/ Washington esce allo scoperto sulle elezioni cubane

Washington esce allo scoperto sulle elezioni cubane

Washington esce allo scoperto sulle elezioni cubane
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


di Iroel Sánchez
 

Il Dipartimento di Stato USA ha commentato le elezioni dei delegati alle Assemblee Municipali del Potere Popolare che si sono appena svolte a Cuba. La sua portavoce, Heather Nauert, ha affermato secondo l'agenzia di stampa inglese Reuters che queste elezioni "dimostrano ancor più come il regime cubano mantenga uno Stato autoritario mentre cerca di vendere, a tutto il mondo, il mito di una democrazia".

 

"Vendere a tutto il mondo il mito di una democrazia" è qualcosa che il "regime cubano" non è in grado di fare, a differenza del governo che Nauert rappresenta, non ha le risorse per farlo. Neppure vi è alcuna notizia che Cuba abbia destinato bilanci milionari, come Washington, da decenni, per imporre il proprio modello di democrazia ad altri paesi. Ancor meno si possono citare discorsi di dirigenti cubani marcati dall'eccezionalismo, pretendendo dare lezioni di cosa è la democrazia e cosa no alle altre nazioni, qualcosa che, sebbene sia stata una costante fin dalla nascita degli USA, l'attuale amministrazione ha portato al parossismo.

 

 

 

 

Ma Nauert ha detto di più. Per lei la prova conclusiva di quel "mito" sarebbe che "nonostante i coraggiosi sforzi di un numero senza precedenti di candidati indipendenti quest'anno, nessuno è stato accettato" e proprio lì c'era la vera ragione della squalifica.

 

E' un peccato che la portavoce del Dipartimento di Stato non abbia approfondito ulteriormente il tema in modo che negli USA e "il mondo intero" potessero apprendere chi approva i candidati a delegati alle Assemblee Municipali, a Cuba, che costituiscono la base del sistema elettorale.

Perché se gli elettori che lì sono obbligati a ricevere dai partiti politici le liste con cui devono votare dal livello più basso, sapessero che i cubani si riuniscono nelle loro aree di residenza per nominare ed eleggere candidati senza nessun mediatore, il sistema politico che viene venduto come mito per l'intero pianeta sarebbe in guai seri.

 

 

Tuttavia, dove la signora Nauert ha brillato, è nel basare la sua denuncia sul fatto che non sono state ammessi "un numero senza precedenti di candidati indipendenti" perché lei stessa, nel dare questa ragione, gli rimuove il minimo velo d'indipendenza, se mai l'avessero avuto, oltre a mancare di rispetto ai milioni di cubani che hanno partecipato a queste assemblee di nomina e che non avrebbero permesso un procedere autoritario contro la volontà maggioritaria. In sostanza ciò che la portavoce ha detto si traduce come segue: "Il Dipartimento di Stato è molto turbato, i nostri candidati -ai quali dedichiamo decine di milioni di dollari- sono stati respinti dai cubani".

 

La frustrazione della signora Nauert è comprensibile, a Cuba non hanno un Temer o un Juan Orlando Hernández, e tanto meno la capacità di imporli contro la volontà popolare, grazie ad un sistema elettorale in cui i soldi, anche se provengono da Washington, non hanno spazio. Ma dobbiamo ringraziarli che questa volta, grazie al loro aiuto, siano usciti allo scoperto.


(Traduzione dallo spagnolo di Francesco Monterisi)

 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Euronews

Russia: Gli Stati Uniti intendono rimanere in Siria per sempre

Gli Stati Uniti cercano di separare una vasta regione dal resto del territorio siriano, ha avvertito ieri il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, il quale ha ribadito che Washington intende rimanere nel paese arabo a tempo indefinito.

"(Gli statunitensi) sembrano voler dividere gran parte del territorio siriano dal resto del paese, per creare...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Nasrallah: Possiamo distruggere le piattaforme petrolifere israeliane nel giro di poche ore

Il segretario generale di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah ribadisce che la presenza degli USA nella regione è data dalla volontà di impadronirsi delle risorse naturali.

In occasione della ricorrenza del martirio di due leader del Movimento di resistenza libanese Hezbollah, il segretario...
Notizia del:

Attivista indigena denuncia: «I media nascondono gli interessi europei in Guatemala»

La redazione di Cubainformación TV ha intervistato Aura Lolita Chávez Ixcaquic

di Fabrizio Verde   Aura Lolita Chávez Ixcaquic, leader del Consiglio dei popoli K'iche per...
Notizia del:     Fonte: SANA

Cuba: sosteniamo la Siria e apprezziamo la sua fermezza contro il terrorismo e l'imperialismo

Cuba ribadisce la sua solidarietà e appoggio alla Siria elogiando la fermezza dei siriani di fronte al terrorismo e all'imperialismo.

Durante il suo incontro con il ministro siriano dell'Istruzione superiore, Atef Nadaf, a L'Avana, ieri,...
Notizia del:

Turchia, il primo ministro Yildirim afferma che Ankara è pronta a combattere contro gli Usa

Intervistato dall’emittente televisiva tedesca ‘Ard’, il primo ministro turco Binali Yildirim, ha dichiarato che la Turchia «ha un problema con le Ypg» e che nel caso gli Stati Uniti decidessero di entrare in guerra al fianco dei curdi siriani, «combatteremo anche contro di loro»

  Aumentano le tensioni in Siria tra Turchia e Stati Uniti. il governo di Ankara si è infatti detto...
Notizia del:

Honduras, la denuncia di Nasralla: «Hernandez controlla il crimine organizzato»

Intanto il partito di governo dopo aver scippato l'elezione accusa i leader dell'opposizione di fomentare la violenza e di collegamenti con il narcotraffico

  Oltre il danno la beffa. I leader dell’opposizione in Honduras - il candidato dell’Alleanza...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia: Al-Nusra e 'Caschi bianchi' preparano un attacco chimico per accusare Damasco

Il gruppo terroristico di Al-Nusra (noto anche come il fronte Fath Al-Sham) e il corpo chiamato 'Caschi Bianchi' hanno trasportato più di 20 contenitori di cloro verso un villaggio situato nella provincia siriana di Idlib per preparare un attacco chimico e quindi accusare il governo siriano di questo crimine.

"La sera del 12 febbraio il Centro russo per la riconciliazione delle parti in guerra ha ricevuto una telefonata...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Abbas a Putin: Gli USA non siano l'unico mediatore nel conflitto con Israele

Arrabbiato dai recenti passi di Washington a favore di Israele, il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha espresso la sua opposizione all'omologo russo Vladimir Putin nei riguardi degli Stati Uniti come unico mediatore nei negoziati di pace con il regime Tel Aviv.

"In questo ambiente, prodotto delle azioni degli Stati Uniti, dichiariamo che da questo momento ci rifiutiamo...
Notizia del:

Venezuela: l'impatto delle sanzioni USA colpisce tutto il popolo

L'economista e direttore di Datanalisis, Luis Vicente León, ha chiarito che le sanzioni applicate al Venezuela colpiscono tutti allo stesso modo

da Lechuguinos   Il direttore della società Datanalisis in Venezuela, Luis Vicente León,...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia: L'ISIS usa base USA per salvarsi dall'esercito siriano

La Russia torna a denunciare la presenza illegale degli Stati Uniti in Siria che, lungi dal contribuire alla sconfitta del gruppo terroristico ISIS (Daesh in arabo), gli prepara una zona sicura nlla sua base nel paese, facilitando così la sua fuga dall'esercito siriano.

"L'ISIS si sente a proprio agio ad Al-Tanf (che si trova vicino al confine con la Giordania e l'Iraq),"...
Le più recenti da ALBA LATINA
Notizia del:

Attivista indigena denuncia: «I media nascondono gli interessi europei in Guatemala»

La redazione di Cubainformación TV ha intervistato Aura Lolita Chávez Ixcaquic

di Fabrizio Verde   Aura Lolita Chávez Ixcaquic, leader del Consiglio dei popoli K'iche per...
Notizia del:

Honduras, la denuncia di Nasralla: «Hernandez controlla il crimine organizzato»

Intanto il partito di governo dopo aver scippato l'elezione accusa i leader dell'opposizione di fomentare la violenza e di collegamenti con il narcotraffico

  Oltre il danno la beffa. I leader dell’opposizione in Honduras - il candidato dell’Alleanza...
Notizia del:

Venezuela: l'impatto delle sanzioni USA colpisce tutto il popolo

L'economista e direttore di Datanalisis, Luis Vicente León, ha chiarito che le sanzioni applicate al Venezuela colpiscono tutti allo stesso modo

da Lechuguinos   Il direttore della società Datanalisis in Venezuela, Luis Vicente León,...
Notizia del:

Il governo di Caracas respinge i tentativi USA di provocare un colpo di stato in Venezuela

Telesur (Traduzione de l'AntiDiplomatico) Il governo della Repubblica bolivariana del Venezuela ha chiesto a Washington di "fermare immediatamente tutti gli assalti e le minacce"...
Notizia del:

L’aggressione al Venezuela.  E’ imminente l’invasione militare dalla Colombia?

Mentre il presidente colombiano Juan Manuel Santos ordina di chiudere la frontiera con il Venezuela e muove 3.000 militari nell’area, e mentre il capo del comando Sud degli Stati uniti, Kurt Tidd,...
Notizia del:

Trump pianifica un golpe alla Pinochet in Venezuela

di W. Madsen - Strategic Culture (traduzione di Alessandro Lattanzio, Sito Aurora) L’amministrazione retrograda di Donald Trump progetta un colpo di Stato militare in Venezuela per estromettere...
Notizia del:

Ecuador, la Commissione inter-americana dei diritti dell'uomo contro il referendum di Moreno

La Commissione interamericana per i diritti umani ha affermato che il Consiglio di partecipazione dell'Ecuador deve continuare a funzionare nonostante il referendum che lo ha di fatto sciolto. Il...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa