/ La Gran Bretagna sospende invio di denaro in Siria dopo 'aver sco...

La Gran Bretagna sospende invio di denaro in Siria dopo 'aver scoperto' che finivano nelle tasche dei terroristi

La Gran Bretagna sospende invio di denaro in Siria dopo 'aver scoperto' che finivano nelle tasche dei terroristi
 

Il progetto 'Ajacs' costato milioni di sterline del governo britannico per finanziare la nuova forza di polizia siriana nelle aree controllate dai 'ribelli' è stato sospeso dopo che il denaro contante è stato consegnato direttamente agli estremisti.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Il governo britannico ha sospeso un progetto di aiuti esteri alla Siria in seguito alle accuse secondo le quali i fondi sarebbero stati intascati da gruppi estremisti. Lo riporta il quotidiano britannico 'The Guardian'.
 
Il progetto si basava sull'utilizzo dei fondi di aiuto dalla Gran Bretagna per aiutare gli agenti della 'polizia siriana libera' (FSP) per controllare l'ordine nella regione dopo la rivolta siriana. Tuttavia, si sostiene che i fondi sono stati dirottati verso gli estremisti, come ha rivelato il programma televisivo 'Panorama' della BBC, 'Jihadis You Pay For'. Nel reportage si sostiene che anche gli ufficiali sostenuti dal Regno Unito stavano apparentemente lavorando con i tribunali che impongono torture ed esecuzioni.
 
Il think tank 'Adam Smith International', che gestisce il progetto dall'ottobre 2014, nega qualsiasi accusa di illecito e spiega che ha gestito i soldi dei contribuenti britannici "in modo efficace per affrontare il terrorismo".
Sono state fatte anche accuse contro gli estremisti del ramo siriano di Al-Qaeda, Jabhat al-Nusra (Fronte  Al-Nusra), che hanno scelto direttamente ufficiali per due stazioni nella provincia nord-occidentale dell'Idlib.
Kate Osamor, segretario di Stato ombra per lo sviluppo internazionale del partito laburista, ha dichiarato che i britannici sarebbero fortemente "indignati" se le accuse risultassero confermate. "Abbiamo bisogno di capire come il Foreign and Commonwealth Office abbia permesso che ciò accadesse e perché i loro meccanismi per gestire correttamente i progetti di aiuto siano falliti", ha riferito al &# 39;The Guardian'.
 
Inoltre, ha sottolineato che il Fondo per i conflitti, la stabilità e la sicurezza, che ha finanziato il progetto, opera in dozzine di paesi più rinomati per i loro "discutibili" registri sui diritti umani.
"Questa indagine probabilmente sarà solo la punta dell'iceberg: il governo ora deve aprire i suoi libri in modo che il pubblico possa capire la vera portata del problema", ha aggiunto Osamor.
 
I fondi provengono dal budget per gli aiuti stranieri della Gran Bretagna di 13 miliardi di sterline (17,5 miliardi di dollari), che è principalmente sotto l'ala del Dipartimento per lo sviluppo internazionale. Altri dipartimenti, tuttavia, sono anche responsabili delle sue spese, incluso il Foreign Office.
 
Il Ministero dell'Interno della Gran Bretagna ha anche scoperto che i finanziamenti all'estero costituivano una "significativa fonte di reddito" per un piccolo numero di sospetti gruppi radicali.
I vari report dello scorso ottobre hanno anche affermato che i convogli di aiuti umanitari britannici vengono utilizzati per incanalare fondi verso organizzazioni terroristiche in Siria.

Un portavoce dell'FCO ha dichiarato: "Prendiamo molto sul serio ogni accusa di cooperazione con gruppi terroristici e violazioni dei diritti umani e il Foreign Office ha sospeso questo programma mentre indaghiamo su tali accuse."
"Riteniamo che tale lavoro in Siria sia importante per proteggere i nostri interessi di sicurezza nazionale, ma ovviamente raggiungere una conclusione con attenzione dato che in un ambiente così difficile nessuna attività è priva di rischi. Questo è il motivo per cui tutti i nostri programmi sono progettati con cura e soggetti a un controllo rigoroso", ha aggiunto.
 
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: The Guardian - BBC
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

Le forze aeree russe in Siria bombardano le postazioni jihadiste per l'offensiva delle truppe siriane a Idlib

Le rimanenti forze aeree russe continuano a bombardare le postazioni dei gruppi terroristici, in particolare quelli affiliati ad al Qaeda particolarmente radicati tra la provincia di Hama e Idlib.

All'inizio di questa settimana, il presidente russo Vladimir Putin ha fatto una visita a sorpresa all'aeroporto...
Notizia del:     Fonte: The Telegraph

Interferenza "low cost": Facebook quantifica in meno di 1 euro la spesa pubblicitaria russa durante la Brexit

Il social network ha informato il comitato elettorale britannico che l'Agenzia di ricerca su Internet ha speso una "piccola somma di denaro" su tre annunci sull'immigrazione.

Meno di un euro: nello specifico, 83 centesimi, l'equivalente a 97 centesimi o 73 pence britannici. Questo...
Notizia del:

"Giustificare le azioni che violano la sovranità della Siria è inaccettabile"

La portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, durante la sua conferenza stampa settimanale definisce 'goffi' e 'inaccettabili', le giustificazioni statunitensi riguardo la permanenza in Siria.

La portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakhárova, ha parlato anche della situazione in Siria...
Notizia del:     Fonte: Tasnim

L'Iran avverte: Gli Stati Uniti cercano di riportare l'Iraq e la Siria nel caos

Un importante consigliere del leader della rivoluzione islamica in Iran avverte sui tentativi degli Stati Uniti di riportare l'Iraq e la Siria nel caos.

"Gli Stati Uniti cercano di generare conflitti e caos sia in Iraq che in Siria, in particolare nella città...
Notizia del:     Fonte: https://function.mil.ru/ - Ruptly

La Russia avvia il ritiro dei suoi aerei e della polizia militare dalla Siria

I bombardieri russi Tu-22M3 e un battaglione della polizia militare sono tornati in Russia oggi, dopo aver adempiuto alla loro missione antiterroristica in Siria, si legge in un comunicato del Ministero della Difesa russo

Il ministero della Difesa russo, in un comunicato, ha riferito che i bombardieri Tu-22M3, che sono intervenuto...
Notizia del:     Fonte: The New Yorker

'The New Yorker': Gli Stati Uniti sono costretti ad accettare Bashar al-Assad fino al 2021

Il governo degli Stati Uniti visti gli sviluppi degli ultimi anni sul campo di battaglia sono costretti ad accettare che il presidente siriano Bashar al-Assad rimanga al potere fino al 2021, secondo il settimanale statunitense, 'The New Yorker'.

Data la realtà dei campi di battaglia in Siria e gli ultimi progressi dell'esercito contro i gruppi...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia: In Siria, negli ultimi 7 mesi, eliminati 32.000 terroristi e liberati 67000 Km² di territorio

Il comandante del gruppo militare russo in Siria, il generale Sergey Surovikin ha riferito al presidente russo Vladimir Putin che 32.000 terroristi sono stati uccisi in Siria negli ultimi sette mesi.

"Più di 67.000 chilometri quadrati di territorio siriano, più di 1.000 località, 78...
Notizia del:     Fonte: CNN - http://stat.mil.ru/

Gli F-22 degli USA ostacolano i Jet russi in Siria, però fuggono quando arrivano i SU-35

Il Pentagono denuncia un "comportamento pericoloso" degli aerei russi, ma Mosca ricorda che "non c'è spazio aereo degli Stati Uniti in Siria e non esisterà".

Il ministero della Difesa russo ha risposto alle dichiarazioni rilasciate nelle ultime ore da rappresentanti...
Notizia del:     Fonte: RT

'Missione Compiuta': Le forze armate russe confermano la sconfitta dell'ISIS in Siria

Dopo aver liberato il territorio siriano dai terroristi dell'ISIS, le forze armate russe si concentreranno sugli aiuti alla popolazione per ripristinare la vita pacifica nel paese.

Il gruppo terroristico ISIS è stato completamente sconfitto nel territorio della Siria, ha annunciato...
Notizia del:     Fonte: AFP

Pentagono: Gli USA resteranno in Siria 'finché sarà necessario'

Gli Usa resteranno in Siria "per assicurare una duratura sconfitta dell'ISIS"

"Manterremo il nostro impegno sul campo fino a quando sarà necessario, per sostenere i nostri partner...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Reuters

Gli USA creeranno una coalizione internazionale per contrastare l'Iran

La decisione è stata annunciata dall'ambasciatrice statunitense all'ONU, Nikki Haley.

Gli Stati Uniti creeranno una coalizione internazionale per contrastare l'Iran ha informato l'ambasciatrice...
Notizia del:     Fonte: USA Today - AP(foto)

Gli Stati Uniti hanno acquistato armi per i "ribelli siriani" e 'alcune' sono finite nelle mani dell'ISIS

Sofisticate armi militari statunitensi fornite 'segretamente' ai "ribelli siriani" sono rapidamente cadute nelle mani dell'ISIS, secondo uno studio pubblicato oggi.

Lo studio, come riferisce il quotidiano statunitense, 'USA Today', sostiene che il possesso da parte...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

Le forze aeree russe in Siria bombardano le postazioni jihadiste per l'offensiva delle truppe siriane a Idlib

Le rimanenti forze aeree russe continuano a bombardare le postazioni dei gruppi terroristici, in particolare quelli affiliati ad al Qaeda particolarmente radicati tra la provincia di Hama e Idlib.

All'inizio di questa settimana, il presidente russo Vladimir Putin ha fatto una visita a sorpresa all'aeroporto...
Notizia del:

Argentina, Cristina contro la brutale repressione della polizia. "Così non si governa"

"Per dodici anni e mezzo ci sono state manifestazioni a favore e contro, come in qualsiasi democrazia, ma non abbiamo mai visto episodi come quelli di adesso"

Telesur L'ex-presidente e attuale senatrice dello stato argentino, Cristina Fernández de Kirchner...
Notizia del:

Quanti disoccupati ci sono in Italia?

Allo stato attuale è classificato come “occupato” chiunque, di età superiore ai 14 anni, abbia lavorato almeno un’ora nella settimana di riferimento, a fronte di una retribuzione

di Gennaro Zezza - economia e politica   Il tasso di disoccupazione è una delle...
Notizia del:     Fonte: The Telegraph

Interferenza "low cost": Facebook quantifica in meno di 1 euro la spesa pubblicitaria russa durante la Brexit

Il social network ha informato il comitato elettorale britannico che l'Agenzia di ricerca su Internet ha speso una "piccola somma di denaro" su tre annunci sull'immigrazione.

Meno di un euro: nello specifico, 83 centesimi, l'equivalente a 97 centesimi o 73 pence britannici. Questo...
Notizia del:

"Giustificare le azioni che violano la sovranità della Siria è inaccettabile"

La portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, durante la sua conferenza stampa settimanale definisce 'goffi' e 'inaccettabili', le giustificazioni statunitensi riguardo la permanenza in Siria.

La portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakhárova, ha parlato anche della situazione in Siria...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa