Cina. Ecco gli obiettivi del Piano di sviluppo economico e sociale per i prossimi 5 anni

Cina. Ecco gli obiettivi del Piano di sviluppo economico e sociale per i prossimi 5 anni

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il Congresso nazionale del popolo cinese, il massimo organo legislativo del colosso asiatico, ha approvato giovedì scorso il 14 ° piano quinquennale (2021-2025), che stabilisce gli obiettivi di sviluppo economico e sociale del Paese per i prossimi cinque anni e oltre. 

Il piano pone grande enfasi sul miglioramento delle condizioni economiche interne e del benessere delle persone, nonché sull'incremento dell'innovazione tecnologica e della sicurezza nazionale tra le controversie territoriali nel Mar Cinese Meridionale e tensioni con gli Stati Uniti su varie questioni. 

 

LEGGI: Piano contro mercato- Per un salario sociale di classe di Pasquale Cicalese; Prefazione di Guido Salerno Aletta; Postfazione di Vladimiro Giacchè

Un'altra priorità è concentrarsi sulle fonti di energia pulita, un passo più vicino al raggiungimento dell'obiettivo strategico di ridurre a zero le emissioni di anidride carbonica entro il 2060 nella seconda economia mondiale.

I principali obiettivi del 14° piano quinquennale cinese sono

  • Mantenere i principali indicatori economici entro un intervallo appropriato
  • Ottenere una crescita annua superiore al 7% nelle spese di ricerca e sviluppo
  • Mantenere il tasso di disoccupazione urbana entro il 5,5%
  • Aumentare il numero di residenti urbani al 65% della popolazione
  • Aumentare di un anno l'aspettativa di vita dei cittadini cinesi
  • Promuovere lo sviluppo verde
  • Promuovere lo sviluppo di alta qualità della Belt and Road Initiative -Via della Seta
  • Segnare l'inizio di una nuova tappa nella costruzione di una Cina pacifica

Economia 

Per la prima volta nella storia dei piani quinquennali del paese (risalenti al 1953), il 14° piano quinquennale, contenente 192 capitoli e 74.000 caratteri cinesi, non ha fissato un obiettivo specifico per la crescita del prodotto interno lordo (PIL) . 

Secondo il piano, Pechino manterrà il  suo tasso medio di crescita economica annuale per i prossimi cinque anni entro un intervallo "ragionevole" e un obiettivo annuale sarà fissato in base a condizioni specifiche ogni anno. L'obiettivo di crescita del PIL della Cina per il 2016-2020 doveva superare il 6,5%. Entro il 2021 è stato fissato al di sopra del 6%.

Il tasso di crescita annuale del reddito disponibile pro capite nei prossimi cinque anni sarà "in linea con la crescita del PIL". 

Cibo, energia e sicurezza finanziaria

Sempre per la prima volta, il Piano contiene  una sezione speciale per la sicurezza dello sviluppo, con l'obiettivo di rafforzare il sistema e le capacità di sicurezza nazionale e stabilire meccanismi per garantire la sicurezza alimentare, energetica e finanziaria.

Il documento contiene 20 indicatori principali che coprono un'ampia gamma di aree, inclusi otto obiettivi obbligatori, di cui sette incentrati sulla protezione ecologica e sul supporto alla sicurezza, come gli obiettivi per la produzione di cibo ed energia. Questi ultimi sono stati inseriti per la prima volta nel piano quinquennale.

Nella sicurezza alimentare, ad esempio, il piano afferma che la Cina aderirà alla linea rossa dei 120 milioni di ettari di terreno coltivabile per garantire la sicurezza alimentare.

Innovazione e sviluppo tecnologico

Il piano elenca sette aree come progetti nazionali: intelligenza artificiale, informazione quantistica, circuiti integrati, scienza del cervello, tecnologie genetiche e biologiche, medicina clinica e salute, nonché esplorazione dello spazio esterno, del sottosuolo, dei mari profondi e delle regioni polari.

Per sostenere lo sviluppo tecnologico, si prevede che mantenga un tasso di crescita annuo superiore al 7% delle spese di ricerca e sviluppo. Nel frattempo, diversi parchi scientifici a Pechino, Shanghai, Shenzhen e Hefei sono stati designati come centri scientifici nazionali e diventeranno incubatori per le aziende tecnologiche.

Inoltre, per la prima volta nel piano, viene citata la 'blockchain', la tecnologia che permette la creazione di un libro mastro digitale condiviso e crittograficamente sicuro. In precedenza, il presidente cinese Xi Jinping ha approvato la tecnologia affermando che la blockchain giocherà "un ruolo importante nel prossimo round di innovazione tecnologica e trasformazione industriale". I suoi commenti hanno spinto al lancio di un progetto di infrastruttura nazionale "blockchain", che funge da "Internet per" blockchain "". Alcuni governi locali hanno annunciato di averlo già applicato al loro lavoro amministrativo.

L'enfasi sullo sviluppo scientifico e tecnologico arriva in mezzo alle tensioni con gli Stati Uniti e altre nazioni occidentali per ragioni che vanno dalle controversie su Taiwan e sul Mar Cinese Meridionale alle guerre commerciali e alle controversie nel campo della scienza.

Ecologia 

Il piano si pone l'obiettivo di ridurre  il consumo di energia per unità di PIL del 13,5% e le emissioni di anidride carbonica per unità di PIL del 18% entro il 2025.

Questo obiettivo è in linea con i piani di Pechino per raggiungere le massime emissioni di anidride carbonica entro il 2030 e la neutralità del carbonio entro il 2060 . 

Il primo ministro del Consiglio di Stato cinese Li Keqiang ha dichiarato che il 14° piano quinquennale "promuoverà l'uso pulito ed efficiente del carbone". Le nuove centrali a carbone del paese utilizzano la tecnologia di riduzione delle emissioni per ridurre al minimo l'inquinamento da zolfo e particolato, che contribuisce in modo significativo ai problemi dello smog urbano.

Qualità della vita

L'obiettivo finale dello sviluppo dovrebbe essere quello di migliorare i mezzi di sussistenza e il benessere delle persone, secondo il 14 ° piano quinquennale, concentrandosi così sull'ottimizzazione dei servizi pubblici e avanzando in settori come la rete di sicurezza sociale, l'istruzione, la salute e la distribuzione del reddito.

In quest'area, gli obiettivi principali sono mantenere il tasso di disoccupazione urbana entro il 5,5% e aumentare il numero di residenti urbani al 65% della popolazione, nonché aumentare l'aspettativa di vita dei cittadini cinesi di un anno (attualmente si attesta  a 77,13 anni ). Allo stesso modo, l'assicurazione di base per la vecchiaia dovrebbe coprire il 95% della popolazione.

Alla fine di febbraio, il presidente Xi Jinping ha sottolineato che le autorità hanno "sconfitto totalmente" la povertà assoluta.

Dalla fine degli anni '70, 770 milioni di residenti nelle aree rurali in Cina sono stati risollevati dalla povertà e negli ultimi otto anni quasi 99 milioni hanno aumentato il proprio reddito. 

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire di Francesco Erspamer  Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

L'opposizione al capitale che non c'è di Paolo Desogus L'opposizione al capitale che non c'è

L'opposizione al capitale che non c'è

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale di Giorgio Cremaschi Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer di Francesco Santoianni Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer

Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer

Per me questa è resistenza di Savino Balzano Per me questa è resistenza

Per me questa è resistenza

Caffè: i prezzi andranno alle stelle di  Leo Essen Caffè: i prezzi andranno alle stelle

Caffè: i prezzi andranno alle stelle

In Cina i salari crescono più del Pil di Pasquale Cicalese In Cina i salari crescono più del Pil

In Cina i salari crescono più del Pil

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Paolo Mieli e la dittatura antifascista di Antonio Di Siena Paolo Mieli e la dittatura antifascista

Paolo Mieli e la dittatura antifascista

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund di Gilberto Trombetta "Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti