/ Petrolio a 200$: questa la previsione di Rafael Correa

Petrolio a 200$: questa la previsione di Rafael Correa

Petrolio a 200$: questa la previsione di Rafael Correa
 

Il parere del presidente ecuadoriano dopo l'accordo raggiunto tra Russia e OPEC

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


Il presidente dell'Ecuador sostiene che a medio termine il prezzo del petrolio schizzerà alle stelle. Secondo Rafael Correa il barile di greggio arriverà a valere ben 200 dollari grazie all'accordo raggiunto tra Russia e OPEC che prevede il congelamento della produzione. 

 

«Questa è sempre stata la nostra posizione – ha spiegato Correa in un'intervista ai mezzi di comunicazione ecuadoriani riferendosi all'accordo tra OPEC e Russia – non è comprensibile questa competizione a produrre sempre di più, che ha fatto precipitare il prezzo del petrolio». Il presidente ecuadoriano ha poi sottolineato che dietro questa strategia vi sono chiari e ben noti interessi di tipo geopolitico, ma che la stessa strategia sia a un certo punto «sfuggita di mano», tant'è che perfino l'Arabia Saudita ha dovuto a un certo punto «stringere la cinghia». 

 

«Presto sarà risolto il problema che sta distruggendo gli investimenti nel settore petrolifero; nel medio termine il prezzo del petrolio rimbalzerà a 200 dollari, perché non è più redditizio continuare a sfruttare il petrolio a un prezzo così basso».

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: RT
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

L'Iran in America Latina: l'inizio di una nuova era sotto lo sguardo inquieto di Washington

Per sei giorni, tra il 21 e il 27 agosto scorso, il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, ha visitato Cuba, Nicaragua, Ecuador, Cile, Bolivia e Venezuela. Il giornalista e scrittore Nil Nikandrov analizza i risultati del tour nel suo articolo pubblicato sul sito web della Fondazione di Cultura Strategica.

La visita del ministro degli Esteri iraniano per l'America Latina è stato descritto da molti come...
Notizia del:     Fonte: Tass

Lavrov: "Senza separare i terroristi dall'opposizione siriana non sarà possibile regolare il conflitto"

I ministri degli esteri di Russia e Stati Uniti hanno rilasciato delle dichiarazioni dopo il summit per discutere principalmente sulle questioni relative al coordinamento delle azioni per combattere il terrorismo in Siria.

Il Ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov e il Segretario di Stato nordamericano, John Kerry, hanno partecipato...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

"La Russia continua ad utilizzare la base iraniana per attaccare i terroristi"

Il Presidente del Parlamento iraniano, Ali Larijani, ha dichiarato, oggi, che gli aerei russi stanno ancora utilizzando la base iraniana Noyé per attaccare i terroristi in Siria.

Larijani ha riferito, confutando il Ministero della Difesa della Russia, che anche i bombardieri strategici russi...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

Al Masdar: Raggiunto accordo tra curdi e siriani per una tregua con la mediazione russa

Secondo il portale di notizie Al MAsdar, i curdi delle YPG e Asayish ed i rappresentanti del governo siriano avrebbero raggiunto un accordo per stabilire una tregua nella città di Hasakah con la supervisione russa.

Secondo il portale di notizie Al Masdar, i funzionari del governo siriano hanno riferito di aver incontrato la...
Notizia del:

Ministero della Difesa iraniano: "La Russia utilizzerà la nostra base per tutto il tempo necessario"

Il Ministero della Difesa iraniano ha annunciato che la Russia può utilizzare la base iraniana di Hamdan per le operazioni contro i terroristi in Siria per tutto il tempo necessario. Si valuta, inoltre, la concessione di altre basi iraniane alla Russia.

"Gli aerei russi useranno la base militare Hamadan per attaccare lo Stato Islamico tutto il tempo necessario",...
Notizia del:     Fonte: pressenza.com

Siria, il Patriarca Gregorios Laham: “Una guerra dell’informazione”

Gregorio III parla di una “manovra” in atto per screditare “il governo siriano e la Russia” nel momento in cui sta nascendo un nuovo asse – Mosca, Teheran, Pechino – in grado di contrastare le ambizioni statunitensi nell’area

da Pressenza   Una “guerra dell’informazione” fatta di bugie, proclami, presunte...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

"Israele dovrebbe preoccuparsi per i bombardamenti russi dall'Iran in Siria"

Per l'analista israeliano Yossi Melman, Israele farebbe bene a preoccuparsi per l'uso del territorio iraniano per il decollo dei bombardieri russi a lungo raggio Tu-22M3 e Su-34.

"Questo problema ha significati strategici globali a lungo termine, causando la preoccupazione di Israele",...
Notizia del:     Fonte: MARX21

Sulla Siria menzogne a gogò

di Mario Gemma, Direttore Marx21   Le televisioni di regime, ormai da giorni, continuano a insistere sullo stesso tasto. E in questo periodo ferragostano le menzogne diffuse, sugli sviluppi della...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

Dall'Iran gli aerei russi spianano la strada all'Esercito siriano per una grande offensiva contro l'ISIS

Dalla base aerea iraniana di Hamedan gli aerei russi preparano una serie di attacchi che dovranno spianare la strada ad una massiccia offensiva delle truppe siriane contro l'ISIS tra le province di Homs e Deir Ezzor

Dal trionfo della Rivoluzione islamica, nel 1979, per la prima volta in Iran ci sarà una forza militare...
Notizia del:     Fonte: Besacenter

BESA, Centro studi israeliano: "Distruggere l'ISIS è errore strategico e rafforzerebbe Assad"

In una pubblicazione del Centro studi israeliano, Begin-Sadat, e firmata dal suo direttore, Ibrahim Inbar, si sostiene che l'eliminazione dell'ISIS sarebbe un errore strategico di primo ordine....
Le più recenti da ALBA LATINA
Notizia del:     Fonte: TeleSur

10 domande e 10 risposte sul conflitto con le 'cooperative' minerarie in Bolivia

di Katu Arkonada - TeleSur   1) Come nasce l’attività estrattiva cooperativa in Bolivia?   L’attività estrattiva cooperativa ha come origine la crisi economica...
Notizia del:

Bolivia: ucciso il viceministro degli Interni. La denuncia e il dolore di Evo Morales

Rodolfo Illanes è stato sequestrato, torturato e barbaramente ucciso dai cooperativisti del settore minerario in protesta contro il governo

«La morte del fratello viceministro Illanes, fa molto male, si tratta di un atto codardo… il sequestro,...
Notizia del:

Fallimento neoliberista in Argentina: disoccupazione aumenta del 57% rispetto al 2015

Il pacchetto di misure neoliberiste volute dal governo Macri ha provocato licenziamenti di massa e una crescita vertiginosa della povertà

  Cattive notizie giungono ancora dall’Argentina: la disoccupazione è salita al 9,3% rispetto...
Notizia del:     Fonte: pressenza.com

On. Giovanna Martelli: «Sono preoccupata per la situazione politica in Argentina»

di Olivier Turquet per Pressenza   Parliamo con Giovanna Martelli, deputata e componente della prima ora del Comitato per la Liberazione di Milagro Sala delle preoccupanti evoluzioni delle vicende...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Iran: "Per la nostra politica antimperialista saremo sempre al fianco di Cuba"

Il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, ha ribadito il forte sostegno della Repubblica islamica dell'Iran al popolo e al governo di Cuba nel corso della prima tappa di un tour economico e politico per rafforzare i legami con l'America Latina

In alcune dichiarazioni rilasciate a HispanTV, in rotta verso Cuba, prima destinazione del suo tour in America...
Notizia del:

Argentina: la City di Londra teme che a breve cada il governo neoliberista di Macri

Secondo il quotidiano britannico The Economist «la luna di miele di Macri è giunta al termine»

  Disoccupazione, miseria crescente, repressione. Questi sono i risultati del ritorno in Argentina del neoliberismo...
Notizia del:

Fidel Castro: il compleanno

  Domani compirò 90 anni. Sono nato in un territorio chiamato Birán, nella regione orientale di Cuba. È conosciuto con quel nome, anche se non è mai apparso in una mappa....
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa