/ Berlusconi candida Bonanni il "broker" che tanto male ha fatto ai...

Berlusconi candida Bonanni il "broker" che tanto male ha fatto ai lavoratori

 

di Giorgio Cremaschi


Sì proprio lui, il sindacalista con stipendio e pensione d'oro, che con governi e padroni ha messo la firma anche sulla carta da cesso, si candiderebbe con Berlusconi.

In fondo la notizia non stupisce: Raffaele Bonanni, uno dei sindacalisti che più male hanno fatto ai lavoratori e più bene hanno raccolto per sè stessi, sarebbe sul punto di candidarsi in Abruzzo con Forza Italia.




Come sapete i leader e l'elettorato della destra spesso si lasciano andare ad anatemi contro i sindacati che per loro avrebbero rovinato l'Italia. Evidente Bonanni non rientra nelle loro condanne, anzi. Questo sindacalista osannato dai padroni e fedele a tutti i governi, che come premio alla sua sfacciata attività a danno del lavoro si è aumentato a fine carriera lo stipendio ad un livello superiore a quello di Obama, questo broker sfacciato, a Berlusconi, Salvini e Meloni piace tanto.

Ma attenzione potrebbe piacere anche a Renzi, che in ogni caso si consola coi successori del sindacalista broker, Furlan e Bentivogli, fanatici del suo PD. Così coloro che con governi e padroni hanno firmato e e firmano anche la carta igienica, quei leader "moderni" che combattono la lotta di classe e chi ancora la organizza, costoro sono la faccia sindacale del centrodestra e del centrosinistra. Faccia che è persino più ributtante di quella politica.
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa