/ Ex Agente CIA: "La Russia ha impedito agli Stati Uniti di entrare...

Ex Agente CIA: "La Russia ha impedito agli Stati Uniti di entrare in guerra contro la Siria"

Ex Agente CIA: La Russia ha impedito agli Stati Uniti di entrare in guerra contro la Siria
 

La Russia ha impedito agli Stati Uniti di entrare in guerra con la Siria, in seguito all'uso di armi chimiche nella regione siriana del Ghouta nel mese di agosto del 2013, ha dichiarato un ex agente della CIA.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 
"La Russia ha fermato Barack Obama quando era pronto ad impegnarsi in una guerra aperta con la Siria tra la fine di agosto ed i primi di settembre del 2013. Ci sono stati diversi fattori che hanno salvato il mondo da una guerra, ma la il ruolo della Russia è stato il fattore chiave ", ha spiegato Ray McGovern, ex agente della CIA, in un'intervista al sito web di informazione Salon.
1429 civili morirono a causa dell'uso di gas sarin nella regione del Ghouta, nei sobborghi di Damasco (nel mese di agosto del 2013.
I paesi occidentali e alcuni arabi accusarono il governo siriano di usare armi chimiche contro i civili. Tuttavia, i rapporti hanno confermato che i terroristi erano responsabili per l'attacco chimico.
A quel tempo, Obama annunciò la sua intenzione di attaccare Sira, ma ritardò l&#
39;attacco, dicendo che aveva bisogno del sostegno del Congresso.
McGovern poi spiega che Mosca ha offerto aiuto a Washington per scoprire chi avesse usato armi chimiche in Siria e, a suo parere, è stato il motivo per il quale Obama avrebbe cambiato idea.
Inoltre, il presidente russo Vladimir Putin, nel suo discorso al vertice del G20, che si volse a settembre 2013, a San Pietroburgo,  condannò le osservazioni del Segretario di StatoUSA, John Kerry, che aveva dato il via libera ad un possibile intervento in Siria.
Secondo McGovern, anche questo ha contribuito ad evitare una catastrofe in Siria ed ha sottolineato che Putin è l'unico leader russo che chiamato bugiardo a un segretario di Stato statunitense.
Dopo questo attacco, Damasco ha accettato, nel settembre del 2013, di distruggere il suo arsenale  di armi chimiche, come parte di un accordo negoziato tra gli Stati Uniti e la Russia.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Hispan.tv
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: RT

Putin sulla Palestina: «Deve essere integra e indipendente»

Il presidente russo in una lettera indirizzata ai leader della Lega Araba ribadisce l'impegno della Russia nella lotta al terrorismo

  La Russia è pronta a scendere in campo per contribuire alla ricerca di una soluzione riguardo al...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Libano, Ambasciatore britannico: Nessuno può criticare Hezbollah per combattere in Siria

L'ambasciatore britannico in Libano ha dichiarato che non si può fare nessuna colpa al movimento di resistenza libanese Hezbollah per la lotta contro i terroristi nella vicina Siria.

"Data la minaccia dell’ISIS per il Libano, non si può biasimare Hezbollah se è presente...
Notizia del:     Fonte: VeteransToday

I terroristi dell’ISIS si addestrano nei pressi di un campo militare degli Stati Uniti in Kosovo

Ci sono almeno cinque campi di addestramento dell’ISIS (Daesh, in arabo) in Kosovo, a pochi chilometri dal campo militare degli Stati Uniti di Bondsteel.

Il portale di notizie nordamericano,VeteransToday, citando fonti vicine ai servizi di intelligence del Kosovo,...
Notizia del:     Fonte: Wall Street Journal

WSJ: I bombardieri russi hanno distrutto una base militare segreta di Stati Uniti e Regno Unito in Siria

Gli aerei da guerra russi hanno bombardato una base militare segreta degli Stati Uniti e dell Regno Unito, che si trova in Siria. Lo ha rivelato il quotidiano statunitense Wall Street Journal.

L'attacco dell'Aeronautica Militare della Russia contro la base legata CIA, in Siria era parte di una campagna...
Notizia del:     Fonte: RT

In Unione Sovietica già giocavano a Pokémon Go?

Nella vecchia Unione Sovietica era molto popolare un gioco praticato all'aria aperta conosciuto come 'caccia alla volpe' che permetteva ai partecipanti di sviluppare abilità di ricerca attraverso un ricevitore radio, una bussola e una mappa

da RT Nelle reti sociali russe sta circolando una fotografia di un numero della rivista sovietica ‘Ogoniok’...
Notizia del:     Fonte: Tass

Lavrov: La situazione del Medioriente frutto di un “atteggiamento ignorante e poco professionale” dell’Occidente

Il Ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha dichiarato, oggi, che il cambio di potere in Siria deve essere il risultato di elezioni, in quanto, in caso contrario, il paese corre il rischio di ripetere il destino della Libia, ha riferito l’agenzia TASS.

"I partner dicono: 'Cerchiamo di risolvere il problema della Libia, della Siria e dell’Iraq, organizziamo...
Notizia del:     Fonte: change.org

Petizione: nessuna onorificenza per Poroshenko

Riceviamo e pubblichiamo dal Coordinamento Ucraina Antifascista

Noi sottoscritti, cittadine e cittadini italiani e non, premesso che il Consiglio Comunale di Verona ha approvato...
Notizia del:     Fonte: Prensa Latina

Assad: Cuba è e sarà la punta di diamante del movimento rivoluzionario e Fidel Castro è il suo simbolo

Il Presidente siriano Bashar al Assad, in un’intervista rilasciata, oggi, a Prensa Latina, ha dichiarato che Cuba è e sarà la punta di diamante del movimento rivoluzionario in America Latina, e il suo leader storico, Fidel Castro, è un simbolo della lotta per l'indipendenza.

Testo dell’intervista in lingua originale su Prensa Latina   PRENSA LATINA: Signor Presidente, la...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La nuova ambasciatrice degli Stati Uniti in Libano: Il nostro obiettivo è quello di paralizzare Hezbollah

La nuova ambasciatrice degli Stati Uniti in Libano, Elizabeth Richard, ha dichiarato che la sua missione in questo paese è di paralizzare Hezbollah.

"Il nostro obiettivo è quello di smantellare la rete finanziaria internazionale di Hezbollah (Movimento...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

VIDEO. Aleppo, i “ribelli moderati" sostenuti dagli USA, decapitano un bambino palestinese

In un video i cosiddetti ribelli siriani, sostenuti dagli Stati Uniti, decapitano un ragazzo palestinese accusato di essere “vicino” al governo siriano.

Nel video si può vedere come uno dei cinque uomini lo prende per i capelli. Poi lo stesso uomo, taglia la...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: RT

Putin sulla Palestina: «Deve essere integra e indipendente»

Il presidente russo in una lettera indirizzata ai leader della Lega Araba ribadisce l'impegno della Russia nella lotta al terrorismo

  La Russia è pronta a scendere in campo per contribuire alla ricerca di una soluzione riguardo al...
Notizia del:

Dopo le email pubblicate da Wikileaks, si dimette il capo del Partito Democratico americano

  Debbie Wasserman, presidente del Comitato nazionale democratico, Dnc, ha annunciato ieri le proprie dimissioni dopo la pubblicazione, da parte di WikiLeaks, di 20 mila email e 8mila documenti...
Notizia del:

Il quotidiano turco Yeni Safak sostiene che dietro il colpo di Stato ci sia il generale USA John F. Campbell

  Il giornale turco Yeni Safak, vicino al presidente Erdogan, sostiene che il fallito golpe in Turchia sarebbe stato finanziato dalla CIA e accusa, con tanto di foto in prima pagina, il generale...
Notizia del:     Fonte: http://vocidallestero.it/

Italia: la crisi non è bancaria, è una crisi da Euro

La moneta unica ha distrutto la competitività di quello che, 20 anni fa, era un settore manifatturiero perfettamente sano. Ha succhiato domanda fuori dall’economia, e ha sovraccaricato la spesa dei consumatori

  di Matthew Lynn - vocidallestero.it L’Italia ha una crisi bancaria – quindi presumibilmente...
Notizia del:

TTP, TTIP, TISA e CETA non hanno alcuna legittimità democratica. Esperto indipendente dell'ONU

La ratifica di CETA e TTIP costituirebbe un serio ostacolo al raggiungimento di un ordine internazionale equo e democratico

  Ad Alfred de Zayas , esperto indipendente dell'ONU per la Promozione di un Ordine Internazionale...
Notizia del:     Fonte: The Telegraph

Turchia, portati in carcere più di 60 minorenni dopo il fallito colpo di stato

Le autorità turche durante il tentativo di colpo di stato hanno portato in carcere 62 minori, di età compresa tra i 14 ei 17 anni, che studiavano in un'accademia militare a Istanbul.

Il quotidiano britannico The Telegraph, ieri, ha riportato che gli agenti di polizia turchi sono entrati, lo scorso...
Notizia del:     Fonte: RT

Monaco, la Polizia afferma: «Vi sono legami con Breivik»

La Polizia tedesca in una conferenza stampa ha segnalato un «ovvio legame» tra l'autore della strage di Monaco di Baviera e il terrorista norvegese Anders Behring Breivik

da RT Gli eventi a Monaco di Baviera hanno coinciso esattamente con il quinto anniversario del doppio attentato...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa