/ Deir Ezzor, l'esercito siriano attraversa l'Eufrate per bloccare ...

Deir Ezzor, l'esercito siriano attraversa l'Eufrate per bloccare l'avanzata delle forze curde appoggiate dagli USA

 

L'esercito siriano, durante la sua offensiva contro l'ISIS nella provincia di Deir Ezzor, ha attraversato il fiume Eufrate e si è avvicinato alle linee delle forze curdo-siriane appoggiate dagli Stati Uniti.

Come riportato oggi dall'agenzia Fars News, citando il quotidiano siriano Al-Watan, l'esercito siriano ha dispiegato le sue prime unità sulla riva orientale del fiume Eufrate, controllata dall'ISIS nella parte orientale della provincia di Deir Ezzor.
 
Il quotidiano in lingua araba ha anche sottolineato che le truppe siriane appoggiate dalla Russia, hanno usato ponti mobili per spostare i loro veicoli blindati e continuare le loro operazioni militari contro i terroristi.
 
Nel frattempo, altre fonti locali riferiscono che le truppe siriane cercano di stabilire una zona di sicurezza perimetrale di 5 chilometri intorno all'aeroporto militare di Deir Ezzor, dopo essere riuscite a trasportare il loro equipaggiamento militare dalla strada per Deir Ezzor appena liberato.

 
Questa informazione proviene giorni dopo che le cosiddette 'forze democratiche siriane', egemonizzate dai curdi e sostenute dagli Stati Uniti, hanno lanciato una loro offensiva contro l'ISIS a Deir Ezzor guadagnando territorio, avvicinandosi così alla linea di contatto con l'esercito siriano vicino al fiume.
 
Infatti, il dispiegamento di truppe governative siriane sulla sponda orientale del fiume Eufrate potrebbe mirare a contrastare l'espansione delle forze appoggiati dagli USA  in quest'area così vicine al confine iracheno.
 
Finora, non c'è stato scontro tra le forze siriane e le SDF, ma c'è una seria possibilità di scontri tra le due parti.
 
Fonte: Fars News
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa