/ Scommettiamo che a breve Repubblica e i fake media italiani, scri...

Scommettiamo che a breve Repubblica e i fake media italiani, scriveranno che l'oppositore venezuelano Carlos Graffe è stato sequestrato?

Scommettiamo che a breve Repubblica e i fake media italiani, scriveranno che l'oppositore venezuelano Carlos Graffe è stato sequestrato?
 

L'esponente del partito estremista Voluntad Popular è stato trovato in possesso di esplosivo C4. Il suo arresto è stato annunciato dalle forze di polizia

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


Questa mattina abbiamo dato notizia dell'avvenuto arresto di Carlos Graffe, dirigente del partito estremista Voluntad Popular, trovato in possesso dalle forze di sicurezza venezuelane di un borsone contenente razzi, chiodi e un panetto di esplosivo C4, di circa 7 cm con miccia detonante e chiodi incorporati. 

Abbiamo anche riferito che il quotidano di opposizione 'El Nacional' ha lanciato la notizia dell’arresto con relative reazioni di vari dirigenti dell’opposizione come se si trattasse di una sorta di sequestro arbitrario effettuato senza valide motivazioni da parte delle forze di sicurezza venezuelane, Una narrazione utile a costruire il mito della dittatura. 

 

Invece, come si evince da questi tweet, è stata la Polizia Nazionale Bolivariana ha rendere noto l’arresto del dirigente di Voluntad Popular e le motivazioni. 


Adesso, proponiamo a voi lettori una sorta di scommessa: quanto tempo ci metteranno Repubblica e i fake media italiani a rilanciare la notizia, in modo parziale, così come ha fatto il quotidiano di opposizione 'El Nacional'?

 

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

Il golpista venezuelano, fuggiasco in Europa, ringrazia Tajani e Gentiloni

«Ringrazio il ruolo dell'Italia nel Consiglio dell'Onu in difesa dell'autonomia e voglio ringraziare Antonio Tajani perché ha rappresentato in modo dignitoso il popolo venezuelano»

di Geraldina Colotti «Ringrazio il ruolo dell'Italia nel Consiglio dell'Onu in difesa dell'autonomia...
Notizia del:

Venezuela, Costituzionalista italiano: "La scelta di convocare l'Assemblea Costituente da parte di Maduro è stata vincente"

Sabato 16 novembre 2017, nella Sala dei Baroni del maschio Angioino a Napoli, ha avuto luogo un interessante convegno dal titolo “Il rispetto della costituzione, diritti umani, civili e politici”:...
Notizia del:

L'irrefrenabile e insana passione di Pierferdinando Casini per il golpismo venezuelano

Questa volta il nostro ha voluto dedicare un affettuoso tweet al latitante Antonio Ledezma dipingendolo come un perseguitato politico

di Fabrizio Verde   Sempre dalla stessa parte. Quella del golpismo in Venezuela. Il ‘moderato’...
Notizia del:     Fonte: Embajada de la República Bolivariana de Venezuela en Italia

Il Governo Bolivariano condanna la decisione di Mariano Rajoy di accogliere il latitante venezuelano Antonio Ledezma

  Il Ministero del Potere Popolare per gli Affari Esteri della Repubblica Bolivariana del Venezuela esprime la sua indignazione per la decisione del primo ministro spagnolo, Mariano Rajoy, che ha...
Notizia del:

Sanzioni e regime change in Venezuela: Trump raddoppia

La strategia sembra essere quella di impedire una ripresa economica e peggiorare la penuria, così i venezuelani torneranno nelle strade per rovesciare il governo

di Mark Weisbrot - teleSUR   Il 3 novembre, il presidente del Venezuela Maduro ha proposto un incontro...
Notizia del:     Fonte: America XXI

Venezuela in default? Interviene la Cina: «Il Governo del Venezuela ha promesso di pagare il debito e ha trasformato le parole in fatti»

«Crediamo che il governo e il popolo venezuelano abbiano la credibilità per gestire adeguatamente la questione del debito», ha spiegato il portavoce del ministero degli Esteri cinese

  Tanto è stato scritto, soprattutto fake news ad onor del vero, sulla situazione debitoria verso...
Notizia del:

Strasburgo, Dilma Rousseff esprime solidarietà al popolo venezuelano

L'Unione Europea è uno dei centri nevralgici da dove partono gli attacchi alla Repubblica Bolivariana del Venezuela

  L’Unione Europea è uno degli attori internazionali maggiormente impegnati nell’opera...
Notizia del:

«Venezuela in default», una notizia costruita a fini politici

Possiamo fidarci degli annunci dati dai soliti noti della stampa mainstream in servizio perenne contro la Repubblica Bolivariana del Venezuela?

di Fabrizio Verde   I titoli sono ad effetto. «Il Venezuela è in default», gridano....
Notizia del:

Evo Morales: «Gli Stati Uniti sono il vero pericolo per la pace mondiale»

Il presidente boliviano risponde agli Stati Uniti che si ostinano a voler dipingere il Venezuela come una minaccia

  Non passa giorno senza che da Washington partano accuse dirette al Venezuela. Il paese minacciato, assediato...
Notizia del:     Fonte: Embajada de la República Bolivariana de Venezuela en Italia

Venezuela: inizia processo di rifinanziamento del debito estero

Il Governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela desidera informare che è stato avviato, con grande successo, il processo di rifinanziamento del debito estero come strategia

Il Governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela desidera informare che è stato avviato, con grande...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Zimbabwe: Mugabe annuncia dimissioni

La notizia sarebbe stata accolta con giubilo dai parlamentari riuniti presso l’Assemblea ad Harare

  Altro colpo di scena in Zimbabwe dove lo scenario politico sembra essere in continuo divenire. Questa volta...
Notizia del:

Lugansk: arresti ai vertici dell'intelligence della LNR

Uomini armati del Berkut e di altri non meglio precisati reparti delle forze armate della Repubblica popolare stanno presidiando gli edifici e le aree attigue al Ministero degli Interni

di Fabrizio Poggi Situazione non esattamente chiara in queste ore a Lugansk. Uomini armati del Berkut e...
Notizia del:

Vladimiro Giacché: "Angela Merkel paga per il populismo che ha alimentato"

"E' il momento di iniziare ad avere uno sguardo un po' più sobrio e disincantato su questa Unione Europea dalle regole così asimmetriche e caratterizzata da processi di decisione così poco democratici e trasparenti."

Sul futuro della Germania abbiamo pubblicato ieri questa analisi approfondita di Federico Nero che vi invitiamo...
Notizia del:     Fonte: Haaretz

Israele riconosce che Assad ha vinto la guerra contro i terroristi

Il ministro della Difesa israeliano, Avigdor Lieberman, riconosce che la Siria ha vinto la lotta contro il gruppo terroristico ISIS (Daesh, in arabo) e allo stesso tempo chiede al suo governo lo stanziamento di altri fondi per le forze armate per la presenza di Iran e Hezbollah nel paese arabo.

Il presidente siriano "(Bashar) al-Assad haterminato la lotta, perché ora controlla il 90 per cento...
Notizia del:     Fonte: Reuters

Il Libano dispone per il suo esercito la stato di "massima allerta" per affrontare il "nemico israeliano" al confine

All'esercito libanese è stato ordinato di rimanere vigile sul confine meridionale del paese.

Il capo dell'esercito libanese ha esortato i militari ad essere completamente pronti ad affrontare il "nemico...
Notizia del:

Parag Khanna, le profezie del "filosofo" glamour che piace ai governi

Parag Khanna, filosofo della politica, esperto di relazioni internazionali, afferma che tra 30 anni il mondo sarà dominato da città-stato, megalopoli interconnesse tra di loro (ma non lo...
Notizia del:     Fonte: http://kremlin.ru

Putin incontra Assad in Russia e dichiara: Vinta la guerra contro i terroristi, bisogna trovare una soluzione politica

Putin ha ricevuto oggi il suo omologo siriano, Bashar al-Asad, a Sochi e si è congratulato con lui per la fine dell'operazione militare contro il terrorismo nel paese arabo.

"Voglio congratularmi con voi per i risultati ottenuti dalla Siria nella lotta contro il terrorismo. (...)...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa