/ XI JINPING PROPONE UN ALLINEAMENTO TRA CINA ED UNIONE EUROPEA SUL...

XI JINPING PROPONE UN ALLINEAMENTO TRA CINA ED UNIONE EUROPEA SUL PROGETTO “BELT AND ROAD”

XI JINPING PROPONE UN ALLINEAMENTO TRA CINA ED UNIONE EUROPEA SUL PROGETTO “BELT AND ROAD”
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

 
Nell’ambito della conferenza di presentazione del progetto “Belt and Road”, il presidente cinese Xi Jinping ha proposto di “agganciare” al progetto di “cinghia euroasiatica” il piano europeo di investimenti, al fine di apportare nuovo slancio e progettualità nei legami tra Cina ed Europa.

 
Xi Jinping ha fatto questa proposta nell'incontro con il primo ministro italiano Paolo Gentiloni, che ha partecipato anch’egli alla conferenza sul “Belt and Road”. Xi ha notato come sia la Cina che l’Italia vantano antiche civiltà, e che i due Paesi sono stati collegati un tempo dalla storica “Via della Seta”, che già in epoca romana attraversava Europa ed Asia.
 
La Cina si è detta disponibile a lavorare con l'Italia per far progredire i legami bilaterali: entrambi i Paesi sono membri-chiave della comunità internazionale. È necessario, per il presidente cinese, mantenere l'attuale slancio negli scambi bilaterali di alto livello, così come tenere contatti tra i reciproci governi, organi legislativi, partiti politici e autorità regionali.

 
Il presidente cinese ha evidenziato come gli investimenti bilaterali siano relativi ai campi dell’industria delle costruzione di parchi, all’e-commerce e all'innovazione nel settore industriale.

 
La Cina accoglie con favore la partecipazione dell’Italia al progetto “Belt and Road”, sostiene la cooperazione tra i due Paesi nel settore della gestione dei port marittimi, nel trasporto e nella costruzione delle navi, ha detto Xi Jinping.

 
Pechino è disposta a mantenere contatti con Roma sulle principali questioni internazionali, e spera che l'Italia possa svolgere un ruolo positivo all'interno dell&# 39;Unione Europea per salvaguardare lo sviluppo dei legami tra Cina e UE, ha detto Xi.

 
Da parte sua, il presidente Gentiloni ha affermato che il forum “Belt and Road” ha costituito un segnale molto positivo per l'economia mondiale e per il commercio internazionale. L'Italia è disposta a partecipare alla cooperazione con la Cina nel quadro della “Belt and Road”, in particolare nel settore delle infrastrutture e per rafforzare la collaborazione nei campi dell'agricoltura, della cultura, dell'economia, dell'educazione, della salute pubblica, della tecnologia e del turismo, nonché nel settore delle piccole e medie imprese.
 

L'Italia aderisce alla politica di “una sola Cina” (sostiene cioè la teoria di Deng Xiaoping secondo cui possono coesistere due sistemi di governo distinti anche nell’ambito di un’unica nazione cinese, soluzione temporanea per gestire il conflitto tra Pechino e Taiwan) e giocherà un ruolo positivo nel promuovere i legami tra Ue e Cina.

 
Anche il premier cinese Li Keqiang ha detto che la Cina è interessata alla costruzione di infrastrutture portuali in Italia nell’ottica del miglioramento della connettività tra Cina e Europa.
 

Gentiloni ha ribadito che l’Italia vede con favore l’ingresso e il soggiorno di cittadini cinesi a fini turistici e di studio, e che per questo si cercherà di rendere più agevoli le domande di “visto”.

 
Dopo l’incontro tra i due premier sono stati firmati una serie di documenti di cooperazione che riguardano i settori dell'agricoltura e finanziario.
 
Giuseppe Dibello
 
Fonte: Xinhua
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Il presidente filippino molla Trump per Putin: «Dalla Russia compreremo gas e armi»

di Eugenio Cipolla L’arrivo alla Casa Bianca di Donald Trump, che con il tempo sembra sempre più essere un’anatra zoppa, e l’ipocrisia dell’Unione Europa, sempre pronta...
Notizia del:

Esplosione a Manchester: 22 morti e 60 feriti. L'Isis rivendica l'attacco

Lunedì sera c’è stata un’esplosione alla Manchester Arena, un palazzetto di Manchester, nel Regno Unito, nel quale si stava tenendo un concerto della popstar americana Ariana...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Iran: "Uguali radici e origine degli attentati terroristici di Manchester e Miryaveh"

L'Iran ha esortato a porre fine al terrorismo, dal momento che questa piaga non varia e ciò che è accaduto a Manchester è lo stesso che accade in Medio Oriente.

"Crediamo fermamente che siano uguali nelle radici e nelle origini ideologiche gli atti terroristici a Miryaveh...
Notizia del:     Fonte: SANA

Il mainstream lo ignora, ma di terrorismo si muore ogni giorno in Siria. Homs, attentato provoca 4 morti e più di 30 feriti

Quattro persone sono state uccise e altre 30 sono rimaste ferite, oggi, a causa dell'esplosione di un pick-up azionata dai terroristi vicino alla centrale elettrica principale nel quartiere al-Zahraa nella città di Homs.

Il reporter dell'agenzia di stampa siriana, SANA, ha riferito che due terroristi hanno fatto esplodere un pick-up...
Notizia del:

I media cinesi esaltano lo smantellamento della rete di spionaggio della CIA in Cina tra il 2010 e il 2012

Il Global Times, pubblicato da Quotidiano del Popolo, scrive in un editoriale nelle sue edizioni cinese e in lingua inglese che se le notizie che la Cina "ha in modo sistematico smantellato operazioni...
Notizia del:

Rohani: " “il problema del terrorismo non si risolve tenendo riunioni e versando denaro nelle tasche delle superpotenze”

Proprio mentre il presidente americano Donald Trump si è recato in visita in Arabia Saudita annunciando il rinnovamento dell’amicizia tra Ryad e Washington, in Iran si è assistito al...
Notizia del:

Alberto Negri - Manchester, centinaia i foreign fighters tornati per uccidere

di Alberto Negri, Il Sole 24 Ore* Se fosse confermata la pista jihadista, questo attentato era tra le tragiche eventualità da mettere in conto. Dopo l'attentato del lupo solitario Khalid...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa