/ Documento del 'Gruppo di Washington' sulla Siria: Amministrazione...

Documento del 'Gruppo di Washington' sulla Siria: Amministrazione ONU e divisione per entità regionali

Documento del 'Gruppo di Washington' sulla Siria: Amministrazione ONU e divisione per entità regionali
 

Il canale libanese 'Al Mayadeen' ha ottenuto un documento del cosiddetto 'Gruppo di Washington'(USA, Francia, Gran Bretagna, Giordania Arabia Saudita) che include riferimento sul futuro della Siria come l'amministrazione fiduciaria dell'ONU e la divisione del paese arabo in entità regionali con grandi poteri.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Il canale satellitare libanese 'al Mayadeen' ha ottenuto dal sedicente 'Gruppo di Washington' formato da USA, Francia, Gran Bretagna, Giordania Arabia Saudita,  un documento di estrema gravità per risolvere la crisi siriana. Questo documento include indicazioni che mettono la Siria sotto la supervisione diretta delle Nazioni Unite, peggio ancora, nel documento emerge che la Siria sarà divisa sotto l'etichetta del decentramento e la formazione di governi di zona che godono di importanti prerogative.
 
Questo documento è stato presentato nelle ultime ore all'inviato delle Nazioni Unite come base di riferimento per i negoziati siriani. Inoltre, è stato assegnato a diversi attori influenti nella crisi siriana.

docdocdocIl documento in questione è incompatibile con le risoluzioni internazionali, in particolare la risoluzione 2254, che garantisce che la formazione di una nuova costituzione sia di esclusiva competenza degli stessi siriani.
 
D'altra parte, il documento di Washington propone, sotto il titolo della discussione sulla costituzione siriana ai colloqui di Ginevra, una tabella di marcia per una nuova costituzione in ogni dettaglio. Vale a dire, i poteri della presidenza, del primo ministro, dei governi zonali, delle autorità giudiziarie e dei servizi di sicurezza. Definisce inoltre il processo di formazione del Parlamento, include disposizioni sul processo elettorale e determina chi ha il diritto di voto e come formare le commissioni di supervisione e le commissioni responsabili della ricezione delle denunce.

 
Il documento non menziona la formazione di un comitato per la transizione di potere o la partenza del presidente siriano Bashar al-Assad, però ci sono riferimenti ad una divisione della Siria sotto il nome di decentralizzazione con la formazione di governi di zonache godono di importanti prerogative.
 
L'intento del documento è mettere il paese arabo sotto la supervisione diretta delle Nazioni Unite e include articoli che provocano direttamente la rimozione della presidenza siriana dai suoi poteri trasformandola in una presidenza onoraria.
 
Sotto lo stesso titolo, discutendo la Costituzione siriana nei colloqui di Ginevra, la nomina del primo ministro e dei ministri non dipende dall'approvazione del presidente e il presidente non ha il diritto di sciogliere il parlamento.
 
Nell'articolo 5, la questione del decentramento del potere in Siria e il bilanciamento degli interessi regionali non è chiara. Il documento non spiega come bilanciare gli interessi regionali. La creazione di governi zonali mostra che l'obiettivo è quella di introdurre in Siria una forma di federalismo.
 
Infine, le Nazioni Unite decideranno, secondo il documento del Gruppo di Washington, tutti i dettagli della nuova costituzione: l'organizzazione internazionale controllerà pienamente il processo politico non solo attraverso il dialogo a Ginevra, ma anche a livello della stesura del nuova costituzione, dall'istituzione di un quadro elettorale per il trasferimento del potere, alla formazione e all'amministrazione delle commissioni di controllo, per gestire i reclami durante il processo di votazione.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Al Mayadeen
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Euronews

Russia: Gli Stati Uniti intendono rimanere in Siria per sempre

Gli Stati Uniti cercano di separare una vasta regione dal resto del territorio siriano, ha avvertito ieri il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, il quale ha ribadito che Washington intende rimanere nel paese arabo a tempo indefinito.

"(Gli statunitensi) sembrano voler dividere gran parte del territorio siriano dal resto del paese, per creare...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Nasrallah: Possiamo distruggere le piattaforme petrolifere israeliane nel giro di poche ore

Il segretario generale di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah ribadisce che la presenza degli USA nella regione è data dalla volontà di impadronirsi delle risorse naturali.

In occasione della ricorrenza del martirio di due leader del Movimento di resistenza libanese Hezbollah, il segretario...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News - Al Mayadeen

L'Esercito siriano rifiuta la proposta delle YPG di entrare ad Afrin, ma continuerà a permettere il passaggio dei rinforzi curdi da Aleppo

Il portale di notizie 'Al Masdar News' ha smentito che l'esercito siriano entrerà ad Afrin, nord della Siria, per combattere l'aggressione turca, rifiutando la proposta delle YPG curde.

Ieri il canale libanese 'Al Mayadeen' ha annunciato che "lo schieramento di truppe siriane nei prossimi...
Notizia del:     Fonte: http://redstar.ru

La Russia ha lanciato più di 100 missili da crociera durante l'operazione anti-terrorismo in Siria

Il gruppo di attacco della portaerei russa nel Mediterraneo è riuscito a raggiungere più di 1.250 obiettivi terroristici in Siria.

Durante l'operazione antiterrorismo in Siria la marina russa ha lanciato contro le posizioni dei terroristi...
Notizia del:     Fonte: SANA

Cuba: sosteniamo la Siria e apprezziamo la sua fermezza contro il terrorismo e l'imperialismo

Cuba ribadisce la sua solidarietà e appoggio alla Siria elogiando la fermezza dei siriani di fronte al terrorismo e all'imperialismo.

Durante il suo incontro con il ministro siriano dell'Istruzione superiore, Atef Nadaf, a L'Avana, ieri,...
Notizia del:     Fonte: Haaretz - The New York Times

Putin ha evitato una guerra tra Israele e Siria dopo l'abbattimento dell'F-16

Il presidente russo Vladimir Putin ha impedito a Israele di lanciare un'ondata senza precedenti di attacchi contro obiettivi "iraniani e siriani" in Siria in risposta all'abbattimento di un aereo da guerra israeliano F-16 da parte della difesa aerea siriana.

In un articolo pubblicato ieri, il quotidiano israeliano 'Haaretz' ha ricordato che dopo l'abbattimento...
Notizia del:

Una giornalista britannica rivela: «I Caschi Bianchi agiscono come terroristi»

Vanessa Beeley ha condotto un'inchiesta sul ruolo svolto dai caschi bianchi nel conflitto in Siria e la buona immagine di cui questi godono nei grandi media occidentali

da RT   La giornalista britannica Vanessa Beeley ha condotto un’inchiesta sul caschi bianchi,...
Notizia del:

Turchia, il primo ministro Yildirim afferma che Ankara è pronta a combattere contro gli Usa

Intervistato dall’emittente televisiva tedesca ‘Ard’, il primo ministro turco Binali Yildirim, ha dichiarato che la Turchia «ha un problema con le Ypg» e che nel caso gli Stati Uniti decidessero di entrare in guerra al fianco dei curdi siriani, «combatteremo anche contro di loro»

  Aumentano le tensioni in Siria tra Turchia e Stati Uniti. il governo di Ankara si è infatti detto...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia: Al-Nusra e 'Caschi bianchi' preparano un attacco chimico per accusare Damasco

Il gruppo terroristico di Al-Nusra (noto anche come il fronte Fath Al-Sham) e il corpo chiamato 'Caschi Bianchi' hanno trasportato più di 20 contenitori di cloro verso un villaggio situato nella provincia siriana di Idlib per preparare un attacco chimico e quindi accusare il governo siriano di questo crimine.

"La sera del 12 febbraio il Centro russo per la riconciliazione delle parti in guerra ha ricevuto una telefonata...
Notizia del:     Fonte: https://www.scribd.com

Gli Stati Uniti incrementano di 191 milioni di dollari il fondo per le guerre in Iraq, Siria e Afghanistan

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha pubblicato ieri il suo secondo piano di bilancio in cui ha considerato un aumento di 191 milioni di dollari per l'anno fiscale 2019, che sarà utilizzato per operazioni militari in Iraq, Siria e Afghanistan.

"Il bilancio richiede anche 12 miliardi di dollari per finanziare i costi eccezionali delle operazioni di...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Euronews

Russia: Gli Stati Uniti intendono rimanere in Siria per sempre

Gli Stati Uniti cercano di separare una vasta regione dal resto del territorio siriano, ha avvertito ieri il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, il quale ha ribadito che Washington intende rimanere nel paese arabo a tempo indefinito.

"(Gli statunitensi) sembrano voler dividere gran parte del territorio siriano dal resto del paese, per creare...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Nasrallah: Possiamo distruggere le piattaforme petrolifere israeliane nel giro di poche ore

Il segretario generale di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah ribadisce che la presenza degli USA nella regione è data dalla volontà di impadronirsi delle risorse naturali.

In occasione della ricorrenza del martirio di due leader del Movimento di resistenza libanese Hezbollah, il segretario...
Notizia del:

Jean-Luc Melenchon da Napoli: «La Russia non è un nostro nemico»

Il leader francese invita anche a contrastare le politiche guerrafondaie della NATO

  Dall’ex Opg di Napoli dove si è recato per un incontro con gli esponenti della lista Potere...
Notizia del:

Consiglio Mondiale della Pace: "E' un dovere difendere le vittorie della Siria contro il terrorismo, per il dialogo e la sovranità"

di Socorro Gomes, presidente del Consiglio Mondiale della Pace da cebrapaz.org.br Traduzione di Marx21.it Le forze di pace giudicano con ottimismo i progressi della Siria di fronte...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News - Al Mayadeen

L'Esercito siriano rifiuta la proposta delle YPG di entrare ad Afrin, ma continuerà a permettere il passaggio dei rinforzi curdi da Aleppo

Il portale di notizie 'Al Masdar News' ha smentito che l'esercito siriano entrerà ad Afrin, nord della Siria, per combattere l'aggressione turca, rifiutando la proposta delle YPG curde.

Ieri il canale libanese 'Al Mayadeen' ha annunciato che "lo schieramento di truppe siriane nei prossimi...
Notizia del:     Fonte: http://redstar.ru

La Russia ha lanciato più di 100 missili da crociera durante l'operazione anti-terrorismo in Siria

Il gruppo di attacco della portaerei russa nel Mediterraneo è riuscito a raggiungere più di 1.250 obiettivi terroristici in Siria.

Durante l'operazione antiterrorismo in Siria la marina russa ha lanciato contro le posizioni dei terroristi...
Notizia del:     Fonte: SANA

Cuba: sosteniamo la Siria e apprezziamo la sua fermezza contro il terrorismo e l'imperialismo

Cuba ribadisce la sua solidarietà e appoggio alla Siria elogiando la fermezza dei siriani di fronte al terrorismo e all'imperialismo.

Durante il suo incontro con il ministro siriano dell'Istruzione superiore, Atef Nadaf, a L'Avana, ieri,...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa