/ RUSSIA E OPEC CONCORDANO NEL CONGELARE LA PRODUZIONE DI PETROLIO

RUSSIA E OPEC CONCORDANO NEL CONGELARE LA PRODUZIONE DI PETROLIO

RUSSIA E OPEC CONCORDANO NEL CONGELARE LA PRODUZIONE DI PETROLIO
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

I due maggiori produttori di greggio del mondo, Russia e Arabia Saudita, hanno concordato di non aumentare la produzione di petrolio. Lo ha dichiarato il ministro dell'energia del Qatar proprio ora a Bloomberg.
 
I membri dell'OPEC, come il Venezuela e la Nigeria, hanno chiesto una riunione d'emergenza del cartello per discutere i prezzi del greggio che sono caduti oltre il 70 per cento dal 2014. Dopo l'incontro con il ministro dell'Energia russo Aleksandr Novak, il ministro del petrolio saudita Ali Al-Naimi ha detto che il congelamento dell'uscita a livelli di gennaio
sarebbe "sufficiente", tuttavia il paese ha ancora voglia di soddisfare la domanda dei suoi clienti.

In precedenza, l'Arabia Saudita aveva chiarito come non avrebbe tagliato la produzione, a meno che i principali produttori al di fuori del cartello, non avessero cooperato. Il ministro dell'Energia russo Aleksandr Novak ha detto che tale cooperazione è possibile se gli altri produttori saranno compatti.
 
Il crollo dei prezzi del petrolio hanno costretto i produttori a sedersi al tavolo dei negoziati. Mentre il Venezuela è stato di gran lunga il grande produttore di greggio più colpito, gli attuali prezzi del petrolio rendono difficile anche per la Russia equilibrare il bilancio. La situazione di Riad, secondo stime del FMI, parlano di un deficit di bilancio a $ 140 miliardi di dollari.

"Questi sono ancora primi giorni e nulla di concreto è stato concordato, ma c'è una consapevolezza crescente che i paesi potrebbero essere più flessibili, anche se Riyadh dovrebbe insistere sul fatto che tutti gli altri contribuiscono al taglio", ha concluso il ministro del Qatar intervenuto a Bloomberg.

Rinnovate speranze di possibili tagli alla produzione hanno fatto aumentare i prezzi martedì. Il greggio viene scambiato a 35 dollari al barile a Londra (+6%), mentre il benchmark WTI futures guadagnano nei mercati statunitensi oltre il 5% e si sono attestati a $31 per barile.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Siria denuncia le operazioni 'illegali' degli Stati Uniti a Raqqa

Il governo siriano ribadisce l'illegittimità delle operazioni degli Stati Uniti nella città di Raqqa contro il gruppo terroristico ISIS (Daesh, in arabo).

"Senza il coordinamento con il governo siriano, qualsiasi attacco nordamericano contro Daesh o dell'esercito...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

VIDEO. Yemen, bambini senza futuro a causa dell'aggressione dell'Arabia Saudita

L'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) avverte che il costo umano del conflitto, che si è intensificata due anni fa con l'intervento saudita, è più importante dei danni materiali.

Roa, ha 12 anni, sogna di diventare un insegnante, ma ora non può nemmeno andare a scuola. Con la sua famiglia...
Notizia del:

Primo incontro Putin-Le Pen: ecco l’asse che può demolire l’Unione Europea

di Eugenio Cipolla Il giorno dopo le ennesime tensioni diplomatiche con Kiev, causate dall’omicidio dell’ex deputato russo del Partito Comunista Voronenko, oggi a Mosca i riflettori erano...
Notizia del:

Si scava sotto i piedi dell'“ultimo dittatore d'Europa

Una volta provocato lo smottamento, si correrà in suo “soccorso” alla maniera di majdan.

di Fabrizio Poggi   E' di 12 morti il bilancio della notte di sangue in Cecenia, per il tentativo...
Notizia del:     Fonte: Jpost

Netanyahu a Putin: Israele continuerà i suoi attacchi aerei in Siria

"Se è fattibile dal punto di vista militare e dell'intelligence, allora attacchiamo, e così continueremo", ha dichiarato il primo ministro israeliano.

Il primo ministro israeliano Benjamín Netanyahu, ha dichiarato ai giornalisti in Cina che ha informato...
Notizia del:

Video. Snowden: "A nessuno frega del microfono nel microonde, quando può utilizzare quello nella tua tasca!"

L'ex analista della CIA ha discusso diverse questioni riguardanti la sicurezza informatica durante il CeBIT Technology Conference che si tiene ad Hannover, in Germania.

"Viviamo nell'epoca d'oro della sorveglianza", ha dichiarato Edward Snowden in una videointervista...
Notizia del:     Fonte: Sputnik

Siglato accordo di cooperazione tra Sputnik e Prensa Latina

Cooperazione bilaterale e scambi di esperienze tra le due agenzie di informazioni

  L’agenzia di informazioni ed emittente radio russa Spuntnik ha firmato un accordo di cooperazione...
Notizia del:     Fonte: Sana.sy

Assad sul piano degli Stati Uniti per Raqqa: Liberarla dall'ISIS, per darla a chi?

Il presidente siriano Bashar al Assad ha messo in discussione i piani della coalizione guidata dagli Stati Uniti per liberare Raqqa.

Il presidente siriano Bashar al-Assad ha rilasciato un'intervista ai media russi in cui ha discusso, tra gli...
Notizia del:     Fonte: Saba News

Nuovi attacchi dell'Arabia Saudita contro lo Yemen con missili e bombe a grappolo

I Jet sauditi hanno bombardato diverse parti della provincia yemenita di Saada causando gravi danni alle infrastrutture e alle case dei civili.

Una fonte locale ha dichiarato,oggi, all'agenzia di stampa yemenita 'Saba News', che Arabia Saudita...
Notizia del:     Fonte: Al Alam

FOTO: Cloro 'Made in Arabia Saudita' nei quartieri di Mosul che erano sotto il controllo dell'ISIS

Come riportato dal canale iraniano in lingua araba, 'al Alam', la polizia irachena a Tal Afar ha sequestrato una grande quantità di cloro, prodotto in Arabia Saudita, al-Jami'a quartiere...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

 MARZO 1999, USA ED EUROPA AGGREDISCONO LA JUGOSLAVIA

  Mentre si dispiega pomposamente il farsesco racconto di un'Unione Europea come garante di pace, conviene riprendere le parole di un lucido commento del Quotidiano del popolo, organo del partito...
Notizia del:

Bertolt Brecht, ”Epistola serba”, in occasione del bombardamento di Belgrado il 6 aprile 1941

 A cura di Enrico Vigna, marzo 2017  …..Per NON dimenticare i bombardamenti NATO sulla Jugoslavia del 1999 Per ricordare e NON dimenticare questo 18° triste anniversario,...
Notizia del:

24 Marzo 1999 - Marzo 2017 : NOI NON DIMENTICHIAMO

 “…la guerra non è una canzone, che si può dimenticare la guerra è una favola funesta, che ogni giorno si manifesta…” ( Milena N. Kosovo, 12 anni...
Notizia del:

Arturo Scotto, il fallimento della "sinistra" europeista

Vedere Arturo Scotto alla manifestazione filo-Unione Europea, circondato dalle bandiere dei fascisti ucraini, è francamente uno spettacolo desolante che la dice lunga sulla deriva di certa "sinistra",...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

VIDEO. Yemen, bambini senza futuro a causa dell'aggressione dell'Arabia Saudita

L'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) avverte che il costo umano del conflitto, che si è intensificata due anni fa con l'intervento saudita, è più importante dei danni materiali.

Roa, ha 12 anni, sogna di diventare un insegnante, ma ora non può nemmeno andare a scuola. Con la sua famiglia...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

I curdi delle FDS accolgono positivamente l'Esercito siriano nell'offensiva di Raqqa

Un portavoce dalle "Forze siriane Democratiche" (FDS) ha dichiarato che la sua organizzazione si compiace della partecipazione della partecipazione nelle prossimi operazioni per la liberazione di Raqqa.

In alcune dichiarazioni pubblicate dal quotidiano siriano Al-Watan, e riportate dal sito di informazione 'Al-Masdar-News',...
Notizia del:

Giù le mani dalla INNSE

RICEVIAMO E IMMEDIATAMENTE PUBBLICHIAMO Sappiamo dell'urto che stanno reggendo gli operai della INNSE. Infatti il padrone, attraverso sanzioni e provvedimenti disciplinari, sta accanendosi...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa