/ Mosca: "Gli Stati Uniti stanno elaborando un piano B per cambiare...

Mosca: "Gli Stati Uniti stanno elaborando un piano B per cambiare il governo in Siria e la Russia lo neutralizzerà"

Mosca: Gli Stati Uniti stanno elaborando un piano B per cambiare il governo in Siria e la Russia lo neutralizzerà
 

Mosca avverte sul tentativo dell'occidente, con un 'Piano B' di rovesciare il governo siriano ma allo stesso tempo ribadisce che lo neutralizzerà.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

"Gli Stati Uniti hanno dato il via alla creazione di autorità alternative in una parte significativa del territorio siriano", ha spiegato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.
 
Inoltre, Lavrov ha anche sottolineato che "l'Occidente sta elaborando un piano B per il cambio di governo in Siria e la Russia lo neutralizzerà".

 
La presa di controllo del confine continua
 
Il ministro degli esteri russo ha anche denunciato la creazione da parte degli Stati Uniti di una forza di sicurezza al confine siriano con Turchia e Iraq.  Lavrov l'ha definita una "deliberata provocazione". "Nel quadro di questa flagrante ingerenza negli affari della Siria è stata annunciata la creazione di una sorta di 'servizi di sicurezza' lungo il confine siriano con la Turchia e l'Iraq", ha proseguito.
 
"Quando lo denunciammo hanno risposto imbarazzanti confutazioni, ma in realtà è proseguita tutta questa attività di controllo della frontiera siriana.
E' una mancanza di comprensione della situazione o una deliberata provocazione", ha affermato il ministro degli Esteri.
 

La questione di Raqqa
 
Lavrov ha anche esortato l'ONU a prestare attenzione alle conseguenze dell'assalto alla città siriana di Raqqa da parte della coalizione guidata dagli Stati Uniti.
"È indicativo che, nonostante lo squillo di tromba occidentale su Idlib e Ghouta orientale, l'Onu non sia disposta a discutere l'operazione della Coalizione su Raqqa. Sollecitiamo il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite a prestare attenzione alla questione", ha esortato il ministro.
 
La presenza nel territorio siriano di truppe statunitensi e di altri paesi che fanno parte della coalizione internazionale è considerata illegittima e contraria al diritto internazionale. Al contrario, le forze alleate della Russia, dell'Iran e sono legalmente in Siria, su invito dell'autorità statale riconosciuta dall'ONU.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: RT
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

Quello che i grandi media non ti raccontano su Ghouta Orientale

I media accusano nuovamente Assad di crimini contro l'umanità e diffondono la posizione dei paesi occidentali, rifiutandosi di prendere in considerazione gli argomenti del governo siriano stesso e di riconoscere la complessità della situazione

Sputnik   Il sobborgo orientale di Ghouta, a est della capitale siriana, ha occupato le prime pagine,...
Notizia del:

I legami Cina-America Latina dimostrano che le critiche degli Stati Uniti sono sbagliate

Gli Stati Uniti hanno puntato il dito contro altri paesi in tutto il mondo con la loro mentalità da Guerra Fredda. La Cina non deve preoccuparsi troppo dei commenti degli Stati Uniti che cercano di minare il miglioramento e lo sviluppo delle relazioni tra Cina e America Latina

di Tang Jun* - Global Times   Il 22 gennaio si è tenuta a Santiago, in Cile, la seconda riunione...
Notizia del:     Fonte: SANA

Siria: la Francia, sponsor del terrorismo, non farà parte del processo di pace

La Francia "non è abilitata" a svolgere un ruolo nel processo di pace in Siria, per il suo supporto al terrorismo ha le mani macchiate del sangue dei siriani, ha avvertito il Ministero degli Affari Esteri siriano in un comunicato.

Nella lettera, inviata in due copie alle Nazioni Unite (ONU) e il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia: "Psicosi di massa" sul Ghouta dei media occidentali non aiuta la situazione

Il Segretario generale delle Nazioni Unite ha chiesto un immediato cessate il fuoco nel Ghouta Orientale, sobborgo di Damasco per fornire aiuti umanitari alla popolazione ed evacuare i feriti.

Il Consiglio di sicurezza dell'ONU si è riunito con urgenza ieri su iniziativa della Russia per affrontare...
Notizia del:     Fonte: TASS - Interfax

Mosca: "La crisi del Ghouta orientale è colpa di chi sostiene i terroristi"

I terroristi non permettono ai civili di lasciare le aree sotto il loro controllo, impedendo l'operazione del corridoio umanitario, secondo il Centro russo per la riconciliazione delle parti in conflitto in Siria.

"La responsabilità della situazione nel Ghouta Orientale(sobborgo di Damasco) è di coloro...
Notizia del:     Fonte: RT

"L'obiettivo della risoluzione proposta all'ONU è rovesciare il governo siriano"

Le delegazioni di Svezia e Kuwait hanno presentato all'ONU una bozza di risoluzione sull'introduzione di un cessate il fuoco per 30 giorni in Siria, per la Russia è solo una proposta per rovesciare il governo siriano.

L'obiettivo della risoluzione proposta all'ONU sembra essere il rovesciamento del governo siriano, ha...
Notizia del:     Fonte: Der Tagesspiegel

Intelligence tedesca: è ora di iniziare un dialogo con Assad sulla lotta al terrorismo

Il capo dei servizi segreti tedeschi, Bruno Kahl, ha sottolineato la necessità di avviare un dialogo con le autorità siriane e il presidente Bashar al-Assad in materia di lotta contro il terrorismo.

Come ha riportato il quotidiano tedesco 'Der Tagesspiegel, finora la proposta di Bruno Kahl capo del BND il...
Notizia del:     Fonte: CNN

Siria, le armi consegnate dagli Stati Uniti all'opposizione sono finite in vendita su Internet

I terroristi schierati nel nord della Siria vendono fucili d'assalto M-16 prodotti negli Stati Uniti su Internet che erano stati forniti alla cosiddetta opposizione moderata in Siria, secondo la CNN.

La CNN ieri ha raccontato che i suoi giornalisti hanno contattato un residente di Idlib via Telegram fingendosi...
Notizia del:

Crisi umanitaria in Venezuela? Solo una fake news, afferma esperto dell'ONU

L'avvocato e storico statunitense Alfred de Zayas, esperto nel campo dei diritti umani, ha messo in guardia sull'uso del termine crisi umanitaria per intervenire in Venezuela e rovesciare l'attuale governo

di Fabrizio Verde   «Ho comparato le statistiche del Venezuela con quelle di altri paesi e non...
Notizia del:     Fonte: BBC - The Guardian

Londra riprende il progetto di "finanziamento ad Al-Qaeda" in Siria

Il Regno Unito ha ripreso un controverso programma di miliardi di sterline per addestrare 'polizia' nelle aree occupate dai gruppi armati in Siria, un progetto sospeso più di due mesi fa a causa di accuse di aver finanziato gruppi 'estremisti' affiliati ad Al- Qaeda.

Il progetto è cessato nel novembre dello scorso anno dopo che un'indagine ha rivelato che le forze...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Quello che i grandi media non ti raccontano su Ghouta Orientale

I media accusano nuovamente Assad di crimini contro l'umanità e diffondono la posizione dei paesi occidentali, rifiutandosi di prendere in considerazione gli argomenti del governo siriano stesso e di riconoscere la complessità della situazione

Sputnik   Il sobborgo orientale di Ghouta, a est della capitale siriana, ha occupato le prime pagine,...
Notizia del:     Fonte: SANA

Siria: la Francia, sponsor del terrorismo, non farà parte del processo di pace

La Francia "non è abilitata" a svolgere un ruolo nel processo di pace in Siria, per il suo supporto al terrorismo ha le mani macchiate del sangue dei siriani, ha avvertito il Ministero degli Affari Esteri siriano in un comunicato.

Nella lettera, inviata in due copie alle Nazioni Unite (ONU) e il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia: "Psicosi di massa" sul Ghouta dei media occidentali non aiuta la situazione

Il Segretario generale delle Nazioni Unite ha chiesto un immediato cessate il fuoco nel Ghouta Orientale, sobborgo di Damasco per fornire aiuti umanitari alla popolazione ed evacuare i feriti.

Il Consiglio di sicurezza dell'ONU si è riunito con urgenza ieri su iniziativa della Russia per affrontare...
Notizia del:     Fonte: Ruptly

VIDEO. Portavoce YPG: Le forze siriane sono venute per difendere Afrin, ma nessun accordo con Damasco

Il portavoce delle YPG curde di Afrin ha dichiarato ai giornalisti che un numero crescente di forze del governo siriano si è unito alla loro lotta contro la Turchia ad Afrin "per difendere il suolo della patria", ma ha negato il raggiungimento di un accordo con Damasco.

Il portavoce delle YPG ha dichiarato che "[le Forze popolari siriane] sono venute qui per difendere il suolo...
Notizia del:     Fonte: TASS - Interfax

Mosca: "La crisi del Ghouta orientale è colpa di chi sostiene i terroristi"

I terroristi non permettono ai civili di lasciare le aree sotto il loro controllo, impedendo l'operazione del corridoio umanitario, secondo il Centro russo per la riconciliazione delle parti in conflitto in Siria.

"La responsabilità della situazione nel Ghouta Orientale(sobborgo di Damasco) è di coloro...
Notizia del:     Fonte: RT

"L'obiettivo della risoluzione proposta all'ONU è rovesciare il governo siriano"

Le delegazioni di Svezia e Kuwait hanno presentato all'ONU una bozza di risoluzione sull'introduzione di un cessate il fuoco per 30 giorni in Siria, per la Russia è solo una proposta per rovesciare il governo siriano.

L'obiettivo della risoluzione proposta all'ONU sembra essere il rovesciamento del governo siriano, ha...
Notizia del:     Fonte: Der Tagesspiegel

Intelligence tedesca: è ora di iniziare un dialogo con Assad sulla lotta al terrorismo

Il capo dei servizi segreti tedeschi, Bruno Kahl, ha sottolineato la necessità di avviare un dialogo con le autorità siriane e il presidente Bashar al-Assad in materia di lotta contro il terrorismo.

Come ha riportato il quotidiano tedesco 'Der Tagesspiegel, finora la proposta di Bruno Kahl capo del BND il...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa