/ 'L'imprevedibile' presidente turco potrebbe invadere la Siria per...

'L'imprevedibile' presidente turco potrebbe invadere la Siria per fermare i progressi dei curdi. L'Independent

'L'imprevedibile' presidente turco potrebbe invadere la Siria per fermare i progressi dei curdi. L'Independent
 

L'abbattimento del caccia russo è stato "un agguato ben preparato"

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

L'abbattimento di un bombardiere russo da parte della Turchia lo scorso 24 novembre ha dimostrato finoa a che punto può spingersi questo Paese, scrive l'Independent'. In realtà, questa è la prima volta che un paese membro della NATO abbatte un aereo militare russo o sovietico dalla guerra di Corea, ricorda il quotidiano britannico.
 
Mentre la Turchia insiste sul fatto che l'attacco era una risposta alla violazione del suo spazio aereo da parte di aerei russi, che sarebbe durata 17 secondi, questo attacco in realtà aveva tutte le caratteristiche di un "agguato ben preparato", ha detto il giornale.
 
Sembra che i caccia turchi abbiano condotto una missione speciale per distruggere il bombardiere russo, 'nascondendosi' a bassa quota prima dell'attacco. Inoltre, secondo il quotidiano, l'intelligence russa era informata del piano, ma a quanto pare, il presidente russo non ha creduto che la Turchia si sarebbe spinta così oltre.
 
Il vero problema per la Turchia sono i successi dell'esercito curdo, che, con il sostegno di Stati Uniti e Russia, ha fatto seri progressi al confine tra Siria e Turchia, privando lo Stato Islamico di approvvigionamenti provenienti da vari punti di frontiera.
La Turchia ha fatto pressione alle Nazioni Unite  per non invitare i curdi al nuovo round di colloqui di pace sulla Siria, Ginevra III.
 
Secondo l'Independent, la guerra in Siria entra nella sua fase decisiva, e forse definirà chi sono i vincitori e i vinti per decenni. Le forze governative sono state in grado di prevalere su più fronti, con il sostegno della Russia, l'Iran e il Libano, mentre i tentativi turchi di spodestare il presidente siriano Bashar al-Assad, negli ultimi cinque anni, sono prossimi al fallimento, mette in evidenza l'articolo
 
Nel frattempo, le Unità di protezione popolare hanno sottratto allo Stato Islamico più della metà del confine tra Siria e Turchia, con il sostegno degli Stati Uniti. L'avanzata dei curdi per il presidente turco Recep Tayyip Erdogan è così "umiliante", che, nonostante le obiezioni di Russia e Stati Uniti, il presidente potrebbe inviare truppe in Siria.  
 
D'altra parte, se la Turchia avesse voluto intervenire nel nord della Siria, avrebbe dovuto farlo prima dell'abbattimento del bombardiere russo che ha portato al rafforzamento delle posizioni militari russe in Siria. Il problema con la Turchia è che, nelle parole di un ex leader curdo, Sheikhmous Omar, le reazioni del presidente Erdogan sono "imprevedibili".
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Deputato curdo-siriano: "YPG pagherà a caro prezzo l'alleanza con gli Usa"

Le Unità di protezione del popolo curdo, (YPG) nel nord-est della Siria non dovrebbe fare troppo affidamento al sostegno di Washington. Avrebbero fatto meglio ad allearsi con l'esercito siriano e la Russia, ha dichiarato il deputato curdo-siriano Oussi Omar.

"Io non sono per un boicottaggio totale degli Stati Uniti, ma non contate su di loro. Questo è un...
Notizia del:

Colombia, repressa nel sangue manifestazione pacifica campesina: un morto e due feriti gravi

Questa settimana è iniziato in Colombia uno sciopero dei contadini, lavoratori indigeni e rurali che chiedono allo Stato di porre fine al paramilitarismo e altre rivendicazioni sociali sospese...
Notizia del:

John Pilger, "Non disturbate l'America mentre si prepara una nuova guerra"

"Il messaggio nel paese è chiaro “turatevi il naso” e votate per la Clinton. Ma in questo modo, si alimenta il mostro e ci si prepara per un'altra guerra”

Dopo aver “coperto” quattro campagne, John Pilger, il grande giornalista australiano, nel suo...
Notizia del:

In Francia il primo movimento sociale contro l'Unione Europea. Jacques Sapir

Bruxelles e Francoforte cercano d'imporre in Francia quello che hanno già imposto alla Grecia

  La Francia sta attraversando la più grave crisi sociale dal 1995, quando un movimento sociale...
Notizia del:

Le sei multinazionali dei media che "bombardano" gli americani con 10 ore di programmazione quotidiana

  Se si consente a qualcuno di pompare ore e ore di "programmazione" nella nostra mente, ogni singolo giorno, è inevitabile che questi avrà un grande impatto sul nostro...
Notizia del:

Tra le email della Clinton il piano per rovesciare Assad al fine di "aiutare Israele"

Pubblicato da Wkileaks, un documento contenuto nelle email dell'ex Segretario di Stato fornisce dettagli sui motivi che hanno spinto Washington ad "aiutare il popolo siriano a rovesciare...
Notizia del:

Sanzioni alla Siria, rinnovo burocratico ma il petrolio dall'opposizione continueremo a comprarlo

L'ufficio stampa del Consiglio Ue "risponde" per email (all'Antidiplomatico).

  "Confermate le sanzioni "con procedura scritta", e sempre esentando l'opposizione...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa