/ Mosca: "L'abbattimento dell'aereo siriano da parte degli USA è un...

Mosca: "L'abbattimento dell'aereo siriano da parte degli USA è un atto di aggressione e di aiuto ai terroristi"

Mosca: L'abbattimento dell'aereo siriano da parte degli USA è un atto di aggressione e di aiuto ai terroristi
 

La Russia ha condannato l'attacco da parte della coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti avvenuto ieri contro un aereo da combattimento siriano.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
La Russia ha espresso preoccupazione per l'abbattimento dell'aereo della Syrian Air Force da parte della coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti che si è verificato ieri a sud della città di Raqa. Mosca ha messo in guardia Washington del ripetere azioni di forza contro l'esercito governativo siriano, come ha dichiarato oggi il vice ministro russo degli Esteri, Serguéi Riabkov è citato da Interfax.
 
"L'abbattimento del caccia siriano è da considerarsi come la continuazione della linea degli USA di schivare le regole del diritto internazionale", ha affermato Riabkov. "Che cos'è, se non un atto di aggressione?" si è chiesto il vice ministro russo, notando oltre ad essere  "un aiuto ai terroristi che gli USA sostengono di combattere."
 
Mosca ritiene che l'attacco diretto contro l'aviazione siriana è "un altro passo verso una pericolosa escalation [di tensione]".
 
Il vice ministro ha precisato che i "metodi forti sono senza dubbio necessari ed importanti quando si tratta di lotta contro il terrorismo".a tal proposito, la Russia "ha dimostrato con le sue azioni che l'uso della forza è uno dei fattori principali che bisogna applicare", ma deve essere utilizzata "con una base legittima, in accordo con le norme del diritto internazionale".
 
Ciò presuppone la cooperazione con il governo legittimo siriani, mentre gli Stati Uniti "fanno  esattamente il contrario", ha lamenta Riabkov. "Non è solo il fatto che non ci sono contatti, ma la forza è già utilizzate dai dipartimenti governativi," ha aggiunto Ryabkov.
 
Il diplomatico ha indicato che i militari della Russia e degli Stati Uniti "Sono in contatto permanente" per cercare di prevenire gli incidenti pericolosi. Tuttavia, Ryabkov ha spiegato che i dettagli di questi contatti non sono stati "mai resi pubblici".
 
Il  prossimo 23 giugno, Riabkov terrà una riunione con il vice segretario di Stato Thomas Shannon, a San Pietroburgo.
 
The Russian Defense Ministry announced it is halting cooperation with its US counterparts in the framework of the Memorandum on the Prevention of Incidents and Ensuring Air Safety in Syria following the coalition’s downing of a Syrian warplane.

 

FILE PHOTO: An F/A-18E Super Hornet © U.S. Navy / Seaman Weston A. Mohr

Durissima la reazione anche del Ministero della Difesa russo.  "Nelle aree del cielo siriani dove operano le missioni di combattimento della flotta aerea russa, tutti gli aerei, compresi gli aeromobili e i veicoli senza equipaggio della coalizione internazionale [americana], situati a ovest del fiume Eufrate, saranno seguiti dalle forze di difesa terrestri e aeree Russe e considerati bersagli legittimi", si legge in una nota di questo lunedì.

Finita la cooperazione, dunque, sui cieli siriani.


 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Interfax
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Tasnim

L'Iran avverte: Gli Stati Uniti cercano di riportare l'Iraq e la Siria nel caos

Un importante consigliere del leader della rivoluzione islamica in Iran avverte sui tentativi degli Stati Uniti di riportare l'Iraq e la Siria nel caos.

"Gli Stati Uniti cercano di generare conflitti e caos sia in Iraq che in Siria, in particolare nella città...
Notizia del:     Fonte: RT

Mosca: "Gli Stati Uniti sono in Siria senza una base legale, minando le norme del diritto internazionale"

Il rifiuto degli Stati Uniti di ritirare le loro truppe dalla Siria è un riflesso dell'atteggiamento sdegnoso di Washington nei confronti delle norme del diritto internazionale, secondo il vice ministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov.

Gli Stati Uniti sono in Siria senza una base legale, sminuendo le regole del diritto internazionale, ha dichiarato...
Notizia del:     Fonte: http://www.2001.com.ve/

Venezuela, Maduro denuncia: gli Stati Uniti hanno scelto il candidato dell'opposizione alle prossime presidenziali

La «destra nordamericana» gestisce a proprio piacimento l’opposizione venezuelana, in maniera «volgare».

  Dopo aver esercitato il suo diritto di voto, in una giornata che ha regalato un altro trionfo al chavismo...
Notizia del:     Fonte: https://function.mil.ru/ - Ruptly

La Russia avvia il ritiro dei suoi aerei e della polizia militare dalla Siria

I bombardieri russi Tu-22M3 e un battaglione della polizia militare sono tornati in Russia oggi, dopo aver adempiuto alla loro missione antiterroristica in Siria, si legge in un comunicato del Ministero della Difesa russo

Il ministero della Difesa russo, in un comunicato, ha riferito che i bombardieri Tu-22M3, che sono intervenuto...
Notizia del:     Fonte: The New Yorker

'The New Yorker': Gli Stati Uniti sono costretti ad accettare Bashar al-Assad fino al 2021

Il governo degli Stati Uniti visti gli sviluppi degli ultimi anni sul campo di battaglia sono costretti ad accettare che il presidente siriano Bashar al-Assad rimanga al potere fino al 2021, secondo il settimanale statunitense, 'The New Yorker'.

Data la realtà dei campi di battaglia in Siria e gli ultimi progressi dell'esercito contro i gruppi...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia: In Siria, negli ultimi 7 mesi, eliminati 32.000 terroristi e liberati 67000 Km² di territorio

Il comandante del gruppo militare russo in Siria, il generale Sergey Surovikin ha riferito al presidente russo Vladimir Putin che 32.000 terroristi sono stati uccisi in Siria negli ultimi sette mesi.

"Più di 67.000 chilometri quadrati di territorio siriano, più di 1.000 località, 78...
Notizia del:

Oltre 170.000 documenti confermano che Gerusalemme appartiene ai palestinesi

Sull’edizione odierna di un quotidiano italiano, che non citiamo per non pubblicizzarlo immeritatamente, il direttore si lancia in un’affermazione perentoria: «…le orrende mozioni dell’Unesco che hanno provato a mettere in dubbio il legame millenario tra il popolo ebraico e Gerusalemme»

  Il recente riconoscimento ufficiale della città di Gerusalemme come capitale di Israele, annunciato...
Notizia del:     Fonte: CNN

L'ONU sollecita l'Arabia Saudita a porre fine alla 'stupida guerra' nello Yemen

Il Segretario generale delle Nazioni Unite ha sottolineato ancora una volta che l'Arabia Saudita e i suoi alleati regionali devono mettere fine alla guerra vana e "stupida" contro lo Yemen.

"Penso che questa sia una stupida guerra. Penso che questa guerra sia contraria agli interessi dell'Arabia...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Generale iraniano: Israele sarebbe in pericolo in una nuova guerra con Hezbollah

Un alto generale iraniano afferma che gli equilibri di potere nella regione si sono spostati verso Hezbollah e che qualsiasi guerra potrebbe porre fine all'esistenza di Israele.

"Se dovesse scoppiare una nuova guerra nella regione tra Israele e un'altra identità come Hezbollah...
Notizia del:

Venezuela, una "dittatura" che celebra tre elezioni in un anno

da Mision Verdad   Il 30 luglio di quest'anno si sono svolte le elezioni per l'Assemblea nazionale costituente (ANC) con una partecipazione di 8 milioni e 89 mila elettori, che rappresentano...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Tasnim

L'Iran avverte: Gli Stati Uniti cercano di riportare l'Iraq e la Siria nel caos

Un importante consigliere del leader della rivoluzione islamica in Iran avverte sui tentativi degli Stati Uniti di riportare l'Iraq e la Siria nel caos.

"Gli Stati Uniti cercano di generare conflitti e caos sia in Iraq che in Siria, in particolare nella città...
Notizia del:

"Chiusura domenicale dei negozi, una mossa per combattere il neocapitalismo selvaggio"

di Francesco Erspamer* Di Maio ha proposto di ripristinare la chiusura domenicale dei negozi e rigidi orari nei giorni feriali: una mossa anti-deregulation che scatenerà i liberisti e i loro...
Notizia del:     Fonte: RT

Mosca: "Gli Stati Uniti sono in Siria senza una base legale, minando le norme del diritto internazionale"

Il rifiuto degli Stati Uniti di ritirare le loro truppe dalla Siria è un riflesso dell'atteggiamento sdegnoso di Washington nei confronti delle norme del diritto internazionale, secondo il vice ministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov.

Gli Stati Uniti sono in Siria senza una base legale, sminuendo le regole del diritto internazionale, ha dichiarato...
Notizia del:

(VIDEO) Fake news sulle fake news: il cortocircuito dei media mainstream

Servizio di Inna Afinogenova, RT Sembra che questa brutta usanza che ha la supposta trama russa di pubblicare notizie false e diffonderle per il mondo intero sia altamente contagiosa perché i media...
Notizia del:

La fine del Turkish Stream e la geopolitica dei gasdotti

  Dopo aver approvato le sanzioni che potrebbero colpire le aziende europee coinvolte nel progetto del North Stream 2 mettendosi direttamente in rotta di collisione con la Germania, il Dipartimento...
Notizia del:

Gli avvoltoi atlantici tornano a volteggiare sui Balcani

di Alberto Fazolo* Dai primissimi anni '90 la Jugoslavia si trasformò in un laboratorio per le ingerenze occidentali, vi vennero sperimentate tutte le tecniche di destabilizzazione che...
Notizia del:     Fonte: https://function.mil.ru/ - Ruptly

La Russia avvia il ritiro dei suoi aerei e della polizia militare dalla Siria

I bombardieri russi Tu-22M3 e un battaglione della polizia militare sono tornati in Russia oggi, dopo aver adempiuto alla loro missione antiterroristica in Siria, si legge in un comunicato del Ministero della Difesa russo

Il ministero della Difesa russo, in un comunicato, ha riferito che i bombardieri Tu-22M3, che sono intervenuto...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa