/ Storia di ordinaria "democrazia" nella Palestina occupata

Storia di ordinaria "democrazia" nella Palestina occupata

Storia di ordinaria democrazia nella Palestina occupata
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


di Paola Di Lullo
 

In Palestina la vita corre appesa ad un filo. Ieri sera, una sera come tante, Muhammad Abdullah Moussa, 26 anni, e sua sorella Latifa, 33 anni, entrambi del villaggio di Deir Ballout, vicino Salfit, si trovavano in macchina, lungo una strada parallela all'insediamento illegale di Halamish, costruito sulle terre rubate al villaggio palestinese di Nabi Saleh, a nord-ovest di Ramallah, quando i soldati israeliani hanno fatto fuoco.


Muhammad è stato lasciato a terra a sanguinare, lo descrivono cosciente. All'ambulanza della Mezza Luna Rossa Palestinese è stato impedito l'accesso al luogo e Muhammed è stato caricato su un'ambulanza israeliana. Condotto in un ospedale israeliano, è stato dichiarato morto. La sorella, ricoverata in un ospedale palestinese di Ramallah, non è in pericolo di vita.


Andava verso Birzeit, direzione Ramallah, Muhammad. Ha trovato la morte, perché i soldati israeliani hanno ritenuto che guidasse la sua macchina in modo sospetto. Mi piacerebbe capire cosa vuol dire guidare in modo sospetto, da cosa lo capiscono, questi assassini patentati dal loro governo. Ma non credo ci riuscirò mai.


Muhammad Hazim al-Khawaja,uno dei palestinesi scesi dalle loro auto per prestare soccorso, racconta che i soldati israeliani hanno crivellato di colpi l'auto di Muhammad, che lui ha provato a tamponare la ferita alla schiena, da cui fuoriusciva molto sangue, che Muhammad gli chiedeva di aiutarlo. E che gridava...gridava di dolore.


Il ministero degli esteri palestinese ha condannato le forze israeliane, ree di aver commesso un'ennesima "esecuzione extragiudiziale" e ha chiesto un'immediata indagine sulla sparatoria e sulla "negligenza medica deliberata" dei soldati israeliani.


I due erano diretti a Ramallah, quando "all'improvviso sono stati colpiti dagli spari delle forze israeliane senza alcuna ragione e senza costituire minaccia alcuna per i soldati".


"Ciò riafferma che i soldati israeliani sono usati come macchine per uccidere i palestinesi in ossequio alle decisioni del governo israeliano e alle istruzioni militari, il che trasforma i territori palestinesi occupati e i checkpoint in campi di addestramento per uccidere", ha continuato il ministero.


Infine, sempre il ministero ha invitato le organizzazioni per i diritti umani a documentare questo "crimine atroce", che dovrebbe essere perseguito nei tribunali internazionali.


Ed ha condannato l'incapacità di reazione della comunità internazionale, invitando le Nazioni Unite a "indagare su questo crimine e trattenere gli assassini e coloro che coprono i responsabili".


< Durante l'ispezione dell'auto non sono state trovate armi, e pertanto l'incidente non è stato definito come un tentativo di attacco terroristico. Contemporaneamente all'inchiesta dell'esercito, i soldati comunicheranno la propria versione dei fatti.>>


Incidente, lo definisce la Criminal Investigation Division. Omicidio, tanto più crudele perché inutile, io.


 

FONTI : MA'AN NEWS AGENCY
QUDS NETWORK

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia sfida Israele e Stati Uniti: Hezbollah rimarrà in Siria

L'ambasciatore russo in Libano avverte che Hezbollah "non andrà via dalla Siria", sfidando così Israele e gli Stati Uniti, che stanno cercando il ritiro del movimento di resistenza libanese.

"Chiunque ha cercato di rovesciare il presidente siriano Bashar al-Asad, ora, con tutti i mezzi, cerca il...
Notizia del:

Hariri e Arabia Saudita: il niet di Israele all"Armageddon in Medio Oriente"

PICCOLE NOTE La crisi libanese conseguente al rapimento da parte dei sauditi del primo ministro Saad Hariri ha rischiato di innescare un conflitto di grandi proporzioni in Medio...
Notizia del:     Fonte: SANA

Forum arabo contro alleanza USA-Israele-Arabia Saudita: "La Vittoria della Siria ha creato le basi per un mondo multipolare"

Il Forum arabo per combattere l'alleanza USA-Israele e con gli stati reazionari arabi ed a supporto della resistenza del popolo palestinese, ieri, ha concluso sue attività a Damasco, dove hanno partecipato figure e forze politiche di Siria, Libano, Palestina, Yemen, Giordania, Egitto, Iraq, Algeria, Bahrain e Mauritania.

Al termine di 3 giorni di dibattiti e confronti, i partecipanti del Forum sulle nuove strategie di lotta contro...
Notizia del:     Fonte: https://ahtribune.com

Ex ufficiale CIA: 'Arabia Saudita e Israele cercano di condurre gli Stati Uniti ad una guerra con l'Iran'

Un ex ufficiale della CIA ritiene che Arabia Saudita e Israele cercano di mettere gli Stati Uniti contro l'Iran, in quanto non lo possono sconfiggere da soli in una guerra eventuale.

"L'Arabia Saudita e Israele sanno che non possono sconfiggere l'Iran e i suoi alleati senza la partecipazione...
Notizia del:     Fonte: Hispantv - Ruptly

VIDEO. Migliaia di yemeniti manifestano per chiedere la fine del blocco saudita sullo Yemen

"Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite vende le nazioni per una manciata di dollari"

Al grido di "Morte all'Arabia Saudita", "Morte a Israele" e "Morte agli USA",...
Notizia del:     Fonte: https://www.theatlantic.com

Consigliere Obama: Complotto USA, Israele, Arabia Saudita dietro le dimissioni di Hariri

Gli interessi convergenti di Israele, Arabia Saudita e Stati Uniti sono dietro alle dimissioni del primo ministro libanese Saad Hariri.

Robert Malley, politico statunitense di primo piano e consigliere dell'ex presidente Barack Obama ha dichiarato...
Notizia del:

A Bruxelles la prima Conferenza europea contro la colonizzazione israeliana

Bruxelles, 6 novembre. Su iniziativa del National Bureau for Defending Land and Resisting Settlements di Ramallah,  in collaborazione con  il Dipartimento Esteri dell’Olp e l’adesione...
Notizia del:     Fonte: Al Mayadeen

Siria, consigliere Assad: Non lasceremo solo Hezbollah...La minaccia saudita è simile a quella israeliana

La consigliera del Presidente siriano Assad ha ribadito che la Siria non lascerà solo Hezbollah e mette in guardia dalla minaccia rappresentata dall'Arabia Saudita, pericolosa come Israele.

La consigliera politica e mediatica del Presidente siriano, Bashar Al Assad, Bouthania Shaaban ha dichiarato...
Notizia del:     Fonte: The Independent

Politico britannico voleva finanziare le operazioni militari di Israele nel Golan occupato

Downing Street ha ammesso che il Segretario per lo Sviluppo Internazionale Priti Patel ha discusso con esponenti di Israele l'idea di inviare fondi del governo britannico al suo esercito.

Il politico britannico Priti Patel si è incontrata segretamente  con il primo ministro israeliano...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

Foto: L'ISIS stabilisce una base vicino al Golan siriano occupato da Israele

Un gruppo estremista legato all'ISIS ha creato un campo di addestramento nella Siria meridionale e nei pressi Alture del Golan occupato da Israele.

Per celebrare il primo anniversario della morte di un emiro dell'ISIS (Daesh, in arabo), il cosiddetto Esercito...
Le più recenti da La mia Gaza
Notizia del:

100 anni dalla Dichiarazione di Balfour, May è "fiera di aver fatto nascere Israele". Corbyn diserta le "feste"

di Paola di Lullo Il 2017 è un anno ricco di ricorrenze, tutte nefaste per il popolo palestinese. 100 anni dalla dichiarazione di Balfour, 50 anni dalla guerra dei 6 giorni che portò...
Notizia del:

Il regime d'Israele torna a bombardare Gaza (nel silenzio complice della comunità internazionale): almeno 7 morti

di Paola Di Lullo Sono circa le 17,00 di ieri sera quando un forte boato viene distintamente udito in tutta la Striscia di Gaza, fino ad Eshkol, Israele. Si pensa ad un attacco missilistico lanciato...
Notizia del:

E' libera Shereen Al-Issawi, nelle carceri del regime di Israele per 43 settimane senza un processo

di Paola Di Lullo È stata liberata ieri, Shereen Al-Issawi, dopo 43 settimane nelle carceri israeliane. Il suo destino è legato a doppio filo a quello del fratello Samer, a Gilad...
Notizia del:

Campi profughi palestinesi in Libano, vi racconto quello che ho visto

Sebbene ogni campo abbia la sua storia, le condizioni dei campi e quindi delle persone che vi dimorano, con qualche minima differenza, sono le medesime

di Paola Di Lullo   Burj El Barajneh, Chatila, Nahr El Bared, Ein El Helwe, Al Jalil Balbak. Sono...
Notizia del:

Da bambina gli sterminarono la famiglia, la storia di Shahira: Israele ha distrutto i suoi sogni, non le sue speranze

di Paola Di Lullo Beirut, 18 settembre 2017 Shahira è una donna forte, trasuda resistenza, chiede giustizia, non intende rassegnarsi né arretrare. Israele ha distrutto i suoi...
Notizia del:

I palestinesi ci chiedono di ricordare. Al via la missione italiana in Libano

di Paola Di Lullo BEIRUT. È partita ieri per Beirut la delegazione italiana composta da 27 persone, organizzata dalle Associazioni "Per non dimenticare Sabra e Chatila" e "Con...
Notizia del:

La comunità ebraica ordina... niente parco dedicato alla memoria di Arafat

Per la presidente della comunità ebraica di Roma Ruth Dureghello “dedicare un parco a Yasser Arafat è offensivo e antistorico”

di Paola Di Lullo   Nel silenzio, o quasi, di un’estate torrida, la comunità ebraica romana...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa