/ Venezuela, l’ennesima lezione di democrazia e sovranità al morent...

Venezuela, l’ennesima lezione di democrazia e sovranità al morente occidente

Venezuela, l’ennesima lezione di democrazia e sovranità al morente occidente
 

Il presidente Nicolas Maduro ha sottolineato che «il chavismo ha ripreso il cammino della vittoria in un momento molto difficile»

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


di Fabrizio Verde
 

Nel bel mezzo di un assedio internazionale dove le sanzioni economiche vanno ad aggiungersi alla crociata mediatica, il popolo venezuelano ha fatto sentire forte la propria voce. Il chavismo ha ottenuto una netta vittoria popolare nelle elezioni regionali. Il Partito Socialista Unito del Venezuela (PSUV) e i suoi alleati minori riuniti nel Gran Polo Patriottico hanno infatti conquistato la vittoria in 17 Stati nel paese, contro i 5 dell’opposizione, riunita nell’eterogenea alleanza denominata Mesa de la Unidad Democratica (MUD). 

 

L’affluenza è stata alta: il 61,14% del corpo elettorale si è recato alle urne, secondo quanto reso noto da Tibisay Lucena, presidente del Consiglio Nazionale Elettorale (CNE). La dirigente venezuelana ha sottolineato che il popolo venezuelano ha esercitato la «sovranità così come deve essere: in pace, in tranquillità e democrazia attraverso il voto». 

 

I rappresentanti della Rivoluzione Bolivariana usciti vincitori dalle elezioni sono: Miguel Rodríguez, in Amazonas; Ramón Carrizalez, ad Apure; Rodolfo Marco Torres, ad Aragua; Argenis Chávez, a Barinas; Rafael Lacava, a Carabobo; Margaud Godoy, a Cojedes; Lizeta Hernández, a Delta Amacuro; Victor Clark, a Falcón; José Vásquez, a Guárico; Carmen Meléndez, a Lara; Hector Rodríguez, a Miranda; Yelitza Santaella, a Monagas; Rafael Calles, a Portuguesa; Edwin Rojas, a Sucre; Henry Rangel, a Trujillo; Jorge Luis García Carneiro, a Vargas e Julio León Heredia, a Yaracuy. 

 

I candidati dell'opposizione vincitori sono Antonio Barreto (Anzoátegui), Ramón Guevara (Mérida), Alfredo Díaz (Nueva Esparta), Laidy Gómez (Táchira), tutti di Acción Democrática (AD) e Juan Pablo Guanipa (Zulia) di Primero Justicia. 

 

Il chavismo con questa vittoria risulta essere vincitore nel 90% delle tornate elettorali svolte in Venezuela dal 1998. Ben 23 appuntamenti in 18 anni. Uno ogni 10 mesi circa. Sfidiamo a trovare un qualsiasi paese definito ‘democratico’ - mentre il Venezuela è una spietata dittatura - che chiami con tale frequenza il popolo ad esprimersi attraverso il voto. Il paragone con l’Italia, giusto per fare un esempio, è impietoso. 

 

Il presidente Nicolas Maduro ha sottolineato che «il chavismo ha ripreso il cammino della vittoria in un momento molto difficile». 

 

Aggiungendo un appello ai paesi del mondo, affinché questi tengano in debita considerazione i dati inconfutabili che mostrano come in Venezuela vi sia una democrazia viva ed efficiente. 

 

Ancora una volta si è mostrata giusta la strategia adottata da Maduro per sconfiggere i tentativi di golpe ripetuti dall’opposizione. Il presidente aveva ragione come già abbiamo avuto modo di spiegare ai nostri lettori. Il Partito Socialista Unito del Venezuela si conferma prima forza politica del paese, con il Gran polo Patriottico che nel complesso raggiunge il 54% dei voti totali. 

 

Come prevedibile i fake media nostrani, in perenne servizio contro il Venezuela e finanche la verità, ignorano quanto accaduto in Venezuela oppure cercano di mistificare rilanciando generiche accuse di brogli riferite dall’opposizione. Un’opposizione, quella venezuelana, davvero poco credibile da questo punto di vista. Grida ai brogli quando esce sconfitta dalle urne, mentre tutto è regolare in caso di vittoria come nel caso delle ultime elezioni parlamentari o i cinque stati presi in questa stessa tornata. I brogli in quel caso non sono avvenuti? Un comportamento a dir poco singolare. Visto anche che la ‘dittatura’ chavista ha sempre riconosciuto senza alcuna protesta le proprie (a dire il vero poche) sconfitte elettorali. 

 

Da Caracas giunge l’ennesima lezione al mondo di democrazia, libertà e sovranità. In un momento storico dove ci sono degli Stati in Europa che cercano di impedire referendum con la repressione. Dove vi sono altri Stati che congegnano sistemi elettorali arzigogolati al solo fine di precludere la possibilità di andare al governo alla principale forza di opposizione.

 

La lezione da trarre è tanto semplice quanto chiara: il Venezuela bolivariano viene colpito e diffamato a reti unificate perché rappresenta tutto ciò di cui l’Impero e i suoi lacchè hanno paura: un popolo cosciente che nonostante avversità all’apparenza insormontabili difende a spada tratta la propria sovranità. Uno straordinario progetto di emancipazione sociale. In piazza e attraverso le urne.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Al Mayadeen - Hispantv

Venezuela e Palestina rafforzano le relazioni bilaterali

Venezuela e Palestina hanno ratificato il rafforzamento delle loro relazioni bilaterali durante un incontro tra il presidente dell'Assemblea nazionale costituente venezuelana, Delcy Rodríguez, e il ministro degli Esteri palestinese, Riyad Al-Maliki.

L'incontro si è tenuto nella Casa Amarilla, sede della Cancelleria di Caracas, dove il ministro palestinese...
Notizia del:

Le prove della guerra economica contro il Venezuela

Questa realtà è innegabile e nessun paese è soggetto a questo tipo di assedio economico, ad alta intensità e persistenza

di Alfredo Serrano Mancilla - CELAG   Proibito vedere l’ovvio. Questa frase trovata su un murales...
Notizia del:

Mision Verdad - "Il narcostato colombiano e la sua guerra economica al Venezuela"

  María Fernanda Barreto - Mision Verdad 28 dicembre 2017 (traduzione di Alessandro Lattanzio per SitoAurora) Quante delle magnifiche storie di letteratura universale...
Notizia del:

Guerra mediatica al Venezuela: nel 2017 i media statunitensi hanno generato 3880 fake news

La guerra mediatica è particolarmente cruenta. I suoi echi giungono anche in Italia. Infatti nella nostra periferia dell’impero il circuito mediatico mainstream ricicla di continuo le fake news a stelle e strisce prodotte contro la Rivoluzione Bolivariana

di Fabrizio Verde   Contro il Venezuela è guerra totale. Una micidiale offensiva cha va dall’assedio...
Notizia del:     Fonte: Embajada de la República Bolivariana de Venezuela en Italia

Imperialismo senza maschere

di Jorge Arreaza M.*   Il 2017 è stato un anno chiarificatore durante il quale la politica internazionale si è sincerata e ha messo alla prova la politica estera della Repubblica...
Notizia del:     Fonte: AVN

Venezuela: nell'ultimo anno aumenti salariali del 664%

Gli aumenti salariali - che incidono sul reddito di oltre 13 milioni di lavoratori del paese - sono parte di della politica implementata dal governo nazionale per proteggere la classe operaia e dare piena attuazione alla Costituzione Bolivariana

  L'aumento salariale del 40% decretato domenica 31 dicembre dal presidente della Repubblica, Nicolas...
Notizia del:

Il Venezuela esprime solidarietà alla Repubblica Islamica dell'Iran e condanna le ingerenze di Usa e Israele

La Repubblica Bolivariana del Venezuela, ribadendo il suo sincero sentimento di solidarietà nei confronti della Repubblica Islamica dell'Iran si augura che il popolo e il governo del paese fratello possano continuare a costruire e rafforzare il proprio modello di paese sovrano senza l'intervento di alcun potere straniero

da AVN   La Repubblica Bolivariana del Venezuela condanna gli atti di violenza che si sono verificati...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Odebrecht conferma di aver finanziato l'opposizione venezuelana

In diverse occasioni, esponenti del chavismo hanno accusato l'ex governatore dello stato di Miranda Henrique Capriles di aver ricevuto finanziamenti dalla società di costruzioni brasiliana

  L’imprenditore brasiliano Marcelo Odebrecht, il cui nome risuona in America Latina perennemente legato...
Notizia del:     Fonte: Embajada de la República Bolivariana de Venezuela en Italia

Le dodici vittorie del Presidente Maduro nel 2017

di Ignacio Ramonet Per cominciare, dobbiamo ricordare che il presidente Nicolás Maduro è il presidente più ingiustamente accusato, calunniato e aggredito nella storia del Venezuela....
Notizia del:

Pavel Grudinin, il comunista che sfida Putin

Ma chi è Pavel Grudinin, l'uomo a cui il popolo comunista di Russia ha affidato la sfida impossibile delle elezioni 2018?

di Danilo Della Valle Pavel Grudinin, ingegnere ed imprenditore agricolo cinquantesettenne, sarà...
Le più recenti da ALBA LATINA
Notizia del:

Eurodeputato Couso: "Con sanzioni illegali l'Ue cerca di sabotare il dialogo tra opposizione e governo in Venezuela"

"Un'Unione Europea di parte compie un'azione di sabotaggio di dialogo di Santa Domingo tra il governo e opposizione venezuelana con sanzioni unilaterali contrarie al diritto internazionale....
Notizia del:

"L'Ue mostra la sua vocazione coloniale". L'ex presidente dell'Honduras Zalaya condanna le sanzioni contro il Venezuela

Manuel Zalaya, l'ex presidente dell'Honduras vittima di un golpe nel 2009 targato dall'Amministrazione Obama per la sua decisione di aderire all'Alba bolivariana, ha espresso la sua solidarietà...
Notizia del:

Venezuela, le destre golpiste hanno già il nuovo Rambo e si preparano per il 23 gennaio

Intanto gli Usa hanno mandato le condoglianze alle famiglie del gruppo armato di Oscar Pérez

di Geraldina Colotti* Gira in rete e su whatsap un video-messaggio grottesco e inquietante proveniente...
Notizia del:

VIDEO. Honduras, il momento esatto in cui un anziano viene assassinato durante le proteste

Tanti feriti e arresti da parte del regime per reprimere le proteste di ieri, sabato 20 gennaio, contro la frode elettorale che ha visto confermato il candidato di Washington. Nella foto l'ex presidente Zalaya durante le manifestazioni nella capitale Tegucigalpa

Questo sabato 20 gennaio, le proteste dell'opposizione in Honduras contro la frode elettorale ha coinvolto...
Notizia del:

Da Daktari a Óscar Pérez: l'uso della carta paramilitare contro il Venezuela

Piano Colombia, un piano importato e la frontiera

MISION VERDAD (traduzione di Francesco Monterisi) Durante il governo di Alvaro Uribe Vélez,...
Notizia del:

Altra Fake news. Maduro interverrà "in stile Putin" nelle elezioni colombiane

Costantemente sorgono nello scenario internazionale nuove matrici d'opinione come strumento di attacco politico e mediatico. A quanto pare le elezioni in Colombia coincidono esattamente con la russofobia globale, di cui il Venezuela è erede per allineamento geopolitico.

Mision Verdad Un articolo pubblicato la settimana scorsa sul quotidiano El Espectador in Colombia presenta...
Notizia del:

Il Venezuela condanna le sanzioni europee. "L'UE è una sussidiaria di Washington. Eseguono gli ordini imperialisti degli Usa"

Il ministro degli esteri venezuelano Arreaza ha commentato le nuove sanzioni europee: "E' un ordine imperialista. L'Ue ha eseguito"

      Il ministro degli Esteri del Venezuela, Jorge Arreaza, ha condannato le sanzioni...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa