/ Zajárova sfida giornalista della CNN: "Adesso faccia un 'servizi...

Zajárova sfida giornalista della CNN: "Adesso faccia un 'servizio onesto' sul bambino di Aleppo"

Zajárova sfida giornalista della CNN:  Adesso faccia un 'servizio onesto' sul bambino di Aleppo
 

La portavoce del ministero degli Esteri russo ha dichiarato che i giornalisti della catena televisiva statunitense "sono stati colto in flagrante" e ora "devono rispondere."

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

La portavoce del ministero degli Esteri russo, María Zajárova, ha affermato che le dichiarazioni del padre di Omran Daqneesh, il 'bambino di Aleppo', che ha accusato la stampa occidentale di "sfruttare" il figlio a scopo di propaganda, quando nel mese di agosto 2016 vari media comunicazione pubblicarono immagini del bambino insanguinato. La diplomatica russa ha ricordato che la giornalista Christiane Amanpour della CNN ha mostrato queste foto al ministro degli esteri russo Serguéi Lavrov durante un'intervista e ha chiesto cosa avrebbe potuto dire alla famiglia del ragazzo.
 
"Dal momento che Christiane Amanpour ha iniziato quella storia ... Adesso si può anche avere il coraggio e l'etica professionale per portarla al termine. Vai a Aleppo, in Siria, vai a trovare la famiglia del bambino e fai un servizio veramente onesto e non falsa, come sanno fare alla CNN ", ha spiegatoZajárova. "Potresti fare domande difficili, fare un vera e proprio reportage su questo bambino su come i media statunitensi hanno manipolato la sua immagine e il suo destino. Non solo il destino della sua famiglia, ma il destino di tutta la Siria per anni", ha sottolineato.
 
La portavoce ha ammesso che "è comodo diffondere una storia falsa sulla CNN", ma ha anche aggiunto che i suoi reporter "sono stati colti in flagrante" e ora "devono rispondere." "Christiane Amanpour, ti aspettano ad Aleppo", ha concluso.
 
"Tutto quello che voglio è essere lasciato in pace"
 
"I nostri giornalisti hanno denunciato uno dei 'falsi' più spaventosi sulla Siria", ha dichiarato il direttore del gruppo RT, Margarita Simonián. "La prossima volta porteremo con noi Christiane Amanpour e a tutti coloro che lo vogliono. Se avete il coraggio di parlare con Omran e la sua famiglia", ha affermato.
 
Un team di Ruptly ha incontrato la famiglia Daqneesh che era tornato ad Aleppo dove cerca di riprendere la sua routine. Parlando a Ruptly, Mohammad Kheir Daqneesh, padre di Omran, ha rivelato che la prima cosa che hanno o 'Caschi Bianchi' è stata mettere suo figlio in ambulanza per fotografarlo invece di fornire il primo soccorso.
 
 

 
"Mentre ero impegnato a salvare la mia famiglia", quelle persone hanno "come sfuggiti dalle macerie per utilizzare queste immagini nella loro propaganda", ha detto Mohammad. Daqneesh ha anche chiarito che il bambino è stato "fotografato senza il mio consenso." "Hanno anche rasato i miei capelli, ho cambiato il mio nome e per un po' ho smesso di uscire con lui per proteggerlo da molestie", ha raccontato Mohammad.
 
"Tutto quello che voglio è essere lasciato in pace", ha aggiunto. Tuttavia, ha deplorato il fatto che aveva da poco ricevuto minacce per non aver collaborato con l'opposizione siriana, che lo considerano "un traditore". Egli ha anche criticato le azioni della Caschi Bianchi, che "lavorano principalmente con la stampa" perché è "uno strumento professionale che stanno utilizzando."
 

 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: RT esp
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Anadolu

La Turchia si vendica degli USA e pubblica la mappa delle sue basi segrete in Siria

L'agenzia di stampa turca Anadolu ha rivelato l'ubicazione di 10 avamposti militari degli Stati Uniti in Siria, specificando il numero delle truppe presenti.

Martedì scorso, l'agenzia statale turca di notizie 'Anadolu' ha pubblicato un rapporto sulla...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

L'Iran mette in guardia dalla trappola tesa dagli Stati Uniti in Iraq e in Siria

Nessuno ha l'autorità di decidere il destino di Iraq e Siria, tranne che i rispettivi popoli e governi legittimi, ha avvertito il portavoce delle forze armate iraniane, Seyed Massoud Yazayeri.

Il portavoce delle Forze Armate dell'Iran, il generale Seyed Massoud Yazayeri, ieri, ha condannato la politica...
Notizia del:     Fonte: http://www.dailymail.co.uk

Siria, la "generosità di Israele": costruito un nuovo ospedale per i terroristi nel Golan

Il regime israeliano progetta di costruire un ospedale nelle alture del Golan per curare i terroristi feriti che combattono l'esercito siriano.

Il tenente colonnello dell'esercito israeliano Tomer Koler ha svelato, ieri, che c'è in programma...
Notizia del:     Fonte: The Washington Post

Trump ordina alla CIA di fermare tutti gli aiuti finanziari e militari ai "ribelli" in Siria

Dopo sei anni di guerra in Siria, l'amministrazione statunitense ha infine deciso di rinunciare al suo sostegno ai gruppi ribelli che combattono contro le truppe siriane.

Secondo i funzionari statunitensi, Donald Trump ha deciso di porre fine al programma segreto della CIA per armare...
Notizia del:     Fonte: http://www.independent.co.uk

I familiari delle vittime dell'11-S sollecitano Teresa May a pubblicare la relazione sui legami tra l'Arabia Saudita e i terroristi

I sopravvissuti degli attentati dell'11-S sollecitano Teresa May a pubblicare una relazione sui finanziamenti dall'Arabia Saudita agli estremisti nel Regno Unito.

La relazione sulla importanza di tale finanziamento è stata commissionata dall'ex primo ministro britannico,...
Notizia del:     Fonte: CNN

Trump ha intensificato gli interventi militari all'estero

Nei primi sei mesi dell'Amministrazione Trump, gli Stati Uniti d'America hanno intensificato i loro interventi all'estero e altri sono in preparazione.

Intense operazioni militari degli USA attraversano l'Europa, l'Africa, il Medio Oriente e l'Asia...
Notizia del:     Fonte: Haaretz

Israele si oppone alla tregua in Siria concordata da Russia e Stati Uniti

Israele rifiuta la tregua in Siria recentemente negoziata tra Mosca e Washington

Il primo ministro del regime israeliano, Benyamin Netanyahu, durante alcune osservazioni fatte ieri con i giornalisti...
Notizia del:     Fonte: The Jerusalem Post

Jpost: Hezbollah ha più missili dei paesi della NATO

Il Movimento della Resistenza Islamica in Libano, Hezbollah, ha più missili che la maggior parte membri della NATO, USA esclusi, ha rivelato il giornale israeliano, 'The Jerusalem Post'.

Ieri, il quotidiano israeliano 'The Jerusalem Post' ha riferito che Hezbollah, sostenuto dall'Iran,...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News - Foto di Repertorio

La Russia schiera le sue truppe nella Siria meridionale

L'esercito russo ha schierato oggi le sue truppe al Governatorato di Dara'a per iniziare l'operazione di controllo del cessate il fuoco nel sud della Siria.

Secondo la fonte militare citata da 'Al-Masdar News', i militari russi avranno una sede specifica nella...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Cambiamenti in vista? A Ginevra l'opposizione siriana non chiede più le dimissioni di Assad

Il principale gruppo di opposizione sembrerebbe aver cambiato la sua posizione verso il presidente Bashar al-Assad non menzionando la necessità delle sue dimissioni.

La notizia è stata riferita dal rappresentante permanente della Russia alle Nazioni Unite a Ginevra, Alexei...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: http://italia.embajada.gob.ve/

Il Venezuela esprime una categorica protesta per l’illegale celebrazione del Vertice MERCOSUR

Comunicato ufficiale della Repubblica Bolivariana del Venezuela - Ministero del Potere Popolare per gli Affari Esteri

  La Repubblica Bolivariana del Venezuela esprime una protesta categorica per l'illegale celebrazione...
Notizia del:

Mosca si esprime sul plebiscito "irregolare" della destra in Venezuela: "Ha solo diviso il paese di più"

Il direttore aggiunto del Dipartimento d'Informazione e stampa del Ministero degli Affari esteri russo, Artiom Kozhin, ha dichiarato che i "politici in Venezuela devono agire con saggezza statale...
Notizia del:     Fonte: Anadolu

La Turchia si vendica degli USA e pubblica la mappa delle sue basi segrete in Siria

L'agenzia di stampa turca Anadolu ha rivelato l'ubicazione di 10 avamposti militari degli Stati Uniti in Siria, specificando il numero delle truppe presenti.

Martedì scorso, l'agenzia statale turca di notizie 'Anadolu' ha pubblicato un rapporto sulla...
Notizia del:

Tito Boeri alla Camera: tra bufale e imperialismo

Oggi alla Camera dei deputati Tito Boeri, presidente dell’INPS, rilancia sulla assoluta necessità di far arrivare ogni anno in Italia centinaia di migliaia di migranti “per salvare l'INPS...
Notizia del:

Tiziana Beghin (M5S): "L'esercito Usa inquina più delle 5 multinazionali più grandi al mondo messe insieme. E nessuno lo dice..."

di Tiziana Beghin* SAPETE QUAL È L'ORGANIZZAZIONE PIÙ INQUINANTE DEL MONDO?   Parliamo di un gigante che inquina più delle prime 5 multinazionali chimiche americane...
Notizia del:

"Ti maledico". Il teologo spagnolo José Antonio Fortea contro Maduro e contro il Papa. A sostegno del golpe in Venezuela

In Venezuela si sta avvicinando il punto di non ritorno. Purtroppo, però, non si levano voci di condanna dalla «comunità internazionale»

di Geraldina Colotti* - il Manifesto Dopo i proiettili, le molotov di escrementi (le puputov) e le sanzioni...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

L'Iran mette in guardia dalla trappola tesa dagli Stati Uniti in Iraq e in Siria

Nessuno ha l'autorità di decidere il destino di Iraq e Siria, tranne che i rispettivi popoli e governi legittimi, ha avvertito il portavoce delle forze armate iraniane, Seyed Massoud Yazayeri.

Il portavoce delle Forze Armate dell'Iran, il generale Seyed Massoud Yazayeri, ieri, ha condannato la politica...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa