/ Nasrallah: La Resistenza sconfiggerà l'ISIS creato da Obama e Hil...

Nasrallah: La Resistenza sconfiggerà l'ISIS creato da Obama e Hillary Clinton

Nasrallah: La Resistenza sconfiggerà l'ISIS creato da Obama e Hillary Clinton
 

Il segretario generale di Hezbollah, Sayyed Hassan Nasrallah ha condannato l'interferenza saudita negli affari interni del Libano e ribadito che la Resistenza sconfiggerà l'ISIS creato da Obama e da Hillary Clinton.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

In un discorso, tenuto in occasione dell'anniversario del quarantesimo giorno dopo il martirio dell'Imam Hussein (P), il terzo imam degli sciiti, il leader di Hezbollah, Sayyed Hassan Nasrallah ha affrontato importanti questioni regionali, accogliendo, inoltre, con favore l'ampia partecipazione di milioni di persone alla cerimonia Arbaeen,
 
Nasrallah ha ribadito che la Resistenza sconfiggerà il gruppo terrorista ISIS, Daesh in arabo, creato dall'ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama e dal suo segretario di Stato, Hillary Clinton.
 
I giorni del Daesh sono contati dopo le sconfitte in Iraq e Siria.
 
Riferendosi alla situazione libanese, ha sottolineato la stabilità regnante dopo l'elezione presidenziali dell'anno scorso, in cui Michel Aoun è stato eletto. A questo proposito ha ribadito che la sicurezza e la democrazia di cui gode il Libano è migliore di quella degli Stati Uniti.
 
Per quanto riguarda il primo ministro Saad Hariri, Nasrallah ha dichiarato che è stato costretto a dimettersi dall'Arabia Saudita.
 
A questo proposito ha rilevato che l'Arabia Saudita ha iniziato ad interferire direttamente negli affari interni del Libano.
 
Ha aggiunto che non solo l'Arabia Saudita tenta di imporre la sua volontà sul governo del Libano, ma ha anche chiesto al regime israeliano di attaccare il paese.
 
Il leader di Hezbollah ha sostenuto che Riyadh è disposto a pagare milioni di dollari al regime di Tel Aviv per attaccare il Libano, che vuole distruggere con il pretesto di una lotta contro Hezbollah.

 
"Condanniamo l'interferenza saudita negli affari interni del Libano ... Condanniamo il trattamento umiliante saudita al premier libanese", le testuali parole di Nasrallah ha detto.
 
Per il segretario generale di Hezbollah, le dimissioni di Hariri non sono accettate perché fatte sotto pressione. Egli ha anche sottolineato che Hezbollah riconosce l'attuale governo del Libano, con il quale continua a collaborare, e che tutti i gruppi politici dovrebbe aiutare il presidente Michel Aoun a superare la crisi.
 
In un altro punto nel suo discorso, Nasrallah ha affermato  che voci su un presunto complotto per assassinare Hariri sono state diffuse dall'Arabia Saudita, che ha anche scritto la dichiarazione di dimissioni del premier.
 
Nasrallah ha lanciato un appello ai gruppi politici e alle personalità della classe politica libanese affinché ora evitino ogni conflitto interno.
 
Su un'ipotetica aggressione israeliana, Nasrallah ha dichiarato di non credere che sia probabile, spiegando che il regime di Tel Aviv non vuole scontrarsi in Libano dato che è consapevole del costo elevato che ciò comporterebbe.
 
Commentando l'aggressione saudita contro lo Yemen, Nasrallah ha sottolineato che Riyadh non ha raggiunto gli obiettivi della sua aggressione contro il paese vicino, nonostante la lunga guerra e il blocco, e yemeniti sono stati in grado di produrre missili per difendersi, anche se Riad ha accusato l'Iran di fornire armi a Yemen per attaccare l'Arabia Saudita.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Al Mayadeen
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Euronews

Russia: Gli Stati Uniti intendono rimanere in Siria per sempre

Gli Stati Uniti cercano di separare una vasta regione dal resto del territorio siriano, ha avvertito ieri il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, il quale ha ribadito che Washington intende rimanere nel paese arabo a tempo indefinito.

"(Gli statunitensi) sembrano voler dividere gran parte del territorio siriano dal resto del paese, per creare...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Nasrallah: Possiamo distruggere le piattaforme petrolifere israeliane nel giro di poche ore

Il segretario generale di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah ribadisce che la presenza degli USA nella regione è data dalla volontà di impadronirsi delle risorse naturali.

In occasione della ricorrenza del martirio di due leader del Movimento di resistenza libanese Hezbollah, il segretario...
Notizia del:

Turchia, il primo ministro Yildirim afferma che Ankara è pronta a combattere contro gli Usa

Intervistato dall’emittente televisiva tedesca ‘Ard’, il primo ministro turco Binali Yildirim, ha dichiarato che la Turchia «ha un problema con le Ypg» e che nel caso gli Stati Uniti decidessero di entrare in guerra al fianco dei curdi siriani, «combatteremo anche contro di loro»

  Aumentano le tensioni in Siria tra Turchia e Stati Uniti. il governo di Ankara si è infatti detto...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia: Al-Nusra e 'Caschi bianchi' preparano un attacco chimico per accusare Damasco

Il gruppo terroristico di Al-Nusra (noto anche come il fronte Fath Al-Sham) e il corpo chiamato 'Caschi Bianchi' hanno trasportato più di 20 contenitori di cloro verso un villaggio situato nella provincia siriana di Idlib per preparare un attacco chimico e quindi accusare il governo siriano di questo crimine.

"La sera del 12 febbraio il Centro russo per la riconciliazione delle parti in guerra ha ricevuto una telefonata...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Abbas a Putin: Gli USA non siano l'unico mediatore nel conflitto con Israele

Arrabbiato dai recenti passi di Washington a favore di Israele, il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha espresso la sua opposizione all'omologo russo Vladimir Putin nei riguardi degli Stati Uniti come unico mediatore nei negoziati di pace con il regime Tel Aviv.

"In questo ambiente, prodotto delle azioni degli Stati Uniti, dichiariamo che da questo momento ci rifiutiamo...
Notizia del:

Venezuela: l'impatto delle sanzioni USA colpisce tutto il popolo

L'economista e direttore di Datanalisis, Luis Vicente León, ha chiarito che le sanzioni applicate al Venezuela colpiscono tutti allo stesso modo

da Lechuguinos   Il direttore della società Datanalisis in Venezuela, Luis Vicente León,...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Hezbollah: Per Israele è finita l'epoca di colpire in Siria senza ricevere risposta

Il vice segretario generale del Movimento di resistenza islamica del Libano (Hezbollah), Naim Qasem, ha affermato che è finita "l'epoca in cui il regime israeliano attaccava e non ha ricevuto alcuna risposta" in Siria, dopo l'abbattimento di un aereo israeliano F-16 da parte dell'esercito siriano.

"L'abbattimento dell'aereo militare israeliano mostra che la tattica di colpire e fuggire per il...
Notizia del:     Fonte: Haaretz

"La Russia non prende una posizione anti-iraniana in Siria e non collabora con Israele"

Il capo del regime israeliano, Benyamin Netanyahu, crede erroneamente che la Russia adotti posizioni anti-iraniane in Siria, secondo un giornale israeliano dopo l'abbattimento di un caccia F-16 di Israele da parte delle difesa aerea siriana nelle Alture del Golan occupato.

"Netanyahu ha elaborato l'idea sbagliata che Mosca potrebbe cooperare con Israele per impedire il rafforzamento...
Notizia del:     Fonte: Al Mayadeen - Al Manar

Palestina, massima allerta di Hamas e Jihad islamica: pronti a rispondere all'aggressione israeliana contro la Siria

Le Brigate Ezzedine AlQassam, braccio armato di Hamas, hanno annunciato ieri sera lo stato di massima allerta per prevenire un'aggressione israeliana contro Gaza in seguito agli attacchi israeliani contro la Siria.

Il portavoce del braccio armato di Hamas, le Brigate Ezzedine AlQassam, Abu Oubeida, ha spiegato che sulla scia...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Hezbollah: si annuncia una nuova tappa strategica con la distruzione degli F-16 israeliani

Hezbollah ha condannato con veemenza la continua aggressione di Israele contro la Repubblica araba siriana e i ripetuti attacchi ai suoi siti e alle strutture militari e civili.

Nella sua dichiarazione diffusa oggi, il movimento di resistenza libanese Hezbollah ha applaudito "la vigilanza...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Noam Chomsky spiega quello che si nasconde dietro la chiamata alle armi con "l'intervento umanitario"

Telesur   "Quasi ogni atto aggressivo di una grande potenza è giustificata per motivi umanitari", afferma l'intellettuale statunitense Noam Chomsky in un'intervista...
Notizia del:

Ricordando, da Gaza, le Fosse Ardeatine

di Patrizia Cecconi - Pressenza Gaza city, 18 febbraio Durante tutta la notte da Gaza city si sono sentiti gli echi dei bombardamenti sulla Striscia di Gaza. Prima erano lontani, poi si sono...
Notizia del:

In Florida al massacro di 14 studenti e 3 insegnanti si reagisce così...

di Francesco Erspamer La foto sotto è di oggi (la riprendo da NBC News) e mostra come hanno reagito centinaia di abitanti della zona della Florida dove è avvenuto il massacro di 14...
Notizia del:     Fonte: Al Mayadeen

VIDEO. Consulente Media YPG: L'esercito siriano è il benvenuto ad Afrin in qualsiasi momento

Le Unità di Protezione popolare curde, YPG, ribadiscono che l'esercito siriano è benvenuto nella regione di Afrin, dove da alcune settimane la Turchia ha avviato una brutale aggressione.

Il consigliere dei media delle Unità di protezione popolare (YPG), Rizan Haddou, ha dichiarato venerdì...
Notizia del:     Fonte: The News York Times

The New York Times: "La CIA ha interferito più di 80 volte nelle elezioni di altri Paesi"

Sin dal suo inizio, la CIA ha anche contribuito a rovesciare i leader eletti in altri paesi, sostenuto colpi di stato, ha organizzato omicidi per ragioni politiche e sostenuto i governi anti-comunisti, si legge in un articolo del quotidiano statunitense, 'The New York Times'.

La Central Intelligence Agency (CIA) degli Stati Uniti ha interferito nelle elezioni in diversi paesi sin dall'inizio...
Notizia del:     Fonte: Euronews

Russia: Gli Stati Uniti intendono rimanere in Siria per sempre

Gli Stati Uniti cercano di separare una vasta regione dal resto del territorio siriano, ha avvertito ieri il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, il quale ha ribadito che Washington intende rimanere nel paese arabo a tempo indefinito.

"(Gli statunitensi) sembrano voler dividere gran parte del territorio siriano dal resto del paese, per creare...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Nasrallah: Possiamo distruggere le piattaforme petrolifere israeliane nel giro di poche ore

Il segretario generale di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah ribadisce che la presenza degli USA nella regione è data dalla volontà di impadronirsi delle risorse naturali.

In occasione della ricorrenza del martirio di due leader del Movimento di resistenza libanese Hezbollah, il segretario...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa