/ Damasco: "Londra aiuta i terroristi a contrabbandare il gas per l...

Damasco: "Londra aiuta i terroristi a contrabbandare il gas per le armi chimiche a Idlib"

 

Il ministro degli esteri siriano Walid al-Moalem avverte che i terroristi di Idlib sono riusciti a contrabbandare container di gas chimici da utilizzare contro Damasco.


In un'intervista rilasciata ieri al canale di notizie russo RT, il ministro degli esteri siriano Al-Moalem ha dichiarato che i servizi segreti britannici hanno aiutato i terroristi del gruppo terrorista del Fronte Al-Nusra a trasferire depositi di gas verso le aree della provincia nord-occidentale di Idlib.
 
"Come ha affermato il presidente Bashar al-Assad, la priorità ora è la liberazione di Idlib, sia attraverso la riconciliazione, cosa preferiamo, sia con mezzi militari", ha spiegtao Al-Moalem.
 
In questo contesto, il ministro degli Esteri siriano ha ricordato alla comunità internazionale che Idlib è territorio siriano e che Damasco è obbligata a recuperare tutti i suoi territori e "nessuno ha il diritto di interferire", ha ribadito.
 
In questo modo, il capo della diplomazia siriana ha elencato diversi punti in relazione alle operazioni del governo siriano per liberare Idlib e la creazione di un corridoio umanitario per evacuare i civili.
 
"Questo corridoio (che passa attraverso l'aeroporto di Abu al-Duhur) è rimasto aperto per una settimana e abbiamo ricevuto centinaia di famiglie siriane che provenivano da Idlib in zone controllate dall'esercito siriano", ha spiegato.
 
Inoltre, specificando che il gruppo terrorista del Fronte di Al-Nusra è la più importante formazione estremista di Idlib, ha espresso la determinazione del governo e dell'esercito siriano ad espellere questo gruppo con l'aiuto dei suoi alleati.

 
Quindi, ha ricordato che il Fronte Al-Nusra è nella lista delle organizzazioni terroristiche per decisione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (UNSC). "Se è necessaria un'azione militare, sarà necessario eseguirla contro (il Fronte) Al-Nusra. Per quanto riguarda le formazioni che vogliono un accordo, devono dichiarare la loro posizione e adempiere ai loro obblighi nel processo di riconciliazione", ha precisato.
 
Poi, Al-Moalem ha riferito di un vertice, che si terrà il 7 settembre a Teheran (per affrontare la situazione in Siria, che coinvolgerà anche la Turchia e la Russia al fine di raggiungere una "comprensione reciproca" . "Non cerchiamo lo scontro con la Turchia. Ma i turchi devono capire che la provincia di Idlib e altre province sono territori siriani e sono sotto la sovranità della Siria ", ha rimarcato.
 
Il governo di Ankara, dall'inizio della guerra in Siria, è interessato a convertire le province di Idlib e Aleppo in "una sorta di protettorato turco" e creare una striscia di confine "protezione" contro i curdi.
 
 
Fonte: RT
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa