/ La Russia sospende i suoi attacchi in territorio siriano contro i...

La Russia sospende i suoi attacchi in territorio siriano contro i gruppi che hanno accettato il cessate il fuoco

La Russia sospende i suoi attacchi in territorio siriano contro i gruppi che hanno accettato il cessate il fuoco
 

Lo Stato Maggiore russo ha riferito che un totale di 17 formazioni armate si sono recate al comando della base aerea Jmeimim impegnandosi a rispettare il cessate il fuoco in Siria.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 
L'Air Force russa ha sospeso completamente i bombardamenti nelle regioni in cui le formazioni armate hanno accettato il cessate il fuoco in Siria, ha riferito il ministero della difesa russo.
 
Complessivamente 17 formazioni armate si sono recate al comando della base aerea Jmeimim impegnondosi a rispettare il cessate il fuoco in Siria, riferiscono le autorità della difesa russo. Si specifica che le ostilità sono cessate in 34 zone della Siria.
 
Scambio di dati tra la Russia e gli Stati Uniti
 
La Russia ha consegnato agli USA un elenco di tutte le formazioni armate che hanno accettato il cessate il fuoco (6.111 persone) e anche un elenco delle 74 aree dove non dovranno essere effettuati gli attacchi.
 
"È stata disegnata una mappa sulla situazione in Siria, in particolare, per lo scambio di informazioni con i nostri colleghi statunitensi, ed è stato consegnato alla parte statunitense durante le consultazioni bilaterali, il 26 febbraio ad Amman, così come  per i canali militari diplomatici. Nelle informazioni sono segnate le regioni nelle quali si sono realizzate  attività di riconciliazione delle parti in conflitto, i territori controllati dalle forze governative siriane, dai curde dai terroristi dello Stato islamico, così come quelli del Fronte al-Nusra e di altri gruppi armati", ha spiegato il capo della direzione operativa, il generale Sergei Rudskói.
 
Il Generale ha aggiunto che la Russia ha ricevuto dai colleghi americani una mappa simile ed è attualmente in corso un confronto tra le informazioni ed i forniti dati dai militari russi. "L'elenco dei gruppi armati, secondo la delegazione degli Stati Uniti, è stato inviato a noi attraverso i canali diplomatici", ha aggiunto.
 
In caso di violazione della tregua
 
"L'Air Force della Federazione Russa controlla completamente la situazione in tutto il territorio della Siria", ha dichiarato Rudskói, notando che Mosca rispetta pienamente i suoi obblighi in materia di cessazione delle ostilità in Siria.
 
In caso di violazione della tregua, la parte che viene attaccata immediatamente informa del fatto la Russia e gli Stati Uniti. Dopo la conferma di una violazione del cessate il fuoco, Mosca o Washington prenderanno provvedimenti per ridurre la tensione, ha precisato il generale.
 
Lo Stato Maggiore ha sottolineato che la Russia ha fatto il primo passo per la cessazione delle ostilità in Siria, ma che tutte le parti che influenzano il conflitto devono fare tutto il possibile per cessare il fuoco.
 
La riconciliazione delle parti in conflitto
 
Gli Stati Uniti prevede di creare ad Amman, in Giordania, un punto focale per la riconciliazione delle parti in conflitto, in modo simile a quello stabilito nella base aerea russa Jmeimim in Siria, ha riferito il capo della principale direzione operativa dello Stato Maggiore russo.
 
A Jmeimim, i funzionari del centro hanno condotto 49 negoziati con i rappresentanti delle formazioni armate e accordi sono stati firmati sulla cessazione delle ostilità, informano le autorità russe. È stato firmato anche un documento sul trasferimento di tre postazioni il controllo delle forze governative.
 
Il cessate il fuoco in Siria è entrata in vigore oggi alle 00:00 (ora di Damasco). I gruppi terroristici come lo Stato islamico e Al-Nusra sono esclusi dalla cessazione delle ostilità.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: RT
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Hispantv

"La Russia continua ad utilizzare la base iraniana per attaccare i terroristi"

Il Presidente del Parlamento iraniano, Ali Larijani, ha dichiarato, oggi, che gli aerei russi stanno ancora utilizzando la base iraniana Noyé per attaccare i terroristi in Siria.

Larijani ha riferito, confutando il Ministero della Difesa della Russia, che anche i bombardieri strategici russi...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Gli attacchi della coalizione guidata degli Stati Uniti hanno causato danni per 2 miliardi di dollari alla Siria

L'industria del petrolio e del gas in Siria ha subito ingenti danni in seguito ai bombardamenti della coalizione guidata dagli Stati Uniti.

Gli attacchi della coalizione guidata dagli Stati Uniti, il cui scopo ufficiale è quello di combattere l'ISIS,...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

Al Masdar: Raggiunto accordo tra curdi e siriani per una tregua con la mediazione russa

Secondo il portale di notizie Al MAsdar, i curdi delle YPG e Asayish ed i rappresentanti del governo siriano avrebbero raggiunto un accordo per stabilire una tregua nella città di Hasakah con la supervisione russa.

Secondo il portale di notizie Al Masdar, i funzionari del governo siriano hanno riferito di aver incontrato la...
Notizia del:

Ministero della Difesa iraniano: "La Russia utilizzerà la nostra base per tutto il tempo necessario"

Il Ministero della Difesa iraniano ha annunciato che la Russia può utilizzare la base iraniana di Hamdan per le operazioni contro i terroristi in Siria per tutto il tempo necessario. Si valuta, inoltre, la concessione di altre basi iraniane alla Russia.

"Gli aerei russi useranno la base militare Hamadan per attaccare lo Stato Islamico tutto il tempo necessario",...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Iran: "Per la nostra politica antimperialista saremo sempre al fianco di Cuba"

Il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, ha ribadito il forte sostegno della Repubblica islamica dell'Iran al popolo e al governo di Cuba nel corso della prima tappa di un tour economico e politico per rafforzare i legami con l'America Latina

In alcune dichiarazioni rilasciate a HispanTV, in rotta verso Cuba, prima destinazione del suo tour in America...
Notizia del:     Fonte: pressenza.com

Siria, il Patriarca Gregorios Laham: “Una guerra dell’informazione”

Gregorio III parla di una “manovra” in atto per screditare “il governo siriano e la Russia” nel momento in cui sta nascendo un nuovo asse – Mosca, Teheran, Pechino – in grado di contrastare le ambizioni statunitensi nell’area

da Pressenza   Una “guerra dell’informazione” fatta di bugie, proclami, presunte...
Notizia del:

Bourj Hammoud: dal genocidio armeno alla crisi siriana

Bourj Hammoud si trova nella parte nord-orientale della capitale libanese a poca distanza dal mare e dal porto della città, oltre il Beirut River. Il quartiere deve il suo nome a quello dell'unico edificio presente prima della progressiva urbanizzazione della zona: la torre (in arabo Bourj) costruita dalla famiglia libanese Hammoud che, in uno dei punti d'accesso alla città, permetteva di tenere sotto controllo il territorio circostante

  di Maurizio Vezzosi e Giacomo Marchetti     Beirut - La vernice rossa scalfisce i muri...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

"Israele dovrebbe preoccuparsi per i bombardamenti russi dall'Iran in Siria"

Per l'analista israeliano Yossi Melman, Israele farebbe bene a preoccuparsi per l'uso del territorio iraniano per il decollo dei bombardieri russi a lungo raggio Tu-22M3 e Su-34.

"Questo problema ha significati strategici globali a lungo termine, causando la preoccupazione di Israele",...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Lavrov: L'utilizzo della base aerea in Iran non viola le risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite

La Russia nega di aver violato le risoluzioni delle Nazioni Unite utilizzando una base militare iraniana per gli attacchi aerei contro i terroristi in Siria.

"Non c'è motivo di sospettare che Mosca abbia violato la risoluzione 2231" del Consiglio di...
Notizia del:     Fonte: MARX21

Sulla Siria menzogne a gogò

di Mario Gemma, Direttore Marx21   Le televisioni di regime, ormai da giorni, continuano a insistere sullo stesso tasto. E in questo periodo ferragostano le menzogne diffuse, sugli sviluppi della...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Hispantv

"La Russia continua ad utilizzare la base iraniana per attaccare i terroristi"

Il Presidente del Parlamento iraniano, Ali Larijani, ha dichiarato, oggi, che gli aerei russi stanno ancora utilizzando la base iraniana Noyé per attaccare i terroristi in Siria.

Larijani ha riferito, confutando il Ministero della Difesa della Russia, che anche i bombardieri strategici russi...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Gli attacchi della coalizione guidata degli Stati Uniti hanno causato danni per 2 miliardi di dollari alla Siria

L'industria del petrolio e del gas in Siria ha subito ingenti danni in seguito ai bombardamenti della coalizione guidata dagli Stati Uniti.

Gli attacchi della coalizione guidata dagli Stati Uniti, il cui scopo ufficiale è quello di combattere l'ISIS,...
Notizia del:

Assange: Clinton e Trump sono un disastro per tutti

Il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, ritiene che l'elezione a Presidente degli Stati Uniti di Hillary Clinton o Donald Trump sarebbe un disastro per gli USA e per il resto del mondo.

"Entrambi i candidati (per la Casa Bianca), lei e Donald Trump, sono un disastro sia per il loro paese che...
Notizia del:

Ministero della Difesa iraniano: "La Russia utilizzerà la nostra base per tutto il tempo necessario"

Il Ministero della Difesa iraniano ha annunciato che la Russia può utilizzare la base iraniana di Hamdan per le operazioni contro i terroristi in Siria per tutto il tempo necessario. Si valuta, inoltre, la concessione di altre basi iraniane alla Russia.

"Gli aerei russi useranno la base militare Hamadan per attaccare lo Stato Islamico tutto il tempo necessario",...
Notizia del:

Il burkini e la libertà religiosa

Credo che ci sia un ambito privato dove ogni cittadino deve poter manifestare le proprie convinzioni e le proprie idee. Piacciano o non piacciano, almeno finché non offendono altri cittadini

di Maurizio Musolino   Le polemiche sul burkini in Francia è di giorno in giorno più stucchevole....
Notizia del:

Bourj Hammoud: dal genocidio armeno alla crisi siriana

Bourj Hammoud si trova nella parte nord-orientale della capitale libanese a poca distanza dal mare e dal porto della città, oltre il Beirut River. Il quartiere deve il suo nome a quello dell'unico edificio presente prima della progressiva urbanizzazione della zona: la torre (in arabo Bourj) costruita dalla famiglia libanese Hammoud che, in uno dei punti d'accesso alla città, permetteva di tenere sotto controllo il territorio circostante

  di Maurizio Vezzosi e Giacomo Marchetti     Beirut - La vernice rossa scalfisce i muri...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

"Israele dovrebbe preoccuparsi per i bombardamenti russi dall'Iran in Siria"

Per l'analista israeliano Yossi Melman, Israele farebbe bene a preoccuparsi per l'uso del territorio iraniano per il decollo dei bombardieri russi a lungo raggio Tu-22M3 e Su-34.

"Questo problema ha significati strategici globali a lungo termine, causando la preoccupazione di Israele",...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa