/ "Modello" Rajoy: in Spagna 333.107 licenziamenti in un solo giorn...

"Modello" Rajoy: in Spagna 333.107 licenziamenti in un solo giorno

Modello Rajoy: in Spagna 333.107 licenziamenti in un solo giorno
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Lunedì 31 agosto è stato il “giorno nero” per l’impiego in Spagna.  Secondo i dati del Ministero del Lavoro spagnolo riportati dal quotidiano El Mundo, solo in questa giornata sono divenuti inoccupati il numero record di 333.107 persone.  

Allo stesso tempo, in questo stesso giorno, si sono registrate alla sicurezza sociale 135.783 persone, molte delle quali provengono dai licenziamenti nel settore delle costruzioni. Pertanto, la variazione netta degli affiliati registra un tasso negativo di 197.324 lavoratori in quell'ultimo giorno.  



Mai era stato registrato qualcosa di similare nella storia della Spagna.

Ad agosto chiaramente pesano la fine dei contratti temporanei estivi, ma queste cifre non erano state raggiunte neanche il 31 agosto del 2008 (peggior anno della crisi in Spagna). Al contrario del 2008, il giorno nero per il lavoro in Spagna avviene in una fase di crescita del PIL e testimonia, da un lato, la precarietà drammatica con cui il governo Rajoy ha ormai regolamentato il mercato dell’impiego; dall’altro, l'assenza di un modello economico che possa creare un'occupazione stabile a parte i servizi e il turismo. Può essere mai un modello quello di Rajoy?    
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da Europlot
Notizia del:

USB, Piacenza. Prof. Vasapollo: "Se si abituano a toglierti i diritti, te li toglieranno sempre".

"Se si abituano a toglierti i diritti, te li toglieranno sempre". "I diritti non rimangono per sempre". Pubblichiamo in questi cinque brevi video alcuni importanti stralci del discorso...
Notizia del:

“Il mio stipendio basta appena per mangiare”. Il dramma censurato dei lavoratori in Grecia

Di Keep Talking Greece, 4 novembre 2017  (traduzione di Voci dall'estero)   Le riforme hanno gravi effetti collaterali. Dalla crisi economica in Grecia è emersa una...
Notizia del:

"Ho salvato la Spagna". La "nuova" Repubblica parte dal franchismo

Viene presentata oggi la "Nuova" Repubblica. E per l'occasione il direttore in persona, Mario Calabresi pubblica un'intervista (molto prona) esclusiva al premier (post?)franchista...
Notizia del:

Manolis Glezos, 95 anni commemora così le vittime della rivolta degli studenti del 1973

Grecia

Da Asia Blog Manolis Glezos, il partigiano che nel 1941 strappò via la bandiera con la svastica dall'Acropoli...
Notizia del:

SI al "Brancaccio" del Popolo: Nella lotta di classe imperante, milioni non hanno rappresentanza. E' il momento di crearla

"Dopo il buco politico apertosi con il fallimento dell’operazione Teatro Brancaccio, un gruppo di giovani attivisti napoletani ha convocato una assemblea pubblica per sabato 18 novembre a Roma (ore 11.00 al Teatro Italia) con un spirito che, almeno, evoca questa necessità di una rottura del quadro esistente. Se ci eravamo tenuti consapevolmente alla larga dal Brancaccio, parteciperemo invece a questa assemblea e con spirito positivo, dando la dovuta priorità ai contenuti che riteniamo dirimenti."

di Sergio Cararo - Contropiano In questi giorni, in un pezzo del nostro mondo, il dibattito pubblico sui...
Notizia del:

Nella Grecia sotto occupazione della Troika si muore a 90 anni per riscaldare la casa con una "bottiglia d'acqua elettrica"

Una donna di 90 anni è morta per l'incendio generato dalla "bottiglia di acqua elettrica" utilizzata per riscaldare l'abitazione. L'incendio è scoppiato domenica...
Notizia del:

“Operazione Verità”. Per il cambiamento, serve combattere il vero nemico. E per farlo serve la verità.

"L’operazione verità risultante dallo sciopero generale del 10 e dalla manifestazione dell’11 novembre, indica oggi l’unico vero percorso possibile: un fronte politico e sociale di forze ben coordinate tra loro che perseguono la rottura del quadro esistente, si organizzano per farla crescere nel blocco sociale che condivide interessi materiali ed etici, si misurano con le soluzioni a breve, medio e lungo periodo per concretizzarla."

di Sergio Cararo* Se anche il direttore de La Repubblica comincia a parlare di “falò...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa