/ 'L'imprevedibile' presidente turco potrebbe invadere la Siria per...

'L'imprevedibile' presidente turco potrebbe invadere la Siria per fermare i progressi dei curdi. L'Independent

'L'imprevedibile' presidente turco potrebbe invadere la Siria per fermare i progressi dei curdi. L'Independent
 

L'abbattimento del caccia russo è stato "un agguato ben preparato"

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

L'abbattimento di un bombardiere russo da parte della Turchia lo scorso 24 novembre ha dimostrato finoa a che punto può spingersi questo Paese, scrive l'Independent'. In realtà, questa è la prima volta che un paese membro della NATO abbatte un aereo militare russo o sovietico dalla guerra di Corea, ricorda il quotidiano britannico.
 
Mentre la Turchia insiste sul fatto che l'attacco era una risposta alla violazione del suo spazio aereo da parte di aerei russi, che sarebbe durata 17 secondi, questo attacco in realtà aveva tutte le caratteristiche di un "agguato ben preparato", ha detto il giornale.
 
Sembra che i caccia turchi abbiano condotto una missione speciale per distruggere il bombardiere russo, 'nascondendosi' a bassa quota prima dell'attacco. Inoltre, secondo il quotidiano, l'intelligence russa era informata del piano, ma a quanto pare, il presidente russo non ha creduto che la Turchia si sarebbe spinta così oltre.
 
Il vero problema per la Turchia sono i successi dell'esercito curdo, che, con il sostegno di Stati Uniti e Russia, ha fatto seri progressi al confine tra Siria e Turchia, privando lo Stato Islamico di approvvigionamenti provenienti da vari punti di frontiera. La Turchia ha fatto pressione alle Nazioni Unite  per non invitare i curdi al nuovo round di colloqui di pace sulla Siria, Ginevra III.
 
Secondo l'Independent, la guerra in Siria entra nella sua fase decisiva, e forse definirà chi sono i vincitori e i vinti per decenni. Le forze governative sono state in grado di prevalere su più fronti, con il sostegno della Russia, l'Iran e il Libano, mentre i tentativi turchi di spodestare il presidente siriano Bashar al-Assad, negli ultimi cinque anni, sono prossimi al fallimento, mette in evidenza l'articolo
 
Nel frattempo, le Unità di protezione popolare hanno sottratto allo Stato Islamico più della metà del confine tra Siria e Turchia, con il sostegno degli Stati Uniti. L'avanzata dei curdi per il presidente turco Recep Tayyip Erdogan è così "umiliante", che, nonostante le obiezioni di Russia e Stati Uniti, il presidente potrebbe inviare truppe in Siria.  
 
D'altra parte, se la Turchia avesse voluto intervenire nel nord della Siria, avrebbe dovuto farlo prima dell'abbattimento del bombardiere russo che ha portato al rafforzamento delle posizioni militari russe in Siria. Il problema con la Turchia è che, nelle parole di un ex leader curdo, Sheikhmous Omar, le reazioni del presidente Erdogan sono "imprevedibili".
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Nasrallah denuncia la guerra mediatica degli USA contro Hezbollah

Il Segretario Generale del Movimento di Resistenza libanese, Hezbollah, Seyed Hassan Nasrallah, ha denunciato la 'guerra mediatica' che gli USA fomentano in Libano e in tutto il Medio Oriente.

In un discorso televisivo, Il Segretario Generale di Hezbollah, Seyed Hassan Nasrallah ha respinto le accuse...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

Dopo l'attacco turco, nonostante le divergenze, l'esercito siriano permette ai curdi di inviare rinforzi ad Afrin

Dopo l'attacco turco al confine con la Siria, nonostante le divergenze con il PYD, l'esercito siriano ha permesso ai curdi il passaggio dei rinforzi da Aleppo ad Afrin.

Come ha riferito il portale di notizie, 'Al Masdar News', nonostante i disaccordi politici tra il governo...
Notizia del:

Guerra alle Fake news, ovvero libertà di censura

Riceviamo da un nostro lettore e pubblichiamo molto volentieri di Lorenzo Ferrazzano É di questi giorni la notizia, riportata da tutti i giornali, che Mark Zuckerberg, AD di Facebook,...
Notizia del:

Frasi shock di Tillerson riprese dal WP. "I morti in Corea del nord dimostrano che le sanzioni stanno funzionando"

"Gli indici di fame e di morte in Corea del Nord sono un segno che la strategia di diplomazia degli Stati Uniti sta funzionando". Lo ha detto il segretario di Stato, Rex Tillerson, in una conversazione...
Notizia del:

Usa, ordigno finto in aeroporto per un reality show. Arrestati i membri della troupe

Secondo quello che riporta oggi l'emittente nordamericana ABC, una troupe televisiva è stata arrestata nella giornata di ieri nel tentativo di far passare materiale sospetto con "tutto...
Notizia del:

Elezioni presidenziali in Russia. Pavel Grudinin e il “socialismo scandinavo” del candidato del PCFR

di Fabrizio Poggi*   Due settimane dopo le elezioni parlamentari italiane, si svolgeranno in Russia quelle presidenziali. Diversi osservatori sostengono che la data del 18 marzo non sia stata...
Notizia del:

Colombia, il paese dove gli omicidi politici non fanno mai notizia

di Geraldina Colotti* Giovedi, è stato ammazzato a Cordoba (in Colombia) il dirigente contadino Plinio Pulgarin, esponente del movimento Marcha Patriotica. Nei giorni precedenti erano...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa