/ Gli Stati Uniti ordinano alle milizie curde di fermare l'avanzata...

Gli Stati Uniti ordinano alle milizie curde di fermare l'avanzata dell'esercito siriano

Gli Stati Uniti ordinano alle milizie curde di fermare l'avanzata dell'esercito siriano
 

Le milizie curdo siriane, sostenute dagli Stati Uniti, hanno in programma di inviare le loro forze ad Al-Tanf, vicino al confine con l'Iraq, per fermare l'avanzata dell'esercito siriano.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Come riportato dai media locali, le Unità di Protezione popolare, YPG prevedono di schierare le loro forze sul confine siro-iracheno, nord-est del valico di frontiera di Al-Tanf, dove la sedicente coalizione internazionale anti-ISIS (Daesh, in arabo), guidata dagli Stati Uniti, addestra e consiglia i 'ribelli moderati'.
 
Secondo questo rapporto, il dispiegamento delle milizie curde ad Al-Tanf arriva su richiesta della stessa Coalizione e cerca di espellere le forze siriane e i suoi alleati nella zona.
 
Una fonte vicina alle YPG, in forma anonima, ha aggiunto che le forze democratiche siriane, SDF, guidati dalle stesse YPG presto faranno tappa nella zona per svolgere questa missione.
 
"Le SDF non permetterà al 'regime' (siriano) e alle sue milizie di prendere il controllo del confine con l'Iraq e la Giordania", ha dichiarato la fonte.
 
Egli ha inoltre aggiunto che le SDF si sposteranno in qualsiasi scelta dalla zona sella Siria secondo gli ordini della coalizione, che sia a Daraa o in provincia di Idlib.
 
Le Forze speciali sono di stanza dallo scorso anno ad Al-Tanf, un confine strategico che attraversa il territorio siriano e iracheno, nel sud-est della provincia centrale di Homs, dove le truppe governative combattono anche per sconfiggere l&# 39;ISIS.
 
Tuttavia, le autorità siriane denunciano l'illegale presenza militare degli Stati Uniti nel loro territorio, dal momento che non credono che la Coalizione voglia combattere l'ISIS, ma piuttosto preparare il terreno per imporre una no-fly zone e quindi mettere il governo di Damasco nel mirino.
 
Gli sforzi dell'esercito siriano, sostenuto dalle forze del Movimento di Resistenza Islamico in Libano (Hezbollah) per avanzare attraverso il sud-est della Siria hanno coinciso con l'arrivo delle unità mobilitazione irachene popolare (Al-Hashad Al-Shabi) ai confini della Siria. La ripresa del controllo delle zone di confine, secondo vari analisti, è un cattivo scenario per Washington.
 
Nelle ultime settimane, la Coalizione ha bombardato tre volte le truppe filogovernative alla periferia di Al-Tanf, in difesa dei gruppi armati che Washington considera "moderati".
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Basnews
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Nasrallah: L'Arabia saudita è troppo codarda per scatenare una guerra contro l'Iran

Il Segretario generale di Hezbollah, Seyed Hasan Nasrallah ha dichiarato che il regime saudita è troppo debole e vile per lanciare una guerra contro l'Iran.

 In un discorso televisivo tenuto oggi per la Giornata Mondiale di al  , il segretario generale del Movimento...
Notizia del:

Macron non vede un successore legittimo ad Assad

Il presidente francese Emmanuel Macron, ritiene che oggi non v'è alcuna valida alternativa al presidente siriano Bashar al-Assad, per evitare che il paese diventi uno Stato fallito.

 "La nuova prospettiva che ho avuto su questo tema è che non ho dichiarato che la rimozione di...
Notizia del:     Fonte: http://www.andes.info.ec/

«Trump? Una scimmia con il coltello». Rafael Correa sul presidente degli Stati Uniti

Secondo l'ex presidente dell'Ecuador, Donald Trump è un soggetto pericoloso per la pace mondiale

di Fabrizio Verde   L’ex presidente dell’Ecuador, Rafael Correa, ha definito Donald Trump...
Notizia del:

Siria: le lacrime di coccodrillo del PD

  Lacrime di coccodrillo. Le versa periodicamente il PD per la guerra alla Siria. Guerra che da cinque anni - al pari dell'Unione Europea, delle nazioni occidentali e delle petromonarchie -...
Notizia del:     Fonte: Hispantv - Al Jazeera

Primi effetti degli avvertimenti della Russia: l'Australia sospende i bombardamenti in Siria

L'Australia ha annunciato la sospensione della sua partecipazione ai bombardamenti in Siria della cosiddetta coalizione anti ISIS.

"Come misura precauzionale, le operazioni di bombardamento della Forza di difesa australiana ADF, in Siria...
Notizia del:     Fonte: https://aawsat.com

Ex Ambasciatore USA in Siria: "Fallito il piano per rovesciare Assad". E avverte i curdi: "Pagheranno a caro prezzo la loro fiducia in Washington"

Secondo l'ex ambasciatore degli Stati Uniti in Siria, Washington ha fallito nei suoi piani di rovesciare il Presidente Assad.

Robert Ford, ex ambasciatore Usa in Siria (2010-2014), ha dichiarato ieri, nel corso di un'intervista...
Notizia del:

«La diplomazia di pace dell'Alba sconfigge le pretese imperialiste». Il Perù ritira la dichiarazione 'ingerentista' all'Osa

Si tratta di una nuova cocente sconfitta per Almagro e gli Stati Uniti

  Vittoria diplomatica all’Assemblea Generale dell’Organizzazione degli Stati Americani per la...
Notizia del:     Fonte: Interfax

Mosca: "L'abbattimento dell'aereo siriano da parte degli USA è un atto di aggressione e di aiuto ai terroristi"

La Russia ha condannato l'attacco da parte della coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti avvenuto ieri contro un aereo da combattimento siriano.

La Russia ha espresso preoccupazione per l'abbattimento dell'aereo della Syrian Air Force da parte della...
Notizia del:     Fonte: The Wall Street Journal

'Israele paga 5.000 dollari al mese ai "ribelli" in Siria'

Il regime israeliano ha fornito aiuti 'segreti' ai cosiddetti 'ribelli' vicino alle alture siriane del Golan per molti anni, secondo il quotidiano statunitense 'The Wall Street Journal.

Il quotidiano statunitense 'The Wall Street Journal', in un articolo pubblicato ieri, ha rivelato che...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar - OSDH

Raqqa, duri scontri tra esercito siriano e curdi delle FDS appoggiati dagli USA

Duri combattimenti tra l'esercito siriano che tentava di recuperare il pilota dell'aereo abbattuto dalla Coalizione guidata dagli USA e i curdi delle 'Forze democratiche siriane' che gli sbarravano la strada.

Gli scontri hanno avuto inizio ieri notte ad Al-Rasafa, a sud ovest di Raqqa, poco dopo che la coalizione internazionale...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Nasrallah: L'Arabia saudita è troppo codarda per scatenare una guerra contro l'Iran

Il Segretario generale di Hezbollah, Seyed Hasan Nasrallah ha dichiarato che il regime saudita è troppo debole e vile per lanciare una guerra contro l'Iran.

 In un discorso televisivo tenuto oggi per la Giornata Mondiale di al  , il segretario generale del Movimento...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Una tigre a Cancun: spettacolare intervento di Delcy Rodriguez all'OSA (Video)

La ministra degli Esteri della Repubblica Bolivariana del Venezuela zittisce i paesi satelliti dell'Impero statunitense

di Fabrizio Verde   «Credo che la ministra degli Esteri, che deve lasciare l’incarico in...
Notizia del:

Evo Morales: "Il Cile è l'Israele dell'America Latina"

Il presidente della Bolivia, Evo Morales, ha definito il Cile "l'Israele dell'America Latina" per la sentenza "a morte civile" contro nove suoi connazionali.   Chile...
Notizia del:

Ambasciatore siriano all'ONU, La Siria chiede rispetto per la sovranità del Venezuela

L'Ambasciatore della Repubblica araba Siriana alla sede Onu di Ginevra, Hussam Eddin Ala, ha invitato tutti gli stati a rispettare pienamente la sovranità del Venezuela, non interferire nei...
Notizia del:

La "dignità dei popoli dei Caraibi" e la grande sconfitta politica delle destre imperiali

di Geraldina Colotti* - Il Manifesto   Le destre lo davano per certo: questa volta Maduro avrebbe perso all’Osa e avrebbe dovuto subire l’imposizione della Carta democratica interamericana. Per...
Notizia del:

Siria. Parla il cugino del pilota abbattuto: “Gli Usa proteggono l’Isis. Tre ufficiali israeliani morti nel convoglio colpito”

Mohyddin Fahd, è il cugino del pilota, Ali Fahd, che guidava l'aereo siriano abbattuto dalla coalizione Usa nella campagna di Raqqa la settima scorsa. In un'intervista a Ruptly....
Notizia del:

Venezuela: il popolo vuole la pace e la Costituente

Le destre applicano le teorie del "caos costruttivo" escogitate dal pensatore statunitense Brzezinski, recentemente defunto, "e che abbiamo già visto applicate in Libia, Siria"

di Fabio Marcelli* Guarimba è una parola apparentemente innocente che corrisponde a un gioco infantile,...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa