partito Comunista Portoghese | da avante.pt Traduzione di Marx21.it La cosiddetta “cooperazione strutturata permanente” dell'Unione...
Notizia del:

Il fasullo antifascismo del PD: spot elettorale di una classe dirigente che sente arrivare il momento della fine

Il fascismo c’è ancora? C’è, esso si annida nei centri studi e nei consigli di amministrazione delle banche e della grande industria (e.. delle multinazionali), nelle cattedre...
Notizia del:

"Abbiamo aspettato troppo… Ora ci candidiamo noi!". Presentato il manifesto elettorale di "Potere al Popolo"

E’ uscito questa mattina il manifesto di presentazione della proposta di lista popolare alle prossime elezioni. Sul programma continua il lavoro di confronto che sta raccogliendo decine di contributi ...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa