/ L'Iran non permetterà agli "stati canaglia" di aggravare la situa...

L'Iran non permetterà agli "stati canaglia" di aggravare la situazione in Siria

L'Iran non permetterà agli stati canaglia di aggravare la situazione in Siria
 

Un alto funzionario militare iraniano, Yazayeri Masud ha avvertito che l'Iran non tollererà un eventuale invio di truppe di terra da parte di "stati canaglia" in Siria.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 
"L'Arabia Saudita ha esibito tuta la sua potenza militare sia in Siria e Yemen. Eppure, ha fallito in entrambi i campi (...) Se loro (i sauditi) fossero stati in grado, avrebbero già inviato truppe in territorio siriano. Così Riad perde ancora di più se vuole aumentare la propria presenza in Siria", ha sostenuto, oggi, il generale Yazayeri Masud, Vice Capo di Stato Maggiore delle Forze Armate iraniane.
Nei giorni scorsi, i principali oppositori del governo siriano nella regione hanno preso in considerazione la possibilità di inviare forze di terra in Siria che, a loro avviso, avrà lo scopo di combattere le organizzazioni terroristiche che affliggono il paese dall'inizio del conflitto nel 2011.
A capo della nuova iniziativa militare ci sono l'Arabia Saudita e la Turchia, con la luce verde degli Stati Uniti. Proprio gli USA hanno annunciato oggi la sua piena disponibilità ad avviare qualsiasi operazione di terra in territorio siriano. Damasco, nel frattempo, vede questo come un pretesto per rovesciare il presidente siriano Bashar al-Assad.
A tal proposito, il generale Yazayeri ha dichiarato che i terroristi che operano in Siria oggi sono sostenuti da forze saudite, da mercenari di Washington e da diversi paesi reazionari della regione, proprio per questo, "parlare di invio di truppe da parte di Riyadh o di altri paesi non è nuova", ha sostenuto l&# 39;alto ufficiale iraniano.
"Inoltre, i terroristi infiltrati in Siria attraverso il confine con la Turchia sono una realtà che non si può smentire", ha sottolineato il comandante militare iraniano, secondo il quale, l'incursione militare nel territorio siriano "è un bluff politico ed una manovra di guerra psicologica."
In ogni caso, il generale iraniano ha sottolineato che Teheran non permetterà in alcun modo che attori stranieri impongono le loro politiche in Siria maligna.
"Non permetteremo che la situazione in Siria vada fuori controllo, che certi stati canaglia possano attuare le loro politiche dannose. Se necessario, prenderemo le decisioni appropriate ", ha spiegato alla domanda se l'Iran è intenzionata ad aumentare il numero di consulenti in Siria per contrastare un possibile dispiegamento di forze straniere.
Yazayeri ha concluso il suo intervento ribadendo che la Repubblica islamica dell'Iran sostiene le operazioni anti-terrorismo in Russia.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Hispantv
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Ansa

Lotta al terrorismo: Trump apre ad alleanza con la Russia

Il candidato alla presidenza per il Partito Repubblicano chiede durante un comizio: «Non sarebbe bello se andassimo con la Russia?»

In materia di lotta al terrorismo parole di estremo buon senso arrivano dal tanto vituperato Donald Trump. Il...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Yemen, mercenari sauditi commettono un massacro a Taiz

In un attacco dei mercenari dell’Arabia Saudita, nella provincia di Taiz, nel sud-ovest dello Yemen, sono stati uccisi 20 civili yemeniti.

"I mercenari dell'Arabia Saudita hanno attaccato una moschea nel villaggio di Al-Sarari ed hanno ucciso...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Russia: Gli USA hanno cambiato la loro posizione e non cercano di cacciare Assad

Il rappresentante russo alle Nazioni Unite, Alexei Borodavkin, ha dichiarato, ieri, che gli Stati Uniti non cercare di cacciare il presidente siriano Bashar al-Assad.

"Senza dubbio la Russia sa che gli Stati Uniti non cercano le dimissioni immediate Asad in Siria", ha...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Maduro: 'Il terrorismo che affligge il mondo, frutto della cultura della violenza del capitalismo'

Il presidente venezuelano ha dichiarato che gli atti terroristici in Europa provengono dalla “cultura della violenza, della morte e della discriminazione” promossa dal capitalismo.

Parlando in un programma televisivo, Nicolas Maduro ha ricordato che gli attacchi e gli eventi di violenza che...
Notizia del:     Fonte: Sana.Sy

Assad ai politici greci: Il popolo siriano è determinato a continuare a difendere la sua patria e la sua sovranità

Il presidente Bashar al-Assad ha incontrato, oggi, una delegazione di politici greci, tra i quali il vice presidente della Democrazia Cristiana, Nikos Nikolopoulos e Theodore Katsanevas, un membro del PA.SO.K

Durante l’incontro si è discusso della situazione in Siria, il pericolo del terrorismo nella regione...
Notizia del:

TRUMP E IL COMPLOTTO RUSSO!

"Se vince Trump trionfa l'aggressività russa; se l'America si ritira, la Russia avanza!"

Trump sta diventando una vera e propria ossessione. Tanto che sulla rivista 'Foreign Policy' il candidato...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

Aleppo, “ribelli moderati” sotto assedio, l’Esercito siriano avanza e l’aviazione russa li bombarda senza sosta

I ribelli jihadisti di Fatah Halab sono completamente sotto assedio nel settore orientale di Aleppo città, in quanto l’Esercito siriano ha conquistato quello che una volta era il parco dei...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

“La Francia voleva vendicare l’attentato di Nizza ed ha ucciso 164 civili siriani”

L'attacco dell’aviazione militare francese su un villaggio siriano, il 19 luglio scorso, è stato effettuato come rappresaglia per l'attentato di Nizza, ha dichiarato l'ambasciatore siriano alle Nazioni Unite.

In una riunione degli Stati del Consiglio di sicurezza delle Nazioni (UNSC), che si è svolta ieri, il rappresentante...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

Aleppo, i ribelli sull'orlo del collasso, a Quneitra nuovo attacco di Israele all’Esercito siriano.

Mentre continua l’avanzata dell’Esercito siriano all’interno della città di Aleppo con i gruppi ribelli allo sfascio, a sud, precisamente a Quneitra, l’aviazione israeliana ha attaccato le postazioni delle truppe siriane

Il comandante della 16a Divisione del Free Syrian army, sostenuto dall’Occidnete ed i suoi assistenti si...
Notizia del:     Fonte: RT

Putin sulla Palestina: «Deve essere integra e indipendente»

Il presidente russo in una lettera indirizzata ai leader della Lega Araba ribadisce l'impegno della Russia nella lotta al terrorismo

  La Russia è pronta a scendere in campo per contribuire alla ricerca di una soluzione riguardo al...
Le più recenti da Siria e dintorni
Notizia del:     Fonte: Sana.Sy

Assad ai politici greci: Il popolo siriano è determinato a continuare a difendere la sua patria e la sua sovranità

Il presidente Bashar al-Assad ha incontrato, oggi, una delegazione di politici greci, tra i quali il vice presidente della Democrazia Cristiana, Nikos Nikolopoulos e Theodore Katsanevas, un membro del PA.SO.K

Durante l’incontro si è discusso della situazione in Siria, il pericolo del terrorismo nella regione...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

Aleppo, “ribelli moderati” sotto assedio, l’Esercito siriano avanza e l’aviazione russa li bombarda senza sosta

I ribelli jihadisti di Fatah Halab sono completamente sotto assedio nel settore orientale di Aleppo città, in quanto l’Esercito siriano ha conquistato quello che una volta era il parco dei...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

Aleppo, i ribelli sull'orlo del collasso, a Quneitra nuovo attacco di Israele all’Esercito siriano.

Mentre continua l’avanzata dell’Esercito siriano all’interno della città di Aleppo con i gruppi ribelli allo sfascio, a sud, precisamente a Quneitra, l’aviazione israeliana ha attaccato le postazioni delle truppe siriane

Il comandante della 16a Divisione del Free Syrian army, sostenuto dall’Occidnete ed i suoi assistenti si...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Libano, Ambasciatore britannico: Nessuno può criticare Hezbollah per combattere in Siria

L'ambasciatore britannico in Libano ha dichiarato che non si può fare nessuna colpa al movimento di resistenza libanese Hezbollah per la lotta contro i terroristi nella vicina Siria.

"Data la minaccia dell’ISIS per il Libano, non si può biasimare Hezbollah se è presente...
Notizia del:     Fonte: Wall Street Journal

WSJ: I bombardieri russi hanno distrutto una base militare segreta di Stati Uniti e Regno Unito in Siria

Gli aerei da guerra russi hanno bombardato una base militare segreta degli Stati Uniti e dell Regno Unito, che si trova in Siria. Lo ha rivelato il quotidiano statunitense Wall Street Journal.

L'attacco dell'Aeronautica Militare della Russia contro la base legata CIA, in Siria era parte di una campagna...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

L'Esercito iracheno si prepara per una grande offensiva contro l'ISIS nell’ultima roccaforte a est di Al-Anbar

L'esercito iracheno sta preparando una grande offensiva per recuperare l'ultimo bastione dell’ISIS nella parte orientale della provincia occidentale di al-Anbar.

"Rinforzi militari, compresi i membri delle forze armate e della polizia federale e carri armati hanno raggiunto...
Notizia del:     Fonte: Prensa Latina

Assad: Cuba è e sarà la punta di diamante del movimento rivoluzionario e Fidel Castro è il suo simbolo

Il Presidente siriano Bashar al Assad, in un’intervista rilasciata, oggi, a Prensa Latina, ha dichiarato che Cuba è e sarà la punta di diamante del movimento rivoluzionario in America Latina, e il suo leader storico, Fidel Castro, è un simbolo della lotta per l'indipendenza.

Testo dell’intervista in lingua originale su Prensa Latina   PRENSA LATINA: Signor Presidente, la...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa