/ ISIS, petrolio e Turchia: I nuovi documenti che confermano i traf...

ISIS, petrolio e Turchia: I nuovi documenti che confermano i traffici illegali tra Ankara ed i terroristi

ISIS, petrolio e Turchia: I nuovi documenti che confermano i traffici illegali tra Ankara ed i terroristi
 

Il Canale televisivo RT ha pubblicato documenti e testimonianze che provano e confermano i legami tra ISIS e Turchia.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Il gruppo terroristico ISIS (Daech in arabo) ha lanciato la produzione di petrolio su larga scala vendendolo sul mercato nero in Turchia che invia rinforzi di uomini, lo testimonia e documenta un reportage di RT.
 
La Turchia invia i terroristi in Siria...
 
Tra i documenti sequestrati dopo la liberazione della città siriana di Al-Shaddadi, ci sono passaporti e carte d'identità di terroristi dell'ISIS provenienti da diversi paesi, tra cui la Libia, la Tunisia, Bahrain e il Kazakistan. Questi passaporti portano i timbri di ingresso in Turchia.


 
I titolari di questi passaporti - uomini, ma anche donne - sono già morti, secondo i curdi. Ad ogni hanno sequestrato i documenti di identità quando si sono uniti ai terroristi dell'ISIS. In cambio hanno ricevuto di opuscoli di propaganda. I giornalistidi  RT hanno scoperto un particolare libro "Le misure ideali contro il regime criminale di Assad" in un "ufficio" del Daech. Curiosamente, il libro è stato pubblicato da una casa editrice turca di Istanbul, che ha anche una pagina Facebook.
 
Gli islamisti arrestati dichiarano di non aver avuto alcun problema ad attraversare il confine turco-siriano.
 
"Quando ho attraversato il confine, erano le 10:00. Nessuno ci ha sbarrato la strada (...). E tuttavia questa è una regione strategica", ha dichiarato un turco catturato dai curdi. Secondo lui, ci sono molti soldati turchi al confine, ma non fermano coloro che desiderano unirsi ai terroristi.
 
Il prigioniero è convinto che le attività dell'ISIS soddisfino gli interessi di Ankara.
 
"La Turchia e l'ISIS hanno un nemico comune, l'YPG. La Turchia non vuole spoercarsi le mani, lei vuole sbarazzarsi del suo nemico per mano di un altro", ha dichiarato il islamista.
 
... E l'ISIS invia petrolio in Turchia
 
"C'è traffico di petrolo, io lo so. Inoltre, essi (i turchi) forniscono cibo e altri prodotti all&# 39;ISIS. Daech viene colpito da un embargo, hanno problemi a procurarsi il cibo. Ricevono anche un sostegno finanziario, armi e munizioni. si aiuta apertamente l'ISIS", ha spiegato un islamista turco catturato da militanti curdi YPG nel nord della Siria.

Un documento sulla vendita di petrolio greggio dal pozzo Rijura


 
 
Questo terrorista ha sottolineato che la quantità di petrolio venduto è troppo grande per passare inosservato agli occhi delle autorità turche.


 
Un altro documento sulla vendita di petrolio greggio dal pozzo di  Rijura
 
 
Secondo i documenti in possesso di RT, l'ISIS e si fa riferimento alla vendita di petrolio nel mese di gennaio 2016, gli autisti dei camion cisterna acquistano il petrolio dall'ISIS ad un prezzo tra i 12 ed i 26 dollari al barile. Si tratta di petrolio provenienti da diversi petrolio. Il 23 gennaio, l'ISIS ha pubblicato nei suoi registri che ha venduto 383 barili di petrolio dal giacimento di Kabiba per 4979 dollari ($ 13 al barile). I documenti sono firmati dal "Ufficio Petrolio and Gas Dipartimento delle risorse naturali dello Stato islamico".
 
Un documento sulla vendita di petrolio greggio dal giacimento di petrolio Kabiba


 
In un altro documento pubblicato da RT c'è una lettera su due nuovi ingegneri assunti da una società regionale del " Dipartimento Petrolio e gas Daech" di El-Baqara. Da questo documento sembra che gli ingegneri hanno l'incarico di sapere per costruire nuovi gasdotti e riparare gli impianti petroliferi danneggiati dagli attacchi aerei. In totale, la controllata impiega 17 ingegneri, di cui 5 team leader e diversi lavoratori.
 
Il documentario RT sulle relazioni tra la Turchia e l'ISIS sarà trasmesso il mese prossimo.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: RT-Al Manar
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: theamericanconservative

"La politica estera degli Stati Uniti ha fallito su tutti i fronti"

Mentre alcuni attacchi portano un vantaggio strategico per gli Stati Uniti, di solito, si traducono in odio verso Washington, si legge sulla rivista nordamericana 'American Conservative'.

Negli ultimi 15 anni, Washington ha fatto gli stessi errori ripetutamente, innescando guerre, ognuno delle quali...
Notizia del:     Fonte: The Guardian

The Guardian: Assad vincerà inevitabilmente la battaglia di Aleppo

Il quotidiano britannico The Guardian in prevede "la vittoria di Assad". "L'unico modo per ottenere una rapida fine accesso alle sofferenze del popolo siriano è che Assad finalmente vinca la battaglia più rapidamente possibile", ha scritto il giornale.

"La battaglia è quasi finita nella seconda città della Siria. Tutto porta a credere che l'approccio...
Notizia del:     Fonte: Reuters-Hispantv

Dopo Siria e Somalia il mese degli O/Errori degli Stati Uniti si conclude con l'uccisione di 15 civili in Afghanistan

Per concludere "degnamente" un mese di atrocità, dopo aver ucciso più di 80 soldati siriani a Deir Ezzor, 22 soldati somali, 8 poliziotti afghani, oggi, un drone statunitense ha ucciso almeno 15 civili in Afghanistan.

Tentando di giustificare la sua ultima atrocità, Washington ha spiegato che il drone dell'aviazione...
Notizia del:     Fonte: Govorit Moskva

Russia: "Risponderemo a tutte le accuse degli Stati Uniti"

"Risponderemo a tutto quello che dicono gli statunitensi", ha dichiarato il portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zajárova, riferendosi alle ultime accuse e insinuazioni circa l'operazione in Siria.

La Russia non lascerà senza risposta la serie di recenti dichiarazioni circa la sua azione militare in Siria,...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

E Nahed Hattar, giornalista e scrittore giordano ucciso dai terroristi scrisse:"Sono con voi fratelli e compagni del gran Partito di Cristo, Moametto, Marx, Engels, Lenin, Nasser e Assad..."

Un articolo per capire la figura di Nahed Hattar, giornalista e scrittore giordano ucciso dai terroristi ad Amman. E non solo. Ecco perché il mainstream lo ha subito ignorato e non lo ha tramutato in un icona contro il terrorismo.

I media italiani e stranieri annunciando l'omicidio per mano di un gruppo salafita del giornalista e scrittore...
Notizia del:

Il Fallimento della Dottrina Militare Americana?

Analizzare la crescente insoddisfazione dei generali statunitensi verso i vertici politici di Washington, permette di gettare una nuova luce sulla direzione in cui procede la macchina militare Americana. In particolare è interessante osservare la futura programmazione bellica nell’ambito delle forze di terra, mare, aria, spazio e cyberspazio

di Federico Pieraccini Terminata la guerra fredda le forze armate statunitensi si ritrovarono senza un vero...
Notizia del:     Fonte: Ria.ru

Mosca: "Le minacce degli Stati Uniti contro la Siria sono un appoggio 'de facto' ai terroristi '

Il numero due della diplomazia russa ha dichiarato che la reazione degli Stati Uniti non cerca di ripristinare la situazione ad Aleppo.

Questa mattina, il vice degli Esteri russo Sergei Ryabkov ha dichiarato che la posizione degli Stati Uniti per...
Notizia del:

L’ASSASSINIO DELLO SCRITTORE NAHED ATTAR: I TERRORISTI ISLAMICI, I LORO PADRINI, E LA BATTAGLIA DI  ALEPPO  

di Vincenzo Brandi* - Roma 27.9.2016                           Partiamo da una notizia che...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Russia: la vera barbarie è quella che gli Stati Uniti hanno fatto in Iraq e Libia

La portavoce del Ministero degli affari esteri russi ha definito come 'barbarie vera e propria' le azioni degli Stati Uniti Iraq e Libia.

In risposta alle dichiarazioni dell'inviato degli Stati Uniti alle Nazioni Unite, Samantha Power, che ha definito...
Notizia del:     Fonte: Reuters

Le monarchie del Golfo potrebbero fornire ai "ribelli moderati" in Siria missili anti aerei per abbattere i jet russi

Le monarchie del Golfo potrebbero fornire missili anti-aerei portatili ai 'ribelli siriani' per abbattere gli aerei russi in Siria

L'agenzia di stampa britannica Reuters, citando un funzionario degli Stati Uniti, a condizione di anonimato,...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: theamericanconservative

"La politica estera degli Stati Uniti ha fallito su tutti i fronti"

Mentre alcuni attacchi portano un vantaggio strategico per gli Stati Uniti, di solito, si traducono in odio verso Washington, si legge sulla rivista nordamericana 'American Conservative'.

Negli ultimi 15 anni, Washington ha fatto gli stessi errori ripetutamente, innescando guerre, ognuno delle quali...
Notizia del:     Fonte: Reuters-Hispantv

Dopo Siria e Somalia il mese degli O/Errori degli Stati Uniti si conclude con l'uccisione di 15 civili in Afghanistan

Per concludere "degnamente" un mese di atrocità, dopo aver ucciso più di 80 soldati siriani a Deir Ezzor, 22 soldati somali, 8 poliziotti afghani, oggi, un drone statunitense ha ucciso almeno 15 civili in Afghanistan.

Tentando di giustificare la sua ultima atrocità, Washington ha spiegato che il drone dell'aviazione...
Notizia del:

Video. Bambina di 15 anni arrestata con violenza e spray al peperoncino per aver urtato una macchina con la bici. In quale regime secondo voi?

Maryland, regime degli Stati Uniti in azione. La vittima di una bambina di 15 anni, afro-americana chiaramente. Arrestata domenica dalla polizia di Hagerstown Police per non cooperare con i...
Notizia del:

Samir Amin: 'La questione curda, ieri ed oggi'

di Samir Amin*  da samiramin1931.blogspot.it Traduzione di Lorenzo Battisti per Marx21.it Il caos politico che domina la scena in Medio Oriente si esprime tra l'altro, nell'emergere...
Notizia del:

Jill Stein: l'alternativa tra Trump e Clinton esiste (anche se non ve lo dicono)

"La Clinton e Trump sono i candidati più detestabili e inaffidabili della storia americana e persino i loro sostenitori non li amano […] La gente vuole altre possibilità di...
Notizia del:     Fonte: Govorit Moskva

Russia: "Risponderemo a tutte le accuse degli Stati Uniti"

"Risponderemo a tutto quello che dicono gli statunitensi", ha dichiarato il portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zajárova, riferendosi alle ultime accuse e insinuazioni circa l'operazione in Siria.

La Russia non lascerà senza risposta la serie di recenti dichiarazioni circa la sua azione militare in Siria,...
Notizia del:

Deutsche Bank, troppo grande (il buco) per non far fallire tutta la zona euro

Ha giocato d'azzardo e ha perso: Deutsche Bank voleva conquistare Londra e Wall Street, ora si parla invece di aiuti pubblici.

In un articolo di Dei Zeit tradotto da Voci della Germania viene riassunta la situazione disastrosa di Deutsche...
 

Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa