/ RUSSIA E OPEC CONCORDANO NEL CONGELARE LA PRODUZIONE DI PETROLIO

RUSSIA E OPEC CONCORDANO NEL CONGELARE LA PRODUZIONE DI PETROLIO

RUSSIA E OPEC CONCORDANO NEL CONGELARE LA PRODUZIONE DI PETROLIO
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

I due maggiori produttori di greggio del mondo, Russia e Arabia Saudita, hanno concordato di non aumentare la produzione di petrolio. Lo ha dichiarato il ministro dell'energia del Qatar proprio ora a Bloomberg.
 
I membri dell'OPEC, come il Venezuela e la Nigeria, hanno chiesto una riunione d'emergenza del cartello per discutere i prezzi del greggio che sono caduti oltre il 70 per cento dal 2014. Dopo l'incontro con il ministro dell'Energia russo Aleksandr Novak, il ministro del petrolio saudita Ali Al-Naimi ha detto che il congelamento dell'uscita a livelli di gennaio
sarebbe "sufficiente", tuttavia il paese ha ancora voglia di soddisfare la domanda dei suoi clienti.

In precedenza, l'Arabia Saudita aveva chiarito come non avrebbe tagliato la produzione, a meno che i principali produttori al di fuori del cartello, non avessero cooperato. Il ministro dell'Energia russo Aleksandr Novak ha detto che tale cooperazione è possibile se gli altri produttori saranno compatti.
 
Il crollo dei prezzi del petrolio hanno costretto i produttori a sedersi al tavolo dei negoziati.
Mentre il Venezuela è stato di gran lunga il grande produttore di greggio più colpito, gli attuali prezzi del petrolio rendono difficile anche per la Russia equilibrare il bilancio. La situazione di Riad, secondo stime del FMI, parlano di un deficit di bilancio a $ 140 miliardi di dollari.

"Questi sono ancora primi giorni e nulla di concreto è stato concordato, ma c'è una consapevolezza crescente che i paesi potrebbero essere più flessibili, anche se Riyadh dovrebbe insistere sul fatto che tutti gli altri contribuiscono al taglio", ha concluso il ministro del Qatar intervenuto a Bloomberg.

Rinnovate speranze di possibili tagli alla produzione hanno fatto aumentare i prezzi martedì. Il greggio viene scambiato a 35 dollari al barile a Londra (+6%), mentre il benchmark WTI futures guadagnano nei mercati statunitensi oltre il 5% e si sono attestati a $31 per barile.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Sana. Sy

Nasrallah: La battaglia di Aleppo è cruciale per il destino della Siria

Il segretario generale di Hezbollah, Hassan Nasrallah, ha dichiarato che la partecipazione della Resistenza nella lotta contro il terrorismo in Siria è a difesa del Libano e del suo popolo e che non si può scollegare il futuro e il destino del Libano da ciò che è accadendo in Siria.

Il leader libanese ha fatto queste osservazioni in un discorso televisivo per celebrare il quarantesimo giorno...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Portavoce Casa Bianca: "Attaccare le forze siriane trascinerebbe gli Stati Uniti in una grande guerra"

Il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest, ha riconosciuto, ieri, che un eventuale attacco contro le forze siriane creerebbe il caos in Asia occidentale.

"Un attacco contro le forze di Bashar al-Assad porterebbe ad una grande guerra nella regione", ha dichiarato...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

"La cooperazione tra Iran, Russia e Siria ha permesso la liberazione di Falluja"

Il portavoce del ministero degli Esteri iracheno, Ahmad Jamal, ha sottolineato che la cooperazione nel settore dell'intelligence dell'alleanza anti-terrorismo tra Teheran, Mosca, Baghdad e Damasco e ha svolto un ruolo fondamentale nella liberazione della città di Falluja nella provincia di Anbar.

"Il ruolo svolto dal Centro antiterrorismo, che è di stanza a Baghdad e formato congiuntamente da...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Russia, Comitato Difesa della Duma: Il capo della NATO porterà il mondo al disastro

Il Segretario generale della NATO manipola la realtà schierando più truppe vicino alla Russia. Vladimir Komoyédov

"Tutti capiscono che non sono colombe di pace che volano verso di noi a mangiare dalla tua mano. Sono bestie...
Notizia del:

Caro Saviano, sì, Napoli è bolivariana!

Con la vittoria schiacciante di de Magistris parte da Napoli un grande movimento popolare di liberazione destinato a rompere le catene del neoliberismo, come il chavismo in Venezuela

di Fabrizio Verde Il popolo napoletano ha scelto, per i prossimi 5 anni sarà ancora Luigi de Magistris...
Notizia del:     Fonte: Tass

Generale russo: "La pazienza riguardo alla crisi siriana la stiamo perdendo noi, non gli Stati Uniti"

Il generale dell'esercito russo Valery Gerasimov, ha dichiarato che " la Russia che sta perdendo la pazienza" perché adempie i suoi impegni sul cessate il fuoco in Siria e non vedono passi reciproci degli Stati Uniti

Il capo di stato maggiore del russo, Valery Gerasimov ha commentato durante l'incontro con i giornalisti...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Gli USA espandono la missione delle loro forze speciali nello Yemen

Gli Stati Uniti prevedono di espandere la propria presenza militare in Yemen, mantenendo parte delle sue forze per le operazioni speciali che sono attualmente dispiegate nel territorio yemenita, devastate dalla guerra.

Il team di circa una dozzina di uomini fa parte del gruppo di soldati che il Pentagono ha distribuito nel mese...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia mette in guardia gli Stati Uniti su eventuali attacchi all'esercito siriano

La Russia ha avvertito, oggi, contro un possibile bombardamento dell'esercito siriano da parte degli Stati Uniti per rovesciare Assad, dal momento che a suo avviso "potrebbe far precipitare l'intera regione nel caos."

Così ha reagito il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, dopo che più di 50 funzionari del Dipartimento...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Nuovo voltafaccia ai civili yemeniti! Gli USA venderanno maggiori quantitativi di bombe a grappolo all'Arabia Saudita

La Camera dei Rappresentanti USA ha approvato la vendita di maggiori quantitativi di bombe a grappolo all'Arabia Saudita, nonostante la condanna internazionale perché Riad utilizza tali munizioni, vietate, sui civili nello Yemen.

I legislatori degli Stati Uniti hanno votato, ieri, contro una proposta di modifica del Dipartimento della Difesa...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Israele spiega perché la sconfitta dell'ISIS non è utile ai suoi interessi

Il capo della direzione militare dei servizi segreti israeliani, il generale Herzi Halevy, ha dichiarato i motivi per i quali la sconfitta dell'ISIS non porterà benefici ad Israele.

"La sconfitta dell'ISIS in Siria e in Iraq non servirebbe gli interessi di Israele, in quanto ciò...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: nrg.co

Il capo dei servizi segreti di Israele ha ribadito che Tel Aviv non vuole la sconfitta dell'ISIS in Siria

Herzl Halevi si è mostrato preoccupato per le perdite subite dal gruppo terroristico negli ultimi tre mesi ed ha sottolineato che la sua sconfitta potrebbe mettere Israele in una "posizione difficile".

Il capo dell'intelligence militare israeliana, Herzl Halevi, ha ribadito che il suo Paese non vuole che lo...
Notizia del:

Vladímir Putin: "Accusare la Rusia dopo il 'Brexit' è una dimostrazione di poca cultura politica"

Il presidente russo Vladimir Putin ha respinto le accuse contro la Russia e il suo presunto interesse ad una vittoria del 'Brexit' nel Regno Unito. Lo riporta TASS. "Le affermazioni di...
Notizia del:

Brexit. La rivincita della sovranità nazionale. Marcello Foa

"La decisione degli elettori britannici di lasciare l’Unione europea è storica innanzitutto per il contesto elettorale in cui è maturata", scrive Marcello Foa sul suo...
Notizia del:

Brexit. Perché non è una vittoria delle xenofobie

di Diego Angelo Bertozzi   Infranto il "dogma" Unione Europea. Rifilato un sonoro schiaffo ai "chierici" dell'europeismo sempre e comunque, alle vestali del "ci...
Notizia del:

Brexit e quel fastidio ricorrente per la democrazia di Laura Boldrini

Quando è il popolo e la democrazia a decidere, Laura Boldrini è spesso infastidita: **
Notizia del:

"Avete distrutto il sogno dei giovani". Il post contro gli anziani inglesi dell'Unità sciocca il web

L'Unità, il giornale megafono del regime renzista, commenta così la decisione sovrana del popolo inglese sulla Brexit. "L'egoismo degli anziani ha distrutto il sogno...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Come Israele beneficia degli attacchi in Giordania

Un'autobomba ha colpito martedì scorso l'esercito giordano in una regione di confine con la Siria, uccidendo sei soldati e ferendone altri 6. Anche se l'attacco non è stato rivendicato, i media hanno accusato l'ISIS di essere l'autore. Ecco però quali saranno i benefici per Israele.

In risposta all'attacco, la Giordania ha dichiarato le "zone militari chiuse" lungo i confini con...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa