/ Venezuela, sovranità, autodeterminazione e guerra economica: impo...

Venezuela, sovranità, autodeterminazione e guerra economica: importante seminario alla Sapienza

Venezuela, sovranità, autodeterminazione e guerra economica: importante seminario alla Sapienza
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Alla presenza di oltre 150 studenti e come seminario delle lezioni alla Sapienza del Prof. Luciano Vasapollo, l’Ambasciatore della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Isaìas Rodriguez, è intervenuto oggi sulle vicende interne e geopolitiche che riguardano il suo paese.



 

Dopo aver parlato delle politiche sociali del governo di Maduro, delle prospettive per il paese dopo l’Assemblea Costituente del luglio scorso e dopo le vittorie regionali e comunali del blocco socialista, Isaìas ha dato molta enfasi al blocco economico contro il Venezuela e il ruolo assunto da parte della Cina, della Russia, dell’Iran e di altre potenze regionali che si sono schierate al fianco di Caracas in questa lotta definita di libertà, autodeterminazione e sovranità contro le ingerenze di Stati Uniti, Canada e Unione Europea. L’Ambasciatore ha poi ricordato come quest’ultime vengono da tante sconfitte nel tentativo di destabilizzazione contro il Venezuela. “Sono stati sconfitti 11 volte all’OSA e all’Onu il Venezuela ha avuto la solidarietà di decine e decine di stati.”


 

Nel suo intervento il Prof. Luciano Vasapollo ha sottolineato come il Venezuela sia la dimostrazione di come "una nuova modalità di relazioni internazionali senza guerre e interventi bellicose sia possibile. La dimostrazione di come nel mondo si possa ancora dare importanza alla democrazia sostanziale e formale. Ogni aspetto politico in Venezuela si discute e il popolo è l’ultimo a ratificare sempre ogni cambiamento. Questo avviene mentre in Italia, che poi vuole dare lezioni di democrazia, i trattati europei mai voluti e votati dal popolo italiano si impongono ahimé anche al di sopra della Costituzione”.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Noam Chomsky spiega quello che si nasconde dietro la chiamata alle armi con "l'intervento umanitario"

Telesur   "Quasi ogni atto aggressivo di una grande potenza è giustificata per motivi umanitari", afferma l'intellettuale statunitense Noam Chomsky in un'intervista...
Notizia del:

Ricordando, da Gaza, le Fosse Ardeatine

di Patrizia Cecconi - Pressenza Gaza city, 18 febbraio Durante tutta la notte da Gaza city si sono sentiti gli echi dei bombardamenti sulla Striscia di Gaza. Prima erano lontani, poi si sono...
Notizia del:

In Florida al massacro di 14 studenti e 3 insegnanti si reagisce così...

di Francesco Erspamer La foto sotto è di oggi (la riprendo da NBC News) e mostra come hanno reagito centinaia di abitanti della zona della Florida dove è avvenuto il massacro di 14...
Notizia del:     Fonte: Al Mayadeen

VIDEO. Consulente Media YPG: L'esercito siriano è il benvenuto ad Afrin in qualsiasi momento

Le Unità di Protezione popolare curde, YPG, ribadiscono che l'esercito siriano è benvenuto nella regione di Afrin, dove da alcune settimane la Turchia ha avviato una brutale aggressione.

Il consigliere dei media delle Unità di protezione popolare (YPG), Rizan Haddou, ha dichiarato venerdì...
Notizia del:     Fonte: The News York Times

The New York Times: "La CIA ha interferito più di 80 volte nelle elezioni di altri Paesi"

Sin dal suo inizio, la CIA ha anche contribuito a rovesciare i leader eletti in altri paesi, sostenuto colpi di stato, ha organizzato omicidi per ragioni politiche e sostenuto i governi anti-comunisti, si legge in un articolo del quotidiano statunitense, 'The New York Times'.

La Central Intelligence Agency (CIA) degli Stati Uniti ha interferito nelle elezioni in diversi paesi sin dall'inizio...
Notizia del:     Fonte: Euronews

Russia: Gli Stati Uniti intendono rimanere in Siria per sempre

Gli Stati Uniti cercano di separare una vasta regione dal resto del territorio siriano, ha avvertito ieri il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, il quale ha ribadito che Washington intende rimanere nel paese arabo a tempo indefinito.

"(Gli statunitensi) sembrano voler dividere gran parte del territorio siriano dal resto del paese, per creare...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Nasrallah: Possiamo distruggere le piattaforme petrolifere israeliane nel giro di poche ore

Il segretario generale di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah ribadisce che la presenza degli USA nella regione è data dalla volontà di impadronirsi delle risorse naturali.

In occasione della ricorrenza del martirio di due leader del Movimento di resistenza libanese Hezbollah, il segretario...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa