/ Se a "sfidare" Putin è la Paris Hilton di Russia...

Se a "sfidare" Putin è la Paris Hilton di Russia...

Se a sfidare Putin è la Paris Hilton di Russia...
 

La neocandidata Sobchak ha sempre dichiarato, durante le interviste fatte, di “amare Putin come l'uomo che ha salvato suo padre, ma di non rispettare la sua linea politica”

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


di Danilo Della Valle

Mettetevi comodi e preparate i pop corn, Ksenia Sobchak, la Paris Hilton di Russia, si prepara a correre per le elezioni Presidenziali russe del 2018. La spettacolarizzazione della politica con una base sempre più liberista sembra assestarsi, pian piano, anche nella ex terra del socialismo reale. La notizia sta già facendo il giro del mondo, la 37 enne giornalista figlia del primo sindaco di San Pietroburgo eletto dopo la caduta dell'Urss, ed ex mentore di Vladimir Putin, ha annunciato con un video la sua candidatura alle prossime elezioni Presidenziali. La giovane Ksenia, divenuta famosa nel 2004 come partecipante del reality Dom-2, già nel 2011 aveva partecipato ai rally delle opposizioni contro il Cremlino. Pian piano si è dedicata sempre di più alla politica, lanciando nel 2012 un talk-show su MTV Russia dove si occupava di temi scottanti; da qui ha cominciato ad intervistare molti personaggi delle opposizioni, tra cui, Sergei Udaltsov, militante del fronte di sinistra russo e possibile prossimo alleato del Kprf alle Presidenziali, la eco attivista Evgeniya Chirikova ed altri membri delle opposizioni al governo in carica.

Nel 2011 durante un programma sul primo canale russo si dichiarò simpatizzante dell'opposizione e poi, nel corso delle proteste del Dicembre 2011 decise di parlare alla piazza che protestava contro i presunti brogli elettorali, ma dopo qualche giorno incontrò il Presidente Putin per un chiarimento pacificatorio. Tuttavia la neocandidata Sobchak ha sempre dichiarato, durante le interviste fatte, di “amare Putin come l'uomo che ha salvato suo padre, ma di non rispettare la sua linea politica”, Nel suo video parla di volersi candidare “contro tutti”, e di non esser d'accordo con chi dice di non voler recarsi alle urne. Insomma, Ksenia Sobchak si propone come l'anti tutto, ma in realtà a chi fa comodo la sua candidatura? Secondo molti analisti russi la candidata sarebbe una sorta di alternativa per gli oppositori liberali se Navalny non potesse candidarsi visti i suoi precedenti penali, mentre secondo altri farebbe comodo al Cremlino per alzare il quorum e raccogliere i voti delle opposizioni liberali attorno ad una figura non tanto nemica. Insomma, non è detto che le due teorie non possano esser entrambe in parte vere.

D'altronde lo stesso Navalny, ritenuto un oppositore del Cremlino, oltre a non aver mai scontato del tutto la sua pena (al contrario di gente come Udaltsov), ha sempre presentato un programma non così innovativo dal punto di vista della politica economica rispetto a quello governativo, anzi. Sulla candidatura di Sobchak si sono espressi sia Zhirinovskyi leader del LDPR che Zyuganov, Presidente del Kprf; il primo ha affermato, a margine della sua visita al festival mondiale della gioventù e degli studenti di Sochi, che Sobchak è una candidata fantoccio che ha il solo obiettivo di togliere voti agli altri candidati più seri, mentre per Zyuganov, intervenuto sulle colonne della Pravda e ripreso anche da Ria Novosti, questa candidatura continua a ridicolizzare la politica russa. E a noi non possono non tornare alla mente le parole del deputato del Kprf, Denis Parfenov, che durante una intervista rilasciata proprio alla nostra testata, aveva parlato a proposito di Navalny e delle opposzioni liberiste, come di una parte di un grande gioco che tende a bipolarizzare la politica in due campi che di base sono liberisti, così che in ogni caso per la Russia non ci sarebbe altra possibilità di continuare sulla strada attuale in politica economica, o addirittura peggiorare qualora un partito ancor più liberista andasse al governo. (leggi intervista a Denis Parfenov)

Intanto, mentre Sobchak ha già cominciato la sua campagna incontrando il 14 Ottobre il Presidente Putin, come riportato dal quotidiano “The Guardian”, e preparandosi ad incontrare Navalny, in Europa già si è scatenato il tifo calcistico riguardo queste elezioni, con tifoserie che in fondo fanno capo alla stessa squadra, e il toto scommesse sui possibili scenari, che di solito sono totalmente lontani dalla realtà.....non ci resta che ascoltare, osservare e leggere....in assoluto silenzio.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: RT

Mosca: "Gli Stati Uniti stanno elaborando un piano B per cambiare il governo in Siria e la Russia lo neutralizzerà"

Mosca avverte sul tentativo dell'occidente, con un 'Piano B' di rovesciare il governo siriano ma allo stesso tempo ribadisce che lo neutralizzerà.

"Gli Stati Uniti hanno dato il via alla creazione di autorità alternative in una parte significativa...
Notizia del:     Fonte: Der Spiegel - Foto AFP

Germania, Francia e Regno Unito promotrici di sanzioni all'Iran per accontentare Trump

Secondo il settimanale tedesco, 'Der Spiegel', la Germania insieme a Francia e Gran Bretagna stanno esercitando pressioni su altri paesi europei per imporre altre sanzioni all'Iran, accontentando di fatto il Presidente degli USA, Donald Trump.

Citando diplomatici europei, la rivista tedesca 'Der Spiegel' afferma in un articolo pubblicato ieri...
Notizia del:     Fonte: TASS - AP foto

Siria, la Russia ritira le sue truppe dopo offensiva della Turchia ad Afrin

La Russia ha comunicato il ritiro delle sue truppe dall'area di Afrin nel nord della Siria, dove l'esercito turco sta lanciando un'offensiva terrestre e aerea contro obiettivi delle Unità di protezione popolare curde, YPG, lo ha riportatoil ministero della Difesa russo.

"Per evitare eventuali provocazioni ed escludere qualsiasi minaccia contro la vita e la salute dei militari...
Notizia del:     Fonte: RT

Mosca: Gli USA stanno creando autorità alternative in gran parte della Siria

L'incoerenza e la mancanza di impegno per gli accordi firmati sono caratteristiche dell'attuale diplomazia statunitense, afferma il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

Gli Stati Uniti hanno involontariamente creato organi di potere e autorità alternative in vaste aree del...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

Dopo l'attacco turco, nonostante le divergenze, l'esercito siriano permette ai curdi di inviare rinforzi ad Afrin

Dopo l'attacco turco al confine con la Siria, nonostante le divergenze con il PYD, l'esercito siriano ha permesso ai curdi il passaggio dei rinforzi da Aleppo ad Afrin.

Come ha riferito il portale di notizie, 'Al Masdar News', nonostante i disaccordi politici tra il governo...
Notizia del:     Fonte: RIA Novosti

Lavrov: I terroristi in Siria e Iraq hanno tecnologie per creare armi chimiche

Il ministro degli Esteri russo si rammarica del fatto che alcuni paesi occidentali scelgano di "chiudere un occhio" sui casi di uso e fabbricazione di armi chimiche da parte dei terroristi.

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha affermato che i terroristi in Siria e Iraq hanno tecnologie che...
Notizia del:     Fonte: Defense News

Gli USA, senza il consenso di Damasco, competono con la Russia nella costruzione di nuove basi in Siria

Gli Stati Uniti e la Russia si sono impegnati in una "corsa" per creare basi militari in Siria, perseguendo obiettivi diversi e quindi aumentando la loro influenza e la presenza militare nel paese arabo devastato da quasi 7 anni di guerra per procura, afferma un media statunitense.

In un articolo pubblicato ieri, il portale di notizie 'Defense News' ha sottolineato che Washington mantiene...
Notizia del:     Fonte: Hispantv - SANA

L'Iran ripudia il piano degli USA di creare un esercito in Siria

L'Iran considera la decisione degli Stati Uniti di formare le cosiddette "forze di sicurezza delle frontiere" nella Siria nord-orientale come una "chiara interferenza" negli affari interni del paese arabo e avverte che questa misura controversa peggiorerà e prolungherà la crisi.

Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Bahram Qasemi ha avvertito che l'iniziativa degli Stati...
Notizia del:     Fonte: Fox News

I "ribelli", in visita negli USA, chiedono dollari per combattere Siria e Iran

I leader del sedicente 'Esercito siriano libero', ovvero i "ribelli", in visita negli USA, chiederanno a Trump che riprenda i programmi di 'cooperazione', già sospesi lo scorso luglio dall'inquilino della Casa Bianca, per combattere l'esercito siriano, dato il pericolo per la crescente influenza di Russia e Iran in Siria.

I membri del cosiddetto, 'Esercito siriano libero', (ESL, ovvero i "ribelli moderati" che originariamente...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia promette rappresaglie contro gli Stati Uniti per la creazione di una guardia di frontiera in Siria

Indignato per l'addestramento di 30.000 miliziani arabo-curdi sul confine turco-siriano da parte degli Stati Uniti, il capo del Comitato di difesa della Camera bassa (Duma) del parlamento russo, l'ammiraglio Vladimir Shamanov, promette misure di rappresaglia a questo proposito.

"[Tale comportamento della cosiddetta coalizione guidata dagli USA] è un affronto diretto [con gli...
Le più recenti da Il Mondo Alla Rovescia
Notizia del:

Pavel Grudinin, il comunista che sfida Putin

Ma chi è Pavel Grudinin, l'uomo a cui il popolo comunista di Russia ha affidato la sfida impossibile delle elezioni 2018?

di Danilo Della Valle Pavel Grudinin, ingegnere ed imprenditore agricolo cinquantesettenne, sarà...
Notizia del:

“¡A los abuelos no!”. L'Argentina insorge contro la riforma di Macrì: fino a quando potranno censurare tutto questo?

Argentina, quasi le 2 del mattino... il popolo scende in piazza contro le politiche liberiste ed oppressive di Macrì, in questo caso sulla legge che riguardano le pensioni. La copertura dei...
Notizia del:

Meno di un dollaro. Questo è il valore della democrazia nel Regno Unito?

di Danilo Della Valle Forse sarà il clima natalizio che regala sempre soprese, ma questa fredda settimana di Dicembre ce ne ha regalate due che faranno cambiare i piani a parecchi giornalisti...
Notizia del:

Strage di Piazza Fontana. A proposito di Fake News, ecco il Corriere della Sera (dicembre 1969)

Le fake news del Corriere della Sera del 1969. Poi la storia ha pensato a sbugiardarli...12 Dicembre strage di Stato. "Non si può più dormire la luna è Rossa, rossa di violenza,...
Notizia del:

"Lavoratori dormono in piedi per la stanchezza". Reporter inglese "operaio sotto copertura" svela l'inferno di Amazon

Siamo sinceri, un po' tutti abbiamo acquistato o acquistiamo prodotti online, per una questione di comodità e spesso di convenienza economica. D'altronde il mercato globalizzato permette...
Notizia del:

Maccartismo 3.0. Entro fine anno Facebook metterà un pulsante per marchiare la "propaganda russa"

Resto basito davanti a queste notizie, l'unico sentimento che provo, da uomo libero ancor prima che da "addetto ai lavori" (passatemi il termine, ho virgolettato) o da attivista politico,...
Notizia del:

L'elogio incredibile di Messora a Salvini: ma sapete chi è realmente Vladimir Bukovski?

Dal 2004 al 2008, dalla sua base di Cambridge ha tentato la scalata politica con le forze liberali russe, ingaggiando la sua battaglia personale contro Putin e contro i comunisti russi ed avvicinandosi molto a Kasparov e Nemstov

di Danilo Della Valle  Abbiamo capito una cosa, per essere realmente considerato “libero ed...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa