/ Guerra economica: Euroclear blocca fondi venezuelani per l'acquis...

Guerra economica: Euroclear blocca fondi venezuelani per l'acquisto di alimenti e medicinali

Guerra economica: Euroclear blocca fondi venezuelani per l'acquisto di alimenti e medicinali
 

All'inizio di novembre, il vicepresidente della Repubblica, Tareck El Aissami, denuncia il blocco di 1,2 miliardi di dollari in obbligazioni per il pagamento di medicinali e cibo per i venezuelani da parte dell'operatore internazionale Euroclear

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


di Fabrizio Verde
 

All'inizio di novembre, il vicepresidente della Repubblica, Tareck El Aissami, denuncia il blocco di 1,2 miliardi di dollari in obbligazioni per il pagamento di medicinali e cibo per i venezuelani da parte dell'operatore internazionale Euroclear, una società finanziaria che in altre occasioni ha agito come intermediario nelle transazioni obbligazionarie del paese sudamericano.

 

Si tratta di un capitolo dello spietato assedio economico imbastito dagli Stati Uniti contro la Repubblica Bolivariana del Venezuela. L’obiettivo palese di Washington è quello di soffocare Caracas. Un tentativo fino a questo momento naufragato grazie alla strategia adottata dal Venezuela di concerto con i suoi alleati internazionali Cina e Russia. 

 

Tre settimane dopo l’atto arbitrario di Euroclear viene denunciato dal presidente Maduro che segnala come la società finanziaria abbia letteralmente sequestrato i fondi del paese latinoamericano. «Abbiamo 450 milioni di dollari per l’acquisto di medicinali, materiali da costruzione, alimenti e sono stati congelati da sei settimane da Euroclear, solo per castigare il Venezuela», questa la denuncia di Nicolas Maduro. 

 

Cos'è Euroclear?

 

Il portale d’inchiesta Mision Verdad ci spiega nel dettaglio cos’è Euroclear: «Euroclear controlla, insieme a Clearstream, quasi il 100% del sistema finanziario globale di clearing o ‘compensazione internazionale’. Si tratta di un sistema di pagamento e consegna completamente automatizzato che consente di scambiare titoli, obbligazioni e denaro da un luogo all'altro sul pianeta e in tempo reale.

 

Le società di clearing pubblicano in toto l'elenco delle loro operazioni, sono considerate perfettamente trasparenti a seguito di un accordo tra banche che è conforme alle legislazioni bancarie nazionali. Questo sistema di compensazione svolge un ruolo importante nella finanza internazionale ed è un passo inevitabile nella raccolta di fondi per compensare i pagamenti e le grandi transazioni.

 

La pubblicazione dei conti non mostra l'origine dei fondi trasferiti, sia che si tratti di denaro "lecito", "anonimo" o denaro sporco, il prodotto di frodi o evasione fiscale, o di corruzione e / o traffico di influenze. Nel 2009 hanno attraversato il sistema di trasferimento circa 130 trilioni di euro, secondo quanto afferma il giornalista Denis Robert.

 

Legalmente, è una società di servizi finanziari con sede a Bruxelles, ma ha sezioni in molti importanti centri finanziari come Parigi, Amsterdam, Londra, Stoccolma e Helsinki. È stata fondata nel 1968 dalla banca d'investimento JP Morgan. La manipolazione del rischio paese contro il Venezuela e i permanenti "avvertimenti"  sul default costituiscono alcune delle armi utilizzate nella guerra finanziaria, che vedono precisamente in JP Morgan un attore protagonista.

 

Fornisce servizi multipli in diverse parti del mondo, in particolare nei paradisi fiscali, e la sua complessa struttura comprende una banca, la Euroclear Bank, i cui servizi sono la base del suo modello di business. È anche strettamente collegata alla camera di compensazione dei pagamenti LCH.Clearnet».

 

Euroclear nello scacchiere geopolitico

 

Sempre Mision Verdad ci racconta il ruolo dell’agente finanziario nel controllo geopolitico globale: «Il ruolo di depositario di titoli, noto come Central Securities Custody o CSD, è fondamentale nel ruolo svolto da Euroclear per il controllo esercitato dal capitalismo finanziario sull'economia mondiale, ha clienti da tutto il mondo ed è il luogo in cui il titoli (azioni, obbligazioni e altri derivati) che rappresentano attività finanziarie. Nel caso dell'Europa, detiene oltre il 60% degli Eurobond, oltre il 50% dei titoli di debito interni europei e oltre il 55% del capitale della borsa europea.

 

Registra inoltre i cambiamenti di proprietà dei titoli ed esegue il lavoro di compensazione, cioè la consegna delle attività in cambio di denaro. Ha avuto a che fare con fondi depositati da attori politici che hanno indebitato paesi come l'Ecuador e ricevuto ordini dal giudice Griesa nel caso dei fondi avvoltoio contro l'Argentina.

 

Euroclear è una piattaforma che consente di mantenere strumenti di mercato mobiliari come le obbligazioni (gestite come se fossero liquidità) in subaccount come se fossero conti bancari, quando cambiano i proprietari vengono trasferiti da sottoconto a sottoconto, come trasferimento. Per vendere qualsiasi bond della Repubblica Bolivariana del Venezuela in Europa, deve essere registrato in Euroclear, altrimenti, non può essere trasferito dalla custodia venezuelana a una custodia in Europa».

 

Gli USA dietro Euroclear

 

Il governo venezuelano ha denunciato che Euroclear agisce su ordine del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti: «Il Dipartimento del Tesoro dell’amministrazione di Donald Trump ha ordinato a queste istituzioni, che formano parte della dittatura del sistema capitalista mondiale, di trovare il modo di affogare il Venezuela», ha denunciato il ministro per la Comunicazione e l’Informazione Jorge Rodriguez. 

 

L’esponente del governo venezuelano ha spiegato che queste istituzioni finanziarie sono necessarie affinché il Venezuela possa realizzare operazioni internazionali in ambito internazionale. Attraverso questa società il governo bolivariano effettua transazioni intorno ai titoli di proprietà di Petróleos de Venezuela (PDVSA), mentre altre istituzioni nazionali la utilizzano per acquistare medicinali e cibo, operazioni che Euroclear rifiuta di effettuare.

 

Il ministro ha spiegato che queste azioni rispondono inoltre alla campagna lanciata da leader dell'opposizione come Julio Borges, il presidente dell’Assemblea Nazionale venezuelana afferente al partito Primero Justicia, che ha chiesto a governi e istituzioni finanziarie in Europa di bloccare finanziariamente il Venezuela. 

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: RT

Mosca: "Gli Stati Uniti stanno elaborando un piano B per cambiare il governo in Siria e la Russia lo neutralizzerà"

Mosca avverte sul tentativo dell'occidente, con un 'Piano B' di rovesciare il governo siriano ma allo stesso tempo ribadisce che lo neutralizzerà.

"Gli Stati Uniti hanno dato il via alla creazione di autorità alternative in una parte significativa...
Notizia del:     Fonte: https://ahtribune.com

'La BBC tradisce i principi giornalistici più elementari quando si parla di Siria'

Il giornalista e accademico Jeremy Salt, in un articolo, sottolinea che seppur nelle guerre la verità è la prima vittima, negli ultimi 15 anni, a partire dalla guerra in Iraq fino al conflitto in Siria, la falsificazione prodotta dai media statunitensi e britannici ha raggiunto livelli senza precedenti.

Jeremy Salt è  giornalista e professore universitario presso il Dipartimento di Scienze Politiche...
Notizia del:     Fonte: Der Spiegel - Foto AFP

Germania, Francia e Regno Unito promotrici di sanzioni all'Iran per accontentare Trump

Secondo il settimanale tedesco, 'Der Spiegel', la Germania insieme a Francia e Gran Bretagna stanno esercitando pressioni su altri paesi europei per imporre altre sanzioni all'Iran, accontentando di fatto il Presidente degli USA, Donald Trump.

Citando diplomatici europei, la rivista tedesca 'Der Spiegel' afferma in un articolo pubblicato ieri...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Nasrallah denuncia la guerra mediatica degli USA contro Hezbollah

Il Segretario Generale del Movimento di Resistenza libanese, Hezbollah, Seyed Hassan Nasrallah, ha denunciato la 'guerra mediatica' che gli USA fomentano in Libano e in tutto il Medio Oriente.

In un discorso televisivo, Il Segretario Generale di Hezbollah, Seyed Hassan Nasrallah ha respinto le accuse...
Notizia del:     Fonte: Al Mayadeen - Hispantv

Venezuela e Palestina rafforzano le relazioni bilaterali

Venezuela e Palestina hanno ratificato il rafforzamento delle loro relazioni bilaterali durante un incontro tra il presidente dell'Assemblea nazionale costituente venezuelana, Delcy Rodríguez, e il ministro degli Esteri palestinese, Riyad Al-Maliki.

L'incontro si è tenuto nella Casa Amarilla, sede della Cancelleria di Caracas, dove il ministro palestinese...
Notizia del:     Fonte: SANA - The Guardian

Damasco non vuole nemmeno un dollaro statunitense, 'macchiato con il sangue dei siriani'

Il ministero degli Esteri siriano ha sottolineato che Damasco non ha bisogno dell'aiuto di Washington per ricostruire la Siria e denuncia che la presenza militare degli Stati Uniti nel paese arabo si propone di sostenere il gruppo terroristico ISIS (Daesh, in arabo).

"Il governo siriano non ha bisogno neanche di un solo dollaro per la ricostruzione, perché i dollari...
Notizia del:     Fonte: https://www.democracynow.org

VIDEO. Norman Finkelstein: Netanyahu, corrotto e razzista, è il vero volto di Israele

In un'intervista, lo storico e politologo statunitense, Norman Gary Finkelstein, figlio di sopravvissuti ebrei ai campi di sterminio nazisti, ritiene che, nonostante le politiche razziste e gli scandali di corruzione, Netanyahu mantiene il potere in Israele.

Link della trascrizione dell'intervista in lingua originale Nel corso dell'intervista concessa alla...
Notizia del:     Fonte: Hispantv - SANA

L'Iran ripudia il piano degli USA di creare un esercito in Siria

L'Iran considera la decisione degli Stati Uniti di formare le cosiddette "forze di sicurezza delle frontiere" nella Siria nord-orientale come una "chiara interferenza" negli affari interni del paese arabo e avverte che questa misura controversa peggiorerà e prolungherà la crisi.

Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Bahram Qasemi ha avvertito che l'iniziativa degli Stati...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia promette rappresaglie contro gli Stati Uniti per la creazione di una guardia di frontiera in Siria

Indignato per l'addestramento di 30.000 miliziani arabo-curdi sul confine turco-siriano da parte degli Stati Uniti, il capo del Comitato di difesa della Camera bassa (Duma) del parlamento russo, l'ammiraglio Vladimir Shamanov, promette misure di rappresaglia a questo proposito.

"[Tale comportamento della cosiddetta coalizione guidata dagli USA] è un affronto diretto [con gli...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Lavrov: Trump cerca di rovesciare Assad come pretendeva Obama

Per il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, la posizione del presidente statunitense, Donald Trump in Siria è simile a quella del suo predecessore Barack Obama: entrambi cercano di rovesciare il legittimo presidente siriano, Bashar al-Assad.

"Non ci sono differenze drastiche tra [gli approcci] dell'amministrazione Obama e quella di Trump. Purtroppo,...
Le più recenti da ALBA LATINA
Notizia del:

Eurodeputato Couso: "Con sanzioni illegali l'Ue cerca di sabotare il dialogo tra opposizione e governo in Venezuela"

"Un'Unione Europea di parte compie un'azione di sabotaggio di dialogo di Santa Domingo tra il governo e opposizione venezuelana con sanzioni unilaterali contrarie al diritto internazionale....
Notizia del:

"L'Ue mostra la sua vocazione coloniale". L'ex presidente dell'Honduras Zalaya condanna le sanzioni contro il Venezuela

Manuel Zalaya, l'ex presidente dell'Honduras vittima di un golpe nel 2009 targato dall'Amministrazione Obama per la sua decisione di aderire all'Alba bolivariana, ha espresso la sua solidarietà...
Notizia del:

Venezuela, le destre golpiste hanno già il nuovo Rambo e si preparano per il 23 gennaio

Intanto gli Usa hanno mandato le condoglianze alle famiglie del gruppo armato di Oscar Pérez

di Geraldina Colotti* Gira in rete e su whatsap un video-messaggio grottesco e inquietante proveniente...
Notizia del:

VIDEO. Honduras, il momento esatto in cui un anziano viene assassinato durante le proteste

Tanti feriti e arresti da parte del regime per reprimere le proteste di ieri, sabato 20 gennaio, contro la frode elettorale che ha visto confermato il candidato di Washington. Nella foto l'ex presidente Zalaya durante le manifestazioni nella capitale Tegucigalpa

Questo sabato 20 gennaio, le proteste dell'opposizione in Honduras contro la frode elettorale ha coinvolto...
Notizia del:

Da Daktari a Óscar Pérez: l'uso della carta paramilitare contro il Venezuela

Piano Colombia, un piano importato e la frontiera

MISION VERDAD (traduzione di Francesco Monterisi) Durante il governo di Alvaro Uribe Vélez,...
Notizia del:

Altra Fake news. Maduro interverrà "in stile Putin" nelle elezioni colombiane

Costantemente sorgono nello scenario internazionale nuove matrici d'opinione come strumento di attacco politico e mediatico. A quanto pare le elezioni in Colombia coincidono esattamente con la russofobia globale, di cui il Venezuela è erede per allineamento geopolitico.

Mision Verdad Un articolo pubblicato la settimana scorsa sul quotidiano El Espectador in Colombia presenta...
Notizia del:

Il Venezuela condanna le sanzioni europee. "L'UE è una sussidiaria di Washington. Eseguono gli ordini imperialisti degli Usa"

Il ministro degli esteri venezuelano Arreaza ha commentato le nuove sanzioni europee: "E' un ordine imperialista. L'Ue ha eseguito"

      Il ministro degli Esteri del Venezuela, Jorge Arreaza, ha condannato le sanzioni...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa