/ 'L'imprevedibile' presidente turco potrebbe invadere la Siria per...

'L'imprevedibile' presidente turco potrebbe invadere la Siria per fermare i progressi dei curdi. L'Independent

'L'imprevedibile' presidente turco potrebbe invadere la Siria per fermare i progressi dei curdi. L'Independent
 

L'abbattimento del caccia russo è stato "un agguato ben preparato"

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

L'abbattimento di un bombardiere russo da parte della Turchia lo scorso 24 novembre ha dimostrato finoa a che punto può spingersi questo Paese, scrive l'Independent'. In realtà, questa è la prima volta che un paese membro della NATO abbatte un aereo militare russo o sovietico dalla guerra di Corea, ricorda il quotidiano britannico.
 
Mentre la Turchia insiste sul fatto che l'attacco era una risposta alla violazione del suo spazio aereo da parte di aerei russi, che sarebbe durata 17 secondi, questo attacco in realtà aveva tutte le caratteristiche di un "agguato ben preparato", ha detto il giornale.
 
Sembra che i caccia turchi abbiano condotto una missione speciale per distruggere il bombardiere russo, 'nascondendosi' a bassa quota prima dell'attacco. Inoltre, secondo il quotidiano, l'intelligence russa era informata del piano, ma a quanto pare, il presidente russo non ha creduto che la Turchia si sarebbe spinta così oltre.
 
Il vero problema per la Turchia sono i successi dell'esercito curdo, che, con il sostegno di Stati Uniti e Russia, ha fatto seri progressi al confine tra Siria e Turchia, privando lo Stato Islamico di approvvigionamenti provenienti da vari punti di frontiera. La Turchia ha fatto pressione alle Nazioni Unite  per non invitare i curdi al nuovo round di colloqui di pace sulla Siria, Ginevra III.
 
Secondo l'Independent, la guerra in Siria entra nella sua fase decisiva, e forse definirà chi sono i vincitori e i vinti per decenni. Le forze governative sono state in grado di prevalere su più fronti, con il sostegno della Russia, l'Iran e il Libano, mentre i tentativi turchi di spodestare il presidente siriano Bashar al-Assad, negli ultimi cinque anni, sono prossimi al fallimento, mette in evidenza l'articolo
 
Nel frattempo, le Unità di protezione popolare hanno sottratto allo Stato Islamico più della metà del confine tra Siria e Turchia, con il sostegno degli Stati Uniti. L'avanzata dei curdi per il presidente turco Recep Tayyip Erdogan è così "umiliante", che, nonostante le obiezioni di Russia e Stati Uniti, il presidente potrebbe inviare truppe in Siria.  
 
D'altra parte, se la Turchia avesse voluto intervenire nel nord della Siria, avrebbe dovuto farlo prima dell'abbattimento del bombardiere russo che ha portato al rafforzamento delle posizioni militari russe in Siria. Il problema con la Turchia è che, nelle parole di un ex leader curdo, Sheikhmous Omar, le reazioni del presidente Erdogan sono "imprevedibili".
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Il Venezuela denuncia la doppia morale dell'Occidente sulla Siria

Il governo venezuelano ha respinto la risoluzione adottata, ieri, dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite sulla situazione nella città siriana di Aleppo e ha criticato la doppia morale dell'Occidente sulla questione.

Il rappresentante permanente del Venezuela presso l'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU), Rafael Ramirez,...
Notizia del:     Fonte: Haaretz

589 denunce di tortura contro lo Shin Bet; Israele non ha indagato nemmeno su un caso

Il regime israeliano non ha lanciato alcuna un'indagine penale per affrontare le 598 denunce di tortura presentate contro il servizio di sicurezza interna Shin Bet.

In un articolo pubblicato, ieri, dal quotidiano israeliano Haaretz si legge che tra il 2001 e il 2008, il regime...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Trump: Keynes contro Hayek

Volendo osservare la questione in termini di dottrine economiche, possiamo affermare che stiamo assistendo a un confronto tra John Maynard Keynes e Friedrich von Hayek. Oppure in termini politico-personali tra Franklin Delano Roosevelt e Ronald Wilson Reagan. Mentre in termini di mezzi di sussistenza, occupazione contro disoccupazione e salari soddisfacenti contro salari spazzatura

di Miguel Angel Ferrer - teleSUR   Come è noto, il termine democrazia non è il più...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Parlamentare USA: "Questa follia deve finire. Dobbiamo smettere di armare i terroristi"

Un membro democratico del Congresso degli Stati Uniti ha introdotto un disegno di legge per porre 'fine alla follia degli Stati Uniti' di armare i gruppi terroristici, in particolare in Siria.

Questo disegnio di legge per fermare la fornitura di armi ai terroristi, denominato, SATA, è stato presentato,...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia conferma: L'Esercito siriano controlla il 93% di Aleppo Est

Le truppe siriane già controllano il 93% della parte orientale della città di Aleppo. Lo ha confermato lo Stato Maggiore russo.

"Negli ultimi quattro giorni, il territorio controllato dai ribelli è diminuito di un terzo e l'esercito...
Notizia del:

Aleppo Est. I civili denunciano torture e esecuzioni sommarie dai "ribelli moderati" - Esercito russo

I civili che vengono liberati da Aleppo est raccontano le torture e le esecuzioni da parte di coloro che in occidente si sono definiti come "ribelli moderati". Lo riporta il portavoce dell'esercito...
Notizia del:

L'uomo che previde la fine dell'URSS indica la data del collasso degli Stati Uniti

Nel 2020 gli Stati Uniti subiranno un collasso totale a causa della presidenza di Donald Trump. Lo sostiene il sociologo norvegese Johan Galtung, vincitore nel 1987 del Right Livelihood Award, noto come...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa