/ Report Guerra in Siria, ultimo aggiornamento

Report Guerra in Siria, ultimo aggiornamento

Report Guerra in Siria, ultimo aggiornamento
 

Nel corso degli ultimi due mesi, il conflitto siriano ha visto drastici cambiamenti su diversi fronti, comprese le zone dove non si combatteva da anni.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Ultimo report della guerra in Siria realizzato da Al Masdar-News.
 
Damasco
 
Tra i maggiori cambiamenti di quest'anno c'è il fronte di battaglia di Damasco, che ha visto l'esercito siriano controllare di gran parte della campagna occidentale e gran parte della vicina regione orientale del Ghouta.
 
Con una serie di accordi di riconciliazione raggiunti alla fine dell'anno (ad esempio Wadi Barada e Serghaya), l'esercito siriano è riuscito a riprendere quasi tutto il confine provinciale con il Golan, lasciando solo Beit Jinn sotto controllo dei "ribelli"
 
Nella parte orientale di Damasco, l'esercito siriano si sta preparando per quella che dovrebbe essere la più grande offensiva in questa regione; questa operazione sarà guidata dalle forze della Guardia Repubblicana e dalla 4a Divisione meccanizzata.
 
Siria meridionale
 
A sud di Damasco, i ribelli jihadisti di Hay'at Tahrir Al-Sham hanno lanciato un'offensiva su larga scala nel Governatorato di Dara'a, colpendo le postazioni dell'esercito siriano all'interno del quartiere di Al-Manishiyah.
 
Hay'at Tahrir Al-Sham ha conquistato diversi punti all'interno del quartiere di Al-Manishiyah; tuttavia, la loro offensiva è un po' in fase di stallo al momento.
 
Nel Governatorato di Sweida, i "ribelli" appoggiati dagli Stati Uniti hanno conquistato diversi punti in mano all'ISIS vicino al confine giordano, dando loro una grande zona cuscinetto intorno al confine con l'Iraq al crocevia di Tanf.


 
Deserto siriano
 
Il vasto paesaggio del deserto della Siria è stata teatro di alcune delle più intense battaglie.
 
L'ISIS ha lanciato una massiccia operazione nel mese di dicembre per conquistare l'antica città di Palmira e i suoi giacimenti di gas nelle vicinanze; questa offensiva ha costretto l&# 39;Esercito siriano è stato costretto a ritirarsi a 60 chilometri a ovest verso l'Aeroporto militare T-4.
 
Inoltre, l'ISIS ha lanciato una grande offensiva nel Governatorato di Deir Ezzor all'inizio dell'anno.
 
L'ISIS non solo ha acquisito più punti, ma ha anche assediato l'aeroporto militare di Deir Ezzor per la prima volta durante questa guerra.
 
A metà gennaio, l'esercito siriano è stato in grado di stabilizzare i fronti di Palmyra e Deir Ezzor, aprendo la strada ad un contro attacco.
 
L'esercito siriano è attualmente impegnato in un'offensiva per liberare i campi petroliferi nella campagna occidentale di Palmira, diventando la priorità rispetto a sollevare l'assedio sull'Aeroporto Deir Ezzor.
 
Siria settentrionale
 
Senza dubbio, il fronte nord della Siria è quello più attivo, con diversi gruppi che combattono fra di loro nei governatorati di Aleppo e di Al-Raqqa.
 
Le forze armate turche fatto la prima mossa ad Aleppo nel mese di gennaio, come i loro soldati e alleati ribelli che hanno preso d'assalto la città strategica di Al-Bab.
 
Tuttavia, l'operazione per le forze turche ha avuto un successo limitato e perdite pesanti, a seguito della resistenza dell'ISIS su questo importante fronte.
 
Nello stesso tempo, mentre le forze turche hanno lanciato l'offensiva su Al-Bab, le "forze democratiche siriane"(SDF) ha iniziato una operazione su larga scala per liberare Al-Raqqa dai terroristi dell'ISIS.
 
A differenza delle forze armate turche, SDF è riuscito a liberare un grande pezzo di territorio lungo il fiume Eufrate, raggiungendo quasi lo strategico aeroporto militare di Tabaqa prima che l'ISIS ha inviato rinforzi per prevenire l'attacco.
 
Contrariamente alle SDF e alle forze armate turche, le "Tiger Forces" dell'esercito siriano si sono concentrate sulla campagna di Kuweries, liberando diversi villaggi in mano all'ISIS avanzando sia verso Al-Bab che a Deir Hafer.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Al Masdar News
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: https://www.cia.gov

Documenti della CIA rivelano: Gli USA già programmavano di distruggere la Siria nel 1983

Un documento della CIA declassificato ha rivelato le trame ordite dagli Stati Uniti nel 1983 per distruggere la Siria e rovesciare il padre dell'attuale presidente siriano. Con le stesse pratiche adottate poi nel 2011.

Un documento declassificato della CIA, ha rivelato i piani di Washington, nel 1983, per rovesciare il governo...
Notizia del:     Fonte: The Guardian

Dopo l'incontro con Assad, il Consiglio d'Europa rimuove parlamentare spagnolo

L'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa (PACE) ha ritirato la fiducia al senatore spagnolo Pedro Agramunt come presidente dell'organismo dopo il suo incontro con il presidente siriano.

Come ha riferito ieri il Consiglio d'Europa, Il PACE, (Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa) ha...
Notizia del:

"Forte supporto alla sovranità e all'integrità territoriale della Siria". Comunicato congiunto dei paesi BRICS

Visakhapatnam, 12 aprile 2017 da mid.ru Traduzione di Lorenzo Battisti per Marx21.it Riteniamo importante pubblicare questo comunicato congiunto diffuso da rappresentanti dei cinque paesi...
Notizia del:

Saviano e i "Caschi Bianchi": Lettera aperta ad "Amici"

Gentile redazione di Amici, Apprendiamo con stupore che l’onnipresente Roberto Saviano utilizzerà la trasmissione "Amici" di questa sera per un ennesimo panegirico degli Elmetti...
Notizia del:     Fonte: http://www.mid.ru

"Incoerenze evidenti": Mosca mette in discussione le accuse della Francia sull'uso di armi chimiche in Siria

Il ministero degli Esteri russo ha ribadito ancora una volta che l'unica possibilità di trovare la verità è che l'OPCW conduca un'indagine.

La Russia ha messo in discussione l'integrità di un rapporto dell'intelligence francese che ripete...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia, Ministero degli Esteri: "I Caschi Bianchi danno appoggio ai terroristi in Siria"

La portavoce del ministero degli Esteri russo, María Zajárova, ha denunciato le attività dell'organizzazione nella Repubblica araba.

"I soccorritori volontari dell'organizzazione 'Caschi Bianchi' che operano in Siria stanno sostenendo...
Notizia del:     Fonte: Hispantv - TASS - Reuters

La Russia condanna gli attacchi di Israele contro la Siria. E Damasco promette una risposta rapida

Il governo russo ha messo in guardia Israele sugli attacchi aerei contro Damasco, mentre la Siria ha promesso una rapida risposta a tale aggressione.

Il portavoce del presidente russo, Dmitri Peskov, ha dichiarato, oggi, che Mosca mette in guardia da qualsiasi...
Notizia del:     Fonte: Sana.sy

Assad: " Per gli USA, in Siria come in Venezuela, chiunque serva i suoi interessi e pratichi il terrorismo, è un 'oppositore', un 'moderato' un combattente per la libertà"

In un'intervista concessa a 'Telesur', il Presidente siriano Bashar al Assad, tra i veri argomenti affrontati, ha analizzato anche gli ultimi eventi in Venezuela e la strategia di destabilizzazione ordita dagli USA, già attuata in Siria nel 2011.

  Qui, il testo originale dell'intervista   Domanda 1:   Partiamo dai fatti più...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Russia, Siria e Iran continueranno sulla stessa trincea la lotta al terrorismo

I ministri della difesa di Iran, Siria e Russia sottolineano che continueranno sulla stessa trincea la lotta al terrorismo fino alla sua totale eliminazione.

In una riunione, ieri, a Mosca, il generale di brigata Hussein Dehqan (Iran), il generale Fahd Jassem al-Freij...
Notizia del:     Fonte: Reuters - glz.co

Tel Aviv: Il bombardamento nei pressi dell'aeroporto di Damasco fa parte della politica israeliana

È il secondo attacco aereo che Israele attua contro la Siria in poco più di un mese, sostenendo che sia necessario per la sua sicurezza, ma non è altro che l'ennesima aggressione contro un paese sovrano

Il bombardamento israeliano di ieri sera vicino all'aeroporto internazionale di Damasco fa parte della politica...
Le più recenti da Siria e dintorni
Notizia del:     Fonte: ria.ru

Assad: "Non c'è stato nessun attacco chimico a Khan Shaykhun, per questo l'ONU non invia nessuna delegazione in Siria"

Assad sostiene che quando gli esperti arriveranno nella città siriana di Khan Shaykhun si renderanno conto che tutte le affermazioni circa il presunto attacco chimico erano bugie ma, proprio per questa ragione, l'ONU non invia nessuna delegazione per indagare, nonostante le richiesta ufficiale del governo siriano.

Il presidente siriano Bashar al Assad ha negato in un'intervista concessa a 'RIA Novosti' che un...
Notizia del:     Fonte: Al Mayadeen

I familiari delle vittime dell'attentato ad Aleppo. "Un massacro senza precedenti contro i bambini. La responsabilità è di Turchia e Qatar che finanzia i terroristi"

Le famiglie dei martiri di Al Kefraya e Fauaa hanno rilasciato una dichiarazione in cui hanno accusato coloro che essi considerano responsabili dell'attacco terroristico che ha causato la morte di quasi 130 bambini e più di 400 tra morti e feriti, in quello che è considerato come "un massacro senza precedenti contro i bambini".

Le famiglie hanno enumerato una lista di richieste e reclami nei confronti dei paesi garanti e alleati dei gruppi...
Notizia del:     Fonte: AFP-Sana.sy

Assad: Gli USA grazie alle informazioni di al Qaeda hanno colto il pretesto per attaccare la Siria

In una sua intervista all'AFP, pubblicata oggi, il presidente Assad ha dichiarato che le accuse di un attacco chimico da parte dell'esercito siriano contro la città di Khan Cheikhoun, sono false e sono state fornite da gruppi legati ad al Qaeda offrendo il pretesto agli USA per attaccare la Siria.

Qui il testo integrale dell'intervista.   AFP (1): Signor Presidente, vorrei innanzi tutto ringraziarla...
Notizia del:     Fonte: https://infovaticana.com

La denuncia di una missionaria cristiana per anni testimone degli eventi in Siria: L'attacco degli USA è 'vergognoso' e 'intollerabile'

Suor Guadalupe Maria De Rodrigo, missionaria cristiana, nel 2011 è arrivata ad Aleppo poco prima della guerra alla Siria, ed è poi rimasta per portare aiuto alla popolazione assediata dai terroristi. Tornata di recente ad Aleppo dopo la liberazione della città, la religiosa non usa mezzi termini per definire l'attacco degli USA alla Siria di venerdì scorso, definendolo "vergognoso" e "intollerabile.

Suor Guadalupe Maria de Rodrigo, argentina, missionaria cristiana, conosce molto bene la realtà siriana,...
Notizia del:     Fonte: http://www.vecernji.hr /Sana.sy

Assad: "L'occidente non vuole Paesi indipendenti ma lacchè che eseguono i suoi ordini"

Il presidente siriano Bashar al Assad in un'intervista al quotidiano croato 'Vecernji List' ha denunciato la doppia morale dell'Occidente quanto afferma di combattere il terrorismo ma alla fine lo sostiene per rovesciare il suo governo. Inoltre, il leader siriano ha avvertito che almeno 100.000 terroristi che combattono nel suo paese potrebbero tornare in Europa.

In un'intervista concessa al quotidiano croato 'Vecernji List', il Presidente siriano Bashar al Assad...
Notizia del:     Fonte: Hispantv - Al Masdar news

I servizi segreti siriani e iracheni si uniscono nella lotta all'ISIS

I servizi segreti iracheni hanno fornito informazioni all'aviazione siriana per lanciare attacchi contro i terroristi dell'ISIS (Daesh, in arabo).

"Secondo le informazioni dei servizi segreti iracheni attraverso il coordinamento tra l'Iraq e la Siria...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

VIDEO. Siria, nel silenzio mediatico si compiono due anni di assedio contro le città di Kafarya e Al-Foa ad opera dei "ribelli" appoggiati dall'Occidente

La popolazione di Kafarya e Al-Foa in Siria soffrono di una situazione umanitaria critica a causa del blocco imposto dai gruppi "ribelli" appoggiati dall'Occidente e dalle monarchie del Golfo da due anni nel totale silenzio dei media mainstream.

Di Bashar Barazi, inviato in Siria per 'Hispantv'   Due anni di embargo ingiusto è stato...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa