/ Venezuela: ecco il saldo della violenza terrorista scatenata dall...

Venezuela: ecco il saldo della violenza terrorista scatenata dall'opposizione

Venezuela: ecco il saldo della violenza terrorista scatenata dall'opposizione
 

Il bilancio sanguinoso dei mesi di violenza terrorista imposta da un'opposizione irresponsabile e intrinsecamente golpista

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


di Fabrizio Verde
 

Da aprile a luglio di quest’anno il Venezuela è stato investito da un’ondata di violenza golpista scatenata dalle forze di opposizione. Proprio come nel 2014 quando con il piano denominato ‘La Salida’, le forze di opposizione volevano rovesciare il governo legittimamente eletto attraverso la violenza. 

 

In alcuni ben precisi e circoscritti punti del paese si sono verificati atti di violenza, anche apertamente terrorista, promossi da un’opposizione che non ha mai abbandonato la via eversiva. Anche per volere dei burattini che ne tirano i fili direttamente da quel di Washington. Purtroppo anche questa volta a pagare il prezzo più caro è stato il popolo venezuelano. 

 

Tra gli organizzatori troviamo i principali dirigenti dell’opposizione. Quella stessa recentemente premiata dall’Unione Europea con il Premio Sakharov per i diritti umani. I dirigenti che saranno giudicati per crimini come incitamento all’odio, sono: Julio Borges, Ramón Muchacho, Miguel Pizarro, Henrique Capriles, Gaby Arellano, Juan Requesens, David Smolansky, María Machado, José Manuel Olivares, Juan Guaidó, Carlos Paparoni, Freddy Guevara. Costoro hanno fomentato la spirale di violenza parte di un vasto piano insurrezionale con supporto internazionale dei soliti noti. 

 

I piani golpisti sono però stati sconfitti grazie alla lungimirante strategia messa in campo dal presidente Maduro. Attraverso la convocazione di un’Assemblea Nazionale Costituente, secondo quanto prevede la Costituzione della Repubblica Bolivariana del Venezuela. Tale iniziativa trovò pieno sostegno del popolo venezuelano. In 8 milioni si recarono alle urne nonostante un clima da guerra civile, con attentati terroristici, creato dai gruppi di assalto paramilitari al servizio dell’opposizione. 

 

Quattro mesi dopo l’insediamento, l’Assemblea Nazionale Costituente ha approvato una importante ‘Legge contro l’Odio, per la Convivenza Pacifica e la Tolleranza’, allo scopo di difendere il diritto alla pace e punire i comportamenti violenti ed eversivi. Miranti, inoltre, a colpire la sovranità venezuelana. 

 

La legge è stata elaborata dalla Commissione per la Verità, la Giustizia, la Pace e la Tranquillità pubblica (Covejuspaz), che ha inoltre fornito alcune cifre molto eloquenti. Un’ulteriore smentita alle tonnellate di fake news propalate dal circuito informativo mainstream che per mesi ha accusato il governo venezuelano di praticare una feroce repressione a fronte di proteste pacifiche. Offrendo una realtà semplicemente capovolta. Dove le vittime diventano carnefici. 



 

Il segretario esecutivo della commissione e del Consiglio Nazionale dei Diritti Umani, durante un’audizione davanti all’Assemblea Nazionale Costituente, ha spiegato che:

 

  • Tra aprile e luglio, 4.439 atti di violenza sono stati perpetrati nelle principali città del paese.

 

  • 121 persone sono state uccise e 1.958 persone ferite, di queste 829 sono ufficiali degli organi di sicurezza statale, 73 feriti da armi da fuoco.

 

  • La violenza dell'opposizione ha generato inoltre 917 attacchi contro le imprese e gli stabilimenti privati e 913 attacchi contro le istituzioni pubbliche.

 

  • 10 scuole sono state attaccate e parzialmente distrutte durante questi eventi.

 

  • Sono stati attaccati otto ospedali, uno di questi è il pediatrico Hugo Chávez, che si trova a El Valle, Caracas, dove 54 bambini erano ricoverati, tra cui 28 neonati e 6 bambini in terapia intensiva, che per sicurezza furono costretti al trasferimento.

 

  • 166 unità di trasporto sono state distrutte.

 

  • Le organizzazioni pubbliche hanno ricevuto un totale di 300 attacchi.

 

  • 2 centri di stoccaggio di cibo sono stati bruciati.

 

  • 12 stazioni della metropolitana di Caracas sono state vandalizzate.

 

  • Il Sistema Elettrico Nazionale ha subito 30 attacchi.

 

 

In due messi e mezzo di lavoro la Covejuspaz ha ascoltato 178 vittime dirette e indirette delle violenze, 71 familiari delle vittime, 85 feriti e 22 persone che hanno subito attacchi ai propri beni.  

 

 

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: AVN
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

Citgo Petroleum Corporation, il Venezuela smantella una rete di corruzione di altissimo livello in servizio negli USA

di Geraldina Colotti*   In una conferenza stampa, il Procuratore generale del Venezuela, Tareck William Saab, ha dato conto di una rete di corruzione ad altissimo livello in cui risultano...
Notizia del:

Il golpista venezuelano, fuggiasco in Europa, ringrazia Tajani e Gentiloni

«Ringrazio il ruolo dell'Italia nel Consiglio dell'Onu in difesa dell'autonomia e voglio ringraziare Antonio Tajani perché ha rappresentato in modo dignitoso il popolo venezuelano»

di Geraldina Colotti «Ringrazio il ruolo dell'Italia nel Consiglio dell'Onu in difesa dell'autonomia...
Notizia del:

Venezuela, Costituzionalista italiano: "La scelta di convocare l'Assemblea Costituente da parte di Maduro è stata vincente"

Sabato 16 novembre 2017, nella Sala dei Baroni del maschio Angioino a Napoli, ha avuto luogo un interessante convegno dal titolo “Il rispetto della costituzione, diritti umani, civili e politici”:...
Notizia del:

L'irrefrenabile e insana passione di Pierferdinando Casini per il golpismo venezuelano

Questa volta il nostro ha voluto dedicare un affettuoso tweet al latitante Antonio Ledezma dipingendolo come un perseguitato politico

di Fabrizio Verde   Sempre dalla stessa parte. Quella del golpismo in Venezuela. Il ‘moderato’...
Notizia del:

Dalla Nunziatella spirano venti di guerra su Napoli

Dalle notizie che trapelano dall’accordo di Bruxelles sembra che nello specifico l’hub formativo di Napoli si specializzerà sugli attacchi a distanza ovvero la guerra coi droni. Wargames

da Contropiano   Venti di guerra spirano su Napoli. Nessun attacco in vista ma la conferma che l’accademia...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Hezbollah celebra la sconfitta dell'ISIS in Siria, nonostante i sabotaggi degli USA

Il segretario generale di Hezbollah Seyed Hassan Nasrallah ha celebrato la fine dell'ISIS in Siria nonostante il sostegno degli Stati Uniti a questo gruppo terroristico.

Durante un discorso televisivo, Nasrallah, questa sera, ha fatto riferimento alla recente liberazione della città...
Notizia del:     Fonte: Embajada de la República Bolivariana de Venezuela en Italia

Il Governo Bolivariano condanna la decisione di Mariano Rajoy di accogliere il latitante venezuelano Antonio Ledezma

  Il Ministero del Potere Popolare per gli Affari Esteri della Repubblica Bolivariana del Venezuela esprime la sua indignazione per la decisione del primo ministro spagnolo, Mariano Rajoy, che ha...
Notizia del:     Fonte: Hispantv - SABA

FOTO. I bambini yemeniti denunciano i crimini subiti da USA e Arabia Saudita

Oggi, in occasione della Giornata mondiale dei diritti dell'infanzia, i bambini yemeniti hanno manifestato la loro condanna per i crimini commessi ai loro danni da parte di Arabia Saudita e USA.

"I bambini nel mondo celebrano i loro diritti e i bambini dello Yemen muoiono per il silenzio del mondo...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia sfida Israele e Stati Uniti: Hezbollah rimarrà in Siria

L'ambasciatore russo in Libano avverte che Hezbollah "non andrà via dalla Siria", sfidando così Israele e gli Stati Uniti, che stanno cercando il ritiro del movimento di resistenza libanese.

"Chiunque ha cercato di rovesciare il presidente siriano Bashar al-Asad, ora, con tutti i mezzi, cerca il...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Russia: Gli USA hanno fallito in Siria e accusano Assad per l'uso di armi chimiche

La Russia rifiuta il "documento politicizzato" degli Stati Uniti sugli attacchi chimici in Siria e lo attribuisce al fallimento dei piani di Washington per rovesciare al-Assad.

In alcune dichiarazioni rilasciate ieri ai giornalisti, il capo della Commissione Difesa del Senato russo, Victor...
Le più recenti da ALBA LATINA
Notizia del:

Citgo Petroleum Corporation, il Venezuela smantella una rete di corruzione di altissimo livello in servizio negli USA

di Geraldina Colotti*   In una conferenza stampa, il Procuratore generale del Venezuela, Tareck William Saab, ha dato conto di una rete di corruzione ad altissimo livello in cui risultano...
Notizia del:

Il golpista venezuelano, fuggiasco in Europa, ringrazia Tajani e Gentiloni

«Ringrazio il ruolo dell'Italia nel Consiglio dell'Onu in difesa dell'autonomia e voglio ringraziare Antonio Tajani perché ha rappresentato in modo dignitoso il popolo venezuelano»

di Geraldina Colotti «Ringrazio il ruolo dell'Italia nel Consiglio dell'Onu in difesa dell'autonomia...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Lula ai popoli latinoamericani: «Sconfiggeremo ancora una volta il neoliberismo»

«In tutti i nostri paesi abbiamo già sconfitto il progetto neoliberista una volta e non ho dubbi che saremo in grado di sconfiggerlo di nuovo», ha dichiarato il leader brasiliano ai latinoamericani riuniti a Montevideo

  «Fuori Macri!» e «Fuori Temer!», questi sono stati due degli slogan maggiormente...
Notizia del:

L'irrefrenabile e insana passione di Pierferdinando Casini per il golpismo venezuelano

Questa volta il nostro ha voluto dedicare un affettuoso tweet al latitante Antonio Ledezma dipingendolo come un perseguitato politico

di Fabrizio Verde   Sempre dalla stessa parte. Quella del golpismo in Venezuela. Il ‘moderato’...
Notizia del:

Così in Argentina si è installata una dittatura mafiosa

Prof. Jorge Beinstein (docente dell'Università di Buenos Aires): "L'avventura macrista non si appoggia su un mito globale sufficientemente credibile, e neppure promette prosperità e libertà. La sua ascesa ricompone l'odio classista con esplosioni di razzismo e accanimento conservatore, mentre i suoi referenti globali-occidentali, gli Stati Uniti e L'Unione Europea mostrano quotidianamente il loro declino economico e il deterioramento istituzionale."

di Jorge Beinstein* da alainet.org Traduzione di Marx21.it Mancano solo alcuni piccoli aggiustamenti...
Notizia del:     Fonte: Embajada de la República Bolivariana de Venezuela en Italia

Il Governo Bolivariano condanna la decisione di Mariano Rajoy di accogliere il latitante venezuelano Antonio Ledezma

  Il Ministero del Potere Popolare per gli Affari Esteri della Repubblica Bolivariana del Venezuela esprime la sua indignazione per la decisione del primo ministro spagnolo, Mariano Rajoy, che ha...
Notizia del:

«Venezuela in default», una notizia costruita a fini politici

Possiamo fidarci degli annunci dati dai soliti noti della stampa mainstream in servizio perenne contro la Repubblica Bolivariana del Venezuela?

di Fabrizio Verde   I titoli sono ad effetto. «Il Venezuela è in default», gridano....
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa