/ Nuove sanzioni alla Corea del Nord. Intanto però la cooperazione ...

Nuove sanzioni alla Corea del Nord. Intanto però la cooperazione commerciale con Pyongyang cresce!

Nuove sanzioni alla Corea del Nord. Intanto però la cooperazione commerciale con Pyongyang cresce!
 

La notizia potrebbe essere letta come un isolamento, a questo punto definitivo, della Corea del Nord anche dai suoi abituali alleati

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


da sinistra.ch
 

Russia, Cina e Venezuela hanno appena votato, insieme agli altri 12 membri del Consiglio di Sicurezza dell’ONU, l’approvazione di nuove sanzioni economiche ai danni della Repubblica Popolare Democratica di Corea. La notizia potrebbe essere letta come un isolamento, a questo punto definitivo, della Corea del Nord anche dai suoi abituali alleati. Ma forse la situazione è diversa dalle apparenze.

 

Si tratta infatti di un voto che solo superficialmente può apparire “infame”: da un’ottica marxista l’importante è vedere se davvero, poi, questi governi anti-imperialisti (Russia) se non addirittura socialisti (Cina e Venezuela) applicheranno nella pratica quanto votato. Già in passato Russia e Cina votarono in questo modo per sedare l’isteria imperialista nordamericana, per poi infischiarsene nel concreto. Non è peraltro un mistero che l’ONU viene accusato da molti paesi emergenti di essere troppo subalterno ai diktat occidentali, il che ne pregiudica la credibilità e l’applicabilità delle sue risoluzioni.


Flavio Pettinari, comunista italiano e per anni rappresentante dell’associazione di amicizia con Pyongyang spiega: “Si può votare all’ONU ma poi azzerare un debito che avrebbe strangolato chiunque, oppure votare una cosa e poi portare investimenti per rilanciare una zona economica speciale che era di fatto fallita… Pochi anni fa ad un voto simile in sede ONU seguì l’accordo per un gasdotto. Il gioco delle parti in alcune zone è la prassi”.

 

In effetti fra la Cina e la Corea del Nord, nonostante questo voto, risulta un piano di collaborazione commerciale a lungo termine che riguarda principalmente due zone economiche speciali su cui i due paesi stanno investendo molto e non mancano numerose facilitazioni, da poco discusse, per le società nordcoreane – in particolar modo centri tecnologici ad alto valore aggiunto – attive in Cina.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: http://www.sinistra.ch/
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Der Spiegel - Foto AFP

Germania, Francia e Regno Unito promotrici di sanzioni all'Iran per accontentare Trump

Secondo il settimanale tedesco, 'Der Spiegel', la Germania insieme a Francia e Gran Bretagna stanno esercitando pressioni su altri paesi europei per imporre altre sanzioni all'Iran, accontentando di fatto il Presidente degli USA, Donald Trump.

Citando diplomatici europei, la rivista tedesca 'Der Spiegel' afferma in un articolo pubblicato ieri...
Notizia del:     Fonte: TASS - AP foto

Siria, la Russia ritira le sue truppe dopo offensiva della Turchia ad Afrin

La Russia ha comunicato il ritiro delle sue truppe dall'area di Afrin nel nord della Siria, dove l'esercito turco sta lanciando un'offensiva terrestre e aerea contro obiettivi delle Unità di protezione popolare curde, YPG, lo ha riportatoil ministero della Difesa russo.

"Per evitare eventuali provocazioni ed escludere qualsiasi minaccia contro la vita e la salute dei militari...
Notizia del:     Fonte: RT

Mosca: Gli USA stanno creando autorità alternative in gran parte della Siria

L'incoerenza e la mancanza di impegno per gli accordi firmati sono caratteristiche dell'attuale diplomazia statunitense, afferma il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

Gli Stati Uniti hanno involontariamente creato organi di potere e autorità alternative in vaste aree del...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

Dopo l'attacco turco, nonostante le divergenze, l'esercito siriano permette ai curdi di inviare rinforzi ad Afrin

Dopo l'attacco turco al confine con la Siria, nonostante le divergenze con il PYD, l'esercito siriano ha permesso ai curdi il passaggio dei rinforzi da Aleppo ad Afrin.

Come ha riferito il portale di notizie, 'Al Masdar News', nonostante i disaccordi politici tra il governo...
Notizia del:     Fonte: Defense News

Gli USA, senza il consenso di Damasco, competono con la Russia nella costruzione di nuove basi in Siria

Gli Stati Uniti e la Russia si sono impegnati in una "corsa" per creare basi militari in Siria, perseguendo obiettivi diversi e quindi aumentando la loro influenza e la presenza militare nel paese arabo devastato da quasi 7 anni di guerra per procura, afferma un media statunitense.

In un articolo pubblicato ieri, il portale di notizie 'Defense News' ha sottolineato che Washington mantiene...
Notizia del:     Fonte: Hispantv - SANA

L'Iran ripudia il piano degli USA di creare un esercito in Siria

L'Iran considera la decisione degli Stati Uniti di formare le cosiddette "forze di sicurezza delle frontiere" nella Siria nord-orientale come una "chiara interferenza" negli affari interni del paese arabo e avverte che questa misura controversa peggiorerà e prolungherà la crisi.

Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Bahram Qasemi ha avvertito che l'iniziativa degli Stati...
Notizia del:     Fonte: Fox News

I "ribelli", in visita negli USA, chiedono dollari per combattere Siria e Iran

I leader del sedicente 'Esercito siriano libero', ovvero i "ribelli", in visita negli USA, chiederanno a Trump che riprenda i programmi di 'cooperazione', già sospesi lo scorso luglio dall'inquilino della Casa Bianca, per combattere l'esercito siriano, dato il pericolo per la crescente influenza di Russia e Iran in Siria.

I membri del cosiddetto, 'Esercito siriano libero', (ESL, ovvero i "ribelli moderati" che originariamente...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia promette rappresaglie contro gli Stati Uniti per la creazione di una guardia di frontiera in Siria

Indignato per l'addestramento di 30.000 miliziani arabo-curdi sul confine turco-siriano da parte degli Stati Uniti, il capo del Comitato di difesa della Camera bassa (Duma) del parlamento russo, l'ammiraglio Vladimir Shamanov, promette misure di rappresaglia a questo proposito.

"[Tale comportamento della cosiddetta coalizione guidata dagli USA] è un affronto diretto [con gli...
Notizia del:     Fonte: SANA

Assad: Grazie all'appoggio dei suoi alleati e della Russia, la Siria ha sventato i complotti dell'Occidente

Il presidente siriano Bashar al-Assad ha dichiarato che grazie alla collaborazione della Russia e dei suoi altri alleati, le vittorie del suo paese contro i terroristi hanno sventato i complotti dell'Occidente contro la Siria e contro la regione.

In una riunione tenutasi ieri con Alexander Lavrentiev - inviato speciale per il presidente russo Vladimir Putin...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia: l'area intorno ad Al-Tanf, nel sud della Siria, è praticamente occupata dagli Stati Uniti

Le Forze statunitensi non consentono alle forze armate e alle autorità siriane di entrare nell'area, secondo il ministero degli Esteri russo.

La zona intorno alla base di Al-Tanf, nel sud della Siria, è de facto occupata dagli Stati Uniti, secondo...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Il clan europeista e i finti rivoluzionari della Lega

“Il nostro appoggio è chiarissimo. Con un futuro governo forte e grazie all’influenza di Berlusconi, l’Italia è destinata ad avere maggior presenza nelle decisioni...
Notizia del:

Nuclear Posture Review 2018, L’Italia nel piano nucleare del Pentagono

  di Manlio Dinucci* - Il Manifesto   Il Nuclear Posture Review 2018, il rapporto del Pentagono sulla strategia nucleare degli Stati uniti, è attualmente in fase di revisione...
Notizia del:     Fonte: https://www.ft.com

Afrin, i curdi chiedono aiuto agli USA di fronte all'attacco della Turchia

Le cosiddette 'forze democratiche siriane' (FDS) hanno chiesto agli Stati Uniti e alla coalizione contro l'ISIS, di "assumersi le proprie responsabilità" e difenderle contro la Turchia, che sta conducendo un'intensa campagna militare contro la città di Afrin, nord della Siria.

"La coalizione internazionale, il nostro partner nella lotta contro il terrorismo, deve assumersi le sue...
Notizia del:     Fonte: Reuters

Raqqa, visita a 'sorpresa' dell'incaricato per gli 'aiuti umanitari' degli Stati Uniti

Mark Green, un alto funzionario degli Stati Uniti, ha fatto una visita a 'sorpresa' a Raqqa,nord della Siria, polverizzata dagli attacchi della Coalizione anti-ISIS, per scopi 'umanitari'.

Secondo quanto ha riferito l'agenzia britannica 'Reuters' Mark Green, che è responsabile degli...
Notizia del:

VIDEO: La Corea del Nord presenta con un museo le atrocità degli Stati Uniti dal 1950 al 1953

Un centro espositivo espone a Pyongyang dipinti con le torture di donne e assassini di bambini praticati dagli Stati Uniti durante la guerra di Corea

Mentre la guerra fredda tra Washigton e Pyongyang si sviluppa con toni sempre più accesi, il paese asiatico...
Notizia del:

Prof. Erspamer: "Il 4 marzo voterò il Movimento Cinque Stelle. E' l'unico modo per porre fine al regime piddino-berlusconiano"

di Francesco Erspamer* Sono convinto che in Italia l’unico modo per fermare la decadenza economica, morale e sociale sia porre fine al regime piddino-berlusconiano e all’intera casta...
Notizia del:

LA RUSSIA INVITA UFFICIALMENTE L’EGITTO AI COLLOQUI DI PACE SULLA SIRIA

Il governo egiziano ha ricevuto un invito ufficiale da parte del governo russo per partecipare ai colloqui di pace che si terranno nella località di Sochi a fine gennaio 2018.  Lo ha comunicato...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa